Che materia stai cercando?

Riassunto esame Sociologia dei processi culturali, prof. Nucera, libro consigliato Non ci possiamo più permettere uno Stato sociale?Falso!, Rampini Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di Sociologia dei processi culturali, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente: Non ci possiamo più permettere uno Stato sociale?Falso!, Rampini. Esame sostenuto e superato col massimo dei voti.
Convertito in file PDF per essere facilmente leggibile da tutti!
Indice:
Cap. 1 - L’America è un modello “superiore”?... Vedi di più

Esame di Sociologia dei processi culturali docente Prof. S. Nucera

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

assicurativa sul posto di lavoro; 5 cause in corso per aver violato i diritti sul

lavoratore (extra non pagati ed obbligati e sfruttamento minorile). Tale azienda

mostra che la maggior parte del capitale aziendale è rimasto in famiglia tra i

fondatori e ha così rivoluzionato il capitalismo americano divenendo un esempio

colossale. I proprietari infatti hanno anche aziende elettriche che danno loro la

capacità di non aver alcun limite logistico, unitamente ai + grandi colossi del

mercato alimentare (Pepsi e Coca Cola) dove il 80% dei prodotti alimentari giunge

dalla Cina.

Cap 2 - Il modello europeo più forte che mai

Il risultato della globalizzazione è l’emergere di alcuni Paesi come Cina, India,

Vietnam e Brasile dove il “teorema Marchionne” ha investito in loro ad un prezzo

senza pari: minore occupazione nazionale (europea) e con una maggiore flessibilità

da parte della popolazione di questi paesi emergenti, in quanto + poveri. (Caso

della General Motors).

Nel contempo, la Germania vive in una situazione di élite in quanto si mostra come

modello europeo, e nel contempo adatta politiche di austerity con le eurozone dove

Paesi come Spagna, Portogallo, Italia e Grecia si trovano a ripianare deficit di PIL

che accentuano le evidenti differenze tra questi loro e la Germania.

La Germania infatti si impone come protagonista in uno scenario economico e

sociale tra Europa e Usa

nonostante sia rappresentata da un quarto della popolazione americana e un

quindicesimo di quella cinese.

Ciò dimostra che la globalizzazione non significa solo un gioco a ribasso,ma vale

anche per un gioco a rialzo.

Inoltre, la Germania è anelata da 4 Stati nord europei come Svizzera, Norvegia,

Finlandia e Svezia, Paesi nei quali i risultati dei benefici dal Welfare presente,

porta ad una popolazione nettamente più positiva rispetto alle altre in quanto rileva

un maggiore livello di istruzione e professionalitàÆ ottimismo nel futuro.

In Danimarca (p.e.) il sistema viene studiato anche dagli USA,ma

FLEXICURITY

il problema di fondo per i Paesi come Portogallo, Italia e Grecia consistono

nell’inadeguatezza di un gettito fiscale che per anni non ha colmato i debiti e ad

oggi le riforme attuate nei medesimi Paesi hanno tutte lo stesso stampo: taglio della

spesa pubblica.

Questo fenomeno è dovuto al fatto che “vivendo al di sopra dei propri mezzi” (non

si intende in termini individuale come reddito procapite,ma come “condivisione dei

costi del Welfare” che ancora oggi nel 2012 non siamo in grado di assimilare

concettualmente per fenomeni di evasione fiscale, parassitismo, frodi ecc..)

Tale problema è da combattere sia da parte del singolo cittadino che da parte del

Welfare per estirparlo alla fonte. In Germania quanto spiegato non problema in

quanto la stampa tedesca è molto + schietta e onesta nei confronti del pubblico e

diviene così un Paese compatto e coeso dove non vive di complessi di inferiorità

nei confronti delle grandi potenze come USA e Cina, anzi, riesce a confrontarsi in

modo diretto e a stipulare maggiori accordi rispetto agli altri Paesi europei. L’unica

difficoltà è nell’integrazione all’interno del patto sociale di un .....

Cap 3 - La virtù è esportabile?

La “germanizzazione” è un fenomeno che ha coinvolto i Paesi della UE. Con

questo termine si identifica la predominanza sotto vari punti di vista della

Germania. Infatti con “germanizzazione” si individua:

- Cultura economica fondata su un sistema economico chiuso e

tradizionalista;

- Moderazione sindacale in cambio di una contro partecipazione agli utili,

ecc...

Queste credenze hanno fatto si che la Germania apparisse come una “superpotenza

timida” che andava di pari passo al Giappone e alla Cina; fondando il suo decollo

economico come molti Paesi emergenti dove la propria crescita è basata sui

mercati altrui; facendola divenire un Paese “estero-dipendente” (pari al Giappone,

Cina o Corea del sud).

Partendo da tale presupposto (che ci siano Paesi esteri che acquistano) è necessario

che ci siano

Paesi a porsi nell’altra metà della bilancia (che necessitino di acquistare ciò che è

stato prodotto)

altrimenti si arriverà ad un punto di stasi per la saturazione del mercato.

