Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

SOCIOLOGIA DELLA SICUREZZA

Oggi la sicurezza umana è un problema fondante che si riflette nelle società e si configura come

rischio e perdita di fiducia. La sociologia si pone la questione del perché e delle motivazioni di tale

problema, coniugando in questo caso l'approccio sociologico con quello penalistico e

criminologico.

L’essere umano non è intrinsecamente violento (Hobbes) né intrinsecamente buono (Rousseau).

La giustizia privata è stata sostituita dal controllo degli impulsi violenti, delegando la giustizia agli

organi statali (Ad eccezione delle organizzazioni mafiose).

L’attore sociale per essere compreso e per comprendere necessita di altro oltre la ragione. È

necessaria l’intelligenza delle emozioni che possono essere:

• NEGATIVE: Disgusto/Vergogna: Provocano la nascita di sentimenti di discriminazione

verso le minoranze;

• POSITIVE: Gratitudine/Amore: Provocano un’etica sociale giusta.

Studio eziologico della violenza:

• Impotenza

• Rabbia

• Frustrazione

Questi tre elementi spesso alimentati dalla disuguaglianza sociale.

La VIOLENZA si esprime come un impulso individuale o sociale a distruggere. I nostri sentimenti si

scontrano con la resistenza e/o le aspettative degli altri e la realtà del mondo, a causa dei nostri

“codici culturali” che ci spingono all’uniformità. Problematico, in tal senso, è l’atteggiamento della

Folla (Da non confondere con il concetto di massa. Il termine "folla" connota, infatti, non una

caratteristica comune a più individui ma una semplice vicinanza fisica. Nella folla mancano rapporti

gerarchici e/o d’azione reciproca in qualche modo istituzionalizzati e regolati. Un esempio di folla

sono i viaggiatori in attesa di un aereo) la quale agisce, in particolari condizioni, da stimolo di

comportamenti omogenei, indotti da processi di imitazione meccanica, per pura soggezione.

INTELLIGENCE

Insieme della attività finalizzate all’acquisizione d’informazioni rilevanti per la sicurezza dello stato.

L’intellig. È più in relazione con le forze armate (che si occupano della prevenzione) che della

polizia (che si occupa, invece, di reprimere). I servizi d’intelligence sono necessari per l’evoluzione

dello Stato, in quanto sono dei veri e propri strumenti che valutano le debolezze di uno stato per

tutelarlo.

La storia dello spionaggio è antichissima:

• Casi nella Bibbia

• Egizi 1

• II Guerra Persiana

• Giulio Cesare

• Serenissima Repubblica di Venezia

• L’Ochrana dello Zar Nicola I

Vi sono tre diversi tipi di minaccia alla sovranità dello stato:

• Sicurezza del territorio: Strategia militare o guerra classica;

• Sicur. stabilità dello stato: La finalità è la sovversione dell’ordinamento politico e giuridico;

• Sicur. Interessi nazionali: Minaccia economica

Le ultime due possono scaturire una guerra surrogata con strumenti quali: spionaggio;

sabotaggio; attacco terroristico.

PROCESSO INFORMATIVO DELL’INTELLIGENCE:

1. Domande conoscitive (Concezione; organizzazione; direzione del processo)

2. Definizione del problema

3. Pianificazione ricerca

4. Utilizzo fonti

5. Ricerca e raccolta (Contenuto del mondo esterno)

6. Elaborazione (Trasformazione del dato in informazione)

7. Analisi e Valutazione con interpretazione

8. Utilizzo e diffusione dell’esito della ricerca

TEORIA DI THOMAS

“Se gli uomini definiscono reali certe situazioni, esse saranno reali nelle loro conseguenze”

Nell'ambito delle relazioni interpersonali il Teorema di Thomas si evidenzia con molta

chiarezza. Quando presupponiamo che una persona sia antipatica, ad esempio,

mostreremo la tendenza a evitarla e ci relazioneremo in modo freddo e distaccato, in

questo modo staremo costruendo una relazione fredda, impersonale e antipatica.

Ovviamente le conseguenze saranno più gravi in situazioni diverse.

2

DIFFERENZE TRA TERRORISMO E GUERRA:

Terrorismo

• Atto pervasivo di comunicazione: “Siete una grande potenza ma avete un ventre

molle” (Nel caso delle Twins Towers)

• Colpisce la banalità delle azioni quotidiane

• Attacca uno stile di vita non condiviso

Guerra

• Formalità dichiarata

• Dichiarazione di parte

• Preparazione

• Nessun attacco improvviso

Ma perché i giovani occidentali si identificano in questi ideali?

I giovani hanno sempre cercato valori in cui credere, alcuni dei quali “noi occidentali”

stiamo perdendo: concezione della religiosità o della patria. L’ISIS recluta su internet questi

giovani, promettendo loro nuove speranze, mostrando le decadenze e le corruzioni

dell’Occidente. I ragazzi si lasciano convincere e dopo qualche tempo passano convincere.

Questi sono i motivi per i quali non dovremmo meravigliarci quando ci comunicano che

questi individui provengono quasi sempre da famiglie occidentali e di media classe sociale.

Il terrorismo è un fenomeno di violenza su cose o persone da cui si propaga paura, panico,

terrore. Dopo l’episodio dell’11 settembre 2001, il terrorismo è diventato ubiquitario, privo di

definizione spazio-temporale.

Il terror. Moderno attua infatti una strategia politica che si rapporta al mondo intero per

comunicare un messaggio di forza e superiorità.

Due articoli fondamentali:

Ex art. 270 bis contro coloro che si propongono il compimento di atti violenti.

Art. 270 comma 3 contro il singolo italiano che risulti cellula di un gruppo terroristico

operante anche in altre parti del mondo.

In Italia facciamo confusione fra

POLITICHE DI SICUREZZA PUBBLICA E URBANA

In un primo momento queste due coincidevano, erano compito dello Stato e l’obiettivo era il

mantenimento dell’ordine pubblico; in un secondo momento la Sicur. Urbana finisce per

3


ACQUISTATO

5 volte

PAGINE

7

PESO

27.68 KB

AUTORE

SandyB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze per l'investigazione e la sicurezza (NARNI)
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher SandyB di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia della sicurezza e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Federici Maria Caterina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia della sicurezza

Riassunto esame Sociologia, prof. Federici, libro consigliato La sicurezza umana: un paradigma sociologico, Federici
Appunto
Riassunto esame sociologia, prof. Federici, libro consigliato Dove fondano le libertà dell'uomo
Appunto
Riassunto esame Sociologia, prof. Federici, libro consigliato La folla, Curti, Moroni
Appunto
Riassunto esame Sociologia, prof. Federici, libro consigliato Genealogia della pubblica sicurezza, Campesi
Appunto