Che materia stai cercando?

Riassunto esame Sociologia della politica, prof Gritti, libro consigliato Islam alla sfida della laicità

Sunto per l'esame di sociologia della politica del prof. Gritti, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente "Islam alla sfida alla laicità", dell'università degli Studi La Sapienza - Uniroma1. Scarica il file in PDF!

Esame di Sociologia della politica docente Prof. R. Gritti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

vuole sostituire alla religione con una nuova etica, ma vuole limitare il

suo controllo.

3. L’IMPENSATO DELLA LAICITA’: LA FASCINAZIONE TEOLOGICA

Alcuni vorrebbero un islam liberale, omogeneo alla nostra società. Anche

se il dogma mussulmano pone un problema che il cristianesimo non

pone, vincolando i propri credenti ad assumere un particolare tipo di

atteggiamento nei confronti della società occidentale. Questa pretesa di

un islam laico vuole svuotare la religione dalla pretesa di dominare sulle

altre.

4. LA TENTAZIONE GALLICANA, UN PALLIATIVO CONTRO LA

COMUNITARIZZAZIONE

La laicità militante, la quale veniva espressa talvolta anche con forme di

violenza, fa il suo ritorno negli anni ottanta, quando l’islam comincia ad

essere una minaccia. Il peso demografico dei mussulmani è rilevante e i

suoi principi potrebbero sconvolgere la società. La figura della donna con

il velo è manipolata ed è rappresentazione dell’inferiorità della donna. La

laicità militante anziché marginare il problema porta questi conflitti di

valori al centro del dibattito, creando un’ossessione per la religione. Si

può affermare che la paura del mondo islamico è presente in tutti i paesi,

ma viene vissuta in maniera diversa in base a come la cultura politica

affronta questo problema di diversità.

CAPITOLO 3 – L’ISLAM E LA SECOLARIZZAZIONE

La storia ci insegna che la religione cristiana si è presta particolarmente alla

costruzione dello stato e della secolarizzazione, bisogna capire se questa

modalità è possibile applicarla in altri contesti, per esempio anche ad altre

religioni.

1. LA LAICITA’ E’ CRISTIANA?

Di fatto non esiste nessuna religione laica, la differenza sta nella religioni

che accettano o meno il principio di laicità. La laicità non propone dei

valori comuni ma l’accettazione di alcune regole di gioco, il cristianesimo

si è convinto nell’importanza di una repubblica e vi si è adattato, in un

certo senso si può dire che la chiesa abbia contribuito alla nascita della

laicità.

2. IL DOGMA MUSSULMANO E’ FORSE UN OSTACOLO ALLA LAICITA’

La polemica sul dogma mussulmano contrappone due scuole di pensiero.

La prima afferma che il dogma mussulmano, in effetti sia un ostacolo alla

secolarizzazione e alla laicizzazione in quanto per l’islam non c’è una

separazione tra stato e religione. La shari’a (la legge di Allah) è

incompatibile con i diritti umani e il credente si si identifica solo in una

comunità di altri credenti. Nella seconda scuola di pensiero fanno parte

dei pensatori mussulmani liberali e moderati che non necessariamente

aderiscono ai valori occidentali ma accettano tutto quello che non è

esplicitamente contro l’islam.

3. IL RIFORMISMO IN TEOLOGIA

Una nuova scuola di riformisti afferma che bisogna separare il messaggio

del Corano dalla sua incarnazione in un determinato spazio e luogo.

L’islam non deve essere adattato ad una nuova cultura ma deve essere

deculturalizzato, è questa la posizione dei nuovi teologi. Lo stato infatti,

non può trasformare una norma religiosa in una giuridica. Un islam

deculturalizzato, sarebbe a favore della laicità e giustificherebbe la

secolarizzazione.

4. LA LAICITA’ DI FATTO : STORIA E SOCIETA’ DEL MONDO

MUSSULMANO

Nell’islam tutti i poteri sono stati secolari e non determinati dalla

religione. Sultani, generali e presidenti, hanno preso il potere in maniera

politica, cercando di controllare il potere degli Ulema (tutori e

rappresentanti della shari’a) e usando la forza delle istituzioni islamiche

non religiose. Nei fatti l’applicazione integrale della shari’a, nel mondo

islamico, è sempre stato solamente un ideale. In un certo senso si può

dire che la secolarizzazione è avventa nel mondo islamico (shari’a non è

una legge giuridica), senza tensione tra potere politico e religioso. In

Europa invece la problematica si è sviluppata proprio sulla base di questa

tensione.

5. LA LAICITA’ FIGLIA DEL DIVORZIO TRA STATO E CHIESA

In Europa la laicità deriva dal confronto con il papa e l’imperatore, con lo

stato e la chiesa: tra due istituzioni. In America invece la laicità è

avvenuta grazie ai padri fondatori, che nella hanno decretato la

separazione tra stato e religione. La laicità francese invece non è stata

accettata dal mondo mussulmano perché non è stata indetta da

esponenti politici o religiosi appartenenti al mondo islamico. La

democrazia, nel mondo mussulmano, sarebbe possibile solo con

l’affermarsi di uno stato moderno, ma uno stato islamico di fatto non

esiste.

6. L’IMMAGINARIO POLITICO DELL’ISLAM: ESISTE UNA CULUTRA

POLITICA MUSSULMANA?

Il credente mussulmano non riesce ad accettare la laicità politica in

quanto ha interiorizzato il concetto che non esiste differenza tra stato e

religione. Bisogna affermare però che le norme religiose, funzionano solo

perché sono state riprese e riformulate per essere funzionali alla società

e presuppongono l’intervento di un sistema normativo. Il dogma religioso

non ha mai un effetto politico ma funziona se viene ridefinito da un

ideologia politica. L’islam costruisce il suo immaginario politico sul potere

degli ulema, ma questi non hanno mai contribuito alla definizione di un

sistema politico. Tutti i mussulmani concordano sul fatto che la società

ideale sia quella del tempo del profeta. Ritenere che il fondamentalismo

sia la riattivazione di una religione è sbagliato, in quanto essi sono il

risultato di una deculturazione che è anche un risultato della

globalizzazione.


PAGINE

6

PESO

21.38 KB

AUTORE

Lucas_89

PUBBLICATO

3 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione pubblica e d'impresa
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Lucas_89 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia della politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Gritti Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia della politica

Riassunto esame Sociologia della politica, Prof. Gritti, libro consigliato L'Islam immaginato
Appunto
Riassunto esame sociologia della politica, prof. Gritti, libro consigliato La politica del sacro
Appunto
Sociologia dela politica -  sistema politico italiano
Appunto
Riassunto esame Sociologia della politica, prof Gritti, libro consigliato Manuale di sociologia della politica
Appunto