Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

arrivati al monoteismo grazie alla ragione (Dio si raggiunge con la

razionalità)

o Wilhelm Schmidt (1868-1954) (prete cattolico) vuole dimostrare che Lang

ha ragione per tutti i casi, e non solo per quello dell’Australia: propone la

Teoria del monoteismo primordiale. Si richiama alla scuola storico-

culturale: non tutti i primitivi sono allo stesso livello: gli australiani sono

meno primitivi, i pigmei di più. I primitivi sono monoteisti perché hanno

ragione + rivelazione di dio

devoluzione

C’è stata da monoteismo a politeismo. Quest’idea piace molto alla

chiesa cattolica: idea che il peccato originale abbia cancellato la memoria

religiosa dell’uomo

Schmidt è stato molto criticato:

Da sociologi francesi: definire dio eterno e onnisciente è

 etnocentrico. Schmidt trova questo monoteismo perché lo cerca e lo

costruisce

Raffaele Pettazzoni: ha 2 considerazioni:

 essere supremo

Schmidt ha trovato un e non un dio:

 esistono 3 categorie di esseri supremi: Signore degli animali

Le società di cacciatori hanno un

 Madre Terra

Le società di coltivatori hanno una

 Dio celeste

Le società di pescatori e allevatori hanno

 della pioggia (ebrei si sono sviluppati da quest’idea)

Monoteismo non è primitivo, ma nasce da politeismo non per

 Evoluzione Rivoluzione

ma per (occorre un personaggio che

la imponga)

Ebrei: Mosè

 Cristiani: Gesù e Apostolo Paolo

 Islamici: Muhammad

Teoria funzionalista

- Sopravvivenza: di Bronislav Malinovski. Ogni cosa che esiste

è li per soddisfare un bisogno -> tutto serve a qualcosa.

o Bisogni dell’uomo -> bisogno basilari (mangiare, dormire). S risponde

tramite la cultura: si coltiva, si costruisce una capanna etc.

o Bisogni imperativi derivati -> bisogni delle strutture create dall’uomo.

L’uomo risponde con economia, politica etc.

o Bisogni imperativi integrati -> a cui l’uomo risponde con l’arte

All’interno della società ogni cosa ha un suo ruolo -> crisi di antropologia

evoluzionista: il concetto di sopravvivenza di Tylor (il coccige che noi

portiamo è residuo della coda). Per Malinovski è più come si avessimo un

armadio ma non vogliamo buttarlo e lo mettiamo in soffitta: a qualcosa

prima o poi ci servirà, altrimenti l’avremmo buttato.

Monoteismo

Culto di dio si dice adorazione

Culto di santi si dice venerazione

Enoteismo è una forma di preferenza di un dio nei confronti di una serie di dei. Per alcuni è la via

di mezzo tra politeismo e monoteismo (ora non viene accettata perché idea troppo evoluzionista)

2 tipi di monoteismo:

- Esclusivista: esclude tutti gli altri dei

- Inclusivista: accetta più dei, è un’entità che si manifesta in più forme

Il monoteismo vero e proprio è quello esclusivista

Origini del monoteismo ebraico

- Ab extra (origine fuori dal mondo ebraico) 2 ipotesi:

o In Egitto da Amenofi III detto Akhenaton che promuove il culto del dio

Aton, però perseguita gli altri dei (soprattutto Amon, visto che i suoi

sacerdoti avevano un grande peso politico). Ciò avrebbe influito sugli

ebrei che in quel periodo erano schiavi degli egizi (questo passaggio

sarebbe avvenuto grazie a Mosè. Il più grande sostenitore di questa tesi è

stato Freud, successivamente è tornato di moda con Assman che ha

paragonato Akhenaton e Mosè: Akhenaton è uomo di storia e non di

memoria, Mosè è un uomo di memoria e non di storia) Successivamente

Tutankamon ha restaurato gli antichi credi.

o Zoroastrismo:

Da religione che si sviluppa in antica Persia.

Avesta.

Il libro sacro si chiama

È un culto molto antico (tra 19° e 9° sec AC) e sarebbe nato da

Zarathustra

C’è una divinità somma Ahura Mazda da cui derivano 2 principi: bene e

male

(due principi eticamente definiti, normalmente le religioni antiche si

basano o su bene e male o su puro e impuro). Questi due principi sono in

lotta e Ahura per porre fine crea il mondo. Alla fine del mondo ci sarà lotta

finale tra tre arcangeli e 3 archidemoni. Vinceranno gli arcangelie tutti gli

uomini risorgeranno e godranno del paradiso.

