Che materia stai cercando?

Storia della Cina - Appunti

Appunti per l'esame di Storia della Cina, dalla dinastia xia alla dinastia ming.
1 - DINASTIA XIA : società stratificata, questo è stato accertato dai corredi funerari
e dalle forme di sepoltura.
2 - DINASTIA SHANG: il capostipite della dinastia Shang si chiamava Shangdi.

Esame di Storia della Cina docente Prof. A. Albanese

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Epoca ZHOU ORIENTALE: la capitale venne trasferita piu a EST. Con questa

epoca comincia un periodo di cambiamenti e guerre.

1° periodo: PRIMAVERE E AUTUNNI (770-454 a.C)

Guerre di annessione tra famiglie perché la dinastia Zhou non è più accettata a

governare.

Ci furono guerre di conquista e annessione territoriale che portarono ad un

cambiamento – cambia il pensiero.

Da qui nascono figure e consiglieri politici per proporre analisi e aiutare a creare

una loro zona di dominio.

CONFUCIO è stato consigliere verso diversi capi locali.

Propone una soluzione. Il periodo degli Zhou occidentale diventa considerato

“ETA DELL’ORO” E DA PRENDERE A MODELLO  per risolvere la situazione

bisogna prendere il passato a modello, questo avveniva nei seguenti modi:

- Studiare testi e raccolte letterarie divinatorie prodotte in epoca Zhou occ,

studiarle e basarsi su quelle.

- Le tradizioni del periodo zhou occ divennero fondamentali

- I rapporti fra persone della società sono tutte di tipo gerarchico e queste

gerarchie le fece Confucio.

- Il CONFUCIANESIMO diventerà l’ideologia fondamentale per la cina.

Fra il VI e V sec. a.C. cominciò la fusione del ferro (1500 anni prima che in europa).

Questa comporta la creazione in serie di strumenti per l’agricoltura e la produzione di

armi. Esistevano grandi proto fonderie pubbliche dove lavoravano gli operai.

Sempre in questo periodo gli oggetti persero il carattere sacrale /l’esclusività e

cominciano a diventare oggetti di uso comune.

2° periodo: PERIODO DEGLI STATI COMBATTENTI (453-222 a.C)

Secondo periodo degli Zhou orientali, conflitti continui fra i territori del medio

baccino del fiume giallo.

In questo periodo nascono scuole filosofiche (filosofia politica e morale che si

occupava di come governare) . detto anche “cento scuole”.

A risolvere questa situazione ci pensa un sovrano chiamano QIN, che decide di

porre fine a questo stato di guerra conquistando le altre entità territoriali.

Nel 221 a.C il sovrano del regno QIN conquista l’ultimo stato indipendente

quindi dal 221 a.C. nasce l’impero unificato del regno Qin in Cina.

4 – Dinastia QIN: (221-206 a.C.) dinastia regnante su tutto il territorio cinese

(estensione del regno molto inferiore alla cina attuale).

QIN SHI HUANGDI (prima imperatore della cina unificata si appoggia al LEGISMO

e non al confucianesimo.

LEGISMO: si oppone al confucianesimo, mette al centro della sua riflessione la legge e

considera un certo obiettivo uguale per tutti. Mentre Confucio considerava le

gerarchie, il legismo detta leggi non personalistiche ma obiettive a tutti.

Qin shi huangdi cerca di distruggere testi confuciani per risolvere i problemi del

presente.

Non prende piu a modello il passato, smette la guerra e conquista i territori degli

Zhou. Toglie il potere e non riconosce piu l’autorità delle famiglie che regnavano in

diverse zone.

Da quel momento da di quei territori uno stato unificato retto da funzionari di nomina

statale. IMPERO A BASE BUROCRATICO. CREA UNA STRUTTURA DI GOVERNO

TRIPARTITA.

DIVISIONE DI COMPETENZE:

1 amministrazione civile e centrale con a capo un primo ministro grande consigliere.

2 organizzazione militare a capo grande maresciallo.

3 struttura amministrazione di controllo. Vigila sulla buona amministrazione.

