Che materia stai cercando?

Riassunto esame Storia, prof. Rurale, libro consigliato Manuale di storia moderna, Ieva, Ricuperati

Riassunto per l'esame di Storia moderna, basato su rielaborazione di appunti personali e studio del testo consigliato dal docente Rurale, Manuale di storia moderna, Ieva, Ricuperati. Gli argomenti trattati sono: l'espansione economica e sociale nell'Europa del 1500, le scoperte geografiche e i primi imperi coloniali.

Esame di Storia Moderna docente Prof. F. Rurale

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

considera l’attività professionale un’esperienza religiosa (ricchezze tramite il lavoro -che viene rivalutato-=

segno tangibile dell’approvazione divina e possibile spia della salvezza dell’uomo).

-Riforma radicale (diversa da quella “ufficiale” di Lutero, Z. e C.)-> 1) rifiuto della Riforma che non ha colpito

i male alla radice 2) Chiesa= comunità libera e volontaria (rifiuto battesimo infantile) 3) volontà di realizzare

la giustizia in terra. Tentativo di fondare il “regno di Dio” a MUNSTER (1534), città da cui vengono scacciati

cattolici e luterani e viene proclamato re un anabattista-> abolizione del denaro e poligamia). Gli anabattisti

di Munster vengono sconfitti da Filippo d’Assia alleato delle autorità ecclesiastiche e i cittadini vengono

massacrati (1535).

-Francia: riforma negli ambienti umanistici + nel personaggio di Lefevre. Il re Francesco I non vuole scontri e

fornisce una relativa sicurezza ai gruppi protestanti. Viene attuata una repressione dal 1534 quando

vengono affissi dei placards (foglietti) vs i cattolici -> molti protestanti fuggono in Svizzera (es. Calvino).

UGONOTTI = calvinisti francesi.

-UK: Enrico VIII nella causa del divorzio dalla sua prima moglie spagnola Caterina d’Aragona, vuole dalla sua

parte non solo lord e comuni, ma anche il clero. Il Papa, temendo una reazione della Spagna, gli nega il

divorzio. Enrico sottomette il clero alla corona (1532). Sottomissione decisiva e beni ecclesiastici inglobati a

quelli della corona con l’ATTO DI SUPREMAZIA del 1534-> il re diventa capo della Chiesa Anglicana,

staccata da quella di Roma a cui non paga più alcuna decima. Creazione di nuovi nobili che acquisiscono le

terre ecclesiastiche(personaggi molto legati alla corona). Fino alla morte di Enrico VIII (1547), lo scisma fu

solo politico, fu suo figlio Edoardo VI a spingere verso il calvinismo. Book of Common Prayer (libro di

preghiere protestanti che diventa ufficiale dal 1549)-> solo 2 sacramenti (battesimo ed eucarestia). Dal

1553 professione di fede ufficiale-> protestante. In Scozia calvinismo con Knox.

BILANCIO FINALE-> Europa in 3 aree: 1) Luteranesimo in Germania e Scandinavia; 2) Calvinismo in Scozia,

Olanda, Uk e Francia; 3) Cattolicesimo

RISPOSTA CATTOLICA ALLA RIFORMA-> Diversi concili (inefficaci) nel XV secolo; impulsi riformatori

popolari; tentativi di rinnovamento che partono dagli ordini religiosi (ne vengono fondati di nuovi es. teatini

o gesuiti)

1534: eletto Papa PAOLO III->si circonda di cardinali umanisti-> 1536: CONSILIUM DE EMENDANDA

ECCLESIA (documento stilato da una commissione per la riforma della chiesa; insiste sull’istruzione del clero

ma anche sulla limitazione della libertà di stampa). Limiti de rinnovamento: confermato il controllo della

chiesa sulla cultura. In Spagna-> dura repressione dell’Inquisizione.

STATI E CHIESE VS MINORANZE-> VS moriscos (loro epurazione in Spagna che porta ad una regressione

economica poiché occupavano importanti ruoli nei settori produttivi del paese); VS Ebrei (creazione dei

ghetti nel XVI secolo); VS streghe. VS benandanti -quelli nati avvolti nella placenta che si ritenevano investiti

di poteri speciali, magici-(es. in Friuli). Rogo. Persecuzione di queste minoranze-> per la Chiesa = controllo

totale sulla cultura popolare; per il Stati = per uniformare colpendo ciò che era diverso.

6. L’EUROPA DALLA FINE DEL ‘400 ALLA PACE DI CATEAU-CAMBRESIS

-Impero Asburgico-> forzato coacervo di tradizioni diverse. Dualismo dei poteri nell’area teutonica->

principe/ceti dell’Impero (clero, nobiltà,…) Asburgo d’Austria non hanno un controllo forte su diverse aree

dell’impero es. confederazione svizzera. PROBLEMA: Impero Ottomano.

1493: eletto Massimiliano I-> territorio troppo ampio per esercitarvi un potere reale. Suo figlio Filippo il

Bello sposa Giovanna la Pazza di Castiglia dando origine ad uno stato poli-nazionale. Massimiliano eredita le

Fiandre grazie al suo matrimonio con Maria, figlia di Carlo il Temerario.

-Svizzera: emancipata formalmente nel 1508 dalla giurisdizione imperiale.

-Spagna: Castiglia=potenza economica grazie all’allevamento di pecore. Ricchezza demografica, vocazione

atlantica. Territori dalla Francia: Pirenei, Cerdogne…Egemonia della Castiglia, vocazione coloniale + 5

possesso dell’Italia meridionale (inizi ‘500). 1516: erede al trono CARLO D’ASBURGO (di Gand, figlio di

Filippo il Bello e Giovanna la Pazza) che ha ricevuto dal padre i beni borgognoni .

-Italia: Carlo VIII(successore di Luigi XI), accampa i suoi diritti sull’eredità angioina in Italia e organizza una

spedizione nel febbraio del 1495-> coalizione di stati italiani contro di lui-> battaglia di FORNOVO SUL TARO

(1495) in cui Carlo viene sconfitto e costretto a tornare in Francia.

Ne 1500 Luigi XII, successore di Carlo VIII, conquista il ducato di Milano (rivendica la sua eredità poiché ha

sangue visconteo) accordandosi con Venezia a cui vanno Cremone e la Ghiara d’Adda. Milano è un base da

cui partire per la presa di Napoli. Luigi ha stretto con Ferdinando, re di Spagna, un accordo per la

spartizione del Meridione; accordo che dura solo fino al 1503-> francesi sconfitti e costretti ad andarsene.

L’Italia viene divisa fra Francesi (Milano) e Spagna (Napoli, Sicilia e Sardegna).

Alla morte del papa Alessandro VI Borgia, crolla anche il tentativo di signoria personale nell’Italia centrale

(Romagna) da parte del figlio Casera Borgia. In seguito a ciò Venezia dilaga in Romagna e si viene a creare

una LEGA ANTIVENEZIANA (Papato, Francia, Impero, Savoia, Este e Gonzaga) che porta alla creazione della

LEGA DI CAMBRAI (1508) che ha come scopo quello di cancellare Venezia come potenza e spartirsi le sue

terre.

