Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

o nel cambio tra le pellicole spettacoli dal vivo; l’esperienza cambiava infatti in

base al Nikeloedeon per le scelte degli esercenti, che divennero registi come

Edwing Porter, o produttori come Laemmle (Universal), Zukor (co-fondatore

della Paramount), Mayer (MGM)+ i film realizzati prima del 1908 attiravano il

pubblico per la rappresentazione di immagini in movimento e per il dettaglio

con cui erano rappresentate le azioni, con primo esempio The Kiss, di Edison,

che rimase a lungo nelle sale per la rappresentazione del casto bacio tra gli

attori May Irwin e John Rice con una prospettiva impossibile a teatro= nel 1901

però si ha il film rivoluzione di Big Swallow, in cui si ha un personaggio che si

avvicina sempre più alla macchina cinematografica fino ad ingoiarla, per

mostrare nella scena successiva come abbia ingoiato lo spettatore, e quindi

mostrando come le immagini non siano reali creando una nuova virtualità

filmica e dimensione voyeuristica dello spettatore; si va contro il mito della

mancanza di narrazione delle prime pellicole, che sono sempre tratte da

romanzi (la Capanna dello zio Tom) di cui spesso l’imbonitore raccontava la

storia ma si potevano anche solo osservare le scene tra il 1908/9 l’industria

cinematografica cercò di adattarsi al gusto della classe media recuperando

romanzi e spettacoli di Broadway nelle sue trame: venne sostituito l’imbonitore

con le tecniche del montaggio alternato, che presentavano raccordi sul

movimento (entrare da destra-uscire da sinistra) o sullo sguardo, sostituendo le

pause in nero in cui egli doveva raccontare la storia con didascalie o cartelli che

raccontavano i dialoghi, portando al passaggio da una recitazione istrionica

concentrata sulla mimica ad una più sobria basata sulle espressioni (monologhi

muti di Balazs)= esempio è Teddy Bears del 1907, in cui si ha la storia di Teddy

Roosvelt che salva Riccioli d’oro quando viene scoperta dagli orsi, uccidendo

mamma e papà, e dando il piccolo alla bambina per creare una collezione di

orsacchiotti (moda); nella pellicola si ha sia la recitazione con pantomima

istrionica sia quella sobria, ma anche si combinano il montaggio con

successione di scene a loro stanti con quello del raccordo sul movimento nella

fuga, o sequenze con stop motion come quella in cui dal buco della serratura si

vedono gli orsi fare acrobazie

Il trust e gli impedimenti: nel 1907/9 si ha una restaurazione di Hollywood

 per mezzo delle battaglie legali tra le Mayor, Edison appunto combatte con le

piccole case cinematografiche rivendicando i diritti di paternità intellettuale sui

3 brevetti inventati (dichiarava che le imprese cinematografiche fossero basate

sulle sue invenzioni), portando il suo legale Deyer a diventare capo del settore

cinema della Edison: il suo principale rivale era la American Mutoscope and

Biograph, in cui il proiettore era stato creato da Dickson ex capo del settore

sviluppo cinema della Edison, che ne affermava la diversità da quelli

dell’azienda, avendo poi la proprietà intellettuale sul Latham Loop (inventato da

Latham: scaricava le tensioni sulla pellicola date dalla luce creando film più

lunghi)= nel 1908 la Biograph e la Edison crearono la Trust, Motion Picture

Parents Company, comprendendo anche la Eastman per la produzione di

pellicole vergini, dando agli esercenti che vi aderivano un’alta tecnologia ma

costi troppo alti da non dare introiti+ Edison creò i film senza darvi specificità,

vendendoli in un pacchetto unico; nel 1909 creò un accordo con la National

Board of Censorship, poi Board of Review per il giudizio delle sue pellicole e

farle rientrare nei gusti delle classi più intransigenti (privilegia il conformismo

all’innovazione) la Indipendent Motion Pictures, guidata da Laemmle si pose

insieme a registi indipendenti per far crollare la Trust, creando film con più

bobine che rispecchiavano il gusto delle classi medie presentando romanzi-film

epici italiani, sfruttando attori sconosciuti e rendendoli grandi, come Florence

Lawrence detta Biograph Girl (lanciata nel 1909) o Sara Bernhardt nel film su

Elisabetta I di Zukor, contro le star del varietà usate da Edison ma non

accreditate per non pagarle troppo= la Trust nel 1918 si sciolse dopo il distacco

della Eastman (gli indipendenti compravano dai Lumiere) nel 1911, lo scadere

del Latham Loop, il processo Kalem in cui la corte suprema condannò tal

società associata alla Trust per aver sfruttato opere di Broadway senza

autorizzazione, l’accaparramento delle migliori partnership dagli Indipendenti

nel 1913 e l’accusa di aver violato lo Sherman Antitrust act nel 1916

Il sistema degli studios

La nascita degli studios: Laemmle, Zukor, Fox si spostarono con l’84% delle

 case cinematografiche in California per sfruttarne l’illuminazione, il clima

positivo e il fatto che Los Ageles fosse una città senza sindacati (fino al 1921

con il Studio Basic Agreement dei tecnici cinematografici), lasciando New York

solo gli uffici di distribuzione: il consolidamento degli Studios avvenne negli anni