I piu importanti centri in cui era divisa la cina fino a quel momento avevano una

propria moneta e una propria scrittura, sempre ideografica ma con diverse forme.

Qin shi huangdi unifica la moneta, la scrittura e lo scartamento assiale dei carri (le

strade erano in terra battuta, lui riduce la lontananza delle ruote cosi fra uno stata e

l’altro non c’era il problema di vie di comunicazione).

Inoltre unifica anche tratti di muraglie difensive erette da tutti i singoli stati

stroprattutto verso nord, con lo scopo di difendersi dalle popolazioni di nomadi della

steppa.

Qin shi huangdi muore nel 210 a.C.

Alla sua morte seguono lotte e rivole per la successione e nel 206 a.C. LIU BANG

conquista la capitale (zianyang vicino all’attuale Xia)

Liu Bang è uno dei capi a rivolta e occupa la capitale, negli anni dopo viene

riconosciuto imperatorie.

Nel 206 a.C. Liu Bang spezza il ciclo della dinastia Qin e comincia uno nuova dinastia:

SINASTIA HAN.

5- Dinastia HAN: (306 A.c – 220 D.c.) l’ideologia torna al confucianesimo, infatti

tutti i successori della dinastia han sono parenti di Liu bang.

Per la successione l’imperatore doveva scegliere fra i tanti figli il suo erede e di

conseguenza la madre del figlio scelto diventava l’imperatrice.

Nei primi decenni la dinastia Han era debole in quanto liu bang doveva ricompensare i

capi della rivolta che lo avevano aiutato. Questo avveniva assegnandoli dei territori.

Dal 140aC al 87 aC imperatore Wudi.

Fece una politica espansionistica sul fronte esterno, uscendo dal baccino del fiume

giallo, per aumentare i commerci attraverso le vie della seta.

Istituisce i monopoli di stato sui settori economicamente piu redditizi (ferro sale alcool)

per rafforzare le entrate dello stato e diminuire le ricchezze in mani private.

Nonostante i monopoli c’erano famiglie di mercanti molto ricche ed esentate dalle

tasse perche in famiglia c’erano funzionari dello stato quindi le tasse andavano tutte ai

contadini, che erano costretti a vendere le terre poi ricomprate dai ricchi.

Sotto la dinastia han con imperatore wudi l’impero di espande, e la capotale era

Chang’an (vicino xi an). Questo attraverso i commerci, comporta che certe famiglie si

arricchirono perche controllavano i commerci fino l’Europa.

C’era anche la possibilità di comprare le cariche. Chi aveva una certa carica era

esentato dalle tasse quindi delle famiglie ricche non pagavano le tasse e queste

andavano tutte ai cittadini.

Wudi cerca di equilibrare il tutto introducendo dei monopoli.

Dopo la morte di wudi inizia un periodo di crisi a corte, e cresce l’influenza degli

Eunuchi.

Questo periodo corrisponde ad un periodo di crisi che si ripercuote sulle opere

pubbiliche, che venivano trascurate.

Wang Mang pone fine alla Dinastia Han, fondando una sua dinastia e interrompendo il

periodo di fasi negative.

Cerca di introdurre delle rifome facendo riferimento al periodo Zhou occidentale – ad

esempio il sistema cambia pozzo. Cerca di tutelare le famiglie minori.

Questo venne osteggiato dalle altre famiglie che lo uccidono e spostano la capitale piu

a oriente e cosi comincia la dinastia han orientale.

DINASTIA HAN ORIENTALE

Continua l’arricchimento delle grandi famiglie attraverso il commercio sulle vie della

seta- il tentativo di wang mang viene completamente abbandonato.

Continua il fenomeno della concezione della proprietà terriera perche i piccoli

contadini che non riuscivano a pagare le tasse erano costretti a vendere le terre

quindi: indebolimento fiscale economico e arricchimento delle famiglie.

Nel periodo han orientale viene portata a termine la prima scrittura di storie

dinastiche, viene intrapresa la scrittura della storia della prima fare della dinastia han

(han occidentali). Emerge una sensibilità culturale e da qui alla fine di ogni dinastia

viene scritta la storia della dinastia precedente. Wang mang viene considerato

trafitore perche cerca di porre fine alla dinastia han di cui faceva parte.

