Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Battistero di Albenga (metà V sec)

doppio involucro e struttura interna

che richiama gli edifici dei martyria

pagani con absidi aperte rettangolari

alternate a semicirc.

Battistero del Frejus in Gallia (fine V sec)

moltiplicazione delle finestre anche nel secondo ordine nel passaggio tra forma ottagonale

e circolare

Basilica di S. Paolo fuori le mura

sorge sul mausoleo dove probabilmente fu sepolto il santo:

orientata con l'entrata ad ovest

impianto a cinque navate preceduto da quadriportico (simile a

S.Pietro)

interno con costruzione ad archi su colonne (anziché trebeaz.)

il transetto non sporge di molto dalle navate ma le separa

comunque dall'abside semicirc. con ingresso dato da struttura

ad arco

Santa Sabina a Roma (422-432)

tre navate con navata centrale più alta e stretta del solito

claristorio a finestre allungate in lastre sottili di alabastro corrisp. agli intercolumni, tre

finestre anche nell'abside, nessuna finestra nelle navate minori

grande abside semicirc. che raggiunge quasi in altezza la navata centrale

le navate comunicano con nartece e atrio solo attraverso porte con intagli e decorazioni

colonne corinzie scanalate con basi attiche abbastanza regol. nonostante fossero di

spoglio, trabeazione piatta in lastre marmoree

incastrate (opus settile)

Santa Maria Maggiore (432-440)

tre navate separate da colonne architravate con capitelli ionici e

trabeazione classica

abside inquadrato da un arco trionfale

la parete muraria sopra la trabeazione è spartita da una serie di pilastri

che riquadrano finestre decorate con fregi in stucco di ispirazione

classicista Milano: impianto cardo-decumanico

comprende foro, circo, teatro e

anfiteatro (posto fuori dalle mura)

a seguito di un ampliam. delle mura

presenta una forma abbastanza

irregolare

le basiliche inizialm. si costruiscono su

luoghi di antichi cimiteri quindi in zone

extraurbane (sotto Ambrogio, V sec)

Santa Tecla e Battistero

cinque navate, impianto longitudinale con

transetto non sporgente che separa navate e

abside ma mantiene la suddivis. In tre parti

(simile al Laterano)

all'esterno oltre all'abside sporgono due piccoli

ambienti laterali di servizio

battistero ottagonale con nicchie semcirc. e

rettangolari San Nazaro

si affacciava alla via porticata con portico esterno

strutt. a bracci di diverse dimensioni crea una croce

latina

San Simpliciano

navata unica con transetto sporgente

all'esterno arcate cieche su doppio liv. con

finestratura nella parte alta (Treviri)

San Lorenzo (352-375)

quadriportico con arco in corrispondenza dell'ingresso frontale

pianta a forma di quadrifoglio (tamburo quadrato con quattro esedre su due piani che si

aprono internamente in arcate), doppio involucro

lo spazio centrale all'interno è marcato da quattro pilastri angolari a forma di L

probabilmente copertura voltata

diverse ricostruzioni (X, XII, XVI sec)

sacelli affiancati es. Sant'Aquilino:

forse mausoleo imperiale, impianto ottagonale con nicchie, galleria al piano super. e

nartece d'ingresso (dalla basilica, non dall'esterno)

cupola a padiglione

anfore (pignatte) inserite nella muratura

la capitale viene trasfer. a Ravenna, che a partire da Galla Placidia (388-450) diventa un

importante centro

San Giovanni Evangelista (426)

costruzione con mater. leggeri e abbondanti aperture sia

nella navata princip. che in quella laterale

sopra la colonna all'attacco dell'arco troviamo il pulvino

che è un elem. trapezoidale di raccordo tra capitello e

trabeazione

Mausoleo di Galla Placidia (425-450)

aggregato in origine alla Chiesa di Santa Croce

basamento da cui partono murature alleggerite da arcate cieche

che div. anche un motivo ornamentale

impianto cruciforme con braccio anteriore allungato e blocco di

raccordo dei bracci che esternam. si presenta come

parallelepipedo e all'interno presenta una cupola semicirc. su

quattro attacchi laterali (volta a vela)

superf. interna rivestita a mosaico scandisce gli elem. strutturali

tecnica muraria a mattoni e sottile strato di malta, unita a forme

aderenti ai modelli orientali

Teodorico re dei Goti sceglie Ravenna come capitale dopo la conquista dell'impero

d'occidente e adotta il cristianesimo ariano

Mausoleo di Teodorico (626) impianto dodecagonale con doppia

sequenza di livelli

il livello esterno ha grandi arcate su pilastri

in pietra bianca ben tagliata

lo spazio interno ottagonale più piccolo

diventa circolare nella parte terminale, con

copertura monolitica in pietra con speroni

internamente ha una camera sepolcrale

con impianto cruciforme e un'altra camera

circolare sotto la cupola

costruzione in blocchi di pietra d'Istria squadrati, richiama gli

heroon romani

Sant'Apollinare Nuovo

impianto longitudinale a tre navate

all'interno esaltazione dello spazio mediante l'ampiezza degli archi, l'altezza della navata e

la decorazione

colonne con pulvino e decorazione a mosaico su tutto l'architrave

San Vitale (546-548)

impianto ottagonale a doppio involucro, parte centrale più alta

con esedre semicircolari, aperte tra i sostegni mediante trifori

su due ordini

sempre nel corpo centrale ambulacro e sovrastante galleria

per la corte

il deambulatorio non presenta volte, così come le gallerie

il corpo esterno presenta aperture sui lati esterni con

contrafforti

quadriportico e nartece frontali tangenti ad un angolo

dell'ottagono: entrate non in asse con l'atrio

due torri angolari consentono il passaggio ai piani superiori

presbiterio quadrangolare con abside allungata, affiancata da

due sagrestie

cupola strutturata con tubi fittili, inclusa nel tiburio centrale

che anche all'esterno ha forma ottagonale

colonne in marmi di recupero, con basi e capitelli innovativi

decorati (modelli proven. da Costantinopoli)

decoraz. a mosaico nell'abside con raffigurati imperatore e

moglie \(Giustiniano e Teodora) con rispettive corti


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

12

PESO

5.56 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in architettura ambientale (MILANO - PIACENZA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher AriannaQuarti di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'Architettura e degli Insediamenti Umani in età antica e moderna e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Politecnico di Milano - Polimi o del prof Scotti Aurora.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'architettura e degli insediamenti umani in età antica e moderna

Storia dell'Architettura - dal Rinascimento al Barocco
Appunto
Storia dell'Architettura - dall'architettura carolingia al Gotico
Appunto
Storia dell'Architettura - dall'architettura carolingia al Gotico
Appunto
Domande orale tecnica delle costruzioni
Appunto