Che materia stai cercando?

Riassunto esame Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo, prof. Gemini, libro consigliato Il dispositivo teatrale e lo sguardo utopico, Gemini

Riassunto studiato per l'esame di Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo, basato sullo studio autonomo del saggio consigliato dalla prof. Gemini: "Il dispositivo teatrale e lo sguardo utopico", Gemini, dell'università degli Studi Carlo Bo - Uniurb.

Esame di Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo docente Prof. L. Gemini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il dispositivo teatrale e lo sguardo utopico (L. Gemini)

Premessa

Il teatro è prima di tutto un luogo di osservazione del sociale: come

opera d'arte artificiale e volontaria, esso nasce infatti come specchio

riflessivo di determinazioni storiche e geografiche che ne definiscono le

molteplici esperienze. Sganciandosi dall'origine rituale, il teatro si è

fatto luogo dello sguardo, della riflessività individuale e collettiva,

dell'immaginario di ogni epoca e del suo patrimonio simbolico, creando,

quindi, una rappresentazione del mondo né mimetica né realistica.

Mentre l'arte rappresenta una forma di comunicazione che riflette e a

volte critica la società in cui opera, il teatro agisce sul confine delle

coscienze della vita soggettiva, rimandando a qualcosa che non può

essere comunicato e che richiede, quindi, strategie di elaborazione del

senso.

I maestri del nuovo teatro novecentesco vanno quindi considerati degli

utopisti, che utilizzano un teatro portatore di valori intellettuali, politici,

spirituali ed esistenziali.

Il teatro è tuttavia anche un dispositivo dipendente dalle tecnologie a

disposizione, che ne spiegano i caratteri formali e i modi con cui si

esprime. Foucault descrive infatti il teatro come uno dei luoghi reali in

cui le utopie si realizzano, essendo esso delineato sia nell'istituzione

della società che nella sua istituzione immaginaria.

L'utopia nel teatro novecentesco: rivoluzione, politica, comunità

L'arte opera in una società realizzando processi comunicativi con i

partecipanti, che in essa trovano l'occasione per agire riflessivamente

in termini di proiezione, identificazione o distacco.

Il teatro, frutto dell'evoluzione della scrittura, si sgancia dal rituale già

nell'antica Grecia, per diventare il dispositivo dello sguardo grazie a una

rappresentazione svincolata dal vissuto e quindi utile all'elaborazione

mentale dei significati. Tale processo si radicalizza nel teatro

rinascimentale ed elisabettiano, in cui la distinzione scena/sala si

consolida a rappresentare la distanza fra realtà della vita e della

rappresentazione, tramite una finzione autonomizzata.

Il meccanismo di fruizione si mostra quindi adatto all'elaborazione

cognitiva e all'autonomia dello spettatore.

Il teatro borghese e naturalista si pone infatti come strumento realista

e riflessivo, che cerca di eliminare la spettacolarità per concentrarsi

sulla verosimiglianza di quei conflitti quotidiani micro-relazionali che

nascondono vizi e valori della società borghese.

Foucault considera le utopie spazi irreali, privi di luogo, in un rapporto

di analogia diretta o rovesciata con la realtà: si tratta della società

perfezionata o del suo contrario, in contrapposizione alle visioni

totalitarie e al monoteismo dei valori funzionale al mantenimento della

stabilità che aggiusta "tecnicamente" i conflitti sociali attraverso

l'organizzazione.

In un secolo politicamente travagliato da guerre e rivoluzioni, ma

percorso da importanti correnti ideologiche e utopiche, le arti si

ispirano al carattere di rivolta, manifestando una forte volontà di

sperimentazione.

La rottura delle convenzioni porta il teatro a focalizzarsi sul processo

della fruizione e sullo spettatore. Da ciò nasce l'esigenza di un teatro

popolare e il concetto di inutilità del teatro a teatro.

L'Esposizione Universale di Parigi del 1900 rappresenterà quindi una

fonte di grande ispirazione, diffondendo l'idea sociale del teatro che si

impone come alternativa politica nata dal popolo.

Elemento cardine diventa quindi la regia, che cerca un mondo migliore,

non illudendo ma rappresentando.

La diffusione di piccoli teatri e teatri d'arte rappresenterà, inoltre, la

reazione al predominio di Broadway.

Le scuole andranno a costituirsi come microsocietà diverse dalle

società, di cui il teatro fa da strumento. Parallelamente all'espansione

del teatro celebrativo di massa, intorno agli anni 20 il teatro politico e

sociale trova il suo senso nel suo uso in chiave di trasformazione. Si

diffonde in Germania il teatro dell'agitprop (agitazione-propaganda),

fatto di forme semplici, tendenzialmente satiriche, rappresentate in

strade e piazze. Esso diventa strumento della lotta di classe, senza

prime e grandi registi, ma frutto dell'attività di dilettanti mossi dall'idea

di cambiare il mondo prima ancora che gli stili.

A fare da contraltare sarà il teatro politico tedesco di Piscator (che

esalta il lavoro collettivo e trasforma ogni dramma in una lezione

estetica e politica che muta la cosicenza dello spettatore) e Brecht, che

formula il suo teatro epico basandosi sul passaggio da illusione a


PAGINE

5

PESO

114.01 KB

PUBBLICATO

8 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Informazione, media e pubblicità
SSD:
Università: Carlo Bo - Uniurb
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher GiovannaUrb di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Carlo Bo - Uniurb o del prof Gemini Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo

Riassunto esame Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo, prof. Gemini, libro consigliato Performing art e industria culturale alla prova del pubblico, Gemini
Appunto
Riassunto esame Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo, prof. Gemini, lbro consigliato L'incertezza creativa, Gemini
Appunto
Riassunto esame Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo, prof. Gemini, libro consigliato Il nuovo teatro, De Marinis
Appunto
Appunti Forme e linguaggi del teatro e dello spettacolo, prof. Gemini
Appunto