Che materia stai cercando?

Riassunto esame Letteratura per l'infanzia, Prof. Giancane, libro consigliato Cipro e il fascino dei suoi percorsi narrativi, Zambà, Camicia

Riassunto per l'esame di Letteratura per l'infanzia, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente D. Giancane: Cipro e il fascino dei suoi percorsi narrativi, A. Zambà, C. Camicia. Gli argomenti trattati sono i seguenti: condizioni socio-culturali a Cipro, formazione e didattica, editoria, istituzioni politico-culturali, letteratura giovanile,... Vedi di più

Esame di Letteratura per l'infanzia docente Prof. D. Giancane

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

sviluppare il senso critico e civico, stimolando i giovani nell’assumere il ruolo di

cittadini attivi per la società del futuro.

Il docente incarna così il ruolo di educatore e formatore, possedendo la capacità di

trasformare la materia insegnata in materia pedagogica. Egli si presenta come un

cittadino attivo e responsabile, che vuole contribuire all’educazione delle nuove

generazioni insegnando e difendendo il Benessere e la Giustizia.

2. Editoria e Istituzioni politico-culturali a Cipro

In una nazione che desidera affermare la propria cultura, due fattori ne influenzano la

riuscita:

- analfabetismo;

- disponibilità di risorse finanziarie.

Ciò favorisce l’importazione di libri dall’esterno, rappresentando un fattore negativo

per la cultura e la produzione locale: i libri importati veicolano storie e ambientazioni

spesso lontane da quelle del lettore, sviluppando una minor fiducia e poco rispetto nel

bambino nei confronti della propria cultura d’origine.

Le case editrici cipriote aspirano così l’autonomia nazionale, specialmente per quanto

concerne la letteratura dei giovani.

Parga Publications rappresenta uno degli editori più importanti, situato a Nicosia e

fondato nel 1987; ha ricevuto importanti riconoscimenti e premi dal CYBBY

(International Board on Books for Young People).

L’IBBY di Cipro (CYBBY) è stata fondata il 28 aprile 1974 a Nicosia ed è sostenuta dal

Ministero della Pubblica Istruzione e Cultura di Cipro e dalla Fondazione Culturale

Banca di Cipro. Tra i numerosi scopi che lo statuto promuove, troviamo:

- accrescimento dell’interesse dei bambini per il buon libro e le buone traduzioni;

- promozione e agevolazione della ricerca scientifica su temi relativi alla formazione

giovanile.

Il CYBBY ha organizzato numerosi eventi in onore di autori, laboratori, seminari, premi

e pubblicazioni, coltivando sempre relazioni con altre sedi IBBY del mondo; numerosi i

concorsi sostenuti durante l’anno: ricordiamo il primo concorso nato nel 1977.

3. Letteratura giovanile a Cipro

Con la caduta di Costantinopoli nel 1453 inizia per la Grecia e per Cipro un periodo di

decadenza culturale: le scuole chiudono e le istituzioni religiose tentano di assicurare

l’istruzione di base all’interno delle loro strutture. La tradizione popolare viene

tramandata oralmente e il principale canale della sua conservazione sono le canzoni

popolari, mantenendo viva la memoria storia e alimentando i racconti famigliari per

l’infanzia.

Solo nel XVI secolo le presse tipografiche arrivano a Cipro e due importanti traduzioni

Favole

segnano una linea di demarcazione con il passato: le di Esopo, tradotte nel

Trattato pedagogico

1543 in lingua popolare e il di Plutarco, tradotto nel 1544.

Il secolo XVI porta così grandi cambiamenti che influiscono sull’editoria: la stampa

compie progressi tecnici ed estetici, si strutturano diverse biblioteche e si divulga il

libro a scopo di istruzione e intrattenimento; aumenta così il pluralismo culturale ed

una maggiore liberazione delle idea dalla dipendenza dei valori religiosi.

Con l’avvento della colonizzazione britannica (1878-1960), l’editoria subisce un

ulteriore cambiamento: si incentiva la conoscenza degli autori inglesi e diminuisce la

produzione di libri (in 66 anni furono pubblicati solo 20 libri e alcune riviste, distribuiti

nelle scuole dove si doveva formare il futuro lettore).

