Che materia stai cercando?

Riassunto esame Letteratura per l'infanzia, Prof. Giancane, libro consigliato Pedagogia della letteratura giovanile, Nobile Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di Letteratura per l'infanzia, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente D. Giancane: Pedagogia della letteratura giovanile, A. Nobile. Gli argomenti trattati sono i seguenti: incidenza delle letture sulla personalità, peculiarità e questioni inerenti la narrazione, la fiaba e i classici, autori di svolta.

Esame di Letteratura per l'infanzia docente Prof. D. Giancane

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

molti scrittori che si cimentano in riscritture creative del testo originario, spesso

rifacendosi alla lezione rodariana del rovesciamento dei ruoli dei personaggi, così

come molti illustratori si sono cimentati nella rivisitazione iconografica di fiabe

classiche, non ottenendo un risultato ottimale adatto per l’infanzia; molti illustratori

moderni, infatti, rappresentano la fiaba come un mondo cupo ed angosciante, ricco di

insidie e pericoli, alterando così nel bambino la percezione di un mondo già

minaccioso.

Anche il movimento femminista ha dato vita da tempo a una riscrittura della fiaba in

cui la figura femminile gioca un ruolo attivo e dominante, dichiarando di voler

combattere gli stereotipi sessisti: troviamo adesso principesse che non vogliono né

innamorarsi e spostarsi, né sottostare all’autorità genitoriale, incarnando quel ruolo

che tradizionalmente è assegnato alla figura maschile, rischiando però, con gli eccessi,

di creare un nuovo rischio e danno nei confronti della figura maschile.

Classico è sinonimo di eccellente, sublime, e rimanda ad una dimensione di lunga

durata e di intramontabilità; il libro classico è a tutti gli effetti un libro contemporaneo

a tutte le epoche che “non ha mai finito di dire quel che ha da dire” (Calvino),

soprattutto in virtù della sua capacità di parlare un linguaggio universale e sempre

attuale a tutti gli uomini.

Per poter far sì che i giovani continuino ad apprezzare e leggere ancora libri classici, è

opportuno adeguare il linguaggio e talvolta può anche rendersi necessario un

inquadramento storico della vicenda, per migliorare la comprensione. I libri classici

certamente più amati dai giovani sono quelli dove vi è avventura e identificazione nel

personaggio.

I maggiori autori di libri classici per ragazzi sono:

- CHARLES DICKENS (1812 – 1870), scrittore dal lieve umorismo e dalla profonda

sensibilità, sempre dalla parte degli “ultimi”, come si evince dai suoi scritti. Nelle sue

opere riproduce in maniera realistica circostanze e situazioni dal contenuto forte in cui

i lettori riescono ad immedesimarsi, e contesta ogni forma di vessazione e tirannia,

agendo contro tutto ciò che ritiene dannoso per il benessere dell’uomo e traendo dalla

sua esperienza personale, facendone tesoro per gli altri.

Molti dei suoi scritti richiedono la mediazione di un adulto, che talvolta comprendono

pagine troppo deprimenti e messaggi troppo complessi per l’infanzia, infatti gran parte

della sua produzione presuppone un pubblico di lettori relativamente maturo, in grado

di riflettere sulle condizioni umane e della società.

Dickens nelle sue opere condanna i comportamenti sbagliati, non le persone, invitando

a rincorrere sempre il valore dell’onestà, non solo come valore morale, ma anche

come condizione che può garantire il successo del mondo.

- LOUISA MAY ALCOTT (1832 – 1888), grandissimi scrittrice per ragazzi compresi tra i

13 e i 15 anni, ricordata e amata sicuramente per uno dei suoi più grandi romanzi,

Piccole Donne (1868). La produzione alcottiana è sicuramente legata all’esperienza

personale e familiare della scrittrice, rendendo i suoi scritti delle vere e proprie opere

educative: i contenuti esprimono infatti questo elemento educativo diretto al

conseguimento e al rispetto della libertà, sempre guidata dall’amore e

dall’autorevolezza genitoriale. Ella contribuisce così a formare piccole donne e piccoli

uomini, condividendo con essi i valori di generosità, esperienza e laboriosità,

comprendendo così l’uomo e la sua importanza.