Sia materia che spirito possono essere positivi

Ha tratti simili ad ebraismo ma:

È difficilmente databile -> ebraismo potrebbe aver influenzato

 Zoroastrismo e non viceversa

Zoroastrismo è dualista e non monoteista

- Ab intra (origine interna alla palestina)

o In Palestina antica c’era politeismo. Ad un certo punto un dio prevale sugli

(Enoteismo)

altri e esclude gli altri. Questa operazione è politica ->

conviene associare tutto lo stato ad una sola divinità e ad una sola legge

(Deuteronomio) una persecuzione delle altre divinità sarebbe avvenuta tra

640 e 609 AC.

Dualismo

Diviso in 2 categorie da Ugo Bianchi:

- Dualismo radicale due principi che si combattono:

Manicheismo (da Mani 3° sec DC) -> luce vs oscurità (luce spirito male materia).

Obiettivo degli uomini è far emergere il loro lato buono. Finché non si elimina

totalmente il lato negativo ci si reincarna. Per eliminare il lato negativo ci sono

molte pratiche (bisogna evitare nuove commistioni tra spirito e materia -> si

evita il sesso).

Mani è stato prima favorito dal potere politico, poi no perché usciva dall’entità

nazionale, è una religione universalistica e aspira a convertire tutti gli uomini

- Dualismo mitigato varie contrapposizioni

Dualismo dialettico vs Dualismo escatologico

Dualismo procosmico vs Dualismo anticosmico

o Dualismo dialettico -> lotta tra bene e male eterna.

Orfismo ha parte dionisiaca e titanica, ma non ci si può staccare dalla

parte titanica

o Ta eschata

Dualismo escatologico -> (dal greco ‘le cose ultime’) -> ciò che

succede alla fine dei tempi

Mazdeismo crede che tutto torni in mano alla divinità

o Dualismo procosmico -> valore positivo di materia

Zoroastrismo pensa che materia sia positiva

o Dualismo anticosmico -> visione negativa della materia

Manicheismo crede che la materia sia il male

Si chiede poi:

Unde Malum? (da dove viene il male)

- Peccato originale -> creazione di mondo buono con peccato fatto da un uomo

- Colpa antecedente -> male che precede la creazione del mondo

Gnosticismi

Gli (si sviluppano ad inizio di età cristiana): Gnosticismo Valentiniano

Pleroma

-> crede in una sfera divina perfetta chiamata con all’interno tutti gli

Eoni (eon=essere), delle divinità in equilibrio. Gli eoni non sono tutti uguali tra

loro, ci sono gerarchie e generazioni: più si è giovani meno si vale.

Sofia (eone) decide di rompere la gerarchia per andare a vedere l’eone iniziale

-> rottura nel pleroma -> espulsione di Sofia.

Da Sofia nasce la terra -> lei è intrappolata nella materia. Gli uomini devono

liberare le scintille di Sofia incastrate -> bisogna liberare il divino all’interno di

ognuno di noi.

Qui si innestano molte visioni cristiane:

un dio che non sa che dietro di lui c’è il Pleroma

cristo che insegna come liberare la propria scintilla

New Age dice che dentro l’uomo c’è una parte di divino da liberare

Bianchi divide in 2 categorie:

o Gnosticismo (tutti i credi identificati nel tempo)

o Gnosi (tutti quelli che credono in qualcosa di simile senza riconoscersi in

un credo)

Sociologia religiosa

Si sviluppa in due aree:

- Francia ->

Auguste Comte

o (1798-1857) (fiducia cieca nella scienza) causa della

Positivisimo

diffusione del

Per Comte le civiltà attraversano 3 stadi di sviluppo:

Stadio teologico -> risposte alle domande degli uomini arrivano con

 le divinità

Stadio metafisico -> risposte alle domande dell’uomo arrivano con

 princip astratti che vanno al di là del fisico

Stadio positivo -> risposte alle domande degli uomini arrivano con

 la scienza

-> tutto è spiegabile con la ragione, ma la scienza deve non solo

spiegare la natura (zoologia e botanica), ma deve anche spiegare i

comportamenti umani. Da ora vale la pena studiare tutto sugli

uomini, anche studi parapsichici (fantasmi e sedute spiritiche)

Emile Durkheim le forme elementari della vita

(1858-1917) scrive

o religiosa -> vuole cercare la forma da cui derivano tutte le religioni

Ipotesi -> uomo primitivo senza società porta gli individui ad avere

 ognuno i propri desideri e cercare di realizzarli andando in conflitto

con gli altri, questa è una situazione intollerabile (stato di natura di

entità

Hobbes), bisogna cedere parte dei propri desideri ad un’

straordinaria ossia la società, questa cosa è sacra -> società legata

al sacro

Definizione di religione -> viene spesso definita ‘rapporto tra uomini

 e dio’.

