Che materia stai cercando?

Sociologia dell'Islam prog. frequentanti prof. Guolo Appunti scolastici Premium

Appunti di sociologia politica basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Guolo dell’università degli Studi di Padova - Unipd, facoltà di Scienze politiche, Corso di laurea in scienze sociologiche. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Sociologia politica docente Prof. R. Guolo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Mannheim Generazione

• Un gruppo che condivide la medesima esperienza significativa che fa maturare

all’individuo una serie di valori culturali e politici che persistono nel tempo e che rende

relativamente omogeneo il loro comportamento anche nelle fasi successive alla loro

maturazione

• Analisi longitudinale le generazioni assumono e si riconoscono nei medesimi valori

Generazioni politiche

Gli Afghani sono una generazione battaglia e formazione ideologica che ha definito un profilo

valoriale che persiste nel tempo e ne struttura una sorta di strumento di lettura per il mondo

Nel 1989 si conclude col ritiro dell’Unione Sovietica dell’Afghanistan

Ritorno a casa dei militanti

Sunnismo

• Filone maggioritario dell’islam

• Sunna—> Tradizione

• 90% dell’attuale mondo islamico

Fin dal settimo secolo il mondo islamico si divide in due filoni Sunnismo e Sciismo

Sciiti

• Deriva dalla parola shia—> fazione, partito

• Shia’t Ali—> partito di Ali

Nella vicenda della successione carismatica del potere si crea la grande scissione tra Sunniti e

Sciiti

• Si creano molte tensioni

• Alcuni ritenevano che la successione spettasse ad un membro della famiglia del profeta

• Preferivano una soluzione che desse la leadership ad ALI (genero del profeta)

Però fin dall’inizio prevale l’idea che la successione non debba essere dinastica

• Ali accetta di non essere il successore—> lo diventerà più tardi (sarà il quarto califfo)

Alla morte di Ali (ucciso) l’islam si trova di fronte al problema della trasmissione del carisma e si

scatena il conflitto tra le due parti

• Successione dinastica, (figli di Ali) Shia’t Ali

• Una persona scelta dalla comunità Sunniti

Compromesso quietista (accettare che vengano divisi religione e politica)

Nel Sunnismo prevale l’idea che le esigenze storiche necessitino di un leader che abbia forza

politica e militare piuttosto che religiosa —> il leader (anche se politico) non può prescindere dalla

religione

Califfo delegato del profeta

Sciiti entreranno in contrasto con i sunniti al potere

Attualmente lo sciismo è in maggioranza in Iraq e Iran

*Perché una religione possa sopravvivere deve differenziarsi su piano teologico e

organizzativo (socio-religioso)

La parte minoritaria di musulmani non si riconosce nella tradizione classica (la sunna) e sostiene

la successione al califfato per via dinastica e sostiene la famiglia del genero del profeta

• Il Califfo sunnita chiede agli sciiti di abiurare la loro posizione per salvarsi—> si rifiutano

• Subiscono una forte sconfitta—> ma è un segno che la scissione degli Sciiti non si può

scomporre

Solo in secondo momento lo Sciismo mette in campo una sua teologia *

• Nel Sunnismo IMAM significa—> la guida della preghiera

• Letteralmente significa—> colui che sta davanti, che guida la preghiera

• Nello Sciismo ci sono solo 12 IMAM (duodecimano)

Dottrina dell’Imamato: (SCIISMO)

• Trasmissione del carisma: quando il quinto califfo chiede agli sciiti di abiurare le loro posizioni

loro

• rifiutano

• Mancato riconoscimento della linea califfale sunnita da parte degli sciiti

• Dopo il quarto califfo non riconoscono alcuna legittimità al califfato

Cosa riconoscono?