Venezia viene sconfitta ad AGNADELLO (1509), ma il papa Giulio II si rende conto che una sua scomparsa

avrebbe favorito stati stranieri, perciò esce dalla Lega e toglie l’Interdetto che aveva colpito la città

lagunare. In risposta a ciò la Francia 1) occupa Bologna e Mirandola 2) convoca a Pisa un concilio per

deporre il papa-> in risposta Giulio II crea una LEGA SANTA (nel 1511 con Venezia, Svizzera, UK, Spagna) in

funzione antifrancese. Nella battaglia presso Ravenna vince la Francia, che però perde l’egemonia in Italia->

crescita del potere spagnolo nella penisola italiana (che ripristina, tra le altre cose, la signoria medicea a

Firenze).

Alla morte di Luigi XII di Francia, il suo successore Francesco I rinnova l’alleanza con Venezia e ottiene la

neutralità di Spagna (che non è più in grado di contrastare la crescente potenza francese per via dei difficili

rapporti con il nuovo re Carlo d’Asburgo) e UK per quando avesse deciso di scendere in Italia.

CARLO V-> nel 1519 muore Massimiliano I, imperatore del Sacro R. I. e suo nipote Carlo, già re di Spagna, è

candidato alla guida dell’Impero, ma non ha l’appoggio della Francia (che teme di essere circondata) e dei

principi tedeschi . Ci sono altri candidati per il trono imperiale: Federico il Saggio, Francesco I e -

segretamente- Enrico VIII. Alla fine vince Carlo per diversi motivi: paga cospicuamente i 7 elettori, i

feudatari tedeschi preferiscono avere un imperatore della casa d’Asburgo piuttosto che francese, ma

impongono delle limitazioni a Carlo: -deve difendere i diritti dei principi elettori - non deve vendere beni

dell’ Impero -non deve far entrare soldati stranieri in Germania -non deve imporre nuove tasse -non deve

inaugurare una successione ereditaria al trono.

PROBLEMI: -Rivolte iberiche (VS soprusi dei nuovi governanti imposti da Carlo che limitano le autonomie) -

espansione del Luteranesimo (tentativo nella Dieta di Worms di arginarlo) -guerra VS Francesco I per il

possesso del Milanese (Carlo è alleato del papa e di Enrico VIII).

BATTAGLIA DI PAVIA (1525)-> Francesco I viene catturato dall’imperatore; PACE DI MADRID (1526)->

condizioni: Milano passa agli Sforza, no presenza francese in Italia-> F. I viene liberato dietro pagamento di

un riscatto e non accetta la pace di Madrid->ripresa dello scontro. Creazione della LEGA DI COGNAC (1526)

fra Francia, UK, papa, Venezia, Firenze, Genova e Milano VS Carlo V-> i lanzichenecchi (mercenari al soldo di

Carlo devastano Roma nel 1527). Si arriva all’ACCORDO DI BARCELLONA (1529) fra papato e impero. La

guerra va male per la Francia che ottiene la PACE DI CAMBRAI (1529-o delle due dame perché fu negoziata

da Luisa di Savoia, madre di F.I, e da Margherita, zia di Carlo- che sanciva la fine delle pretese asburgiche

sulla Borgogna e riprendeva le condizioni della pace di Madrid. Carlo viene incoronato re d’Italia e

imperatore del S.R.I dal papa Clemente VII.) 6

4 direttrici della lotta di Carlo: 1) VS Turchi di Solimano (che hanno mosso VS Vienna e gli stati barbareschi

-Carlo è costretto a strappare loro Tunisi-) 2) VS Francia in Italia 3) Riorganizzazione della Spagna 4) VS

protestanti in Germania.

La guerra in Italia riprende nel 1535 quando Milano fu annessa alla Spagna -> Francia + Svizzera VS Spagna +

papa Paolo III-> TREGUA DI NIZZA (1538) che viene rotta da Francesco I quando Carlo è in difficoltà nella

sua lotta contro i Turchi. PACE DI CREPY (1544): alla Spagna vengono confermati i suoi domini, ma la Francia

resta in armi in Piemonte

Nel frattempo Carlo devo occuparsi del problema protestante in Germania-> DIETA DI SPIRA (1529):

condanna innovazioni religiose e si chiede un ritorno al cattolicesimo in tutti i territori tedeschi-> i principi

protestano e vengono perciò detti protestanti. 1531: Imperatore VS LEGA LUTERANA DI SMALCALDA che

viene vinta (ma ultimo successo VS protestanti). PACE DI AUGUSTA (1555): fra imperatore e protestanti

tedeschi (prevede il principio del CUIUS REGIO EIUS RELIGIO->la religione ufficiale di un dato territorio è

data da quella del suo governante; RESERVATUM ECCLESIASTICUM->i beni secolarizzati dall’Impero prima

de 1552 restavano ai nuovi proprietari, gli altri andavano alla chiesa), e a seguire TREGUA DI VAUCELLES

(con la Francia) e ABDICAZIONE di Carlo V, l cui eredità viene divisa fra il figlio Filippo II (a cui toccarono

Spagna +colonie, Italia e Fiandre) e il fratello Ferdinando (Impero, Austria, Boemia e Ungheria)=> IMPERO

SPACCATO IN DUE.

Quando si rompe la tregua di Vaucelles avviene lo scontro tra Filippo II(+UK) e Enrico II, figlio di Francesco I

(+ Turchi e papa)->l’Impero resta fuori dallo scontro. I francesi vengono sconfitti a San Quintino (1557) e si

arriva alla PACE DI CATEAU CAMBRESIS (1559)-> La Francia annette Metz, Toul e Verdun, si riprende Calais;

la Spagna conserva i suoi domini in Italia; il Piemonte diventa indipendente sotto Emanuele Filiberto di

Savoia.

CONCLUSIONI CAPITOLO: Nella prima metà del ‘500 abbiamo assistito a 1)Espansione territoriale degli stati

nazionali 2) tentativi di impedimento di espansione degli stati regionali italiani 3) Sviluppo del

GALLICANESIMO (controllo dei sovrani francesi delle nomine dei vescovi + autorità dei vescovi nel concilio >

autorità del papa).

7. I PAESI EXTRAEUROPEI ALLE SOGLIE DEL MONDO MODERNO

Islam: tenace azione di conquista degli Arabi e dei Turchi. Fratture interne fra sunniti (ottomani) e sciiti

(persiani, partigiani di Alì considerati eretici dai sunniti). 2 Imperi per l’islam: 1) ottomano 2)persiano;

entrambi controllano le vie di comunicazione fra Europa e Asia.

Ottomani->dal 1517 Selim I il Crudele è califfo e dà il via a un periodo di grandi espansioni. Unificato tutto il

mondo arabo. Gli succede Solimano il Magnifico che arriva con le sue truppe fino a Vienna (1529).

L’esercito ottomano è formato da una fanteria molto ben addestrata (fra cui il corpo dei giannizzeri) ed è

mantenuto con ti tributi degli stati cristiani vassalli.

Tutti il potere dell’Impero è racchiuso nelle mani del sovrano che governa consultando un Divano (organo

consiliare di cui fanno parte Gran Visir, capo del clero e visir).

Le debolezze dell'Impero sono: guerre frequenti contro occidentali )da ricordare la BATTAGLIA DI LEPANTO

del 1571, in cui una coalizione di occidentali sconfisse la flotta turca e ne fermò l’espansione nel

Mediterraneo) e Persiani, l’aumento dei prezzi, la carenza di metalli preziosi e il rafforzamento degli stati

europei.