Per Durkheim questa definizione non basta, non parla di religioni

senza divinità come il Buddismo (esistenza di dei non è

fondamentale, bisogna salvare la propria anima dall’infelicità.

Siamo infelici per colpa dei nostri desideri, bisogna rinunciarci e

rinunciare al proprio IO).

‘La religione è un sistema di credenze e di pratiche relative a

cose sacre, separate dal mondo degli uomini, proibite, ma nello

stesso tempo credenze e pratiche che uniscono in una stessa

comunità morale chiamata chiesa coloro che vi aderiscono’

Positivismo

La religione ha a che fare con il sacro -> preso da

 -> la società deve essere cementata da qualcosa di

dell’Amore

spirituale. Il principio è quello che unisce tutti gli

uomini. Quando si parlava di amore ci si riferiva però alla

religione cristiana e all’amore di Cristo. Allora Durkheim usa il

Sacro

termine per intendere una religione comune a tutti

Sacro separato dal profano ->

 sacer

Sacro deriva da (qualcosa di donato alla divinità

 o omicida che è intoccabile)

pro fanum

Profano deriva da (fuori dal recinto sacro)

Uniscono in una stessa comunità morale -> intorno al sacro si

 unifica la comunità -> ha valore sociale -> religione è una

serie di simboli che costituiscono coesione

Forma di religione originaria ->

 Totenismo -> fattore di unificazione sociale, unione di clan

 famigliare

Mana -> energia diffusa che si manifesta nella società

 Tabù -> una volta costruita la potenza sociale va difesa e

 diventa intoccabile

Lucien Lèvy-Bruhl

o La mentalità primitiva

(1857-1939) scrive nel quale

sostiene due forme di pensiero:

 Pensiero logico

 Pensiero prelogico

 principio di identità:

Non accetta A=A

 principio di non contraddizione:

Non accetta A=/ da non A

 principio di causa-effetto

Non accetta

 principio di partecipazione mistica:

Funziona secondo tutte le

cose sono legate tramite un principio di simpatia -> universo

legato da fili, mistico nel senso di misterioso

Mentalità prelogica è inferiore a quella logica -> viene accusato

come razzista

 Pensiero a fine vita -> vengono pubblicati appunti post mortem in

cui dice che pensiero logico e prelogico non sono distinti, ma

presenti in ciascuno di noi: secondo alcuni psicologi il sogno segue

il pensiero prelogico.

Marcel Mauss

o (1872-1950) non ha teoria molto separata da Durkheim,

discute 2 principi:

 Primato del collettivo -> i fatti religiosi si spiegano dal valore

sociale

 Idea dell’identità tra sacro e società

 Tema del sacrificio Saggio sul sacrificio

scrive insieme a Henry Hubert

Fanno teorie sul sacrificio: tutti gli altri storici cercano origine

 del sacrificio

Non cercano l’origine ma la struttura. (visione da genetica a

 strutturale (innovativa idea per quel tempo))

Prendono sacrificio indiano e ebraico e li paragonano:

 partono dai termini

Sacrificatore -> colui che compie il sacrificio

 (sacerdote)

Sacrificante -> colui che chiede il sacrificio e dona la

 vittima

Oggetto di sacrificio -> il motivo del sacrificio, la

 richiesta

Vittima -> bene distrutto dal sacrificio

Non si può entrare nell’ambiente sacro senza dei mediatori: il

 sacrificio serve per entrare nel mondo del sacro (come se il

sacro fosse una corrente non toccabile, allora si usa una

vittima come ‘guanto’)

Sacrificio come rito

Storia del sacrificio sacrificium = sacrum facere

- Mondo romano -> (rendere sacro). Il sacro esce

dalla sfera ordinaria, è una distruzione per le divinità

- Mondo cristiano -> unione modello romano ed ebraico (olocausto). Gesù si

sacrifica per l’umanità, durante la messa si ricorda questo sacrificio

- Mondo del XVII sec -> sacrificio non solo più religioso (sacrificio per la patria)

- Mondo del XX sec -> sacrifico con niente in cambio (condurre vita di sacrifici)