• Una loro linea di Imam

• I primi 12 Imam sono considerati i successori legittimi della linea califfale

• Il dodicesimo Imam è molto giovane (otto anni) scompare, muore cadendo in un pozzo

Viene elaborata la dottrina dell’occultamento il dodicesimo imam non è morto ma si è occultato

e sarebbe tornato alla fine dei tempi per instaurare il regno della giustizia che precede il giudizio

universale

• Nella relazione al rapporto tra religione e politica cosa accade nel frattempo?

• Qual è il potere legittimo? nessuno!

• La leadership religiosa e politica spetta all’Imam occultato e nel frattempo non deve essere

• riconosciuta alcuna autorità religiosa/politica ai governi esistenti (comunità dell’attesa)

Ulteriore differenziazione: Senso esoterico del messaggio divino

• Gli sciiti danno una interpretazione del corano di natura esoterica senso nascosto delle cose

• Il corano ha un significato nascosto che va interpretato

• Nel Sunnismo ha senso essoterico

• Lo sciismo da origine ad un vero e proprio clero (assente nel sunnismo) che si stratifica

• gerarchicamente per saperi, e ha la funzione di interpretare e cogliere il messaggio del imam

• occulto e rivelare i messaggi esoterici del corano

• Gerarchia del clero sciita:

◦ 1. Grande Ayatollah

◦ 2. Ayatollah= Segno divino

◦ 3. Hojateslam

◦ 4. Mullah

Lo Sciismo non si pone il problema di abbattere il potere politico perché qualunque potere è

illegittimo ma non può sostituirlo perché deve aspettare il ritorno dell’imam occulto

• Non si pone il problema di una leadership politica e religiosa

• Forma particolare con la quale lo sciismo accetta il quietismo

A partire dagli anni 60 all’interno del mondo sciita emerge una corrente che nei fatti mette in

discussione questa tradizione

Primo Movimento islamista sciita che riesce ad andare al potere in Iran

Regime autoritario repressivo e filo occidentale viene rovesciato da una rivoluzione (rivoluzione

iraniana) 1979

• Si sta facendo strada all’interno del mondo islamico una serie di correnti politico religiose

(islamiste)

• Avvento di un potere che si ispira alle dottrine islamiste sciite rivoluzionarie

Movimenti islamisti sciiti e sunniti sono impermeabili tra loro

Ezbollah iraniana sciita e stato islamico sunnita

1979 lo Stato islamico (concetto di stato non movimento attuale) si sviluppa per la prima volta in

ambito sciita

• Fino al 79 lo sciismo è fondamentalmente quietista finche non tornerà l’imam occultato il

nostro rapporto col potere politico sarà un rapporto di indifferenza

• Una dottrina

• Il governo spetta al clero costruire un governo che abbia una forma islamica

• Riportare l’islam al centro del modello politico e religioso

• Rompere tradizioni consolidate nel corso di secoli

Repubblica islamica

Movimento sciita per una serie di contingenze storiche riesce a conquistare il potere in Iran

(paese importantissimo)

• Produce un mutamento nella società iraniana

• Urbanizzazione produce un ritorno al velo per le donne (in campagna per lavorare non era

utile avere il velo, in città si restringono gli spazi e aumentano le interazioni quindi è

decoroso tornare al velo)

• Il modello di stato che ne esce è contaminato da dottrine non solo islamiste (nazionalista

socialiste liberali)

• Libertà politica per le forze che non mettono in discussione il sistema

La guida sta sopra a tutti gli organi

• Politica tutti gli organi sono eletti a suffragio universale

• Religione Gli organi sono decisi dalla matrice religiosa

Nel 89 muore il leader Khomeini problema della successione del carisma

• Viene scelto

• Dall’89 in poi si creeranno diverse correnti politiche (partiti) in aperta competizione tra loro