- EMILIO SALGARI (1862 – 1911), è stato uno dei più popolari scrittori italiani del

Sandokan Corsaro Nero.

Novecento, autore di molteplici romanzi d’avventura come e il

La letteratura di Salgari è una letteratura di evasione, ricca di colpi di scena, che

accompagnano il lettore in un mondo di fantasia, avventuroso e lontano,

permettendogli così di sognare e immedesimarsi in un personaggio, lottando insieme a

lui per un nobile ideale. La sua scrittura si fonda sul meccanismo dell’attesa, capace

di tenere il lettore con il fiato sospeso, anche sul finale, che si presenta spesso aperto

e provvisorio, fungendo così da pretesto e giustificazione per la scrittura di successive

narrazioni. Anche nelle opere salgariane troviamo personaggi positivi che combattono

per una giusta causa, anche se spinti da sentimenti primordiali: uccidono per

necessita, senza odio e si schierano sempre dalla parte dei più deboli; vi è inoltre la

presenza di figure femminili stereotipate, in quanto sono un mero coronamento delle

imprese maschili, presentate come creature bellissime, dalle folte chiome e con un

“vitino da vespa” .

- JOSEPH RUDYARD KIPLING (1865 – 1936), premio Nobel per la Letteratura nel 1907,

Il libro della giungla.

scrittore e poeta britannico, la cui opera più nota è senza dubbio

Egli attua una rivoluzione all’interno della letteratura per ragazzi, riguardo gli animali:

non più animali antropomorfi, con il fine di divulgare messaggi moralistici, ma animali

autentici dalla quale osservare il mondo e il rapporto con l’essere umano.

- LUIGI BERTELLI, pseudonimo VAMBA (1858 – 1920), scrittore e giornalista italiano,

Il Giornalino di Gian Burrasca,

autore della famosissima opera per ragazzi in forma di

diario, scritto dal protagonista Giannino Stoppani. Il tema è quello del “piccolo

monello” che, a differenza di altri piccoli personaggi (es. Pierino) che si divertono a

fare dispetti solo per il gusto di farli, agisce in base a un suo preciso codice morale e

comportamentale, animato da buone intenzioni. La genialità di Vamba consiste nel

farci vedere la realtà proprio attraverso gli occhi di Giannino, con uno sguardo ingenuo

e sagace al tempo stesso, che senza volerlo si burla di tutti e smaschera tutti,

beffandosi dell'ipocrita "buona educazione" e delle convenzioni sociali.

- ASTRID LINDGREN (1907 – 2002), è una scrittrice dalla vasta e variegata produzione,

Pippi Calzelunghe

colei che ha dato vita al personaggio di (1945). I suoi personaggi

sono degli anticonformisti, in relazione alla società svedese del loro tempo, così come

Pippi, una “piccola ribelle” che arriva nella cittadina e la sconvolge da cima a fondo,

utile per capire la frattura che vi è con il mondo degli adulti. L’autrice vuole

comunicare la facilità degli adulti di giudicare-condannare e allo stesso tempo la

difficoltà degli stessi di comprendere il significato delle azioni dei bambini.

Tema principale è quello della violenza (fisica o psicologica), contro la quale la

scrittrice si è schierata: i suoi personaggi raccontano della violenza subita da bambini

o svelano i pregiudizi degli adulti, lottano quasi sempre contro il maltrattamento e lo

fanno guidati dall’amore, inteso come l’ideale educativo più appropriato per il

miglioramento della società.

Lindgren, attraverso le sue opere, intende tutelare i concetti di amorevolezza e

dialogo, oltre il diritto alla libertà di parola e di espressione del bambino, come un

bene prezioso. I suoi personaggi sono ricchi di fantasia e allo stesso tempo sono

molto veri, molto autentici. Pippi, come gli altri, dice quello che pensa, fa quello che si

sente di fare, non conosce la finzione, ignora quelle buone maniere che distruggono

l’autenticità della persona. L’autrice non ama solo la natura dei prati, ama anche la

natura dell’animo umano non guastato dall’ipocrisia delle sciocche convenzioni.