Cos’è il sacrificio sacrificio di scambio

- Tylor ->

nell’animismo, sacrificio è scambio ed è un dono interessato agli spiriti (do ut

des)

si trasforma in omaggio

si trasforma in abnegazione senza ottenere qualcosa in cambio

Viene criticata visione do ut des perché perché gli dei non hanno bisogno

 degli uomini in quanto molto potenti

Sacrificio comunione

- Robertson Smith -> sacrificio con successivo pasto

sacrificale da coesione al gruppo

Sacrificio di ringraziamento

- Schmidt -> si rinuncia alle primizie (primi pezzi del

raccolto) per ringraziare dio di qualcosa di già ottenuto. Non è d’accordo sul do

ut des, il sacrificio è un modo di ringraziare dio per qualcosa di già ottenuto

Riconoscenza del valore del sacro

- Durkheim: -> ringraziamento (cerca origine e

non la struttura)

Tema del dono

 Saggio sul dono Teoria del fenomeno

Scrive nel 1924 [si è innovato con

sociale totale -> fenomeno dove sono incluse tutte le dimensioni

sociali: morali, estetiche, religiose, giuridiche etc.]

Concetto di scambio -> la società ha attraversato 3 fasi di

 scambio:

Baratto

 Vendita in contanti

 Vendita moderna

Aggiunge che prima del baratto c’era il dono -> 2 forme

 Kula

 -> (Melanesia isole Trobiand) scambio doppio:

braccialetti di conchiglie vengono donati da ovest a est

di arcipelago e collane di madreperla da est a ovest.

Questi oggetti non si possono tenere ma solo donare

(ogni oggetto donato porta un pezzo dell’anima del

Hau

donatore -> concetto di maori -> oggetto non

appartiene completamente a chi lo riceve che deve

(hau

donarlo legato a mana) -> contatti tra società ->

scambi economici e matrimoniali

Potlac

 -> (indiani America del Nord) si incontrano

bande e fanno gara a chi spreca più ricchezza

 Dono e sacrificio

 Dono è gratuito ma comporta contraccambio con dono più

valoroso

 Scambio orizzontale che si fa con gli uomini esiste anche con

gli dei -> sacrificio implica scambio

Claude Levì-Strauss

o (1908-2009) rielabora i concetti di Mauss ->

 Gli antropologi considerano l’hau e la mana obsoleti -> questo hau

è una specie di virtù che sta dentro alle cose, ma non serve che ci

sia un’anima nel caso in cui si voglia fare una gara di sprechi

Rapporto significante-significato

 -> (da Ferdinand De Saussure ogni

segno linguistico ha 2 componenti: significante (forma fisica del

segno) e significato (concetto) ogni oggetto nell’universo ha un

significato ed un significante. Esistono però ancora molti significanti

che non hanno significato (detti significanti fluttuanti). Il mana

indica questi significanti fluttuanti

Sacrificio come mito Leggenda di mastro Manole

Molto studiati da Mircea Eliàde -> parla di (mastro con ruolo di

costruzione di una cattedrale, dove ogni pezzo costruito di giorno crolla di notte.

Una notte sogna che deve murare vivo il primo visitatore del

cantiere nella cattedrale per ultimarla. Il giorno dopo il primo

visitatore è sua moglie incinta, Manole prega dio per farla andare

via, dio manda una burrasca ma la moglie continua imperterrita

-> Manole la mura viva)

trova altri 2 miti di sacrifici come fondazione:

Mito del Purusa

- -> (India) il Purusa (uomo cosmico (si legge Puruscia)) era un

essere primordiale, essere antropocosmico (uomo cosmico) con mille teste e

mille braccia. Gli dei decidono di sacrificarlo -> nascono il cosmo, gli uomini, gli

animali etc. Dalla bocca viene il Brahmano (sacerdote)

Dalle braccia i guerrieri

Dalle cosce gli agricoltori

Dai piedi i Sudra (uomini schiavi o senza diritti)

Dal Purusa esce la società indiana.

Mito del gigante Ymir

- -> (nord Europa) Ymir viene sacrificato dagli dei e dal suo

corpo nascono: dalla carne la terra

dal sangue il mare

dal cranio la volta celeste

dal cervello le nubi

Ymir è un altro essere antropocosmico

Visione attuale del sacrificio

- Definizione -> Angelo Brelich -> se si vuole unificare il sacrificio ne si deve dare

una definizione molto generica (trovata da Valerio Valeri) : ‘il sacrificio comporta

togliere la vita ad un animale o distruggere un oggetto, ossia rimuovere dalla

sfera dell’uso umano un oggetto allo scopo di ottenere benefici

- Caratteristiche ->

Scambio

 Violenza

 Trauma sacrificale -> Walter Burkert ritiene che il sacrificio

 derivi dall’uccisione dei cacciatori del paleolitico e che porti

(trauma sacrificale)

disagio -> bisogna superare il disagio

con un rituale (i greci facevano le bufonie, nel quale si

compiva un sacrificio e poi si chiedeva di chi fosse la

responsabilità: dal boia, al contadino che aveva portato il bue

la colpa cade sull’ascia che viene seppellita)