• Emergere di fazioni che sono sottoposti alla sovranità popolare e che determinano un

equilibrio negli assetti di potere

Guerra Iraq Iran

L’Iraq attacca l’Iran un decennio (anni ottanta) di emergenza bellica

Fine anni novata forte corrente riformista in Iran

Ogni qualvolta volta si è verificato che un orientamento si è rilevato difforme tra la guida e il

presidente della repubblica il sistema si è inceppato

Fazioni con programmi politici e leadership

• Le fazioni sono tutte di sistema formalmente non si pongono il problema del mutamento di

regime

• Movimento islamista sciita nasce e si fa subito Stato non sono piccole realtà come quelle

sunnite

• Le fazioni (orientamenti) che contano sono 4: (tutte islamiste nel caso iraniano vuol dire

che fanno riferimento all’islam politico)

1. Conservatori religiosi

• Leader Ali Khamenei

• Fazione più ortodossa del sistema coloro che sono fedeli all’eredità

Khomeinista e al principio del governo del giure-consulto

• Fedeli al principio che afferma la supremazia della guida sul sistema

• All’interno di questo gruppo c’è un sotto-gruppo che dice di liberarsi

dall’influenza delle fazioni che teorizzano la sovranità popolare

• Vogliono conservare la struttura della repubblica islamica

• Raggruppa la componente clericale non tradizionalista

• Rigidità sugli stili di vita, sugli usi e costumi donne velate

• Sono sempre stati al potere hanno sempre avuto la guida (dopo la morte di

Khomeini Ali Khamenei)

o perché la maggior parte dei membri dell’assemblea degli esperti la

cui funzione è quella di scegliere la guida nella successione sono

conservatori religiosi

2. Tecnocrati (pragmatici)

• Leader Ali Rafsanjani

• Sostengono un progetto di modernizzazione dell’Iran chiamati anche

pragmatici

• Sostengono che la repubblica Islamica dovesse incorporare tecniche di

governo tipiche di tutti i sistemi (più efficiente e moderna)

• Si scontrano con i conservatori religiosi sul problema dell’istruzione delle

donne

o durante la sua presidenza Rafsanjani apre l’istruzione per le donne

(e il mercato del lavoro)

• Sono portatori di una linea anti-ideologica hanno obbiettivi concreti

• I tecnocrati nascono attorno alla Nioc

o Nioc National Iranian Oil Company

3. Riformisti

• Leader Khatami

• Gruppo che sostiene l’abolizione della guida

• Primati degli organi politici su quelli a legittimazione religiosa

• Blocco sociale alleanza che si costruisce tra diversi ceti in nome di

obbiettivi che possono essere più o meno di lungo periodo

o Hanno comuni interessi a mantenere o mutare un certo equilibrio

• Ritengono fondamentale il consenso popolare base della repubblica

islamica

• Si deve costruire un consenso tramite l’allargamento della partecipazione

popolare e l’estensione delle libertà

o privilegia il peso della sovranità

o importante dimensione ed estensione del consenso

4. Destra radicale

• Leader

• Schieramento composto essenzialmente da componenti laici

• Molto ideologica anti-imperialismo, anti-sionismo, riferimento alla

generazione del fronte, polemica anti-elitaria

• Movimento rivoluzionario fedele al Khomeinismo i valori però sono più

quelli della rivoluzione che della fase dell’istituzione

• Composta quasi totalmente da esponenti non clericali

• Generazione del fronte

o Civili organizzati nelle milizie in tempo di guerra

o Perché ci vanno i civili? Perché il governo non si fida dalle sue forze

armate che sono state addestrate dagli Americani

o Pochi mesi prima dell’attacco dell’Iraq gli alti gradi dell’esercito

vengono lasciati fuori perché il governo non si fida

o Pasdaran e Basiji milizie del governo composte da giovani

combattenti civili

 Pasdaran corpo dei guardiani della rivoluzioni, entrano

quelli già attivi e ideologizzati e maggiorenni

 Basiji organizzazione della mobilitazione totale, entrano

fasce di persone che vanno dai 12 ai 18 anni

o Entrano in conflitto la legittimità dei ruoli famigliari e quelli

istituzionali perché i padri non si possono opporre alla scesa sul

fronte die figli minorenni lo Stato diventa una figura paterna

• Questa generazione si trova a vivere un’esperienza insolita

• Guerra Iran Iraq è di trincea come la prima GM contribuisce a creare un

forte senso di solidarietà

o Questo porta la generazione ad allontanarsi dalle famiglie

o Una volta tornati a casa la realtà famigliare è troppo lontana da

quella del fronte per essere accettata ciò che è accettabile e vero è

solo la comunità del fronte

• Quando tornano non c’è più al governo Khomeini (colui per il quale si sono

sacrificati in guerra) ma trovano al potere i tecnocrati lo vedono come un

atto di tradimento

• “La rivoluzione è stata tradita”

