Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lo stato moderno per Weber è sociologicamente prodotto dall'uso della forza.

Il diritto presuppone così lo Stato e lo Stato il diritto( razionale ). Il potere così descritto

può essere organizzato in vari modo ; in particolare WEber riconosce superiorità

all'organizzazione

burocratica come" modo più razionale di esercitare il potere ". Accanto a questi principi

integerrimi se vogliamo nella loro essenza, anche nello Stato Moderno esistono momenti

e spazi irrazionali e materiali ( basti pensare alle idee giusnaturalistiche )

LA COMPLESSITA' DEL PENSIERO DI WEBER

Il pensiero weberiano è pluralistico e in quanto tale difficile per gli interpreti che si sono

fatti carico di comprenderlo e spiegarlo.

Weber costruisce difatti un apparato concettuale, superando l'impostazione storiografica

di Ehrlich , senza farsi così guidare dalla storia , ma guidandone la comprensione con

strumenti ideali ( quelli dei 5 tipi dell'agire ) non riconducibili alla realtà , ma proprio per

questo vincenti e funzionanti nell'ordinare i fenomeni reali.

Nel fare tutto ciò egli considera l'agire umano nei diversi ambiti della società, della

cultura , dell'economia intrecciandoli a fatti, norme , valori.

L'analogia più usata da Weber e usata anche dall'italiano Leoni ( 1980) è quella DIRITTO -

GIOCO a significare l'assoluta varietà di prospettive e ipotesi che Weber vede nel diritto.

KELSEN, EHRLICH, WEBER: CONFRONTO A TRE

KELSEN : il diritto è dogma ,produzione di norme gerarchicamente fondato e saldo

dunque astratto ben specifico per un sistema di norme chiuso , troppo chiuso per

ricerche empiriche esterne

EHRLICH : il diritto è produzione storica che nasce da aggregati sociali e non dalla mente

dello stato dunque in continua trasformazione ma anche ben radicato alle formalità ( v.

consuetudini di un popolo) : diritto vivente

WEBER : riconduce similmente a Kelsen, il diritto a processi normativi culturali risulato di

situaizoni complesse da inserire in una visione comparativa e anche storica.

Weber fa così incrociare le idee metodologiche di Kelsen e quelle storiche di Ehrlich in un

certo senso, a seconda che ogni volta che la modalità adottata sia logico- formale o

storico- induttiva.

LA FUNZIONE DEL DIRITTO NELLA SOCIETA': UNA VISIONE D'INSIEME

Ogni concetto di diritto presuppone un modello di società all'interno del quale operare

,risultando così indispensabile la funzione da svolgervi.

Esistono allora due tipologie di funzione

1 funzionalismo generalizzante = conduce a stabilizzazione

2 funzionalismo particolareggiante = conduce a innovazione

La dialettica tra i due conservazione da un lato e cambiamento dall'altro è molto forte.

Dualità e dialettica che Parsons , esponente della corrente armonicistica, ha così definito "

il diritto è strumento di dominio destinato non solo a stabilizzare ma anche a guidare e

correggere la società "

La dualità è di per sè istruttiva poichè è grazie ad essa che si riconoscono le due più

importanti problematiche della sociologia del diritto

1. EFFICACIA DEL DIRITTO: stabilizzazione

: innovazione

2 EVOLUZIONE DEL DIRITTO

L'efficacia sottolinea il ruolo di controllo del diritto sulla società; l'evoluzione il

ruolo di assecondamento sia pure in certi limiti, del diritto verso la società

Ponendo l'accento sul carattere funzionale del diritto, anche Karl Llewellyn ( esponente

del realismo americano) ricorda che esiste una funzione di regolamentazione dei

comportamenti per la vita sociale ; una funzione di amministrazione e giustizia ; una

funzione di legittimazione e organizzazione del potere nella società e una funzione che

controllai conflitti tra diritto e società.

Ad oggi senz'altro il diritto non sembra più occupare un ruolo di assoluto dominio verso il

vivere sociale piuttosto è una sorta di " metacomunicatore sociale" impegnato ad

assicurare l'osservanza delle regole di una comunicazione non conflittuale tra le diverse

culture giuridiche.

IL PROBLEMA DELL'EFFICACIA

Solo il diritto sociologicamente rilevante è efficace poichè sostenuto nella realtà

attraverso un'accettazione di culture giuridiche esterne ed un adeguato sostegno degli

apparati guidati da culture giuridiche interne.

Ma cosa si intende per diritto efficace ?

Tre sono le possibili risposte :

1 il diritto è connesso alla società = il cambiamento dell'uno comporta necessariamente il

cambiamento dell'altro

2 il diritto riflette la società = il cambiamento, anche tra qualche differenza, comporta

somiglianze notevolli

3 il diritto è lo specchio della società = diritto e società sono identici : ipotesi impossibile

nella realtà poichè comporterebbe un annullamento di entrambe le sfere

Il diritto senz'altro guida la società e si mescola con essa, e il sociologo del diritto si

troverà difronte ad un diritto nè totalmente efficace, nè totalmente inefficace ;

affrontando il problema dlel'efficacia egli si troverà a chiedersi come neutralizzare gli

effetti nocivi dovuti alle violazioni normative in vista del bene e della coesione sociale.