10-20 attraverso la collaborazione con distributori e sale cinematografiche; in

particolare il primo a creare una catena di distribuzione nazionale fu Hodkinson,

seguito dalla Paramount Pictures Company di Zukor e Lasky, che crearono un

modello di vendita di film non ancora prodotti, detto a pacchetto, che portava le

sale a programmare la programmazione annuale senza avere in mano nulla

(detto illegale dopo la II° guerra mondiale); infatti i film erano presentati prima

in grandi sale come il Strand Thaetre di Time Square, poi passavano nelle sale

medie ed infine a quelle di campagna dopo anni il campo di azione di

Hollywood si ampliò molto dopo la Grande Guerra poiché le manifatture Italiane

e Francesi, che avevano il primato in Europa, erano state chiamate in guerra e

quindi non avevano prodotto film per il dopoguerra essendo sostituite nella

produzione dai film hollywoodiani con alti tassi di importazione, per poi

acquisire, con la congiunzione di MGM e Paramount la massima casa di

produzione tedesca della UFA controllando il mercato in Germania: per

sostenere quest’espansione, sebbene vi si opposero subito la Gran Bretagna e

la Germania con stili che differivano dal cinema Classico Americano (come

l’impressionismo francese e l’espressionismo tedesco), nel 1918 il Congresso

varò il Webb-Pomerene Act che consentiva modalità di lavoro illegali

oltreoceano agli studios americani (prima si produceva tutto in USA e poi si

inviava una delle due copie a Londra per la distribuzione interazionale, che dal

1953 divenne maggiore di quella nazionale)

Nel 1922 gli studios diedero vita alla MPPDA Motion Pictures Producers

 Distribution of America, associandosi con il ministro delle poste Hays, che

sostenne la causa di Hollywood affermando come i film fossero veicolo di

cultura ed espressione dell’attività manifatturiera americana+ a Los Angeles la

produzione vedeva inizialmente un laboratorio dedicato ad ogni film (per ogni

settore), come lavorava Griffith alla Biograph per il produttore Bitzer, ma un

nuovo metodo nasce alla Inceville con Thomas Ince, che riusciva con un sistema

verticistico a controllare 5 set, grazie alla realizzazione di copioni con

descrizione di ogni inquadratura e piani dettagliati che convocavano gli attori

solo al bisogno, creando una perfetta sistematicità=inoltre si ha un forte

sviluppo femminile ad Hollywood, con grandi sceneggiatrici come Frances

Marion (2 oscar), Alice Guy-Blace che produsse più di 1000 film e fu la prima

donna a gestire uno studio cinematografico, la sceneggiatrice June Matis che

prima lavorò con la MGM e poi con la Famous Player di Lasky; infine si ha Doroty

Arzner che creò film con ruoli femminili forti come quelli di Katherine Hepburn e

Rosalind Russell

Lo star system : la maggior stabilità degli studios venne data dalle loro star,

 che portavano alla continuità tra le produzioni ed affascinavano il pubblico con

la loro vita privata, studiata dagli studios per creare un parallelo con il pubblico

di fans ed essere strutturata come una soap opera: infatti la MGM si fa

riconoscere per il glamour dei suoi attori, Paramount per sex symbol europei

come Marlene Dietrich, la Warner con film gangester possedendo lo zoccolo

duro del pubblico operaio (attraverso il controllo delle sale le case potevano

orientare i film in base ai cambiamenti del pubblico) ma anche film letterari di

Barrymore, musical di Busby Berkley della Grande depressione come Viva le

Donne!, Quarantaduesima strada, La danza delle luci= il primo Oscar venne

assegnato nel 1929 e considerava i film in base alla loro creatività e successo

commerciale (rilasciato dall’Accademy of Motion Picture Arts and Sciences)= se

gli attori erano stati scelti da Edison nel varietà e dagli indipendenti nel teatro