Imam del tempo persona che indica alla comunità la volontà e il pensiero dell’imam occulto

• Identificazione unanime nel vedere Khomeini l’Imam del tempo

Il sistema sarà sempre governato da un’alleanza tra due fazioni che metterà all’angolo le altre due

rimanenti:

• 1989-1997 conservatori religiosi e pragmatici (tecnocrati)

o Dopo il 1989 le diversità sono tali che le fazioni considerano altre fazioni fuori

sistema conseguenze il conflitto diventa molto più duro

o Fase in cui vi è una grande spinta die tecnocrati poiché l’Iran ha bisogno di uscire

dall’economia di guerra

o I Tecnocrati vogliono portare avanti il progetto di modernizzazione e attuano una

sorta di deistituzionalizzazione

o I Tecnocrati hanno di fatto le redini del governo, la Guida però rimane conservatrice

• 1997-2005 riformisti e tecnocrati

o La coalizione si spezza nel ’97 quando i conservatori non condividono il fatto che i

tecnocrati stanno portando il paese verso la modernizzazione

o Emerge la fazione dei riformisti

 La modernizzazione deve andare di pari passo con l’attribuzione e il

riconoscimento dei diritti ai cittadini

• 2005-2013 conservatori religiosi e destra radicale

• 2014-oggi tecnocrati e riformisti

Conseguenza vi saranno sempre due fazioni che ricopriranno la posizione dell’opposizione

• Quando il governo sarà appoggiato dalla Guida (è sempre dei conservatori) il potere sarà

stabile altrimenti vi saranno conflitti interni

Matrimonio islamico contratto sociale non atto di fede

• Lo sancisce un notaio (non il prete)

Islam in Europa se viene riconosciuto come culto il matrimonio viene celebrato dall’imam e ha

riconoscimento civile 2005-2013

Conservatori religiosi vedono le altre fazioni come portatrici di divisioni politiche che non collimano

con la propria

2009 elezioni

Perse da dr —> ma il risultato elettorale viene mutato

Destra radicale—> non sono il prodotto del clero sciita

• mobilitazione politica interno e internazionale che mette in gioco la stessa esistenza della

repubblica (fuori dal sistema)

• partito della rivoluzione permanente

Conservatori—> primo fondamento la stabilità del sistema

Consiglio dei guardiani convalida la vittoria della destra radicale nonostante abbia perso alle

elezioni

Movimento delle donne

KhomeinI purché velate possono andare ovunque

Emancipazione per via politica sia dei giovanissimi che delle donne

• Muta i ruoli famigliarI crea conflitto non è solo un fatto privato

Diritto di famiglia corpo sociale maschile si ricompone sulla libertà femminile

• vengono varate delle norme che vanno ad incidere sulla libertà delle donne

• Accettazione della presenza delle donne nella sfera pubblica ma di contro una normazione molto

obbligante in termini di costume, stili di vita e diritti.