-Cina: dal XIII sec. dominazione mongola ma manca un equilibrio sociale accettabile. Zhu-Yuanzhang, dopo

aver ottenuto vari successi militari ed essersi alleato con a società segreta dei Turbanti rossi, diventa

padrone della Cina centrale e si autonomina principe del regno Wu. Nel 1368 sconfigge l’impero mongolo e

fonda a Nanchino la dinastia MING. Nel 1387 riunifica la Cina. 7

Regno di Yongle-> la capitale viene spostata da Nanchino a Pechino. Problemi: pressioni dei pirati

giapponesi e dei mongoli. Con la morte di Yongle ha fine anche la politica espansionistica della Cina. La

costruzione della GRANDE MURAGLIA viene iniziata nel 1487 per difendere il paese da penetrazioni

mongole. Dal’500 i primi contatti con l’occidente (prima con i portoghesi a cui viene concesso lo scalo

commerciale di Macao.) Missioni religiose in Cina-> gesuiti in Cina (tra cui il più celebre fu Matteo Ricci).

Grande crisi della dinastia Ming a metà ‘500-> colpo di grazia dato dai Manciù e da rivolte contadine dello

Shanxi. I Manciù fondano la dinastia QING. Il Tibet e la Corea vengono posti sotto l’autorità cinese.

-Giappone-> fino al 1573 è comandato dalla famiglia Ashikaga (periodo Muromachi). Lo SHOGUNATO è in

origine una carica militare, poi acquisisce competenze civili. Il paese è diviso in 300 famiglie di daymio

(signori feudali) e dal 1467 è interessato da un secolo di guerre civili. La pacificazione avviene con le figure

di Oda Nobunaga e Toyotomi Hideyoshi, alleato di Tokugawa Ieyasu, il fautore dell’unificazione militare del

paese. Come la Cina anche il Giappone viene a contatto con il cristianesimo, ma un editto di Hideyoshi ne

proibisce il culto. Con lo shogunato di Ieyasu Tokugawa avviene la chiusura definitiva al cristianesimo.

Il paese si fonda ancora su un SISTEMA FEUDALE e ha una società piramidale immobilizzata con al vertice la

figura dello shogun.

-India-> Sultanato di Delhi fino a 1526. 1)Penetrazione portoghese 2) dissoluzione dinastia Vijayanogara nel

1565. Vittoria di Bobul sul Sultanato di Delhi (1526)-> FONDAZIONE IMPERO MOGUL. Dinastia consolidata

da Akbar. Terra divisa in halisè (proprietà dello stato) e jaghir (terra concessa ai nobili). La vecchia nobiltà di

religione indù si mescola alla nuova di religione islamica. DEBOLEZZE: la casta dominante di musulmani è

solo ¼ della pop. e sono presenti molti sette che minano l’unità del paese. Crisi finanziaria della nobiltà.

-Africa->2 influenze: cristiana e islamica. Gli Arabi hanno distrutto i regni cristiani nella zona nilotica.

Colonizzazione portoghese (es. in Congo)

-America latina->la conquista europea ha portato un calo demografico catastrofico. Maya->Penisola dello

Yucatan. Decadenza costante dal IX secolo (per guerre intestine fra le varie città). Aztechi-> Messico e

Guatemala. Giunsero presso Tenochtitlán nel 1350; grande espansione con Montezuma I e II. Società

rigidamente stratificata + minoranza aristocratica che vive separata e che gli Spagnoli vanno a sostituire.

Sfruttamento spagnolo tramite 1) Mita (= lavoro forzato in miniera) 2)encomienda. Inca-> dall’Equador al

Cile. Concentrazione urbana, agricoltura intensiva, aristocrazia militare, manca la proprietà privata, non

esiste la moneta e non conoscevano la scrittura. Ultima resistenza contro gli Spagnoli-> Manco Capac e

Tupac Amaru che fu decapitato.

-America del nord->organizzazioni sociali meno complesse di quelle del sud. Irochesi, indiani delle pianure

che vivono di caccia.

8. IL SECOLO DI FERRO 1560-1660->crisi generale. Stanchezza per i tanti conflitti, guerre civili e religiose.

Atlantizzazione e primi segni delle decadenza del mediterraneo-> diverse risposte a questo fenomeno: -

area mediterranea risponde con una rifeudalizzazione, quella atlantica con la rivoluzione agricola e la

creazione della società moderna e borghese. Nell’Europa dell’est permane il servaggio e il trionfo

dell’aristocrazia terriera.

9. L’EUROPA NELLA 2° META’ DEL ‘500

Filippo II (1556-1598). Diversamente dal padre, è un sovrano solo spagnolo, con un’educazione spagnola.

Matrimoni: con Maria Emanuela del Portogallo (che vanta diritti dinastici sul trono portoghese attraverso la

madre), con Maria Tudor e con Elisabetta di Valois.

Moltiplica i Consigli-> concezione dello stato non come quella del padre(=bene familiare) ma più moderna

(stato burocratico). NOTEVOLI PROBLEMI: malcontento dei ceti popolari, dei moriscos, dei nobili e dei

funzionari che avevano approfittato della sua iniziale assenza (negli anni 1557-59 si trovava nei Paesi Bassi)

8

per ampliare i loro privilegi + pesante situazione economica (bancarotta dichiarata più volte durante il suo

regno). Il debito dello stato viene rimborsato in juros (=rendite al 5%)->li vendono-> perdono valore-

>bancarotta.

ECONOMIA DEBOLE E MOLTE GUERRE.(es. VS Turchi che vincono a Ceuta e assediano Malta; poi attaccano

Cipro -1570- ma vengono sconfitti l’anno dopo a LEPANTO da una flotta cristiana guidata da Don Giovanni

d’Austria, fratello di F. II. La Lega Santa però non sa approfittare della vittoria e Venezia cede Cipro).

Situazione in Portogallo-> il re Sebastiano di Braganza vuole una corciata VS il Marocco, nonostante sia una

cosa sconsigliata da tutti. Il Portogallo viene sconfitto nel 1578 e il re muore (inoltre ha un impero troppo

vasto e poche forze con cui governarlo)->PROBLEMA DELLA SUCCESSIONE. Uno dei candidati è Filippo II (in

quanto sposo di Maria Emanuela del P.) che nel 1581 invade il paese, ma non vi estende le leggi castigliane,

lasciando intatta la struttura amministrativa locale (unione Portogallo-Spagna dura fino al 1640 e si

dimostra svantaggiosa per i Portoghesi in quanto acquisiscono i nemici della Spagna e si inseriscono nella

sua debole economia).

Repressione moriscos-> vari decreti VS di loro. (non possono parlare la loro lingua, indossare i loro abiti

tipici, vengono distrutti i loro libri e loro stessi vengono deportati=> distrutto il loro apporto economico).

Economia-> afflusso di argento e oro dalle Americhe, la Spagna si adatta a non produrre, ma vive di

rendere. Immobilità.

Filippo II lascia a suo figlio Filippo III: -saldezza interna; -controllo sul mediterraneo; -problemi nei Paesi

Bassi; -debolezza economica; -stagnazione demografica; -subordinazione al commercio inglese e olandese.

-Francia->nel 1559 muore Enrico II e sua moglie Caterina de Medici diventa reggente per il figlio Francesco

II. Lo stato è stremato dalle guerre con divisioni di natura religiosa. Solida penetrazione protestante fra

molti nobili, che Enrico II aveva cercato di colpire con l’istituzione di Una Camera Ardente VS calvinisti.

Attorno alla reggente gravita la famiglia dei Guisa, smaccatamente cattolica e controriformista. La nobiltà

protestante si raccoglie invece attorno ai Coligny.