È stato criticato perché i cacciatori non uccidono ritualmente,

il sacrificio arriva dopo l’uccisione, per gli allevatori è diverso

e vale il Trauma sacrificale

Uccisione per invidia Hainuwele

-> Jensen e il mito di

 Capro espiatorio -> per Renè Girard gli uomini alla loro

 origine vogliono tutti le cose degli altri, si cerca di canalizzare

la violenza in un sacrificio (questo meccanismo viene

sconvolto da Gesù che si sacrifica)

Consumo alcuni alimenti

 Carne e ossa -> Jean Pierre Vernant ha studiato il sacrificio

 nel mondo greco.

Origine del sacrificio: Prometeo contratta con Zeus per

decidere quale parte dare a dei e quale a uomini: prometeo

prende ossa, pelle e grasso e mette tutto insieme e dall’altra

parte la carne. Zeus vede più belle le ossa e sceglie quelle,

poi si sente fregato e punisce Prometeo.

Greci danno a dei ossa perché:

Ossa = eternità perché il resto è deperibile

 Grasso associato a midollo (anima) e sperma (vita)

Esistono 3 piani dell’universo

Dei

Uomini

Animali

Questi 3 strati non sono comunicanti -> sacrificio consacra

questi strati

Aspetti psicologici

 Complesso di Policrate (uomo troppo fortunato che per colpa

 della sua fortuna non ottiene alleanza con faraone Amasis e

muore) -> sentimento creaturalità -> consapevolezza che

vita deriva da altro -> dipendenza da altro -> disagio

- Germania

o Marxismo -> religione è sovrastruttura di economia

Carl Marx

o (1818-1883) -> religione non è autonoma e va ricondotta su

base di condizioni socio-economiche, ha 3 scopi

Consola operaio -> ‘oppio dei popoli’

 Mette a posto coscienza di sfruttatori dando la carità

 Giustifica ordine sociale sacralizzandolo

Friedrich Engels

o (1820-1895) -> cristianesimo primitivo simile a

comunismo -> va contro ordine sociale preesistente -> carica eversiva

svanisce quando Costantino istituzionalizza il cristianesimo

Max Weber

o (1864-1920) -> ruolo della religione sull’individuo e non sui

gruppi -> serve carisma (compare per la prima volta nelle lettere di San

Paolo) Carisma (Charis =grazia di dio) come dono di dio

 Va riconosciuto in alcune persone che:

Hanno Forza divina

 Sono al di sopra del normale

 Hanno riconoscimento sociale

Carisma alla morte della figura può istituzionalizzarsi -> dopo

Lutero riforma va avanti

Etica economica della religione -> religione influenza economia

 Induismo -> caste impermeabili -> i più bassi in casta non

 vogliono salire (verrebbero puniti con reincarnazione in

essere inferiore)

Protestantesimo -> definizione capitalismo: meccanismo

 sociale che attraverso il denaro fa produrre altro denaro. Il

capitalismo si sviluppa con calvinismo (salvezza si capisce da

Ascetismo intramondano

successo sulla terra) -> (non

indugiare in superfluo al di fuori del mondo monatico) il

disincanto del

superfluo non viene sfruttato ma reinvestito ->

mondo -> tutto è strumento per creare ricchezza

Eclissi del sacro nei confronti di ragioni economiche -> non tutto sarà

sempre per il denaro, il capitalismo non appaga il bisogno religioso

Idealtipo -> qual è lo statuto dei concetti usati? In ogni disciplina ci

 sono dei concetti interni

nel medioevo mondo diviso in 2:

Realisti -> concetto = realtà

 Nominalisti -> concetto = puro nome

Weber fa esempio di ‘sacro, religione e sacrificio’ -> partono da

esperienze concrete e ci spiegano la lettura della realtà.

concetto costruito dallo storico per interpretare altri

Idealtipo è:

concetti storici

Ernst Troeltsch

o (1865-1923) -> introduce 3 idealtipi:

Chiesa -> collettività

 Appartenenza per nascita

 Scopo di allargarsi e convertire tutti

 Compromesso con il potere

Setta -> opposta a chiesa

 Adesione per scelta

 (tralasciata da Troelsch)