ora sono scelti con molte più pretese ed ancorati al loro ruolo come Charlie

Chaplin con il personaggio di Charlot (stesso costume-pathos-spirito di

resistenza), Humphrey Bogart con Bodgey e Katherine Hepburn sempre

interpretando se stessa l’immagine di Cary Grant (Archibald Leach) venne

sfruttata nelle sue notti d’amore e matrimoni vari, addirittura creando il nome

Carry and Ca (come per i Brangelina e TomKat) quando sposò l’erede di

Woolworth, sebbene nel suo primo film del 1932 la Venere Bionda con Marlene

Dietrich desse un immagine inquietante, in quelli di West di ingenuo e solo da

l’Orribile Verità del 1937 ebbe quella di uomo elegante/affidabile con vita

fortunata= la sua vita, essendo un eccezione con Fred Astaire, rispetto agli altri

artisti legati alle case cinematografiche per contratti di 5/7 e quindi sottoponibili

a tutti i ruoli ed a scambi con altre case (Gable dato alla Columbia dalla MGM

vince l’oscar con Accadde una notte), lavorò a Chacet scegliendo i propri ruoli

ed essendo oggetto di grandissime attenzioni per scatti rubati come quello in

cui nuota con il coinquilino Scott, simbolo del suo essere un playboy ma anche

forse della bisessualità, creando una sorta di Franchise come quello dei

personaggi Warner Bros e Disney

Con il crescere della fama e del potere degli Studios si ebbero fondazioni di

 nuove associazioni di produttori, come quella del 1919 di Charlie Chaplin (aveva

un proprio studio)-Mary Pickford-Griffith-Douglas Fairbanks che portò alla

creazione della United Artist, che lottò con Olivia Havilland per i diritti degli

attori: l’attrice infatti si ribellò rispetto al suo ruolo di bella ingenua e ne rifiutò

molti alla Warner che dopo il contratto di 7 anni le impose una mora di 6 mesi

per i rifiuti; sebbene ella vinse contro la mayor nel processo non ottenne lavori

per due anni

Il sistema dei Generi : portarono ordine nella produzione cinematografica e

 seguito nel pubblico poiché sapeva cosa aspettarsi da una pellicola, dato che

essi avevano portato ad una standardizzazione nella narrazione-personaggi-

formule, costruendo film con la stessa ambientazione-stile estetico-iconografia-

modelli narrativi (sebbene alcuni film abbiano tratti di più generi come

Frankenstein Junior del 1974); i western per esempio presentano sempre case

nella prateria e cowboy, gli horror zombie/vampiri e i noir femme fatale e

contrasti forti= nell’età classica degli studio anni 10-60 le Mayor si

caratterizzano scegliendo generi, come il gangster per la Warner e l’Horror per

la Universal (Frankenstein-Dracula nel 1931), ma anche per l’associazione di

attori ai generi, come avviene con il western per John Wayne-Roy Rogers, o per

Fred Astaire e Ginger Rogers con il musical; lo stesso avvenne per i produttori,

poiché Lewton curava il settore Horror della RKO e Diertele quello biografico

della Warner alla Freed Unit il produttore Arthur Freed portò ad una rivoluzione

del genere musicale convocando i massimi esperti nella composizione di

canzoni (Lorenz Hart/Adolph Green) e artisti eccellenti in canto e ballo come

Franck Sinatra, portando le canzoni nei musical ad essere plausibili nella vita

quotidiana e non inseriti senza raccordo con la vicenda (partenza con la colonna

sonora), ma presentando una continuazione dell’intreccio. Esemplare è

Incontriamoci a Saint Luis del 1944 di Vincent Minetti alla Fredd Unit, in cui si ha

la protagonista Judy Garland che canta di aver voluto passare un’ora di allegria

sul tram e di aver perso il suo cuore per un ragazzo; qui la canzone comincia

con la campanella del tram e binari che riprendono il ritmo del cuore

Nel film Barton Fink dei fratelli Coen del 1991 si presenta la storia di Hollywood

 attraverso l’assegnazione di un film su un wrestler (Wallance Berry che aveva

interpretato il campione nel 1933)ad un autore, il pubblico sa già come finirà il

film, ma apprezza gli eventi che precorrono il finale soddisfando le loro

aspettative; in L’uomo che uccise Liberty Valance del 1962 si hanno richiami

alla cultura americana degli anni 60, mostrando come ogni società si fondi sulla

violenza e concretizzando le tensioni della Guerra Fredda: infatti si ha la

contrapposizione del modello del rude contadino Doriphon (Wayne) con

l’acculturato avvocato Stoddard (Stewart), quando nello scontro finale con il

cattivo Valence egli viene ucciso da un colpo di pistola, pensando sia di

Stoddard per legittima difesa gli si dà un posto nel senato della città, anche su