1562 MASSACRO A VASSY-> perpetrato dai Guisa VS i protestanti-> scatena guerre civili e religiose.

Temporanea pacificazione con gli ACCORDI DI AMBOISE (1563) con i quali viene riconosciuto solo iai nobili

protestanti il diritto di praticare i culti riformati nelle loro terre.

1570 ACCORDO DI SAINT-GERMAIN-> garanzie ai protestanti che si riavvicinano ala corte (una figlia di Carlo

IX, nuovo re di Francia, sposa Enrico di Borbone, capo del Ugonotti).

Il re torna ad appoggiarsi ai cattolici intransigenti-> 24/08/1572 MASSACRO DI SAN BARTOLOMEO a Parigi

(caccia all’ugonotto) ed episodi analoghi in tutta la Francia; ucciso anche l’ammiraglio di Coligny, capo della

fazione protestante. Gli ugonotti non sono più guidati dai nobili ma dalle comunità cittadine.

Nel 1574 sale al trono Enrico III, quando lo stato è sul punto di sfaldarsi->i Guisa si alleano con la Spagna.

Quando Enrico III sa del disastro spagnolo dell’Invincibile Armada (1588), fa assassinare Enrico di Guisa e

imprigionare i capi della lega cattolica; si allea con Enrico di Borbone con il quale assedia Parigi in mani ai

leghisti (=sostenitori dei Guisa).

Enrico III viene assassinato e il trono passa al re di Navarra Enrico di Borbone che si converte al

cattolicesimo (“Parigi val bene una messa”) e lotta fino al 1598 VS leghisti. A Vervins firma una paca con la

Spagna e nel 1598 proclama l’EDITTO DI NANTES che prevedere pari diritti politici fra protestanti e cattolici,

libertà di culto e la concessione di 150 fortezze francesi agli ugonotti.

-Olanda-> 1559:Filippo II acconsente a togliere l’esercito da questi territori che sono teatro di conflitti

religiosi. Contrasto nobiltà VS rappresentanti di F. II che voleva ridurre i Paesi Bassi a uno dei suoi domini.

Repressione spietata delle correnti autonomiste da parte del Duca d’Alba. Il conflitto assume i connotati

religiosi/ideologici. 1575: bancarotta spagnola, si rivoltano le ultime banche creditrici della Spagna e nel

1576 F. II fa saccheggiare Anversa-> si crea un’alleanza fra i territori del nord e quelli del sud. Sotto

governatori come Giovanni d’Austria e Alessandro Farnese la Spagna riesce a riacquistare terreno in queste

9

zone ma nel 1579 a Utrecht nasce la REPUBBLICA DELLE PROVINCE UNITE in funzione antispagnola. (la

carica del Gran Pensionario si occupa delle questioni di politica interna ed estera, quella dello Stadhouder

detiene poteri militari).

-UK-> Edoardo VI (protestante), Maria Tudor (cattolica, repressione dei protestanti fino alla morte avvenuta

nel 1558) e Elisabetta-> assolutismo Tudor + elementi progressisti nelle scelte mercantili. Ripristinata la

gerarchia ecclesiastica anglicana. Impronta teologica calvinista + politica economica e sciale volta verso lo

sviluppo. STATUTO DEGLI ARTIGIANI (x riorganizzare il mercato del lavoro, pro inabili e vedove)SCOZIA-> dal

1560 regina Maria Stuarda, predicazione calvinista di Knox. M. Stuarda si sposa con il lord cattolico Darnley

e deve perciò abbandonare la Scozia, verso l’UK. Nel 1570 il papa SCOMUNICA ELISABETTA; nel 1586 Maria

rinuncia segretamente alle pretese al trono inglese ma viene giustiziata l’anno dopo (si temevano sue

congiure VS la regina Elisabetta). Filippo II rimane così l’unico pretendente cattolico al trono inglese (aveva

sposato una figlia di Enrico VIII, Maria Tudor, sorellastra di Elisabetta)->progetto di invadere l’UK con una

flotta (Invincibile Armada) nel 1587 che però non va a buon fine a causa degli attacchi inglesi e del

maltempo (nel 1588 la flotta torna in Spagna dimezzata-> disastro).

-Impero asburgico-> Ferdinando ha ereditato da Carlo V l’Impero, la Boemia e l’Ungheria. Problemi dalla

clausola cuius regio eius religio della Pace di Augusta-> elemento di confusione negli stati piccoli. Ulteriore

divisione dei luterani:- ortodossi (fedeli in tutto a Lutero) -filippisti o melatoniani (aperture erasmiane). La

Dieta funzionò con Ferdinando e suo figlio Massimiliano II, ma la situazione si deteriorò con Rodolfo II

(cattolico intransigente)-> approvate decisioni pro cattolici. Paralisi e creazione di 2 gruppi contrapposti:

Unione evangelica (1608) VS Lega cattolica (1609).

-Europa dell’est-> Polonia: crogiolo, contrasti economici e razziali. Nobiltà molto numerosa che impedisce la

formazione di una borghesia e ha l’egemonia politica e culturale. 1572: fine dei Jagelloni e nascita di una

monarchia elettiva con liberum veto (l’opposizione di un solo nobile blocca l’elezione). Russia: la vecchia

aristocrazia dei boiardi riacquista potere, ma Ivan IV, (che ha sposato Anastasia Romanov, proveniente da

una famiglia di boiardi) contrappone una nuova nobiltà di servizio ai vecchi boiardi e divide il principato in 2

parti: 1) OPRICNINA (attorno a Mosca, senza boiardi, sotto il controllo del sovrano e della nobiltà di

servizio) 2)ZEMSCINA (sotto il controllo della Duma, l’assemblea dei boiardi). Quintuplica il territorio del

principato. Profonda crisi dal regno di Boris Godunov in poi (periodo dei torbidi).

10. LA CONTRORIFORMA

Paolo III Farnese convoca il CONCILIO DI TRENTO-> prima fase: si apre nel 1545. Per ridefinire la Chiesa

cattolica e a sua struttura dogmatica. Paolo III sceglie 3 cardinali sensibili al cambiamento come propri

legati. TRENTO= punto d’incontro con l’Impero. Pochi vescovi presenti e per lo + italiani e spagnoli

(disertato da francesi e tedeschi). Il papato controlla tutto e prepara gli ordini del giorno. 2 compiti: 1) dare

definizioni teologiche 2) fare scelte di rinnovamento disciplinare 1)-> Chiesa definita unica interprete della

Sacra Scrittura.

Il concilio viene spostato da Trento a Bologna per paura che potesse sfuggire dalle mani della curia.

Interrotto nel 1549, riaperto nel 1551 da Giulio II (seconda fase), risospeso nel 1552 a causa dello scontro

Carlo V VS Enrico II. Paolo IV Carafa-> attua una riforma senza concilio ma con organi repressi (Inquisizione

e Indice dei libri proibiti).

Pio IV riapre il concilio (terza fase dal 1562 al 1563) e i temi sono: comunione, messa, diritti della Chiesa di

Roma (che vengono affermati VS gallicanesimo). Definitiva accettazione del Purgatorio, del culto dei santi e

della vergine. Ribadito il ruolo della curia e la sua gerarchia. Fine del Concilio nel 1563 e i suoi decreti

vengono convalidati dalla bolla papale BENEDICTUS DEUS.