- GIANNI RODARI (1920 – 1980), è stato un intellettuale e un artista assai più ricco e

complesso di quanto comunemente si creda. Fin dalle sue prime opere si

contraddistingue l’impegno sociale e politico di Rodari che guarda alle differenze di

classe, allo sfruttamento del lavoro, alla solidarietà per coloro che non sono primi; i

protagonisti non sono tratti da un mondo utopico, ma dalla quotidianità, anche dura e

triste, tuttavia mai gravata da drammaticità grazie ad uno stile sapiente che sa

Il romanzo di Cipollino

rivolgersi ai bambini, non rinunciando alla leggerezza.

rappresenta un chiaro prototipo i cui si vedono i buoni, maltratti dal tiranno e

schiacciati da regole insensate, trovare in Cipollino una guida capace di alimentare la

lotta per la libertà, non con il ricorso alla violenza, bensì con scherzi e beffe

intelligenti, non allontanandosi così dall’intento moraleggiando, facendo della lettura

uno strumento educativo. Filastrocche in cielo e in terra,

Nel 1960 esce la prima edizione di con la quale si

rivolge a tutti i bambini, senza distinzioni. Il principio guida è animare ciò che animato

non è, entrando nella logica di comprensione del reale attraverso il gioco, la loro

modalità di lettura a tutto tondo. Rodari considera il bambino come un potente

trasformatore sociale ed è ben cosciente del potere formativo del libro, offrendo così al

piccolo contenuti che siano occasioni di riflessione.

- ROAL DAHL (1916 – 1990), straordinario narratore per l’infanzia, autore tra i tanti

La fabbrica di cioccolato (1964).

dell’opera Egli si rivolge ai bambini non con la pretesa

di insegnare loro qualcosa ma con la voglia di divertirli e aiutarli ad impadronirsi del

gusto della lettura. Con una scrittura lieve, descrive cattiverie e dolori del mondo,

rifacendosi alla normale quotidianità; improvvisamente, nel giro di poche righe, si

verifica il grande capovolgimento, l’inatteso.

Nel mondo di Dahl il bambino è reale, il bambino delle situazioni difficili, ma è anche

un bambino che lotta fino alla vittoria contro quell’incomprensibile realtà; un bambino

un po’ diffidente ma pronto a riconoscere i legami veri, profondi e amorevoli, un

bambino buono, gentile, ma che si spazientisce e che talvolta finisce per progettare

vendette che però non sono mai dettate da malvagità.

Dahl accompagna il lettore ad una scoperta interpretativa del mondo che lo circonda,

incoraggiandolo a porsi delle domande e a non credere che esista solo ciò che si può

vedere, stimolandolo inoltre ad essere coraggioso, di non soccombere, mettendo

sempre in luce la propria originalità.

- BIANCA PITZORNO (1942), scrittrice molto amata, è una figura culturale a tutto

tondo: è stata sceneggiatrice e ha firmato opere di saggistica, ha scritto numerosi libri

per ragazzi e romanzi per adulti, tutti caratterizzati da una grande attenzione alle

eroine femminili. È tuttavia possibile individuare due tematiche principali che

attraversano la sua produzione narrativa: per prima, la particolare attenzione dedicata

alle figure femminili, protagoniste di tutti i suoi libri; in secondo luogo, l’interesse per

la storia, che si declina in diversi romanzi di ambientazione e di ispirazione storica.

L’attenzione per le eroine e la loro condizione dà vita, nei libri di Bianca Pitzorno, a


PAGINE

8

PESO

30.24 KB

AUTORE

Ithaca

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della formazione
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ithaca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura per l'infanzia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Giancane Daniele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura per l'infanzia

Riassunto esame Letteratura per l'infanzia, Prof. Giancane, libro consigliato Cipro e il fascino dei suoi percorsi narrativi, Zambà, Camicia
Appunto
Riassunto esame Storia della pedagogia, prof. Volpicella, libro consigliato Storia della pedagogia, Dewey
Appunto
Riassunto esame Letteratura per l'infanzia, Prof. Giancane, libro consigliato Cipro e il fascino dei suoi percorsi narrativi, Zambà, Camicia
Appunto
Riassunto per l'esame di filosofia antica, prof. Gargano, libro consigliato Filosofia Antica, A.Gargano
Appunto