Che materia stai cercando?

Riassunto per l'esame di Ambiente e regolazione Internazionale I parte Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di Ambiente e regolazione Internazionale I parte, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal prof. Carboni. Università degli Studi di Palermo - Unipa, Interfacoltà, Corso di laurea in sviluppo economico e cooperazione internazionale.

Esame di Ambiente e regolazione Internazionale docente Prof. F. Carboni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1_ allontanamento delle zolle: movimento convettivo dei flussi, fenomeni di vulcanesimo e sismi

frequenti

2_avvicinamento delle zolle: crea un processo orogenetico , la crosta si arriccia (fosse oceaniche)

3_faglie trasformi

Falde acquifere : accumulo d acqua d origine meteorica, in roccie spugnose.

Aree carsiche: sistema di scorrimento delle acque sottorranee

Valli d erosione fluviali sono a V

Valli d erosione glaciali sono a U

Morena: detriti trasportati dai ghiacciai, gli anfiteatri morenici sono quello che resta dal ritiro dei

ghiacciai.

Le sorgenti sub-alvee alimentano i fiumi quando non piove più.

Forma dendritica, forma ad albero che alimenta i fiumi.

Le fasi nell’azione di erosione dei fiumi sono 3 : asportazione-demolizione, trasporto, accumulo

Le forze esogene sono costituite dall’acqua e dall’aria, stretto collegamento tra clima e morfologia.

W. Morris Davis : americano, aveva elaborato la teoria dei cicli d’erosione, prima della teoria della

tettonica a zolle, spiegando che in una zona più o meno pianeggiante si susseguono azioni di

orogenesi, tramite ad esempio l’azione dei fiumi (detriti), e azioni di allineamento causate dalla

forza erosiva della pioggia. Questa teoria ci spiega il movimento delle rocce.

IL RUOLO DEL GENERE UMANO

La logica della natura mette in evidenza (Darwin 1859) l’origine della specie; l’umanità si adatta

alle leggi della natura. Il 50% della popolazione vive tra il 20° e il 40° parallelo e tra i 0 e i 200m di

altitudine; il 90% della popolazione mondiale vive nell’emisfero boreale.

OMINAZIONE: capacità dell’uomo di inserirsi nell’ambiente. 4

Capitolo 2

Josef L. Lagrange XVIII secolo

La carta geografica è una rappresentazione approssimata, ridotta e simbolica della realtà;

- approssimata: non perfettamente uguale ma più fedele possibile alla realtà;

- ridotta;

- simbolica: ogni elemento della carta è stato tradotto in simbolo.

Le Proiezioni

- Azimutali o prospettiche : si immagina la sfera sia tangente al piano in un punto:

Stereografica – polare

 Centrografica - equatoriale

 Ortografica – obliqua

- Modificate

- Per Sviluppo : Cilindriche (Mercatore)

 Coniche

Linea LOSSODROMICA: retta che taglia i meridiani sempre con lo stesso angolo.

Peters (cartografo tedesco) : evidenzia la sproporzione nella rappresentazione dei paesi sviluppati

Def. Di Latitudine: è la distanza angolare di un punto dall’equatore misurata sul meridiano.

Il sestante misura la latitudine

Def. Di Longitudine: è la distanza di un punto dal meridiano fondamentale misurata sul parallelo.

Il trascorrere del tempo misura la longitudine (misura imprecisa)

Tipi di Carta rispetto agli errori:

- l’equidistanza: carte in cui è rispettata la proporzionalità tra le distanze (solo lungo

direttrici determinate);

- l’equivalenza: carte in cui è rispettata la proporzionalità tra le superfici;(carta di Peters)

- l’isogonia: (o conforme) carte in cui è rispettata l’uguaglianza degli angoli; (carta di

Mercatore)

Le scale (da grande a piccola)

Da 1:1.000 a 1: 10.000 mappe se ambienti extraurbani; piante se ambienti urbani

Da 1:10.000 a 1:100.000 carte topografiche

Da 1:100.000 a 1:1.000.000 carte corografiche (regionali)

Da 1:1.000.000 a 1:10.000.000 carte geografiche o d’insieme 5

Scala Grafica

La scala grafica ci permette di poter misurare distanze anche se la carta è stata ingrandita o ridotta

senza aver modificato la scala numerica, poiché la scala grafica essendo contenuta nella carta,

mantiene la sua proporzionalità .

Rappresentazione delle Alture

- sistema a mucchi di talpe; tecnica del tratteggio e scala di Leman

- isoipse o curve di livello: linee formate da punti che hanno la stessa altitudine;

- isopate: curve di livello della profondità.

lo sfumo o lumeggiamento: tecnica di tipo grafico per rendere la forma in termini visivi: zenitale o

obliquo ( da NO)

Teoria della Comunicazione Cartografica (C. Board) 6


PAGINE

8

PESO

282.50 KB

AUTORE

radis25

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in sviluppo economico e cooperazione internazionale (Facoltà di Economia e di Scienze della Formazione)
SSD:
Università: Palermo - Unipa
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher radis25 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Ambiente e regolazione Internazionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Palermo - Unipa o del prof Carboni Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!