Ordini religiosi-> GESUITI: ordine fondato con una bolla di Paolo III nel 1540 si occupa di predicazione,

missioni e insegnamento. Dapprima 60 persone attorno al “capo” (praepositus). Selezione durissima, dal 10

1554 in tutta Europa, penetrazione anche nelle colonie. Educano la classe dirigente europea (ricco

programma di studi)

Realizzazione concreta del Concilio sotto Gregorio XIII. Decreti del concilio attuati prima in Spagna con

Filippo II(ma con alcune riserve tipo l’autonomia dalla corona dell’Inquisizione spagnola). I decreti in Francia

incontrano la doppia opposizione di ugonotti e gallicani-> accolti nel 1614 con molte riserve. In Uk il

papismo è dal 1581 un reato passibile di morte. Nell’Impero i decreti del concilio vengono applicati

parzialmente solo in Austria.

Calendario gregoriano->riforma del calendario sotto il papato di Gregorio XIII messa a punto da astronomi

gesuiti. Dopo di lui Clemente VIII-> rogo di Giordano Bruno, filosofo definito eretico dalla Chiesa (1600).

Italia della Controriforma-> Genova con la famiglia dei Doria-> sotto l’egemonia spagnola (a cui Genova

presta denaro); Piemonte dei Savoia-> autonomo rispetto a Francia e Spagna; Milano, sotto il dominio

spagnolo-> il cardinale Carlo Borromeo è il simbolo della controriforma; Venezia-> si allea con la Chiesa VS

Turchi (dà origine con la Spagna alla Lega Santa); Toscana medicea-> sempre più un principato; Napoli e

Sicilia-> viceré spagnolo e Parlamenti che la controllano, accettazione limitata dei decreti conciliari (es.

respinta l’Inquisizione romana dai suoi domini).

Conflitto papato-Venezia-> esistono diversi motivi di tensione, anche territoriali (es. acquisizione di Roma

di Ferrara) e di giurisdizione (Roma vuole estendere il tribunale ecclesiastico nel territorio di Venezia). Forte

politica antiromana dei dogi; Paolo Sarpi (prima voce ad opporsi alla strategia della Chiesa post-tridentina)

è teologo di stato a Venezia.

Il Papa scomunica le autorità civili veneziane quando un tribunale civile condanna dei preti + minaccia

papale dell’Interdetto (proibizione di cerimonie religiose nelle chiese venete). Il clero secolare rifiuta di

ubbidire all’Interdetto (ubbidiscono solo gli ordini di creazione recente -gesuiti e teatini- che vengono

cacciati dal territorio veneziano). Grazie alla mediazione di Spagna e Francia si giunge a un compromesso ->

il Papa ha affidati i preti colpevoli, ma la Repubblica non rinuncia al suo diritto giurisdizionale e non

riammette i gesuiti).

11.LA CRISI DELLA SOCIETA’ EUROPE DURANTE LA GUERRA DEI 30 ANNI

-Spagna-> decadenza economica (arrivano meno metalli dall’America) + stremata dalle guerre. La Castiglia

sopporta i > carichi fiscali-> crisi nella produzione agricola-> crisi della vecchia nobiltà agraria.

-Francia-> Enrico IV si circonda di abili funzionari e sostiene la tolleranza religiosa nel paese. Ricostruisce

uno stato distrutto per 50 anni di torbidi-> punta sull’agricoltura su suggerimento del ministro Sully +

interesse verso l’industria (soprattutto seta e manifatture di lusso). PROBLEMA: mancanza di denaro-> il re

opta per la vendita degli uffici (cariche pubbliche) e istituisce la Paulette (1604), una tassa che dava diritto

all’ereditarietà della carica acquistata in precedenza-> formazione di una nuova nobiltà di toga.

Il nemico di sempre resta la Spagna. Enrico IV viene assassinato nel 1610 da un fanatico religioso e lascia a

moglie Maria de’ Medici e il figlio Luigi (poi XIII)-> durante la reggenza di Maria emergono favoriti come

Concino Concini. Nel 1614 vengono convocati gli STATI GENERALI, per definire l’appoggio alla monarchia->

vogliono l’abolizione della paulette (VS cui anche un giovane Richelieu), ma non si ottenne nulla di

concreto.

-Olanda-> 1602 nasce la COMPAGNIA DELLE INDIE ORIENTALI e nel 1614 quella delle Indie OCCIDENTALI (lo

stato gestisce i commerci con le colonie). Importante sistema bancario che fa capo alla Banca di Amsterdam

(su modello di quella di Venezia). Repubblica federale nella quale avviene lo scontro di due gruppi sociali: -

borghesia mercantile; -signori terrieri (es. Orange).

-Mondo tedesco-> in crisi per la concorrenza di Olanda e UK. Impero-> elementi di debolezza: ricatto degli

elettori (volevano essere pagati per il loro voto) + potere della Dieta sulle decisioni dell’imperatore.

Problemi dal 1608 quando nel Reichskammergericht (tribunale di 24 + 1 -presidente- membri) si delinea 11

una maggioranza protestante che vuole un presidente protestante, contrariamente ai desideri

dell’imperatore-> creazione della LEGA EVANGELICA contrapposta alla LEGA CATTOLICA.

GUERRA DEI 30 ANNI->Punto di rottura: SUCCESSIONE AL TRONO DI BOEMIA (regione in cui la religione di

stato era il cattolicesimo, ma esisteva una certa libertà di culto per i protestanti, grazie alla Lettera di

Maestà di Rodolfo II).

La Dieta boema costringe il re Rodolfo (malato) ad abdicare e sceglie come re e imperatore Mattia. Mattia

sposta la capitale da Praga a Vienna (si diffonde l’idea che la Boemia possa diventare un’appendice

dell’Austria) e designa suo successore Ferdinando di Stiria (1617), un cattolico che vuole la restaurazione

del cattolicesimo nell’impero e che quindi non tiene conto della Lettera di Maestà-> la dieta boema

reagisce costituendo un governo d’emergenza. I legati dell’imperatore vengono defenestrati dal castello di

Praga (Defenestrazione di Praga)->CASUS BELLI. La Boemia organizza un esercito di 16.000 uomini VS cui

Ferdinando sollecita un intervento armato. Nell’agosto del 1618 ha inizio la Guerra dei 30 anni.

1. FASE BOEMO-PALATINA->il Palatinato si schiera dalla parte dei Boemi e il teatro della guerra è il

territorio tedesco. Alla morte dell’imperatore Mattia una confederazione di stati con a capo la Boemia

dichiara nulla l’elezione a imperatore di Ferdinando di Stiria e sceglie Federico V del Palatinato -supportato

da UK, Danimarca, Prov. Unite, Venezia, ma in realtà poco aiutato praticamente- come re di Boemia=>

GUERRA. BATTAGLIA DELLA MONTAGNA BIANCA (1620)-> vince la lega cattolica guidata da Tilly. Federico

viene bandito dall’impero e dura repressione della Boemia; il Palatinato viene conquistato + restaurazione

cattolica che causa però reazioni protestanti.

2. SECONDA FASE (1625-1635)-> Intervento nel conflitto di Cristiano IV di Danimarca a favore dei

protestanti (è appoggiato da Prov. Unite e UK) VS l’Impero. Viene sconfitto dalle truppe di Alberto di

Wallestein che ottiene il ducato di Megdeburgo. PACE DI LUBECCA (1629) fra Cristiano e l’impero.

