Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Spugne e placozoi

Le spugne sono gli animali pluricellulari più semplici ed hanno

un’organizzazione molto differente da quella degli altri metazoi. Il corpo di una

spugna è un ammasso di cellule immerse in una matrice gelatinosa e

sostenute da uno scheletro di minuscole spigole aghiformi e di proteine. Il

phylum Placozoa è rappresentato da un piccolo organismo marino appiattito .

Phylum Porifera: spugne

Esse posseggono una miriade di pori e canali, che costituiscono un sistema di

alimentazione filtrante, adatto al loro stile di vita di animali sessili ancorati al

substrato. Il loro corpo è poco più di un ammasso di cellule immerso in una

matrice gelatinosa e rafforzato da uno scheletro composto da minute spicole

di CaCO3 o di silice e collagene. Non hanno tessuti od organi veri e propri.

Sono animali sessili, con movimenti del corpo trascurabili, non possiedono un

sistema nervoso od organi di senso e presentano solo elementi contrattili

molto semplici. Molte sono intensamente colorate per la presenza di pigmenti

nelle cellule dermali. Le più semplici hanno simmetria radiale, ma nella

maggior parte dei casi i loro corpi sono irregolari privi di simmetria.

Relazioni ecologiche

La maggior parte delle 15 000 specie note di spugne sono marine, sebbene si

conoscano circa 150 specie d’acqua dolce. Mentre le larve sono liberamente

natanti, gli adulti sono sempre sessili e vivono su rocce, coralli e altri oggetti

sommersi. Molti animali vivono come commensali o parassiti sulle o all’interno

delle spugne. A causa dei loro complessi scheletri, accompagnati spesso da

odori spiacevoli, non rappresentano una delle favorite fonti nutritive per quasi

tutti i predatori. Un estratto di una spugna marina è efficace contro la

leishmaniosi, e un altro costituisce un promettente trattamento per le infezioni

epidermiche.

Forma e funzione

Le uniche aperture del corpo dei poriferi, sono per l’appunto rappresentate da

pori, di norma molto sottili, detti ostii, dai quali entra l’acqua, e uno o pochi

pori più larghi, detti osculi, dai quali l’acqua viene fatta uscire. Queste

aperture sono collegate da un sistema di canali, che spesso formano camere,

rivestite da caratteristiche cellule flagellate, dette coanociti.

I sistemi di canali si differenziano in tre tipologie:

• Asconoidi (spongocele flagellato) → Le spugne asconoidi hanno

l’organizzazione più semplice: sono piccole e a forma di tubo. L’acqua

entra attraversi microscopici pori del derma che immettono in una cavità

più ampia, detta spongocele, tappezzata da coanociti. I flagelli di questi

ultimi espellono l’acqua presente nello spongocele attraverso un singolo,

ampio, osculo e provocano così l’entrata di nuova acqua attraverso gli

ostii. (Leucosolenia, Clathrina).

• Siconoidi (canali flagellati) → Le spugne siconoidi hanno un corpo

tubulare e un singolo osculo, ma la parete corporea, più spessa e

complessa di quella ascoide, riceve l’acqua da canali inalanti che

rilasciano nei canali radiati, tappezzati da coanociti, i quali a loro volta si

svuotano nello spongocele. Quest’ultimo è tappezzato da cellule simili a

quelle epiteliali, piuttosto che da coanociti. ( Sycon).

• Leuconoidi (camere flagellate) → L’organizzazione leuconoide consente

un incremento nelle dimensioni delle spugne. Gruppi di camere flagellate

vengono riempite passivamente dai canali inalanti; essa viene poi

espulsa attivamente da canali esalanti, che possono portare ad un

osculo.

Le cellule delle spugne sono organizzate in modo lasso in una matrice

gelatinosa, chiamata mesoilo, il quale rappresenta una matrice extracellulare

che alloggia diverse cellule ameboidi, fibrille ed elementi scheletrici.

I vari tipi cellulari sono i seguenti:

• Pinacociti → sono cellule dell’epitelio esterno, sottili, piatte, che

ricoprono la superficie esterna ed in parte anche quella interna. Alcune

hanno una forma a T, con il corpo cellulare che si estende nel mesoilo. I

pinacociti posseggono un certo grado di contrattilità e contribuiscono a

regolare la superficie delle spugne. Alcuni pinacociti si modificano in

miociti contrattili, organizzati in bande circolari intorno agli osculi e ai

pori, contenenti microfilamenti simili a quelli delle cellule muscolari di

altri animali.

• Porociti → sono cellule tubulari che attraversano la parete corporea delle

spugne asconoidi, formando i pori attraverso cui fluisce l’acqua.

• Coanociti → sono cellule ovoidali aventi un’estremità affondata nel

mesoilo, mentre l’altra è esposta e provvista di un flagello circondato da

un collare.

Quest’ultimo è composto da una palizzata di microvilli adiacenti,

connessi l’uno all’altro da microfibrille delicate, a formare una sottile rete

filtrante. I movimenti dei flagelli di queste cellule formano una

corrente attiva che fa uscire dagli osculi l’acqua che si trova all’interno

della spugna. La corrente attiva in uscita, quindi, innesca una corrente

passiva in entrata nei canali attraverso una moltitudine di pori (ostii

dermali) e nuova acqua, ricca di cibo e ossigeno, prende il posto di

quella espulsa attivamente. Il battito del flagello espelle l’acqua che si

trova all’interno del collare, la quale, uscendo, richiama altra acqua


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

5

PESO

21.60 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze ambientali
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher simone.valeri.14 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Zoologia degli invertebrati e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof De Mattheis Elvira.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Zoologia degli invertebrati

Riassunti Molluschi
Appunto
Riassunti Artropodi
Appunto
Riassunti Animali radiati
Appunto
Riassunti Anellidi
Appunto