Che materia stai cercando?

Schema riassuntivo Diritto privato(prof Finessi) Appunti scolastici Premium

Appunti di diritto privato basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof.ssa Finessi dell’università degli Studi di Ferrara - Unife, della facoltà di economia, del Corso di laurea in economia . Scarica il file in formato PDF!

Esame di Diritto privato docente Prof. a. finessi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

RIASSUNTO SCHEMATICO

professoressa Finessi

ATTI GIURIDICI IN SENSO STRETTO (si assume un determinato comportamento e gli effetti

che si manifestano sono volontari, infatti si manifestano autonomamente)

NEGOZIO GIURIDICO ( comportamento umano caratterizzano non dalla volontarieta ma

dall'intento affinche determinati effetti giuridici si manifestino, si assume un determinato

comportamento affiche si manifestino determinati effetti giuridici – negozio giuridico per

eccellenza CONTRATTO ), puo essere :

 UNILATERALE, BILATERALE, PLURILATERALE

 PATRIMONIALE, NON PATRIMONIALE

 INTER VIVO, MORTIS CAUSA

SOGGETTI DEL DIRITTO

 PERSONE FISICHE

CAPACITA GIURIDICA (attitudine ad essere titolare di diritti e di doveri che si

▪ acquista alla nascita si perde alla morte)

CAPACITA D'AGIRE o LEGALE (attitudine e idoneita a porre in essre validamente

▪ atti negoziali, ossia volonta dirette a un determinato effetto giuridico). Ci sono

INCAPACITA D'AGIRE

casi di e sono :

INCAPACITA DI PROTEZIONE (un sogetto privo di capacita di svolgere atti

 negoziali e questo è finalizzato alla sua protezione) e puo essere :

ASSOLUTA (non puo compiere nessun atto)

◦ MINOR ETA → responsabilita genitoriale (complesso di poteri, diritti e

 doveri che hanno i genitori nei confronti dei figli) e hanno contenuto

personale (dovere di educare, mantenure, istruire e assistere il filgio

minorenne non emancipato) e contenuto patrimoniale.

INTERDIZIONE GIURIDIZIALE (vizio di mente abituale e duraturo a

 causa del quale il soggetto non è in grado di provvedere a se stesso →

TUTORE , per l'isituto della tutela)

PARZIALE (puo compiere solo qualche atto)

◦ INABILITAZIONE (meno grave dell'interdizione giudiziale → CURATORE ,

 assiste e non sostituisce il soggetto)

EMANCIPAZIONE

 AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO

INCAPACITA PUNITIVA (un soggetto privo di capacita di svolgere atti negoziali

 al fine di punire tale soggetto o viene data in caso di ergastolo o detenzione

dai 5 anni in su)

INTERDIZIONE LEGALE

CAPACITA NATURALE (capacita di intendere e di volere e L'INCAPACITA NATURALE

▪ è quella di non percepire il significato di quello che si sta facendo.

 PERSONE GIURIDICHE

ENTI NO PROFIT

◦ ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE

 FONDAZIONI

ENTI PROFIT

◦ SOCIETA DI CAPITALI

 ENTI NON PERSONIFICATI

ENTI NO PROFIT

◦ ASSOCIAZIONI NON RICONOSCIUTE

 COMITATI

ENTI PROFIT

◦ SOCIETA DI PERSONE

OBBLIGAZIONI (sono un rapporto obbligatorio o vincolo obblgatorio, sono un rapporto che

intercorre tra almeno due soggetti, un attivo e l'altro passivo, in virtu del quale il debitore si

trova ad eseguire una prestazione patrimoniale a faovre del creditore. Il creditore ha diritto di

ottenere tale prestazione in modo coattivo (obbligatorio)

REQUISITI OGGETTIVI :

 ADEMPIMENTO

 IMPUTAZIONE DI PAGAMENTO

REQUISITI SOGGETTIVI

INADEMPIMENTO → IMPOSSIBILITA LIBERATORIA (non è in grado di adempiere per prestazione

impossibile e per cause a lui non imputabili)

INADEMPIMENTO TARDIVO :

 MORA DEL DEBITORE

MORA EX PERSONA (il debitore è costituito in mora attraverso un'intimazione o una

◦ richiesta fatta per iscritto dal creditore al debitore)