Nuovo nemico dell’impero: Gustavo Adolfo di Svezia-> scontro decisivo a LUTZEN (1632) dove vincono gli

svedesi ma muore Gustavo Adolfo. Nel 1634 Ferdinando fa assassinare Wallestein (stava diventando troppo

potente) e gli svedesi vengono definitivamente sconfitti-> PACE DI PRAGA (1635) che prevede: -

sottomissione degli stati germanici all’egemonia asburgica e cattolica.

Deve intervenire la Francia che dal 1624 ha come primo ministro Richelieu e si è alleata con le Prov. Unite.

[Francia di Richelieu->tensioni con i protestanti che portano, nel 1627, all’assedio de La Rochelle

(piazzaforte protestante difesa dalla flotta inglese). La caduta de La Rochelle porta ad un’affermazione del

potere centrale assoluto. Richelieu spinge il re Luigi XIII VS la Spagna in Piemonte.

La politica estera e il forte potere personale portano la regina madre Maria de’ Medici a diventare

antagonista di Richelieu-> la regina ne chiede la destituzione (nel novembre del 1630, nelle journée des

dupes, ovvero degli ingannati), ma il re lo conferma e esilia la madre.

In questo momento la Francia è anche funestata da RIVOLTE POPOLARI (1636/37) nel sud est e in

Normandia. Il cardinale Richelieu, senza più rivali dopo le nelle journée des dupes, morirà nel 1642.

Analogo al ruolo del cardinale fu quello del CONTE DI OLIVARES in Spagna, presso Filippo IV; il conte cercò

di stabilizzare il suo paese, cercando di costruire un sistema bancario centralizzato su modello di quello

olandese e avviando una politica mercantilistica. Cerca inoltre di unificare la pressione fiscale su tutti gli

stati posti sotto la corona spagnola (castiglizzazione), ma questo viene respinto nel paese-> violenze interne

e Filippo IV viene dichiarato decaduto->il duca di Bragaglia, con l’aiuto della Francia di Richelieu, caccia gli

spagnoli dal Portogallo. Il conte Olivares cade in disgrazia ed è costretto ad andare in esilio. Ci sono rivolte

anche nei possedimenti spagnoli in Italia (es. Masaniello, a Napoli -1647- guida una rivolta popolare

scoppiata in seguito all’aumento della gabella sulla frutta. Ma la rivolta, appoggiata dai Guisa, viene

soppressa dai baroni locali)

In Francia il ruolo di Richelieu verrà poi occupato da MAZARINO, che fu collaboratore di R. Negli ultimi anni

di vita, Luigi XIII aveva cercato di bloccare l’azione e l’autonomia dei parlamenti. Alla morte di Luigi (1643) ci

12

sono alcuni problemi, tra cui le pretese dei nobili guidati dal principe di Condè, Luigi di Borbone. Ma i

problemi più gravi sono quelli di tipo finanziario->usata disinvoltamente la paulette, che viene alzata-> i

funzionari e i parlamenti cominciano ad agitarsi. Fra questi, il Parlamento di Parigi controlla la spesa

pubblica e rende difficile il proseguimento della guerra dei 30 anni, bloccando i fondi.

Mazarino fa arrestare alcuni parlamentari->RIVOLTA che si propaga da Parigi(FRONDA PARLAMENTARE). Si

esaurisce nel 1649 perché i parlamenti hanno paura di non riuscire a controllare gli strati popolari e si arriva

ad un accordo fra la monarchia e il parlamento parigino.

FRONDA DEI PRINCIPI-> coordinata dal principe di Condè e coinvolge il sottoproletariato cittadino->

Mazarino è costretto all’esilio (1651)ma da Colonia riesce ad organizzare un contrattacco e trionfa nella

BATTAGLIA DI PARIGI (1652). Mazarino torna a Parigi con il futuro Luigi XIV e Condè è costretto all’esilio. ]

3.ULTIMA FASE DELLA GUERRA DEI 30 ANNI->L’intervento della Francia rompe l’equilibrio della pace di

Parigi del 1635->Francia+Svezia+Olanda VS Impero+Spagna-> vengono sottratti territori all’impero e le

perdite demografiche sono molto gravose tanto che si giunge a delle paci: 1)PACE DI VESTFALIA (1648)->il

primo trattato fu fra Spagna e Prov. Unite. Prevede: - estensione della Pace di Augusta anche ai calvinisti

(fine guerre di religione); -alla Francia: Lorena, Metz, Toul, Verdun e l’Alsazia tranne Strasburgo; -vengono

riconosciuti Prov. Unite, Portogallo e Svizzera come entità statali. Il secondo trattato fu tra Impero, Francia

e Svezia.

La Spagna continua la guerra con la Francia-> la Fr. sia allea con l’UK e isola i porti iberici.; poi vince nella

BATTAGLIA DELLE DUNE e si giunge alla PACE DEI PIRENEI (1659)->La Spagna cede all’UK Dunkerque e la

Giamaica e alla Francia i territorio dell’Artois, parte delle Fiandre e dei Pirenei. In più Luigi XIV sposava

Maria Teresa, figlia del re spagnolo Filippo IV. Nelle regioni del nord fu la PACE DI OLIVA (1660) a pacificare

le cose fra Svezia e Danimarca.La vera vincitrice di questa guerra fu la strategia di Mazarino.

-Italia->l’atlantizzazione comincia a farsi sentire. Diversi focolai di peste bubbonica e rivolte in seguito al

malgoverno spagnolo. Decadenza dell’artigianato italiano (es. della seta). Sotto il pontificato di Urbano VIII

Barberini, lo stato pontificio assorbe il ducato di Urbino e ha luogo una distruzione selvaggia delle antichità

classiche a Roma (“quod non fecerunt barbari, fecerunt barberini”).

12. LA SOCIETA’ INGLESE FRA RIVOLUZIONE E RESTAURAZIONE

Con i Tudor, lo stato diventa assoluto e nasce una nuova aristocrazia. Cresce l’importanza dei proprietari

terrieri (yeomen) sotto Elisabetta I, contrapposti alla gentry (borghesia). Società così articolata: 1)nobili

titolati 2)gentry con baronetti e cavalieri (=sir) 3)esquires (appena al di sotto dei cavalieri) 4)gentlemen

5)yeomen. La società nel mondo contadino è molto stratificata e complessa. Si passa da open field a

enclosure.

1603: Giacomo I, figlio di Maria Stuarda, ovvero Giacomo IV re di Scozia, diventa re d’Inghilterra=> unione

Inghilterra, Irlanda e Scozia. Educato da calvinisti scozzesi, pone mano alla questione religiosa nel paese.

In UK la Chiesa Anglicana -episcopalista, religione di stato e cerimoniale- si contrapponeva al puritanesimo -

calvinista, presbiteriano, che puntava l’attenzione sul singolo individuo all’interno della sua comunità-.

Un gruppo di puritani presenta al re la Millenary petition, con la richiesta di alcune riforme religiose-> per

discuterne il re convoca una conferenza ad Hampton Court, che conferma il ruolo dei vescovi -non ritenuti

necessari dai puritani-. si giunge ad un nulla di fatto.

Giacomo I non muta il personale di governo di Elisabetta I; il PROBLEMA del paese sono i debiti che

aumentano (nonostante la vendita delle cariche)-> il re convoca il Parlamento che cerca di sottrargli il

controllo delle finanze. La CONGIURA DELLE POLVERI ad opera dei cattolici inglesi Vs il re(1605), servì ad

avvicinare il re e il parlamento.