un flashback mostra come sia di Doriphon, accreditando la teoria della

violenza= infatti si è nel genere del western che codificando paure ed ansie,

come tutti i generi, si evolve in modo ciclico, presentando dagli anni 90 eroi di

colore la Leggenda di Jessie Lee (93), o donne, The balland of Little Jo (93), o

omosessuali, i Segreti di Brokeback mountain (2005), mostrando nuove frontiere

della società americana

Il sonoro e il codice di produzione

Il sonoro e le sfide della nuova tecnologia : nonostante gli sforzi per la

 stabilizzazione il cambiamento fu un tratto caratteristico per Hollywood, come

mostra l’inserzione del sonoro, dettando un cambiamento estetico-tecnico-

culturale: venne adottato inizialmente dalle due minori Maior della Fox e

Warner, che assunsero però modelli diversi; infatti il sonoro non aveva preso

piede con il primo modello di Edison e con il modello del Phonofilm di Lee de

Foster (radiotecnico) che negli anni 20 aveva creato questo prototipo, in cui le

onde sonore erano trasformate in onde luminose ed inserite affianco alle

immagini, presentato al Rivoli Theatre di New York che non ottenne successo e

fallì per le controversie sulla proprietà intellettuale: la Fox invece aveva

comprato brevetti tedeschi dando vita al Movietone, che registrava il suono su

pellicola, mentre la Warner, in associazione con la Western Elettric e con la

banca Goldman Sachs diede vita al Vitaphone che registrava su un disco

sincronizzato alla pellicola= nel 1926 presero vita i corti della Warner per

intervallare i cortometraggi, tra cui esemplare del 26 è Don Giovanni e Lucrezia

Borgia in cui venne usata la registrazione della partitura dalla New York

Philarmonich e si aveva la voce di Hays ad introdurre il miracolo del sonoro+

nello stesso anno la Fox si specializzò nell’accompagnamento con Voice Over

dei cinegiornali oppure con il corto di Bernard Shaw che tiene un monologo

improvvisato di fronte alla telecamera, in cui l’illusione del reale è eliminata solo

dalla “buonanotte” (le rappresentazioni erano anche al pomeriggio) la

sincronizzazione delle colonne sonore porta il cinema a non essere più un

fenomeno locale, dato che non erano più gli esercenti a sceglierle ma erano

determinate dai produttori, ma portò anche indietro il cinema, poiché gli attori

dovevano registrare in sale insonorizzate vicino ai microfoni scene molto lunghe

per evitare stacchi di suono (solo con l’invenzione del regista Mamoulian in

Applause del 1929 di camere insonorizzate su carrelli si ebbe una maggior

movimentazione), in cui parodia è data da Cantando sotto la pioggia del 1952+

inoltre i film divennero solo nazionali, poiché dal formato del muto che poteva

essere portato in ogni nazione ora nei film bisognava considerare la

discriminante della lingua, evitando l’iniziale e dispendiosa soluzione del

recitare la scena sempre con attori diversi delle varie nazionalità, portando a

sistemi di doppiaggio e sottotitoli; ma nonostante tali limitazione il sonoro prese

piede perfettamente a Los Angeles negli anni 20/30, sebbene per la dotazione

le Maior come la MGM si indebitarono con Wall Strett durante la Grande

Depressione

Uno dei primi classici in Movietone fu il film Aurora del 1927, realizzato dal

 regista espressionista Murnau con gli attori O’Brein e Gaynor: racconta la storia

di una coppia in crisi in cui il marito cerca di uccidere la moglie su consiglio

dell’amante, solo che usciti in barca sento il suono delle campane che li

richiama ai loro voti, poi il tema della colonna sonora e della campagna

mostrando un momento idilliaco di riavvicinamento (subito rotto dal suono di

corni che riporta alla realtà), mostrando l’importanza del suono nelle pellicole; il

film non ebbe successo poiché era accompagnato da un corto con il coro del

Vaticano e un discorso di Mussolini= primo vero film detto “sonoro” è The Jazz

Singer del 1927 della Warner in Vitaphone, che presenta l’accostamento del

muto con il sonoro nella parti cantate suonate, per raccontare la storia di un

giovane cantate ebreo che non sceglie la carriera nella sinagoga come

vorrebbero i suoi genitori ma quella da cantante Jazz (storia dell’attore bianco

truccato da negro ormai in declino), realizzato in 15 bobine per la massima

sincronizzazione di scene e suono= 8 mesi prima della sua uscita le Maior aveva

preso un accordo scegliendo il modello della Wester Elettric per non mettere in

crisi le sale nella scelta del sistema di dotazione ma anche per non creare

disparità nella produzione

Codice di produzione : il sonoro giunse in un periodo difficile per gli Usa, data

