Che materia stai cercando?

Riassunto esame Sociologia della comunicazione, prof. Lalli, libro consigliato Ordine dell'interazione, Goffman Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di Sociologia della comunicazione, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Ordine dell'interazione, Goffman. Con particolare attenzione ai seguenti argomenti: caratteristiche dell'ordine dell'interazione, relazione cognitiva, connessione non esclusiva (una "relazione debole") fra le pratiche... Vedi di più

Esame di Sociologia della comunicazione docente Prof. P. Lalli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L'ordine dell'interazione è stato pubblicato postumo nel 1982 per il convegno

dell American Sociological Association. Quella di Goffman è una sociologia

dell'interazione faccia a faccia, di ciò che si verifica di sociologicamente

interessante in conseguenza del fatto che due o più persone sono co-presenti,

cioè reciprocata mente esposte l'una all'immediata percezione dell'altra. Il

tema del corpo occupa un posto cruciale essendo alla base della fondamentale

distinzione tra informazione emessa intenzionalmente e informazione fornita

involontariamente (attraverso segnali corporei che non riusciamo o non ci

curiamo di controllare, ossia canali non verbali). Secondo Goffman i due più

consueti approcci allo studio dell'interazione sono errati perché invece di

trattarla come un fenomeno da esaminare nei suoi propri termini la

considerano come il prodotto di qualcosa di antecedente ed esterna ad essa.

Questi due approcci sono: le teorie macro-sociologiche (per Goffman non c'è

necessariamente correlazione tra il posto dell'individuo all'interna

dell'interazione e il posto che occupa in ambito sociale); il secondo approccio

comprende quelle teorie che considerano l'interazione in una prospettiva

individualista (questo approccio è antitetico al precedente approccio macro-

sociologico, per Goffman anche questa variante è inadeguata perché anch'essa

attribuisce all'ordine dell'interazione a fattori esterni). Goffman rifiuta questi

due approcci considera infatti l'interazione faccia a faccia come un

ordine sociale a sè stante, autonomo dal suo ambiente strutturale e

psicologico. Cioè gli elementi contenuti all'interno dell'ordine in

questione sono connessi più strettamente tra loro che non con

elementi esterni.

Quali sono le caratteristiche dell'ordine dell'interazione?

Ordine sistemico dell'interazione: le condizioni che rendono possibile agli

individui interagire in maniera tecnicamente efficace

Ordine rituale dell'interazione: la salvaguardia della "faccia", ossia la

preoccupazione di proiettare un'immagine rispettabile del proprio self.

Riguardo questo il self è creato mediante il rituale praticamente dal nulla:

l'identità (self) non è qualcosa di stabile e durevole nel tempo, ma un

qualcosa di prodotto e riprodotto ogni volta nelle varie occasioni

interazionali.

L'ordine dell'interazione ha un ruolo importante non solo nella costruzione del

self, ma è anche alla base della percezione di normalità del mondo sociale.

Goffman: "l'individuo appartiene all'interazione e gli conviene dimostrare che

ne è un membro a buon diritto. La pena ultima per chi viola le regole è dura.

Come riempiamo le prigioni con quelli che trasgrediscono l'ordine legale, così

riempiamo in parte i nostri manicomi con coloro che agiscono in modo

inappropriato."

Dal discorso di Goffman: si può sostenere che la necessità dell'interazione

faccia a faccia sia radicata in certe precondizioni universali della vita sociale.

Quando gli individui si trovano per qualsiasi motivo in compresenza, è chiara

una fondamentale condizione della vita sociale, il suo carattere di visibilità

pubblica. Non solo il nostro aspetto e le nostre maniere forniscono

indizi sul nostro status e sulle nostre relazioni. Ma anche la direzione

del nostro sguardo, l'intensità del nostro coinvolgimento e la modalità


ACQUISTATO

30 volte

PAGINE

4

PESO

37.23 KB

AUTORE

MrStout

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Sociologia della comunicazione, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Ordine dell'interazione, Goffman. Con particolare attenzione ai seguenti argomenti: caratteristiche dell'ordine dell'interazione, relazione cognitiva, connessione non esclusiva (una "relazione debole") fra le pratiche interazionali e le strutture sociali, disattenzione civile, canali comunicativi non verbali .


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
Docente: Lalli Pina
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher MrStout di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia della comunicazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Lalli Pina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia della comunicazione

Sociologia della comunicazione, esame completo
Appunto
Riassunto esame Sociologia della comunicazione, prof. Lalli, libro consigliato L'ordine dell interazione, Goffman
Appunto
Riassunto Goffman
Appunto
Riassunto esame Sociologia, prof. Lalli, libro consigliato Mezzi di comunicazione e modernità, Thompson
Appunto