Giacomo I cerca di avvicinarsi alla Spagna contro il parere della società civile->il figlio Carlo si reca in Spagna

con il duca di Buckingham per discutere di un suo matrimonio con un’infanta di Spagna, ma non vengono 13

accolti bene->vogliono dichiarare guerra alla Spagna. Giacomo I muore nel 1625 e gli succede il figlio con i

nome di Carlo I.

I primi anni di regno di Carlo sono disastrosi. Il re nel frattempo ha sposato Enrichetta Maria, sorella del re

di Francia Luigi XIII e ha mitigato la legislazione VS cattolici. Con Buckingham prepara a guerra VS Spagna e

quindi convoca il Parlamento (1625) per ottenere fondi. La Camera dei Comuni concede la tonnage and

poundage, una tassa su barili e libbre, per un anno. La camera dei Lord però si oppone, ma il re riscuote lo

stesso il dazio senza il suo permesso.

Intanto Luigi XIII è irritato per il trattamento che viene riservato alla sorella Enrichetta.

Il Parl. viene convocato nel 1626 (al suo interno la camera dei comuni è piuttosto combattiva attraverso la

figura del suo leader, John Eliott) e vuole dal re le seguenti cose: -processo di impeachment VS Buckingham

che sta diventato troppo potente; -un chiarimento degli attriti con la Francia; - protestare contro l’arbitraria

riscossione della tonnage and poundage da parte del re.

Buckingham viene sottoposto al giudizio della Camera Stellata, ma viene dichiarato innocente, perciò i

Comuni non concedono i sussidi alla corona->il re ricorre al prestito forzoso (se no->carcere).

Ad una nuova richiesta di denaro per la guerra (1628), il Parl. risponde con una PETITION OF RIGHTS che

ribadiva che ogni tassa doveva essere approvata dal Parl. Carlo accetta la Petition e riceve 5 sussidi.

Il conte di Buckingham viene assassinato->clima di tensioni economiche e religiose delle quali discute il Parl.

(1629), ma il re non è d’accordo e asserisce che questo sia compito del clero.

Le due camere insorgono e temono un cambiamento di religione in UK->sedute del Parl. nel caos-> il re

chiude il Parl. e perde i sussidi.->DECIDE DI GOVERNARE SENZA PARLAMENTO (fino al 1640).

Il re nomina vescovi che si oppongono al puritanesimo, come William Laud. Nel frattempo i debiti

aumentano e Carlo cerca di porvi rimedio concedendo nuovi monopoli e vendendo titoli nobiliari->la

monarchia sopravvive ma perde consensi-> vengono ripristinate o inasprite le tasse non controllate dal

Parlamento tipo la ship money.

Tensioni religiose in Scozia, dove il re tenta di imporre il Book of Common Prayer->rivolta (1637) e il re

decide di ritirare il Book of C.P., ma l’Assemblea nazionale scozzese vuole abolire del tutto l’episcopalismo

->PRIMA GUERRA DEI VESCOVI (1639).

Nel 1640 la gravità della situazione fa sì che il Parl. sia convocato per la prima volta dal 1629. Il Parl. vuole: -

abolizione della ship money e -una conferma dei suoi diritti-> viene sciolto questo SHORT PARLIAMENT.

SECONDA GUERRA DEI V. (1640, dopo una breve tregua)->si conclude con il patto di Ripon (il re deve

versare 850 sterline al giorno agli scozzesi finchè non convoca il Parl., sennò loro invaderanno Londra)->

3/11/1640 aperto il LONG PARLIAMENT.

John Pym, esponente della camera dei comuni, chiede che vengano puniti i ministri del re->ha inizio lo

smantellamento dell’edificio assolutistico e la riaffermazione del potere e del prestigio del Parlamento.

Dopo un anno di dibattiti il Parl. approva la GRANDE RIMOSTRANZA (1641) VS il re, i papisti, i vescovi e vari

funzionari-> il Parl. è diviso fra sostenitori dei propri diritti e sostenitori del re.

Carlo respinge la Grande Rimostranza=>primo atto della GUERRA CIVILE->vengono accusati di tradimento

5 membri della camera dei comuni e 1 della camera dei lord, il re si reca personalmente a Westminster

perché gli vengano consegnati, ma questi non ci sono. Carlo quindi va a Oxford e inizia a raccogliere

seguaci.

COL PARLAMENTO: ceti mercantili, professionali, artigiani, parte dell’aristocrazia. Scelta puritana, seguaci

attorno a Londra.

COL RE: maggior parte dell’aristocrazia (cortigiana) e la Chiesa. Seguaci nelle zone a est.

Il re, a York, decreta che spetta a lui solo la nomina delle cariche militari; il Parl., quindi, emana la MILITIA

ORDINANCE con la quale decreta che solo a lui spetta la nomina delle cariche militari e a luglio decreta il re

suo aggressore. 14

GUERRA CIVILE dal 2/08/1642(le truppe del Parl. sono guidate dal conte di Essex, quelle reali dal principe

Rupert). I primi successi sono quelli dell’esercito regio(ha una forte cavalleria)->fino al 1643 i cavalieri del re

hanno successo sulle Teste Rotonde. Il questo anno il Parl. affida a OLIVER CROMWELL il compito di

formare una cavalleria in grado di resistere a quella regia->Cromwell recluta borghesi e toglie le truppe

mercenarie->crea il corpo degli IRON SIDES(fede puritana, disciplina ferrea, paga regolare). Il Parl. evita per

la 2° volta la capitolazione di Londra e si allea con la Scozia (il re è alleato dell’Irlanda).

1644-45: prime vittorie di Cromwell, ma esito ancora incerto dopo 3 anni di guerra.

1645: varata dal Parl. la NEW MODEL ARMY (unificati i 3 eserciti maggiori in uno solo comandato da Fairfax

-Cromwell comanda la cavalleria-)

Scontro decisivo a NASEBY (1645)->pesante disfatta del re che si rifugia a Newark. Capitolazione di Oxford e

FINE I GUERRA CIVILE (1646)->La Scozia consegna Carlo agli inglesi dietro pagamento di 400.000 sterline.

SMANTELLAMENTO MONARCHIA-> aboliti Star Chamber e Court of Wards. Smantellamento della chiesa di

stato (proibito il Book of C. P).

Protesta delle truppe della New Model Army perché congedate dal 1647 senza più paga. Il Parlamento

promette 6 settimane di arretrati per i congedati-> l’esercito si oppone (non è abbastanza). PARLAMENTO

VS ESERCITO (che ha anche rapito il re). Il Parl. fa pressioni per un accordo col re-> Dibattiti a Putney, le

richieste dell’esercito (abolizione imposte ingiuste, scelta costituzionale repubblicana, abolizione

monopoli,…) confluiscono nella AGREEMENT OF PEOPLE (LEVELLERS=redattori dell’Agreement, volevano la

tolleranza religiosa) che afferma la sovranità del popolo. La camera dei Comuni lo giudica eversivo.

Gli scozzesi offrono il loro aiuto al re per tornare a capo dell’UK->si accordano due giorni dopo un tentativo

di pacificazione da parte del Parl. (1647)

Quando il Parl. viene a conoscenza di questo accordo=> SECONDA GUERRA CIVILE, in cui Cromwell si

contrappone al Galles e alla Scozia, che sconfigge. Negoziati di pace nell’isola di Wight, in cui il re non vuole

trattare, ma vuole tirare le trattative per le lunghe. Si fa strada l’idea che il re debba essere punito.