MORA EX RE ( il debitore è costituito in mora automaticamennte senza che occorra

◦ intimazione o richiesta)

EFFETTI DELLA COSTITUZIONE IN MORA SONO :

  INTERRUZIONE DELLA PRESCRIZIONE ATTRAVERSO ATTO DI COSTITUZIONE IN

MORA

 RISARCIMENTO DANNO

 AGGRAVAMENTO DEL RISCHIO (dal momento che un debitore è costituito in

mora si considera responsabile dell'inadempimento anche nel caso dimostri

la sua impossibilita liberatoria)

 MORA DEL CREDITORE si costituisce in 3 fasi :

OFFERTA FORMALE e puo essere REALE o per INTIMAZIONE

◦ ACCETTAZIONE DEL CREDITORE o CONVALIDA DEL GIUICE dell'offerta formale

◦ POTERE POTESTATIVO (derivante da volonta personale) DEL DEBITORE DI LIBERARSI

◦ COATTIVAMENTE (obbligatoriamente) DAL VINCOLO TRAMITE DEPOSITO O

SEQUESTRO (questo avviene nel caso in cui l'offerta non viene accettata e quindi

passa alla convalida del giudice che chiude l'iter per costituire in mora il creditore,

pero il debitore non si è ancora liberato , per far si che si verifichi la liberazione del

debitore deposito e sequestro deveono essere accettati o convalidati)

MODI DI ESTINZIONE DELL'OBBLIGAZIONE DIVERSI DA ADEMPIMENTO

MODI SATISFATIVI (soddisfano il creditore)

 PRESTAZIONE IN LUOGO DELL'ADEMPIMENTO (ci si libera eseguendo una prestazione

diversa da quella pattuita nel vincolo obbligatorio)

 COMPENSAZIONE (modo di estinzione del vincolo obbligatorio che consiste

dell'estinzione dei reciproci vincoli obbligatori intercorrenti tra gli stessi soggetti)

LEGALE (è necessario che debiti e crediti derivanti da fonti autonome siano esigibili,

 liquidi e omogenei)

GIUDIZIALE ( è necessario che debiti e crediti derivanti da fonti autonome siano

 esigibili e omogenei)

VOLONTARIA (è un accordo tra debitore e creditore e i presupposti sono sempre

 debiti e crediti derivanti da fonti autonome)

 CONFUSIONE (quando in capo allo stesso soggetto si confondo la posizione del creditore

e del debitore)

MODI NON SATISFATIVI (non soddisfano il creditore)

 NOVAZIONE (contratto con cui si estingue un rapporto obbligatorio costituendone uno

nuovo )

OGGETTIVA (rinnovo l'oggetto e il contenuto)

 SOGGETTIVA ( cambio i soggetti e quindi cambio o la parte attiva o passiva del

 rapporto obblgiatorio)

 IMPOSSIBILITA AVVENUTA PER CAUSA NON IMPUTABILE (impossibilita liberatoria)

 REMISSIONE (il creditore rinuncia al credito liberando il debitore → NEGOZIO GIURIDICO

UNILATERALE RECETTIZZIO → recettizio cioè che produce il proprio effetto nel momento

in cui arriva a conoscenza del destinatario).

OBBLGIAZIONI COMPLESSE

 SOGGETTIVAMENTE COMPLESSE (obbligazioni dove abbiamo piu creditori o piu debitori)

possono essere

PARZIARIE (ripartizione interna che si manifesta all'esterno → PARZIARIETA ATTIVA)

◦ SOLIDALI (ripartizione interna che non si manifesta all'esterno → SOLIDARIETA

◦ PASSIVA)

 OGGETTIVAMENTE COMPLESSE (rapporto obbligatorio che ha per oggetto piu

obbligazioni)

UNICA PRESTAZIONE

◦ PIU PRESTAZIONI

INTERESSI

 CORRISPETTIVI

 RISARCITORI


PAGINE

6

PESO

68.00 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia
SSD:
Università: Ferrara - Unife
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher letiziapresentati di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ferrara - Unife o del prof finessi arianna.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

Diritto privato
Appunto
Diritto privato (prof Finessi)
Appunto
Schema riassuntivo Diritto privato (prof Fede)
Appunto
Riassunto esame Diritto commerciale: i titoli di credito, prof. Mayr
Appunto