Dalla fine del I sec d.C. gli imperatori cominciavano a morire molto presto quindi

avendo figli molto piccoli che diventavano imperatori e venivano condizionati, questo

delinea una fase di abbandono del buon governo e si ripercuote anche sui contadini.

RIVOLTA DEI TURBANTI GIALLI: scoppia nel 184 d.C. nella zona di Shandong.

As animare la rivolta sono dei gruppi di contadini che si riconoscono in credenze non

ufficiali di tipo Daoista con credenze millenariste (quando le cose non vanno bene

pensano che poi ci sia un futuro diverso)

Queste sette millenariste scrutano i segnali di crisi e si ribellano perche sono convinti

che poi le cose vadano meglio.

La rivolta dei turbanti gialli è imponente e il governo stenta ad organizzare rivolte e le

iniziative sono affidate a singoli generali. Il piu importante di questi generali è CAO

CAO che cercherà di mantenere una situazion unitaria. Nel 208 d.C. viene sconfitto

nella battaglia della scogliera rossa, portando ad un destino instabile e nel 200d.C.

viene riconosciuta la fine della finastia Han.

6 - PERIODO DI DIVISIONE (220 – 589 d.c.)

Fase complessa chiamata MEDIOEVO CINESE

Diviso in Sub periodi.

Il primo periodo è chiamato PERIODO DEI TRE REGNI (220-280 d.C) – regno su SHU,

WEI e WU.

Nel nord della cina col collasso dellì’impero cinese vengono abbandonate le frontiere e

decade il sistema difensivo cosi le popolazioni nomadi riuscirono ad entrare. Periodo di

crisi e impoverimento, per sfuggire a questa situazione molte famiglie ricche

emigravano verso sud.

Comincia un popolamento della cina meridionale, dove comincerà una tradizione

cinese pura, non contaminata dalle tradizioni barbariche.

Ne nord comincia anche un problema culturale, ovvero se diventare una civiltà

sedentaria, mentre dall’altra parte c’era chi si ribellava a queste scelte.

La popolazione piu potente era quella dei TUOBA che apparteneva al gruppo degli

XIANBEI. Uno dei gruppi nomadi che entrava nella cina sett fondandoci uno stato e

quindi diventavano una popolazione staziale. Si allargheranno dal 439 d.C. e unificano

tutta la cina settentrionale.

I tuoba wei portarono avanti anche una politica di sinizzazione, imponendo matrimoni

misti, l’adozione di scrittura e cognomi cinesi e ricostituirono delle basi fiscali.

Inserirono il sistema JUNTIAN.

Ad ogni coppia viene assegnata una quota di terra che in minima parte rimane in loro

proprietà mentre l’altra parte rimane allo stato il quale sa le riprende in caso di morte

o al compimento dei 60 anni.

Introducono una politica di sinizzazione forzata con l’obbligo del cognome cinese e

matrimoni misti.

Con i matrimoni misti si forma un’aristocrazia sino barbarica.

Nel sud emigrano diverse famiglie che si configureranno come entità territoriali chiuse

e autosufficienti.

Dopo il I sec. d.C. si fonderanno dei conventi buddhisti – che si configureranno anche

loro come delle comunità chiuse ed esentate dalle tasse, quindi molto ricche.

Il buddhismo arriva in cina el I sec d.C. attraverso le piste carovaniere dell’asia

centrale o via mare.

Nei secoli successivi vengono fondate delle scuole.

7 – Dinastia SUI: (581-618 d.C)


PAGINE

7

PESO

25.91 KB

AUTORE

tmeri

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e culture straniere
SSD:
Università: Carlo Bo - Uniurb
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher tmeri di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della Cina e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Carlo Bo - Uniurb o del prof Albanese Andreina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in lingue e culture straniere

Lingua tedesca - Appunti
Appunto
Riassunto Linguistica Generale
Appunto
Riassunto esame Cultura italiana, prof. Martelli, libro consigliato Cinema e Letteratura, Manzoli
Appunto
Riassunto Linguistica Generale II
Appunto