 È in conflitto con il potere

 Seco (tagliare) -> elemento staccato da realtà più grande

Sequor (seguire) -> un individuo da una chiesa si stacca e

porta via discepoli

Mistica -> carattere intimo e personale

Studiando protestantesimo trova 3 semplificazioni di questi idealtipi

(chiesa) chiesa cattolica da cui si staccano (setta) i

 protestanti

(chiesa) protestante dopo accordi con principe di Sassonia

 (mistica) correnti più recenti del protestantesimo che cercano

 più rapporto con dio

Psicologia religiosa

- William James (1842-1910) -> studioso empirico studia come funzionano certi fenomeni

religiosi  Conversione

 Visione

 Fenomeno mistico (rapporto spirituale diretto con la divinità)

- Sigmund Freud (1856-1939) -> pensiero diviso in 2

o Prima del 1910 -> 3 tematiche religiose

 Rapporto sogno-mito

 Analogia contenutistica: inconscio si manifesta in miti come in sogni

 Analogia formale: deformazione dell’inconscio avviene allo stesso

modo in miti e sogni

 Rapporto malattia mentale-religione

Malattia mentale non è qualitativamente diversa dallo stato sano -> si può

studiare la mente umana anche se il paziente è malato

Paranoia -> spostare contenuti interni a mente nel mondo esterno. Es. delirio

di persecuzione consiste di immaginarsi persecuzioni senza motivo pratico

Religione fa la stessa cosa: proietta dei caratteri mentali all’esterno (dio che

ci guarda sempre non esiste, ma è una parte della nostra personalità che ci

giudica (il superio))

 Rapporto nevrosi ossessiva-religione

Compiere atti indesiderati irrefrenabilmente (non pestare fughe delle

 piastrelle, controllare prima di dormire sotto il letto).

nevrosi ossessiva

Religiosi hanno dei riti da ripetere sempre -> religione è

universale.

Questa nevrosi nasce da desideri inconsci e rimossi che vengono

 formazioni di compromesso

sfogati da (spiegano ripetitività dei riti)

2 tipi di desideri:

Pulsioni sessuali

o Pulsioni aggressive -> si risponde con religione

o

o 1910 parla propriamente di religione -> da cosa nasce? Da esperienza infantile

(dipendenza completa del neonato dai genitori).

Secondo Freud adulti ad un certo punto hanno bisogno di nuovo senso di protezione

regressione

-> (ritorno a fase precedente di sviluppo psicofisico) si affidano a Dio

Padre (Freud è ebreo) che consola l’uomo.

In un futuro pensa che questa regressione verrà superata spiegando i misteri

dell’inconscio (Freud è positivista e pensa che un giorno lo si potrà conoscere)

o Dopo il 1910 -> cerca di applicare le sue teorie per al problema dell’interpretazione

delle diverse culture umane

Sessualità infantile -> pulsioni devono avere:

 Oggetto (essere umano di sesso opposto)

 Meta (unione con oggetto con i genitali (può cambiare nel tempo))

Queste pulsioni possono avere deviazioni (cambio oggetto o meta) dette

perversioni perverso polimorfo

Il bambino è un

Fase orale (0-1,5) -> allattamento soddisfa fame

 Fase anale (1,5-3) -> controllo sfinteri

 Fase fallica (3-6) -> complesso di Edipo -> innamoramento di genitore

 di sesso opposto (altro genitore è ostacolo) -> volontà d soppressione

dell’altro genitore (i bambini pensano che ogni loro desiderio si realizzi

subito) = realizzazione di morte dell’altro genitore. Problemi:

Altro genitore effettivamente non scompare

o Viene fuori senso di colpa

o Paura di castrazione

o

[Per femmine Freud cerca di spiegarlo con invidia del pene]

Rinuncia a soppressione e identificazione nel genitore che si voleva

sopprimere (nel senso di amore verso il genitore di sesso opposto)

Mito di Edipo: Laio (re di Tebe) sa da oracolo di Delfi che suo figlio lo ucciderà

-> decide astinenza sessuale. Un giorno Giocasta lo fa ubriacare e

concepiscono Edipo. Laio lo espone e viene adottato da re di Corinto. Un

giorno va a Delfi e scopre sua profezia -> non torna a Corinto pensando che

suo padre sia il re di Corinto e va a Tebe. Li incontra Laio che non lo vuole far

entrare in citta -> scontro e morte di Laio. Diventa re di Tebe Creonte (fratello

di Giocasta). In quel periodo il mostro Sfinge uccide tutti i tebani se non

rispondono ad un indovinello -> Creonte mette in palio la corona e la mano di

Giocasta a chi risponda alla sfinge, Edipo va, lo indovina e sposa Giocasta

Fase di latenza (6-11) -> rinuncia a sessualità e utilizzo di pulsioni in

 maniera sociale

Fase genitale (12-99) sessualità attiva (non compare se qualche fase

 precedente non è stata superata)

