Che materia stai cercando?

Strategia d'impresa - la ricerca di nuove forme di vantaggio competitivo Appunti scolastici Premium

Appunti di Strategia d'impresa con analisi dei seguenti argomenti: la ricerca di nuove forme di vantaggio competitivo, il creare il vantaggio competitivo, il vantaggio competitivo da fonti esterne, la flessibilità, le fonti dinamiche di efficienza, le competenze.

Esame di Strategia d'impresa docente Prof. G. Marchi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LA GESTIONE DELLE COMPETENZE

IDENTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

-Classificazione funzionale

-Classificazione per attività/processi catena del valore

à

GERARCHIA DELLE COMPETENZE

-Competenze interfunzionali

-Competenze funzionali

-Competenze specializzate di processo

-Competenze specializzate individuali

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

-Sistemi di autovalutazione gap analysis

à

-Benchmarking

SFRUTTAMENTO, SVILUPPO e REPLICAZIONE

DELLE COMPETENZE

LA CATENA DEL VALORE GENERICA M

INFRASTRUTTURE DI IMPRESA A

atti- R

vità GESTIONE DELLE RISORSE UMANE G

di I

sup- N

SVILUPPO DELLA TECNOLOGIA E

por-

to APPROVVIGIONAMENTO

MARKE-

LOGISTI- ATTIVI- LOGISTI- SERVIZI

TING

CA TA' CA E

IN OPERATI- IN VENDIT

ENTRATA VE USCITA E

attività primarie

Gerarchia delle competenze (I)

tempistica

SVILUPPO NUOVA COMPETENZE

coordinamento INTERFUN-

COLLEZIONE rapporto col mercato ZIONALI

PRODUZIONE COMMERCIALE

REPARTO + ACQUISTI / MARKETING

STILISTICO COMPETENZE

1) risultati collezioni precedenti FUNZIONALI

2) idea di prodotto

3) analisi proposte tessuti

4) prototipi 4) fattibilità tecnica 4) risposte attese dal mercato

5) proget. campion. 5) verifica commerciabilità

6) verifica compet. terzisti

7) acq. input per campion.

8) produzione campion. 9) presentazione campionario ad agenti

10) test sul dettaglio

Gerarchia delle competenze (II)

PRODUZIONE COMMERCIALE

REPARTO + ACQUISTI / MARKETING

STILISTICO

1) risultati collezioni precedenti COMPETENZE

2) idea di prodotto FUNZIONALI

3) analisi proposte tessuti

4) prototipi 4) fattibilità tecnica 4) risposte attese dal mercato

5) proget. campion. 5) verifica commerciabilità

6) verifica compet. terzisti

7) acq. input per campion.

8) produzione campion. 9) presentazione campionario

ad agenti

10) test sul dettaglio COMPETENZE

Analisi

Prepar. Incet- Test di SPECIALISTICHE

modelli dei costi

tatori mercato DI PROCESSO

COMPETENZE

stilisti contabili SPECIALISTICHE

modellisti INDIVIDUALI

SCHEMA DI GAP ANALYSIS IN VW

IMPOR- FORZA VALUTAZIONE PUNTI

RELATIVA VW DI Forza, Debolezza,

TANZA VS CONCORR. Parità

Finanza 6 4 D (critico)

Tecnologia 7 5 P (essenziale)

Impianti e macchinari 8 8 F essenziale

Localizzazione impianti 7 4 D (critico)

Distribuzione 8 5 P (essenziale)

Sviluppo del prodotto 9 4 D (critico)

Acquisti 7 5 P (essenziale)

Engineering 7 9 F (essenziale)

Produzione 8 7 F (essenziale)

Gestione finanziaria 6 3 D (critico)

R&S 6 4 D (critico)

Marketing e vendite 9 4 D (critico)

Relazioni coi governi 4 8 F (superfluo)

Capacità di DIMENSIONE

realizzare un V.C.

vantaggio

competitivo

VANTAGGIO

COMPETITIVO Capacità di

mantenere DURATA V.C. E

un vantaggio DIFESA DA

competitivo

p IMITAZIONE

POTENZIALE

DA RISORSE E

COMPETENZE Capacità di

(RENDITA sfruttare

RICARDIANA) rendimento APPROPRIA-

di un vant. BILITA’ V.C.

