Che materia stai cercando?

Sistema Nervoso e Motorio Appunti scolastici Premium

Riassunto dell'argomento Sistema Nervoso e Motorio trattato dalla prof Mandolesi durante il corso di Psicologia dello Sport basato su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof. Mandolesi dell’università degli Studi Parthenope - Uniparthenope. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Psicologia dello sport docente Prof. L. Mandolesi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ricezione, elaborazione, conduzione e trasmissione. I dendriti

ricevono, il soma elabora, l assone conduce e i terminali sinaptici

trasmettono l informazione attraverso i neurotrasmettitori; che si

vanno a legare ai dendriti di un altro neurone ed il processo

continua.

Esistono dei neuroni sensoriali (ricevono informazioni) e motori

(traducono e trasmettono un comando motorio). Le nostre

esperienze modificano la struttura del neurone per questo il nostro

cervello viene detto plastico. I neuroni che trasmettono sono

efferenti o motori e hanno più sviluppato l assone che si occupa di

condurre l informazione, i neuroni che ricevono o motori e

sensoriali hanno più sviluppato i dendriti.

Nel nostro cervello oltre ai neuroni ci sono anche altre cellule:

cellule gliali. Le cellule gliali sono quelle cellule che permettono

ai neuroni di svolgere la loro funzione. Una delle funzioni è quella

di rivestire gli assoni. Se c è un danno a queste cellule si avrà un

rallentamento nel movimento (la sla) e fare sport aiuta in questo

senso ed evita l insorgenza di queste malattie.

Il sistema nervoso è composto da 2 parti: sistema nervoso centrale

e sistema nervoso periferico. Il SNC si divide in encefalo e

midollo spinale, il SNP si divide in sistema nervoso somatico,

autonomo ed enterico(intestino). Il sistema nervoso autonomo si

divide in simpatico e parasimpatico. L’encefalo è formato dal

tronco dell’encefalo, dal diencefalo e dagli emisferi cerebrali,

negli emisferi cerebrali troviamo il lobo limbico, nuclei della base

e corteccia cerebrale o neurocorteccia. Il sistema nervoso centrale

è protetto dalla membrana(meningi) e da un liquido(licor). La

corteccia cerebrale è fatta da solchi che vanno a determinare 4

porzioni, i lobi: lobo frontale, lobo parietale, lobo temporale e

lobo occipitale. Queste porzioni si trovano sia nell emisfero destro

che nell’emisfero sinistro e sono simili ma non identici. Abbiamo

4 lobi per ogni emisfero: emisfero destro e sinistro hanno struttura

e forme diverse perché svolgono funzioni diverse e sviluppano

diverse capacità (l’ emisfero sinistro è più analitico mentre

l’emisfero destro è creativo. Questi 2 emisferi comunicano tra loro

attraverso fasci di fibre, corpo cellulare a destra, terminazioni

sinaptiche a sinistra. In ogni lobo ci sono delle aree: aree primarie,

aree secondarie ed aree associative. Un’area viene detta primaria

quando elabora un attributo essenziale (azioni di base)

secondaria(arricchisce quella primaria) e le aree associative

(integrano ulteriormente). Ogni area ha una struttura e funzione

diversa. Nel lobo frontale c è la corteccia motoria primaria, nel

lobo parietale c è la corteccia somato-sensitiva primaria, nel lobo

temporale la corteccia uditiva primaria e le lobo occipitale c è la

corteccia visiva primaria. Questa localizzazione ha fatto si che il

lobo frontale venisse definito un lobo motorio ma grazie a

Rizzolatti si è capito che anche gli altri lobi contribuiscono ad un

fine motorio.

Movimento-atto motorio-azione

Ogni comportamento motorio può essere di varie tipologie: il più

semplice è;

il movimento, attivazione di un limitato distretto muscolare che

produce lo spostamento nello spazio di una o più articolazioni.

Gli atti motori sono più movimenti semplici, eseguiti in modo

sinergico e coinvolgenti diverse articolazioni. Sono contraddistinti

da uno specifico scopo.

Azione, programmata sequenza di atti motori contraddistinto da

uno scopo generale finale sovraordinato.

Fare osservare un movimento non implica l apprendimento,

bisogna far osservare l atto motorio e l azione. Noi effettuiamo

comportamenti motori volontari, attività motorie ritmiche come la

corsa e attività motorie riflesse. I riflessi sono involontari come la

reazione involontaria ad uno stimolo. Un comando motorio parte

da vari livelli del SNC, il livello più basso è il midollo spinale,

comportamenti motori che partono dal tronco dell’encefalo,

comportamenti motori che partono dalla corteccia, dalla corteccia

partono comportamenti motori volontari, dal tronco dell’encefalo

partono le attività motorie ritmiche e alcuni riflessi, dal midollo

spinale e dal tronco dell’encefalo partono i riflessi. Le attività

motorie ritmiche partono da un livello più basso che è il tronco

dell’encefalo, le attività motorie riflesse partono dal midollo

spinale e dal tronco dell’encefalo.

Legame tra azione e percezione

La rilevazione degli stimoli esterni ed interni si chiama

sensazione. Una volta che questi stimoli sono stati rilevati si

devono elaborare attraverso la percezione. Prima di percepire

bisogna attivare i recettori sensoriali, tattili e visivi. I neuroni

somolo-sensitivi sono: tattili, termici, dolorifici e propriocettivi.

La propriocezione è la percezione del proprio corpo nello spazio

che avviene attraverso l attivazione di recettori propriocettivi che

inviano la sensazione e la posizione in corteccia. I propriocettori si


PAGINE

8

PESO

67.98 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher yuri.luongo.9 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dello sport e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parthenope - Uniparthenope o del prof Mandolesi Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dello sport

Psicologia dello sport - Appunti
Appunto
Psicologia dello Sport - Appunti sull'apprendimento
Appunto
Psicologia dello sport - la motivazione, la coscienza e l'attenzione
Appunto
Psicologa dell sport - Appunti vari
Appunto