 la nascita di comunismo e fascismo e l’opposizione sempre più forte della chiesa

al cinema, visto come modello di violenza: infatti furono sconvolgenti per

l’epoca il matrimonio, appena dopo il divorzio, di Mary Pickford con Douglas

Fairbancks, la morte per overdose di morfina di Wallace Reid, la morte di

Virginia Rappe e il processo in cui venne coinvolto l’attore comico Fatty

Arbuckle= Hollywood non era infatti sottoposta alla censura statale poiché si

era data un proprio codice per fare arrivare al meglio i messaggi al pubblico,

detto Production Code, inventato dalla Trust; il caso della Sentenza Mutual portò

però ad una riflessione sull’argomento, poiché quando la Mutual nel 1915 fece

ricorso alla commissione statale per la Censura in Ohio, poi giungendo alla

Corte Suprema, venne condannata poiché le case cinematografiche non erano

soggette al primo emendamento che dava libertà di espressione (fino al 1950),

quindi dovevano sottostare alla censuare per non rappresentare il male+

durante la I° guerra Mondiale il presidente Creel ottenne l’uso del cinema al fine

delle operazioni militari: nel 1917 venne promulgato però l’Espionage Act che

vietava ai media di interferire con le operazioni, nel 1918 il Trading With Enemy

Act imponeva la sorveglianza dei prodotti di importazione e nello stesso anno il

Sediction Act si vietava ogni forma di dichiarazione contro il governo ( per la

rappresentazione delle barbarità fatte dai britannici nella colonizzazione

americana un regista venne condannato a 3 anni per aver minato alle alleanze

belliche) per soddisfare le richieste della chiesa si ha la nomina di un

commissario per la pulizia del sistema cinematografico (come dopo lo scandalo

della Major League Baseball): venne scelto il presbiteriano repubblicano Hays

che creò una bozza del codice nel 1924 per la strutturazione di film di successo,

che era a favore delle Maior poiché portava all’accettazione dei film all’estero e

all’interpretazione con significati complessi dal pubblico colto e semplici da un

pubblico meno colto ( la parola Lousy “pieno di” in Inghilterra voleva dire

pidocchio e venne eliminata) creando un linguaggio polivalente per la

fotografia-recitazione-dialogo, ma anche con restrizioni volute dalla chiesa

cattolica e protestante: infatti si stabilì che la violenza nei film aveva lo scopo di

essere sempre punita, e se rappresentata in modo forte andava combinata ad

un rafforzamento della polizia

I film dell’epoca infatti non avrebbero dovuto presentare violenza, esaltazione

 del sesso (cancan) o di estremismi politici, rispettando l’obbligo morale nei

confronti dello spettatore: per i primi 3 anni, ovvero dal 1927 al 30 non entrò in

vigore, portando alla creazione di film come quello di West, Gabriel over the

White House, 1933 che presenta un programma con la congiunzione di nazismo-

socialismo, simile a quello di Roosevelt; il presidente della MGM non vietò il film

di Granger-Hearts ma lo distribuì dopo l’insediamento

Per adattarsi al clima moralizzatore venne creata un’intesa con la SRC Studio

 Relation Comitee con a capo Joy, che con la MPPDA di Hays portava a ridurre la

violenza-sesso o a punirli: un film che venne paradossalmente accettato

sebbene sovraccarico di violenza fu Scarface del 1932 di Hawks prodotto

dall’eccentrico Hughes (sfidò il codice Hays), che venne presentato ad Hays

come condanna alla violenza stessa per la sua eccessiva rappresentazione;

inoltre nella storia del ganster Al Pacino, interpretato da Muni, si hanno finali

alternativi che al posto di vederlo scappare lo presentano giustiziato o chiedere

pietà: la salvezza del film è però data dal cambiamento del suo titolo in

Scraface-La Vergogna di una nazione, e dalla cornice in cui si presenta nei titoli

di testa la violenza come la vergogna d’America nel 1933 si ha un nuovo picco

di critiche poste dai cattolici sotto l’etichetta collettiva Payne fund Studies, che

mostravano, come il testo Our Movie made children 1935, come i film

portassero con la rappresentazione della violenza alla sua creazione: venne

sciolta quindi la SRC e fondata la PCA Production Code Administration, sotto la

guida dell’antisemita-anticomunista Breen, che esercitò in modo severo il suo

compito: Hollywood infatti divideva il suo pubblico in base all’interpretazione di

