Che materia stai cercando?

Riassunto esame scienze giuridiche, prof Giordano, libro consigliato Prima lezione di diritto,Grossi

Riassunto basato su uno studio autonomo del testo consigliato dal docente: Prima lezione di diritto, Grossi, dell'università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Unisob, facoltà di Scienze della formazione, Corso di laurea in scienze della comunicazione.

Esame di Scienze giuridiche docente Prof. P. Giordano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LA VITA DEL DIRITTO

Ora passeremo ad un analisi dei tempi storici in cui il diritto si colloca:

 Diritto Romano(I sec. a.c.-V sec. d.c.):

Merito indubbio dell’esperienza culturale romana è di aver letto il mondo in

termini giuridici e,fondamentale,è l’apparizione di un personaggio nuovo:il

giurista,ovvero il grammatico del diritto.

I giuristi delinearono una scienza autonoma che si basava su una costruzione

sistematica,cioè una struttura organicamente unitaria sorretta da una

coerente ossatura logica.

Le loro architetture,inoltre,formalizzarono una civiltà valorizzatrice al

massimo grado della dimensione dell’avere,fondata sul patrimonio(ciò

costituì una preziosa base per la futura età borghese.

Pertanto si vuole portare un ordine rigoroso nel terreno di

proprietà,contratti,testamenti ecc…(diritti reali)

 Diritto medievale(V sec. d.c.-fine 400):

Durante l’età medievale,venendo meno un soggetto politico totalizzante,il

diritto si slega dal potere e si riaccosta ai fatti primordiali,in particolar modo

alle consuetudini.

Interpreti di questo folto tessuto consuetudinario sono i giudici e i notai,voci

fedeli di una società frammentata in numerose

comunità(famiglie,corporazioni ecc…) L’esperienza giuridica medievale è

pluralistica(pluralità di ordinamenti presenti in uno stesso territorio).

Tali assetti cambiano quando nel Secondo Medioevo(anno 1000 in poi)la

società europea da agraria e statica diviene commerciale e dinamica.

Occorrevano nuove categorie ordinatrici che furono rappresentate

dall’assunzione delle antiche fonti romane aggiungendovi principi e regole

della diritto canonico.Pertanto possiamo ora osservare la convivenza tra i

diritti delle autonomie locali(Iura propria) e lo Ius commune diritto

scientifico,soprattutto Universitario,comune a tutte le terre civilizzate che

elasticizzò con disinvoltura la rigidità testuale ai bisogni emergenti opera

creativa.Interessante è notare di come il diritto comune si trascini

stancamente fino al 700 in molte zone dell’Europa continentale.

 Diritto nell’età moderna(fine 400- 1789):

L’età moderna è caratterizzata dalla presenza sempre più massiccia di un soggetto

politico totalizzante:lo Stato

Già a partire dal 300 subentrano entità politiche nuove che tendono a controllare

ogni manifestazione sociale(si passa dal pluralismo al monismo giuridico in virtu

della compattezza statale).

Si parla di principi moderni,ovvero di sovrani assoluti(cioè esenti dall’osservare le

leggi e svincolati da divintà ) che diventano sempre più legislatori mettendo in

secondo piano la disciplina consuetudinaria Statalizzazione del diritto

A questo punto ricordiamo due date importanti:

-1789(Rivoluzione francese):si identifica la legge nella volontà generale(vedi

Rousseau)e la dimensione politica e quella giuridica appaiono sempre più vicine

-1804(Codificazione Napoleonica):costituisce un controllo perfezionatissimo tramite

la collocazione di tutto il diritto in migliaia di articoli organicamente sistemati in

alcuni libri chiamati Codici il diritto si manifesta unicamente nella voce dello

Stato,cioè nella legge.

L’uso dei codici e la grandissima importanza che assume la legge sono due elementi

cardine dei cosiddetti sistemi giuridici di Civil Law,dominanti attualmente a livello

mondiale.

Con il sintagma Common Law,invece,si fa riferimento all’Inghilterra e alle sue

colonie.In Inghilterra,infatti,a diffrerenza degli altri Stati europei,la consuedine

continua ad avere un ruolo notevole Il Regno Uniti non ha né Codici né una

Costituzione scrittae in quest’ottica subentra il Rule of Law,cioè il valore assunto da

passate decisioni giudiziarie(il cosiddetto Precedente).

Volgendo ora il nostro sguardo al 900notiamo di come il precedente ordine

borghese entra in crisi,non riuscendo a reggere l’urto di nuove collettività tra cui

quella agraria,mercantile e industriale presa di coscienza della complessità

dell’universo giuridico cc inizio della crisi della legge

Nel maturo 900,inoltre,emergono,nuovi strati di legalità di straordinaria importanza

tra cui:la Costituzione e le norme derivanti da strutture sovranazionali.

Altro aspetto molto importante è il fenomeno della globalizzazione giuridica

auto-organizzazione dei privati,i quali inventano strumenti congeniali a ordinare i

loro traffici giuridici dando vita a un canale giuridico parallelo rispetto a quello

statale(vedi World Trade Organisation) de-territorializzazione del diritto

Ma lo statalismo moderno è vizio duro a morire soprattutto per quanto riguarda il

concetto di territorio si domina efficacemente solo una realtà geograficamente

definita con le sue frontiere invalicabili in cui lo Stato ha una adeguata capacità di

coazione.

Ora chiariamo alcuni termine chiave nello studio del diritto:

 Fonti:

Forme che il diritto assume nelle diverse esperienze storiche manifestazioni del

diritto.Tra le principali fonti:

-Diritto naturale:

Nozione polisemica come poche altre va posta in stretta dialettica con l’idea di

diritto positivo.Con quest’ultimo sintagma si intende il diritto posto e imposto da

un’autorità formalmente legittimata ad esercitare su un dato territorio poteri

sovrani la fiducia nel diritto naturale va di pari passo con la sfiducia nel diritto

postivo.

Per diritto naturale,invece,si intende il complesso di norme non scritte,considerate

universali e necessarie,preesistenti e non sempre coincidenti col diritto positivo che

fanno parte del patrimonio etico-razionale-religioso di una data comunità.


PAGINE

8

PESO

607.59 KB

AUTORE

Simocis

PUBBLICATO

4 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Simocis di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienze giuridiche e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Suor Orsola Benincasa - Unisob o del prof Giordano Paola.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienze giuridiche

Introduzione alle scienze giuridiche – Diritto mite
Appunto
Teoria dell'interpretazione e dell'argomentazione giuridica
Appunto
Diritto dell'informazione e della comunicazione – Comunicazione di massa
Appunto
Diritto dell'informazione e della comunicazione – AGCOM
Appunto