Tale problema si pose in passato con la “dottrina Obama”(nel G20) dove mise in

evidenza che x riprendere gli Usa era necessario che i Paesi trainanti l’economica

mondiale, spendessero in più al fine di creare una forza di inerzia per risollevare gli

Usa. Ciò accadde per il sisma in Giappone (marzo 2011) dove lo Stato intervenne

per ripristinare ciò che il terremoto distrusse e dando vita a nuovi sistemi

commerciali vitali per gli Usa. Ma non fu la stessa reazione della Germania che,

nel ha aumentato il contratto collettivo dei metalmeccanici del 4,3% sui salari

nazionali. Tale fenomeno ha solamente reso + forte l’economia tedesca in quanto

ha creato un ciclo economico all’interno del proprio sistema, non seguendo la

dottrina Obama.

Questo comportamento (germanizzazione) da parte della Germania è molto

similare a quello avuto nel 1992 nel periodo in cui la SME (Sistema Monetario

Europeo), con funzione di mantenere una equità nel cambi tra le varie monete pre-

UE, entrò in crisi e la Germania ebbe l’occasione di dar vita ad un marco tedesco

sempre + forte, mentre l’Italia venne penalizzata dai tassi tedeschi sempre +

pressanti; ed unitamente alla sterlina la lira dovette uscirne dallo SME.

Il comportamento della Germania in questa situazione trova spiegazioni nel fatto

che anziché abbassare i prezzi, trova una maggiore convenienza nel mantenimento

di un alto livello di sviluppo tecnologico sul mercato, mantenendo un’alta

credibilità nei confronti degli altri Paesi mondiali. Ciò si traduce in un’egemonia

tedesca sugli altri Paesi Europei.

Cap 4 - Le promesse che l’euro ha tradito (e perché)

Spesso si parla di “complottismo economico”: tendenza nel trovare l’autore di tale

comportamento e non la causa del motivante della crisi in se. Nel corso della storia

contemporanea vi sono molti esempi riconducibili a tale comportamento.

Nel febbraio 2010 il TIMES aveva pubblicato che la Grecia aveva truccato i suoi

bilanci per far si che potesse entrare nell’Europa attraverso un “ritocco estetico”

che dissimulava l’entità del debito pubblico appartenente al Paese. Infatti, le

banche fornivano prestiti al Paese che prometteva di restituire,ma difatto non

veniva conteggiato nei bilanci e tale operazione aumentava solamente

l’indebitamento pubblico della Grecia. Questi montaggi finanziari vennero

ironicamente battezzati con i nomi degli déi dell’Olimpo (es. Eolo). Questa

metodica, attuata sia per la Grecia che per l’Italia, permise l’ingresso di due Paesi

con un livello nettamente inferiore ai parametri stabiliti dal trattato di Maastricht.

Altra forma di complotto verificatasi nel dicembre 2010 avvenne con la

dichiarazione, da parte del TIMES, dell’esistenza di una “cupola”: i 9 grandi

potenti della terra rappresentati dalle + grandi 9 potenze economiche bancarie del

mondo. Con l’intento di salvaguardare la stabilità e l’integrità il mercato di

affari,ma realmente protegge i + grandi interessi delle banche partecipanti. Obama

incaricò un suo uomo affidandogli il compito di venire a conoscenza di tale

“CUPOLA”(I Padroni dell’Universo), ma lo stesso dovette venir meno in quanto i

Padroni dell’Universo, non erano smascherabili con “metodi normali”. Benché si

parli di complotto, non è del tutto falso che quest’organizzazione (del mercoledì)


ACQUISTATO

5 volte

PAGINE

13

PESO

122.75 KB

AUTORE

KrazyGin

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Sociologia dei processi culturali, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente: Non ci possiamo più permettere uno Stato sociale?Falso!, Rampini. Esame sostenuto e superato col massimo dei voti.
Convertito in file PDF per essere facilmente leggibile da tutti!
Indice:
Cap. 1 - L’America è un modello “superiore”? ;
Cap 2 - Il modello europeo più forte che mai
Cap 3 - La virtù è esportabile?
Cap 4 - Le promesse che l’euro ha tradito (e perché)
Cap 5 - In cerca di un nuovo “pensiero” economico
Cap 6 - La grande malata.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze pedagogiche
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher KrazyGin di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia dei processi culturali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Nucera Sebastiano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia dei processi culturali

Riassunto esame Sociologia dei processi culturali, prof. Nucera, libro consigliato Sociologia della globalizzazione, Martell
Appunto
Riassunto esame Sociologia dei processi culturali, prof. Nucera, libro consigliato Precari la nuova classe esplosiva, Standing
Appunto
Riassunto esame Sociologia Generale, prof. Rossi, libro consigliato Individuo e Società, Simmel
Appunto