Iran post rivoluzionario

• Islamiste tradizionaliste borghesia religiosa, famiglie clericali

o Famiglia come principale luogo d’azione femminile

o Considerano tale ruolo come campo

• Moderniste di origine urbano e alto livello di istruzione

o Corrente conduce apertamente la lotta per modificare le leggi che hanno istituzionalizzato

la sottomissione femminile nella sfera pubblica e privata

o L’impegno in politica è ritenuto fondamentale per tutelare i diritti delle donne

• Moderniste laiche classi medie urbane e alto livello di istruzione e buona posizione

professionale

o Rivendicano la separazione tra politica e religione

o Rifiutano che la shaaria possa essere l’unica fonte della legislazione

Sunnismo

Nascita di Al Quaeda Movimento islamista radicale si trasforma e diventa un soggetto che

aagisce a livello globale

• 96-98 in Afghanistan nasce l’organizzazione nota come Al Quaeda

• Dopo l’89 le fazioni locali afghane si erano combattute tra loro fino all’emergere della

fazione dei Taleban

o Tra 94-96 conquistano il potere in Afghanistan ed è il primo tentativo di costruire

uno stato islamico

o Mullah Omar viene considerato dai suoi seguaci comandante dei credenti

o Shura piccolo consiglio organismo di consultazione di Mullah Omar

o Si forma un embrione di stato islamico modello semplice perché l’esperienza dei

Taleban è molto locale e molto chiusa (quasi tribale)

1. Unica leadership politico religiosa

2. Legislazione che viene prodotta dal “governo” (shura) si basa

sull’applicazione integrale della shariia

• Secondo la politologia americana l’esperienza dei Taleban è considerata un’esperienza

limitata e locale che non potrebbe avere nessuna conseguenza errata

• Questa dimensione subisce una trasformazione nel momento in cui in Afghanistan torna

Osama Bin Laden

o Convinto di aprire un conflitto molto duro contro le potenze del tempo

o Ricostruire l’organizzazione di Al Quaeda

o Negli anni in cui rimane in Afghanistan cominciano ad arrivare molti di quei giovani

che avevano già combattuto al tempo della guerra ricostruisce la rete radicale

 Perché tornano? Non tutti ma una gran parte dei combattenti tornano,

coloro che avevano fatto parte della jihad nazionale

o Base teorica qutbista

o Viste come sono andate le cose in Egitto/Algeria dove hanno cercato di fondare

uno stato islamico venendo sconfitti dai regimi sostenuti dall’occidente (Americani

in Egitto, Francesi in Algeria)

 Tesi di Al Quaeda La fondazione dello stato islamico potrà avvenire solo

nel momento in cui l’Occidente si ritirerà dal mondo islamico

• Come? Portando il jihad ovunque, a livello globale anche fuori dai

paesi islamici

• JIHAD GLOBALE

o Attacchi in Tanzania, nello Yemen

o Organizzazione a rete leadership legittimata ideologicamente

Dopo il 2011 Al Quaeda perde l sua organizzazione classica ma riesce a riarticolarsi in una serie

di organizzazioni regionali gruppi di militanti che si coalizzano e mettono in piedi gruppi che

agiscono in un area regionale

• Algeria e Africa sud sahariana gruppo dei reduci algerini

• Penisola arabica

• Sud est asiatico area indo-pakistana

Saltare capitoli 11-16

Stato Islamico (ISIS)

Nasce in Iraq a seguito del conflitto che si scatena nel 2003 per effetto dell’occupazione

principalmente americana del paese

• Amministrazione Bush incide dopo 11 settembre 2001

o Sposta i propri confini di sicurezza all’esterno choc dell’11 settembre talmente

forte da pensare che debba esserci un mutamento politico rilevante all’interno dei

paesi mediorientali nei confronti sia di quelli considerati nemici che alleati

o Promuovono politica di cambio di regime per assicurare un contrasto efficace

all’interno dei paesi mediorientali

• Attacco Iraq l’Iraq è diviso in diviso in tre parti

• Curdi

• Sunniti


PAGINE

19

PESO

551.92 KB

PUBBLICATO

9 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze sociologiche
SSD:
Docente: Guolo Renzo
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Marghemarez di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Guolo Renzo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze sociologiche

Sociologia del diritto per non frequentanti
Appunto
Scienza Politica Prof. Almagisti
Appunto
Sociologia della devianza per frequentanti
Appunto