Totem e tabù -> religione originaria

 Come religione originale sceglie il Totemismo (due divieti: endogamia e

uccisione antenato comune) -> corrispondo simbolicamente ai divieti del

complesso di Edipo (divieto di parricidio e congiunzione con madre) -> sono

intrinsechi nel bambino ma non sono alla base della religione originaria

Freud si basa su:

Darwin

o Robertson Smith (banchetto totemico)

o

orda primordiale

Ipotesi: (concetto preso da Darwin) ->

padre che detiene monopolio su tutte le donne (figlie, madri e

o mogli), i figli maschi sono esclusi.

I figli maschi ad un certo punto si stancano e uccidono e

o mangiano il padre per ottenerne le prerogative (banchetto

totemico di Robertson Smith).

Compare il senso di colpa -> figli si identificano nel padre

o (divieto di sposare donne del gruppo e uccidere proprio

antenato) -> da orda primordiale arriva società totemica

Critiche:

 Schmidt -> teoria come storia ideale, non esistono prove di

o questo fenomeno (ha studiato molte etnografie) e Freud invece

prende questa teoria come vera e dimostrata

Malinovski -> in isole Trobiand il ruolo di capo famiglia non è di

o padre ma di zio materno -> complesso di Edipo non è universale

ma culturalmente influenzato

Roheim risponde dicendo che la figura del capo passa da padre

a zio ma non cambia niente

L’uomo Mosè e l’origine del monoteismo -> storia del monoteismo

 Ipotesi che Mosè non fosse ebreo ma egizio monoteista. Prova a convertire gli

ebrei a monoteismo, ma loro si ribellano a lui (già in bibbia ebrei si ribellano

spesso a Mosè)

e lo uccidono. Per senso di colpa ebrei si convertono a monoteismo, nel

viaggio verso Palestina vedono un dio locale dei vulcani Javè e passano da

monoteismo di Aton a quello di Javè

sempre stesso schema: morte -> senso di colpa -> tabù

- Otto Rank (1884-1939) -> applicazione di teorie psicanalitiche a religione

Rank allievo non ortodosso di Freud (non ammetteva altre scuole di pensiero e

cacciava chi non la

pensava come lui)

Il mito della nascita dell’eroe

Ha scritto -> psicanalizza la teoria della nascita dell’eroe

o Studia Edipo

o Studia Perseo (re di Argo scopre che sua figlia partorirà un figlio che lo ucciderà ->

rinchiusa in un cofano -> Zeus sotto forma di pioggia d’oro entra nel cofano e la

insemina. Il figlio viene gettato nell’acqua e raccolto da un pescatore. Un giorno

lancia inavvertitamente un disco sul re e lo uccide

o Studia Romolo e Remo

-> tutte storie simili con qualcosa in comune:

Genitori nobili

 Ostacoli (sterilità dei genitori o predizione di catastrofe alla nascita)

 Esposizione del bambino

 Salvataggio da parte di persone umili o animali

 Ritrovo di genitori veri -> vendetta inconsapevole o riconoscimento

 sindrome del romanzo famigliare dello psiconevrotico

Trova corrispondenze con

trovata in molti pazienti -> genitore è sempre frustrante per il figlio -> (non tutto ciò

che vuole gli viene concesso) genitori a occhi di figlio non sono adeguati -> genitori

di altri sono meglio -> convinzione di essere stati adottati.

L’eroe rappresenta l’io del bambino -> proiezione di sentimenti negativi

Esposizione su acque = nascita (per Freud esistono dei simboli universali (cestino

vuoto =organo sessuale di madre))

- Carl Jung (1875-1961) ->

o psiche divisa in 2

Conscio -> contenuti direttamente nella mente

 Inconscio ->

 Conscio Personale -> contenuti rimossi che possono essere richiamati

 Conscio Collettivo -> contenuti con carattere di universalità e

 ereditarietà

Quando nasciamo abbiamo già questi contenuti intrinsechi

o Sono presenti in tutti -> frutto di stratificazione dalla preistoria

o di contenuti

o Archetipi

In inconscio collettivo esistono gli (archè = origine Typos = modello in

senso di stampo), dei modelli inconsci che sappiamo da sempre: quello del

femminile, o la montagna sacra (sintomo di ascensione)