messaggi, che potevano alludere o meno nell’interpretazione a doppi sensi,

come nel caso di una scena in cui due figure si baciano davanti ad un camino e

poi si indugia su di esso (la situazione si sta scaldando)= esempio del pesante

intervento di Joy è in Venere Bionda del 1932 di Joseph von Sternberg, in cui la

donna che si prostituiva per pagare le medicine al marito viene resa con solo

lievi allusioni sessuali, come il fatto che non riuscendo a pagare il conto in un

ristorante il ristoratore le chieda di lavare i piatti (allusione sessuale) al posto di

chiederle del sesso+ la battuta improvvisata, e considerata innocua di Cary

Grant in Susanna! Della RKO del 1938, quando compare con una vestaglia da

donna, dicendo “i went gay all of a sudden” venne interpretata come “essere

pazzo” al posto di come oggi verrebbe vista, ovvero una dichiarazione di

omosessualità: il codice sebbene le severe autoregolamentazioni porta ad una

standardizzazione nel cinema e una riduzione dei rischi di censura federale,

creando un modo per far accettare la violenza e il sesso senza che diventino

tabù

Hollywood va alla guerra

Sebbene il presidente Roosevelt avesse una politica contro la guerra fu

 chiamato a prenderne parte nel 1941 dopo l’attacco dei giapponesi a Pearl

Harbour: in particolare chiese alle Maior di finanziare la guerra attraverso la

creazione di pellicole per le truppe e devolvendo i loro incassi in titoli di guerra,

portando quindi 1/3 della produzione di Hollywood ad essere dedicata a ciò e la

fondazione del Bureau of Motion Pictures; infatti egli aveva un grande interesse

per il cinema sin da quando era stato governatore di New York, portando alla

creazione di film per la promozione del New Deal come The plow that break the

plains del 1936 e The River del 1938: la sua amministrazione fondò la Works

progress amministration, assumendo gradi registi come Welles o attori e

scrittori come Nicholas Ray e Sidney Lumet+ una volta diventato presidente

cominciò ad organizzare delle proiezioni per la sua famiglia (il figlio tentò di

essere produttore prima che senatore), invitando grandi attori alla Casa Bianca

e facendo suo addetto stampa Stephen Early, rappresentate a Washington per i

cinegiornali della Paramount= l’ingresso in guerra portò molti uomini di destra e

repubblicani come i Fratelli Warner a sostenere la politica di Roosevelt, creando

soluzioni innovative contro il fascismo-nazismo-comunismo, come i discorsi di

Charlie Chaplin e le insinuazioni in Citizen Kane del 1941 di Welles+ nel 1936

fondata la Lega anti-nazista come branca del partito Comunista Statunitense, in

cui si avevano Stewart, attori come Cagney, registi come Ford, Breen, Dorothy

Parker, ma anche Laemmle e Warner, che sostenevano i sindacati, la parità

raziale, i lealisti in Spagna, e si dissero indignati per l’arrivo di Vittorio Mussoli a

parlare con il co-produttore sul suo film Roach e della regista nazista Reifesthal

per chiedere a Walt Disney di creare Olympia (1938) per aprire le olimpiadi del

1936: la lega venne detta di Azione Democratica dopo il patto tra Stalin e Hitler

avendo vita breve ma gettando Hollywood nella politica

La Warner Bros in Guerra : contro il fascismo si hanno i discorsi di Cagney-

 Crawford-Davis-Hope e Shirley Temple addirittura si impegnarono con la Ufo per

esibirsi davanti ai soldati, mentre Raegan e Gable si arruolarono e Capra-Ford-

Wyler lo fecero per girare dei documentari di guerra; in particolare i fratelli

Warner crearono nella loro Maior la più patriottica grazie ai fondi destinati alla

guerra da ogni dipendente e alla rottura con la Germania dal 1933; inoltre

scelsero nei cortometraggi prima dei film di presentare messaggi politici e la

lode dell’America, come mostra il film del 1937 Emile Zolà in cui si mostra il

presente nel fatto che l’autore fosse contro i pregiudizi raziali+ fondamentale fu