competitivo

CARATTERISTICHE DI RISORSE E

COMPETENZE

PER IL VANTAGGIO COMPETITIVO

IMITAZIONE Bassa

Bassa

Alta Trasferibilità

Replicabilità

Appropriabilità

SFRUTTAMENTO RISORSE /

COMPETENZE Alta

PER IL V. C. Durabilità

DIMENSIONE

Alta Alta

Alta

Complementarietà Rilevanza

Scarsità

CAUSE DI NON TRASFERIBILITA’

NON MOBILITA’ GEOGRAFICA RISORSE

INCOMPLETEZZA INFORMAZIONI SU QUALITA’ E

PRODUTTIVITA’ RISORSE

COMPLEMENTARITA’ FRA RISORSE (es.: individui

e team sportivi)

COMPLESSITA’ RISORSE CAPACITA’

à

ORGANIZZATIVE

SVILUPPO E REPLICAZIONE DELLE

COMPETENZE

RELAZIONE TRA RISORSE E COMPETENZE

non sempre chi possiede più risorse sviluppa le migliori

à

competenze

UTILIZZAZIONE EFFICIENTE DELLE RISORSE

Concentrare le risorse su pochi obiettivi coerenti;

à

focalizzare gli sforzi di ogni gruppo

Accumulare risorse attraverso lo sfruttamento

à

dell’esperienza

Combinare risorse complementari

à Conservare e reimpiegare le risorse (a fecondità ripetuta)

à Mobilitare risorse dall’esterno

à

REPLICAZIONE ALL’INTERNO DELLE RISORSE

Memoria organizzativa; procedure operative standard

à

SVILUPPO DI COMPETENZE DINAMICHE

KNOWLEDGE MANAGEMENT

- L’IMPRESA E’ UN INSIEME DI CONOSCENZE

-LA CONOSCENZA PUO’ ESSERE GESTITA AL FINE

DI CREARE MAGGIORE VALORE

- LA CONOSCENZA RIGUARDA LE PERSONE E LE

LORO INTERAZIONI (PROCESSI)

DATI, INFORMAZIONI, CONOSCENZA

• DATI = insieme di fatti oggettivi, che possono essere

più o meno pertinenti e utili per una determinata

attività

• INFORMAZIONI = insieme di dati, la cui forma,

contenuto e tempo di trasmissione e ricezione, sono

appropriati per un uso particolare

• CONOSCENZA = combinazione delle informazioni

con le specifiche idee, modelli mentali, percezioni degli

individui. La conoscenza guida le decisioni e le azioni.

TIPI DI CONOSCENZA

• CONOSCENZA ESPLICITA

conoscenza astratta incorporata in formule, disegni, manuali,

cifre, decodificabile da altri e trasferibile a bassi costi (es.: in

forma digitale) informazione come bene pubblico

à

• CONOSCENZA TACITA

conoscenza non facilmente codificabile, si manifesta solo

attraverso la sua applicazione e non può essere generalizzabile

e trasferibile facilmente

IMPLICAZIONI SU:

- sostenibilità del vantaggio competitivo

- grado di decentramento decisionale

PROGETTAZIONE COLLEZIONE MODA: LE

FORME DI CONOSCENZA IMPLICATA

• Dimensione esplicita

– Dati di vendita (sell in; sell out; modelli di

organizzazione di questi dati)

– Informazioni sulle tendenze moda fornite da

istituti specializzati

• Dimensione tacita

– Interpretazione dei dati di vendita

– Conoscenza contestuale del trade e degli agenti

– Interpretazione delle informazioni relative alle

tendenze moda

– Osservazione empatica in fase di ricerca personale

degli stilisti e sensemaking a partire dagli spunti

acquisiti (idee, artefatti...)


PAGINE

30

PESO

148.89 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in management internazionale
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher melody_gio di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Strategia d'impresa e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Modena e Reggio Emilia - Unimore o del prof Marchi Gianluca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Strategia d'impresa

Strategia d'impresa - l'innovazione di marketing
Appunto
Strategia d'impresa - Appunti
Appunto
Strategia d'impresa - innovazione tecnologica e vantaggio competitivo
Appunto
Strategia d'impresa - innovazione
Appunto