2 tipi:

 In se o Per se -> pro senza contenuto rappresentativo

 Attualizzato o immagine archetipica -> concentrazione di un’immagine

Simboli -> (Freud fa esempio di bambino che ha paura di cane. Cane =

 padre) per Jung simbolo è quando la realtà non è del tutto riconoscibile,

altrimenti è un Segno. Simbolo è archetipo attualizzato

Pulsioni -> (Freud le mette tutte come sessuali) Jung parla di energia che non

 hanno una coloritura, possono diventare di natura sessuale, egoistica,

aggressiva etc. in base alle situazioni

o processo di individuazione

Nel ci sono gli archetipi -> processo di

individualizzazione è per esempio il progetto di ‘realizzarsi’.

processo di individuazione

Il ha 2 fasi:

Gioventù -> adattamento a realtà esterna porta a modificarsi e a cancellare

 certi comportamenti

Età matura -> recupero di parti precedentemente marginalizzate in 4 fasi:

 Recupero di parti rimosse -> coscienza di aspetti eliminati. Coscienza è

 Ombra

opposto di inconscio -> serve che compaia simbolo di (simbolo

Doppio

di contenuti rimossi) o del (parti inconsce)

anima animus

Recupero (per uomini) o (per donne) -> riscoprire la

 parte nascosta del sesso opposto -> recupero unione

Vecchio saggio Grande madre

Unione e -> recupero da divisione spirito

 e materia -> nel tempo si separa materia da spirito, si recupera

continuità di spirito (saggio) e materia (madre)

sé (Selbst

Recupero del in tedesco) inteso come totalità ->

 completamento di realizzazione umana. Ci sono simboli ricorrenti:

Quaternità -> il 4 rappresenta la totalità (es. 4 punti cardinali =

o tutto lo spazio)

Oro alchemico -> oro dell’alchimia ( = chimica senza basi (si

o poneva obiettivo di trasformare ferro in oro)). Alchimia deve

cercare più che una trasformazione da ferro a oro, deve cercare

trasformazione spirituale

una

Mandala -> (simbolo indiano con figura centrata con giochi di

o forme) idea di quaternità. Giuseppe Tucci ha definito il mandala

psicocosmogramma

come (rappresentazione del cosmo con al

centro il mondo). Ci sono dentro

Mandala Immagine cosmica

 Immagine intima

Jung era amico di Tucci e dice che spesso nei sogni compaiono i

mandala

o Interpretazione religiosa del ruolo di Dio per il cristianesimo -> in Trinità per Jung

manca il 4° -> sarebbe importante per realizzazione del sé. Va individuata la 4°

figura in

Figura femminile della madre -> cristianesimo protestante ha rimosso Maria

 (ha simpatie per cattolicesimo pur essendo protestante)

Figura del male -> è fondamentale figura dell’universo

Quest’interpretazione del sé è davvero religiosa?

Religione usata per descrivere il sé, religione è simbolo

 Completezza del sé è solo provvisoria -> ricerca sempre di nuovi

 equilibri

- Donald Campbell (1916-1996) -> applicazione di Jung su studio degli eroi:

o cavaliere uccide il drago per liberare fanciulla = prove a cui l’uomo viene sottoposto

durante la vita (sviluppo di propria identità) -> passaggio di livello del sé da un

punto ad un altro

o combattimento contro drago = combattimento contro l’inconscio da parte del super

io

- Marie-Louise von Franz (1915-1998) -> applicazione di Jung su fiabe:

La bella e la bestia

studio su ->

‘un mercante ha una figlia a cui voleva regalare una rosa bianca (sintomo di purezza)

rubata a casa della bestia che lo rapisce. Il mercante ottiene scambio di prigioniero

mercante x Bella. La bestia le chiede di sposarlo ma lei non vuole, vuole tornare a casa


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

24

PESO

127.83 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in storia
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher broccolazzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia delle religioni e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Spineto Natale.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia delle religioni

Riassunto esame storia delle religioni, prof. Spineto, libro consigliato "Manuale di storia delle religioni" di G. Filoramo, M. Massenzio, M. Raveri, P. Scarpi
Appunto
Riassunto esame Storia delle religioni, mod. 1, prof. Spineto, libro consigliato La Festa, Spineto, Laterza
Appunto
Storia contemporanea - la guerra fredda
Appunto
Riassunto esame Storia Contemporanea, prof. Mantelli, libro consigliato Adam Smith a Pechino, Arrighi
Appunto