Confessioni di una spia nazista, ovvero il primo film politico, realizzato da Litvak

nel 1939, in cui si ha la rappresentazione di Bogart e Cagney come soldati e non

come gangster, portando all’immagine della giustizia in questo poliziesco con

finale da film giudiziario in cui si punisce la spia Edward Robinson= la PCA

venne messa in subbuglio dalla guerra per la chiusura dei rapporti con le

Potenze dell’Asse e quindi la ristrettezza dei commerci cinematografici; il film

però portò a molti disagi poiché l’inviato in Germania Gyssling affermò che non

poteva esservi rappresentato, sebbene Breen lo avesse accettato credendo che

rappresentasse la politica del paese: in America il film ebbe molto successo

portando al premio della National Board of Rewiev e alla nascita di molti film

simili come Il Grande Dittatore di Chaplin (United Artist 1940), Bufera mortale

(MGM Bozage 1940), Hitler’s Chidren di Dmytryk (RKO 1943)e Prigioniero del

terrore di Lang (1944 Paramount) la Warner creò il film Ribalta di Gloria nel

1942 con l’intento di celebrare, nella narrazione della vita fatta dall’attore di

Broadway George Cohan a Roosevelt (con la telecamera sulla spalla, creando un

paragone Presidente-Warner/ spettatore-USA), la bandiera americana, che

compare più volte sullo schermo; per il titolo Yankee Doodle Dandy, che venne

parodiata in seguito da Bugs Bunny in Yankee Doodle Bugs in cui fa prendere un

cattivo voto al nipote Clyde nella verifica di storia poiché gli spiega che la

colonizzazione americana venne fatta grazie ai conigli, mostrando il lato

negativo della propaganda di cui era accusato il film; nonostante ciò il

protagonista Cagney vinse l’oscar e venne iscritto nell’elenco dei 100 migliori

attori dall’American Film Institute

Con il protrarsi della guerra la Warner cominciò a creare film su scontri specifici,

 in cui privilegiava la fantasia al reale, come mostra il fatto che venne criticato

dal governo Britannico Operazione Burma! In cui si aveva un’eccessiva presenza

di americani rispetto al vero (nel genere Combat in ottica democratica si

dovevano avere soldati di ogni etnia)= per le commissioni governative venne

creato il Research Council dell’Academy of Motion Pictures arts and sciences,

per dare le commissioni governative a produttori indipendenti come Walter

Warner, cui commissionò Private Snafu (situation normal, all fucked up), ovvero

un cartone animato del 1943/5 per le truppe in cui si presentava un personaggio

amabile e pasticcione per far passare messaggi (si dimenticava le pillole per la

malaria, rivelava informazioni ai fascisti facendo ridere), realizzato dal creatore

dei Looney Tunes Chuck Jones con il doppiatore di Bugs Bunny Mel Blank e

Gesiel come sceneggiatore; o anche Walt Disney: vennero creati molti

cortometraggi come You, John Jones in cui Cagney interpreta padri di russi-greci-

cinesi, ovvero le potenze bombardate dall’Asse, in Authobiography of a Jeep si

ha una jeep antropomorfa che per il suo coraggio incontra figure famose con

la rottura del patto di non belligeranza con la Russia da Hitler si ha la creazione

del film Mission To Moscov da Warner con Curtiz come regista; il film nel 1943

non ebbe molto successo ma portò alla creazione di un ciclo di film russi come

Fuoco a Oriente 1943 RKO, Three Russian Girl United Artists 1943, Song of

Russia 1944 MGM, The Boy from Stalingrad 1940 Columbia: infatti il film

presenta l’ambasciatore Davis che si rega prima in Germania e poi in Russia

girando fabbriche e incontrando uomini politici, il suo racconto al presidente

(espediente della spalla) porta alla rappresentazione, tramite l’opinione

dell’ambasciatore che si dice un uomo del midwest educato alla pubblic school,

di come americani e russi siano simili alludendo ad un’alleanza tra USA-URSS,

mostrando un rimando alla cultura Europee ma anche al pubblico per cosa si

stava combattendo

Le agenzie governative : la PCA venne surclassata dall’Ufficio di Censura e

 Ufficio delle informazioni di guerra OWI, che portò a controllare la produzione

per dare una giusta immagine dell’America e della sua grandezza, eliminando il

film Arrivo John Doe del 1941 in cui si presentano gli americani vittime della

manipolazione criptofascista, e dando una corretta relazione con gli alleati,

eliminando il film Fu manchu Strikes Back per i pregiudizi contro i cinesi+ inoltre

la OWI controllava i media tramite una sezione in legame con il Bureau of

Motion Pictures, leggendo i copioni e discutendo con i registi, creando da parte

del Bureau anche un cinegiornale di formazione e un manuale governativo per

l’industria del cinema nel 1943 ( con elementi già nel codice Hays)= molto

apprezzata dall’OWI e dal Bureau fu la lode dell’America fatta in Casablanca del

1942 di Curtiz, in cui si ha la rappresentazione di Bogart in Rick, americano

espatriato che apre un caffè per accogliere tutti coloro che cercano di entrare in