6/12/1648->PURGA DI PRIDE-> costui impedisce l’ingresso in Parlamento ai moderanti che volevano

l’accordo con il re-> nasce il RUMP (tronco) PARLIAMENT che decide di processare il re->istituita una corte

di giustizia. 30/01/1649 Carlo I VIENE DECAPITATO e viene dichiarata decaduta la monarchia e la Camera

dei lord. 19/05 PROCLAMATA LA REPUBBLICA (Free Commonwealth) nella quale il Consiglio di stato

deteneva il potere esecutivo e il Rump P. quello legislativo=>REGIME OLIGARCHICO.

Il figlio di Carlo I, Carlo, viene riconosciuto re come Carlo II a Edinburgo->gli scozzesi sono stati sconfitti da

Cromwell, ma Carlo II viene lo stesso incoronato re. Definitiva sconfitta degli scozzesi a Worcester-> Carlo II

è costretto a riparare in Francia.

IRLANDA: ribellioni della confederazione cattolica VS il duca di Ormand, soppresse da un intervento di

Cromwell nel 1652.

Nel 1651 il Rump P. approva l’ATTO DI NAVIGAZIONE con il quale colpisce i privilegi olandesi nel commercio

con l’UK. L’esercito è sempre più insofferente nei confronti del Parl., tanto che si pensa addirittura di

scioglierlo come vogliono Lambert e Harrison (1653). Il primo vorrebbe affidare il potere a un ristretto

consiglio di stato, il secondo vorrebbe creare un’assemblea si “santi” per favorire l’avvento di una

millenaristica 5° monarchia. Cromwell opta per una via di mezzo->PARLAMENTO BAREBONE (ridotto

all’osso) con membri non eletti ma scelti dal Consiglio di stato. Viene sciolto nel dicembre e a capo dello

stato viene posto un LORD PROTETTORE affiancato dal Consiglio di Stato. Nel 1654 Cromwell diventa Lord

Protettore.

Politica estera di Cr.->l’UK deve assumere un ruolo di comando nel commercio internazionale->problemi

con le Prov. Unite->GUERRA. + GUERRA CORSARA VS Spagna + aggressiva politica coloniale.=> per fare

tutto ciò, Cromwell impone tasse senza il permesso del Parl. Un nuovo Parl. eletto nel 1656 chiede a

Cromwell di diventare re-> Cr. rifiuta, ma vengono concessi maggiori poteri al Lord Protettore, che può 15

scegliersi un successore. Nel 1658 Cromwell muore e gli succede il figlio Richard che però non sa controllare

l’esercito come il padre.

L’esercito chiede a Richard di sciogliere il Parl.->il Protettorato viene rovesciato e viene ripristinato il LONG

PARLIAMENT (quello sciolto nel 1653), che però viene sciolto nuovamente.

1660: George Monck, comandante in capo del Consiglio di Stato, va a Londra per la RESTAURAZIONE DELLA

MONARCHIA (appoggiata da gentry e mercanti). Viene convocato il Parlamento e Carlo II rende nota al

DICHIARAZIONE DI BREDA (dove Carlo II elencava le condizioni che poneva ed accettava per di salire al

trono inglese). 25/04 richiamato in patria il re. Con gli Stuart tornano al potere la Chiesa anglicana e la

Camera dei Lord.

13. TEORIE POLITICHE, ECONOMICHE E MODELLI SOCIALI DEL XVII SECOLO

Jean Bodin, teorico del potere assoluto del sovrano, limitato solo da Dio e sostenitore della tolleranza civile

e religiosa (es. quella sotto Enrico IV in Francia). Nel mentre si sviluppano anche teorie anti-assolutistiche,

es in Francia (panflettistica monarcomaca)

Grozio, teorico del GIUSNATURALISMO in Olanda (società cristiana universale senza persecuzioni).

Hobbes e Locke in UK (per il primo la realtà è violenta e di aggressione, quindi si deve ricorrere a un patto si

sottomissione al sovrano da cui nasce lo stato; il secondo si contrappone al pensiero assolutista di Hobbes

ed è sostenitore di un governo civile, in cui i poteri sono divisi.)

Mercantilismo e stato moderno-> Mercantilismo: politica economica degli stati assoluti moderni. Elementi

essenziali: 1)proibizione di vendere materie prime a paesi stranieri 2)imposte d’entrata delle merci

straniere molto alte 3) le merci straniere possono entrare solo su navi dello stato 4) formate Compagnie

commerciali con capitali dello stato 5) lo stato supporta le manifatture locali 6) costituiti organi politici per

la politica estera 7) si punta a un export maggiore dell’import. In Spagna i tentativi non riusciti di Olivares,

in Francia si somma a ciò un maggiore protezionismo (Luigi XIV e Colbert), in UK la politica economica nasce

dall’accordo del re con la Camera dei Comuni (politica agricolo-mercantile da Elisabetta I e la nobiltà non

viene tenuta lontana dai commerci come avveniva in Spagna e Francia)

14. LA RIVOLUZIONE SCIENTIFICA

Crisi della concezione aristotelica che non è più in grado di dare risposte. L’uomo non è più centrale rispetto

alla natura. Data importante: 1543, pubblicazione del DE REVOLUTIONIBUS ORBIUM COELESTIUM di

Copernico (fine approssimativa di questo fenomeno con le pubblicazioni di Newton a fine ‘600)->la Terra si

muove e non è più il centro dell’universo (ma non fa scoperte astronomiche e presenta il tutto come

un’ipotesi). Altri luminari: Tycho Brahe e Keplero (per cui il sole è il centro dinamico dell’universo e le orbite

dei pianeti non sono circolari ma ellittiche->no moto circolare aristotelico).

GALILEO->dal 1609 lavora col cannocchiale e realizza delle scoperte in ambito lunare. Pubblica il IDEREUS

NUNCIUS, i cui parla della scoperte dei 4 satelliti di Giove (=pianeti medicei). Va a Firenze e poi a Roma

(1611) per dimostrare empiricamente le sue scoperte. Osserva le macchie solari e fa delle riflessioni sul

rapporto fede-scienza nelle quali difende l’autonomia di quest’ultima (la scienza è l’unica verità che viene

da Dio e può da sola interpretare la natura). Nel 1615 la Chiesa condanna Copernico (che ormai è morto) e

ammonisce Galileo.

Galileo pubblica nel 1623 IL SAGGIATORE, opera in cui espone il suo pensiero scientifico (Natura= libro

scritto in una lingua matematica accessibile, ma non a tutti). Atteggiamento benevolo di papa Urbano VIII

consente a G. di pubblicare anche il DIALOGO SOPRA I DUE MASSIMI SISTEMI DEL MONDO (1632) in cui

sostiene e semplifica il copernicanesimo. Nel 1633 è a Roma, accusato di aver sostenuto la teoria

copernicana-> deve ABIURARE. Il sistema copernicano sarà considerato eretico fino al 1737.

Cartesio->concezione meccanica dell’universo + riflessione filosofica sull’uomo e sul suo essere pensante. 16


PAGINE

28

PESO

479.14 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Udine - Uniud
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher giulia.calabro.39 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia Moderna e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Udine - Uniud o del prof Rurale Flavio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia moderna

Riassunto esame Storia Moderna, prof. Casella, libro consigliato L'età moderna, Dalla scoperta dell'America alla Restaurazione, Benigno
Appunto
Appunti di Storia moderna (lezioni complete)
Appunto
Basi teoriche della geografia umana
Appunto
Cartografia
Appunto