Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

I musei

I primi due esempi sono definiti musei della memoria.

Il primo è il museo per la memoria Ustica e il secondo è il museo laboratorio per la

mente; entrambi sono stati creati per non dimenticare la vicenda legata al DC9 (volo

IH870) quindi la morte di 81 vittime (Bologna) e la questione delle istituzioni dei

manicomi, fino alla chiusura degli stessi con la legge 180 (Roma).

Museo per la memoria di Ustica

La strage di Ustica fu un disastro aereo avvenuto nella sera di venerdì 27 giugno

1980, quando un aereo di linea Douglas DC-9 della compagnia aerea italiana “Itavia”,

decollato dall'Aeroporto di Bologna e diretto all'Aeroporto di Palermo, si squarciò in

volo all'improvviso scomparendo dai radar e cadde nel braccio di mare compreso tra

le isole tirreniche di Ustica e Ponza. Nell'evento persero la vita tutti gli 81 occupanti

dell'aereo: 61 adulti, 14 bambini, 2 neonati e 4 membri dell’equipaggio.

Fino al 2013 la vicenda del volo è rimasta in sospeso, i “colpevoli” non hanno mai

pagato per quello che è accaduto e la verità è stata sconvolgente.. l’aereo è stato

abbattuto da un missile.

C’erano delle esercitazioni militari e la vicenda era nota alle autorità sin da subito ed è

stata nascosta per 30 anni.

Alle 81 vittime si sono “aggiunte” 11 persone definite sospette; erano dei testimoni

che risultavano scomodi, morti tutti negli anni seguenti per incidenti ritenuti sospetti.

Venne detto che potesse essere esplosa una bomba a bordo, però questa tesi viene

smentita dal fatto che l’aereo partì con 2 ore di ritardo.

Si parlò di cedimento strutturale, anche questa venne smentita da una serie di perizie

che vennero fatte dopo lo studio dei reperti dell’aereo ritrovati.

Solo nel 1989 è incaricato un primo collegio formato da 6 esperti in cui si arriva alla

conclusione che l’incidente è stato causato da un missile.

Nel 1989 i vertici dell’aeronautica militare furono condannati per alto tradimento per

non aver fornito i tracciati radar che furono fatti sparire.

Nel marzo 2008 si arriva alla sentenza del 2013 e viene affermato che lo stato italiano

deve garantire al pubblico, a chi vola, una sicurezza assoluta, quindi vengono

condannati i responsabili che negli anni alcuni furono anche deceduti.

Il missile francese «a risonanza e non ad impatto» destinato ad abbattere l'aereo su cui

si sarebbe trovato il dittatore libico Gheddafi, colpì erroneamente il velivolo.

L’aereo rimase a 3600 metri di profondità, i resti furono recuperati nell’arco di 4 anni

con immersioni, interventi e parecchie difficoltà; in tutto vengono recuperati 2500

pezzi.

I pezzi vengono puliti e ricomposti.

Nasce a questo punto l’idea di un museo, un ruolo importante l’ha giocato la senatrice

Daria Bonfietti (presidente dell’ASSOCIAZIONE PARENTI DELLE VITTIME

STRAGE DI USTICA) si batte per tutti questi anni per arrivare alla verità.

Un edificio del 1800 venne quindi restaurato dall’architetto Mazzucato e ospiterà i

resti dell’aereo che venne collocato in diagonale con le ali che toccano i vertici

opposti. (Bologna)

Le parti più grandi vennero calate dall’alto tramite il completo distaccamento del tetto

che verrà poi ricostruito successivamente.

Dopo di che ci si chiede come allestire il capannone per mostrarlo al pubblico e viene

chiamato l’artista Christian Boltanski protagonista della Narrative Art (anni 70).


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

4

PESO

141.79 KB

AUTORE

Jenna-T

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Design
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Jenna-T di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'arte contemporanea e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Nuova Accademia di Belle Arti - NABA o del prof Fagone Chiara.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'arte contemporanea

Storia dell'Arte Contemporanea - Appunti
Appunto
Storia dell'Arte Contemporanea - Appunti
Appunto
Lezioni, Storia dell'arte contemporanea
Appunto
Storia dell'architettura - Land Art e Arte nella Natura
Appunto