America, mostrando con la sua gentilezza e la visione dell’America come

paradiso la grandezza della nazione, che viene ribadita dal fatto che sebbene lui

non voglia schierarsi in guerra prenda le parti dei deboli e verso la democrazia

mondiale opponendosi ai nazisti in Francia e Spagna, sacrificando i propri

sentimenti (per la moglie Ilse del francese Laszlo) per mettere davanti il

conflitto in America Latina i compiti di sorveglianza della produzione e

distribuzione erano fatti dall’Agenzia degli affari interamericani di Rockfeller,

che aveva un potere politico-sociale-culturale monitorando ogni produzione: il

suo intervento maggiore fu in favore di Walt Disney, che non riusciva a sanare

una rivolta dei suoi impiegati, che venne sanata tramite il tour diplomatico

organizzatogli in America Latina (invitò Welles in Brasile con il progetto del 1993

it’s all true), creando nel 1942 Saludos Amigos, e i Tre Caballeros del 1944=

queste agenzie furono sciolte nel 1943 poiché si credeva che Rockfeller facesse

propaganda della sua figura, destinando tuti i fondi delle destituite OWI bureau

of Motion Pictures agli uffici oltre oceano per combattere la propaganda nemica,

dato che nel 1948 venne vietata anche dagli Usa verso i loro cittadini con il

Smith-Mund act

La Black list e la Guerra Fredda

Hollywood e la commissione per le attività americane: l’incursione di

 Hollywood nella politica portò a grandi conseguenze nel dopoguerra, dato che la

componente più conservatrice accusava le Maior come la Warner di essere state

a favore della guerra e di aver portato all’ingresso in essa : la Commissione per

le attività anti-americane HUAC divenne una commissione congressuale

permanente dopo la guerra e cominciò la sua indagine nel mondo dello

spettacolo di contaminazioni filo comuniste, mettendo in scena nelle sue

udienze degli spettacoli di odio contro il comunismo e Hollywood, dimostrandosi

esponente della politica del Maccartismo: la commissione portò alla fine di una

generazione di carriere ma anche alla costruzione di quelle di Nixon e Raegan;

in particolare le indagini cominciarono da Mission to Moscow, ma non ebbero

solidi elementi per condannarlo, così il primo ad essere interrogato fu il capo

della MPPDA che divenne MPAA (Associazione americana del cinema) Johnson,

che dichiarò come probabilmente ad Hollywood vi fossero dei comunisti ma che

per il primo Emendamento avevano il diritto di esprimersi, a patto che non

propugnassero la distruzione del governo USA+ la commissione continuò a

cercare testimoni ed al suo fianco si formò l’Alleanza cinematografica per la

salvaguardia degli ideali americani, di carattere anticomunista e con membri

come Gable-Ginger Rogers- DeMille-Wayne: unica testimone di messaggi

filocomunisti fu l’attrice Ayn Rand, nata in Russia come Alisa Zinov’eva

Rozenbaum, che raccontò come il messaggio fosse insito nel fatto che in Song

of Russia vi fossero dei sovietici felici, quando nessuno in Russia poteva

sorridere (le venne detto di non parlare de I migliori anni della nostra vita di

Wiler poiché troppo famoso); ella così ottenne notorietà e nell’articolo nella

sezione arte del Times, un pamphlet intitolato Screen Guide of Americans, si

mostra come la salvaguardia degli americani sia il primo interesse dell’Alleanza

cinematografica per iniziare l’indagine nel mondo cinematografico furono

fondamentali le testimonianze di grandi personaggi, tra cui primo Jack Warner

che venne interrogato più volte su Mission to Moscow e si giustificò affermando


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

20

PESO

53.81 KB

AUTORE

Melissa.

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dei beni culturali
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Melissa. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia e critica del cinema e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Subini Tomaso.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia e critica del cinema

Riassunto esame Storia e Critica del Cinema, prof. Subini, libro consigliato Ombre Passeggere: Cinema e Storia, Sorlin
Appunto
Riassunto esame Storia e Critica del Cinema, prof. De Berti, libro consigliato La Nuova Hollywood, di King
Appunto
Riassunto esame Storia e critica del cinema, prof. Subini, libro consigliato Introduzione alla storia del cinema, Bertetto
Appunto
Riassunto esame Storia e critica del cinema, prof. De Berti, libro consigliato Introduzione al linguaggio del film, Cardone
Appunto