IL PROBLEMA DELL'EFFICACIA A LIVELLO MACROSCOPICO

A sottoporre alla propria attenzione il problema, ci pensa nel 1890 E.Durkheim che parla

di solidarietà sociale come una condizione in cui tutte le parti di un sistema sociale (o

struttura sociale) operano insieme in armonia senza dar luogo a conflitti. Ciò non deve far

pensare ad un cieco ottimismo perché al contrario, egli è sempre stato consapevole

dell'esistenza di dissensi e conflitti interni, le cosiddette "alterazioni patologiche" che

affliggono i sistemi sociali.

Secondo Durkheim la solidarietà come il diritto si manifesta tramite un volere

sanzionatorio di tipo repressivo o di ripristino del quieto vivere sociale; nel primo caso

come nel diritto penale vi è privazione di un bene giuridico e non del reo , nel secondo

caso il reinserimento del soggetto reo nella società .

Rispetto ai due diversi tipi di sanzione, si individuano due modelli di solidarietà e di

diritto:

SOLIDARIETà MECCANICA = basata sulla somiglianza tra individui

SOLIDARIETà ORGANICA = basata sulla differenziazione degli individui .

Due modelli che non potranno tra loro mai comunicare nè convivere.

- ( pag.90 ss)

LA SIMBOLOGIA DI GEIGER - L'EFFICACIA

Fedele al realismo, Geiger assorbe la validità formale nell'obbligatorietà effettiva

accomunandole ad un indicatore : la sanzionabilità.

Sulla base di queste premesse, Geiger muove il suo pensiero con termini e simboli efficaci

per spiegare la valenza del diritto.

- In un gruppo sociale E esistono situazioni 's' a cui corrispondono comportamenti c'

S' produce C' è la formula chiave per capire che in un contesto di agglomerato sociale

esistono delle aspettative :

A) aspettative degli attori = chi agisce che orienta il proprio agire in vista di reazioni

/aspettative degli osservatori ( visione operativa )

B)aspettative degli osservatori = chi osserva che orienta il proprio agire in vista di

aspettative degli attori ( visione conoscitiva )

Weiber individua in questo modo dei ruoli e attraverso la conformità ad essi , si ha la

posizione sociale dei soggetti diversa a seconda appunto del ruolo che investono; un

criterio di attribuzione di suddetti ruoli ai soggetti.

In vista di tale conformità ; Geiger aggiunge alla formula 'S corrisponde C' ,

l'obbligatorietà di una certa norma (V')

per cui : (S-C) V AA/ BB dove AA sono i destinatari delle norme ; BB i beneficiari

Lo schema così disegnato presuppone necessariamente che , affinchè S-C abbia carattere

di norma e cioè obbligatorio V , è indispnesabile che si possa ammettere anche S#C

ovvero una situazione S a cui non corrisponda un comportamento C corretto, ma deviato

#.

Se infatti a S#C corrisponderà una reazione E della società o dell'opinione pubblica,

quest'ultima sarà sufficiente a considerare S-C vincolante (V) ; se alcontrario non ci sarà

reazione da parte della società , al comportamento deviato non corrisponderà nessun

obbligo normativo sanzionatorio.

Difatti l'obbligatorietà e dunque la sanzione che ne scaturisce non dipende dalla non

obbedienza dei destinatari della norma (AA) . ma dalla reazione alla disobbidienza di AA

della disposizione normativa.

La condicio sine qua non della reazione di chi osserva e giudica è dunque fondamentale

ed ecco che la logica di Geiger rende realisticamente quantificabile ed osservabile

l'efficacia del diritto : cioè come sanzionabilità possa verificarsi o meno sulla base di un

approccio statistico a seconda delle varie fattispecie e fattori di disturbo.

La storia evolutiva del( S-C )V rimanda agli usi ; l'uso difatti è norma sussistente ossia il

prodotto di un atteggiamento incontrollato e instintivo ( primordiale) degli uomini in

società . Con il passaggio tuttavia da uso a norma statuita l'efficacia del diritto muta : vi è

una istituzionalizzaizone della reazione alla violazione della norma di legge in quanto

fondata su principi razionali formulati da un potere: un organo a ciò preposto.

In questo modo si ha un processo evolutivo che comporta anche l'istituzionalizzazione

delle sanzioni in 4 fasi così riassumibili:

1) scarsa differenziazione sociale ; le norme sono diffuse e indistinte come indistinti e

caotici sono gli agglomerati sociali che popolano i villaggi

2) maggiore differenziazione sociale ; le nomr ediventano più precise più specifiche

ovvero la norma da collettiva diventa personale

3) reazione dell'opinione pubblica verso il destinatario della norma ( reazione collettiva

specifica)

4) sanzione finalmente istituzionalizzata con l'organo di potere a ciò adibito (D= istanza


ACQUISTATO

9 volte

PAGINE

11

PESO

52.00 KB

AUTORE

Cate 89

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Macerata - Unimc
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Cate 89 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia del diritto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Macerata - Unimc o del prof Febbrajo Tommaso.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in giurisprudenza

Riassunto esame Diritto penale, prof. Piergallini, libro consigliato Diritto penale, Mantovani
Appunto
Riassunto esame Diritto pubblico, prof. Salerno, libro consigliato Diritto pubblico, Martines
Appunto
Diritto penitenziario - Appunti
Appunto
Riassunto esame Diritto Penale, prof. Mantovani
Appunto