Gli editori ciprioti, a causa dei costi di produzione, inizialmente preferiscono pubblicare

La Gioia dei bambini,

riviste per bambini (es. un giornalino storico di contenuto

pedagogico), per poi indirizzare le proprie energie e i propri capitali nella stampa di

libri, grazie al progressivo miglioramento della situazione economica a favore

dell’editoria locale.

Segue il periodo dell’Indipendenza (1960-1974), causando un cambiamento

economico, sociale e politico che si ripercuote sulla vita culturale: alla promozione e

produzione di letteratura giovanile non furono destinate risorse umane e finanziarie

sufficienti, perché si riteneva un genere letterario minore, tale che furono pubblicati

solo 4 romanzi ed alcune fiabe e novelle, attingenti al repertorio storico.

Gli autori furono costretti a pubblicare a proprie spese i libri, scarni di illustrazioni sia a

causa dei costi, sia per l’assenza di illustratori. La lingua preferita restava il greco

standard e la cultura greco-cipriota stentava a trovare uno sbocco.

Il periodo successivo dell’Invasione turca (1974-2004), definito “periodo della

formazione”, influenzò la produzione della letteratura giovanile che ebbe

un’improvvisa espansione: gli autori seppero riprodurre gli stati d’animo della

popolazione (rabbia, paura, ansia, nostalgia, speranza..), attraverso romanzi e racconti

intensi ed emozionanti.

L’avvento dell’invasione comportò lo spostamento delle comunità da una zona

all’altra, scaturendo nell’individuo un disagio psicologico che si è riflesso nella

collettività e nella produzione culturale: si percepiva la visione del Turco come il

nemico carico di sentimenti negativi, ozioso e dedito al gioco, malvagio e terribile.

Solo negli anni più recenti si assiste ad un cambio di prospettiva ad opera di alcuni

scrittori che rappresentano nelle loro opere dei personaggi turco-ciprioti senza le

precedenti accezioni negative, ma visti in modo più benevolo; alcune opere

ripropongono nei turco-ciprioti le stesse amarezze e aspettative dei greco-ciprioti, così

da far riflettere i ciprioti sul destino che li accomunano.

L’anno 2004 (entrata nella UE) segna una linea di demarcazione tra il passato e il

futuro: è aumentato in modo esponenziale il numero di libri stampati, nasce una nuova

imprenditoria editoriale.

La letteratura dal 2004 si esprime principalmente attraverso il romanzo o il racconto

breve, con narratore in terza persona, i cui temi sono per la maggioranza quelli

dell’invasione/occupazione; la speranza che trapela dalle trame è quella di poter un

giorno assistere alla coesistenza delle due comunità, greco-cipriota e turco-cipriota.

Non mancano, però, romanzi con tematiche sociali, familiari, tecnologiche ed

ecologiche.

Nonostante questa evoluzione nel complesso positiva, risultano insufficienti le

strategie di divulgazione ed esportazione dei libri prodotti a Cipro. La maggior parte

degli autori è costituita ancora da amatori.

Tra i più grandi autori della storia culturale di Cipro si annoverano:

- GLAKFOS ALITHERSI (1897 – 1965), uno dei capisaldi della letteratura cipriota, autore

Il paese del Nilo

tra i tanti del romanzo (1937). La sua lingua chiara e il suo stile

lineare e ricco di dialoghi meglio si adattava alla divulgazione;

- TEUKROS ANTHIAS (1903 – 1968), autore di ben 52 opere, tra cui Il nostro coccolo

(1936), considerata la prima opera teatrale per bambini pubblicata a Cipro. La sua


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

6

PESO

24.71 KB

AUTORE

Ithaca

PUBBLICATO

8 mesi fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Letteratura per l'infanzia, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente D. Giancane: Cipro e il fascino dei suoi percorsi narrativi, A. Zambà, C. Camicia. Gli argomenti trattati sono i seguenti: condizioni socio-culturali a Cipro, formazione e didattica, editoria, istituzioni politico-culturali, letteratura giovanile, poesia, fiaba e teatro.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della formazione
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ithaca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura per l'infanzia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Giancane Daniele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura per l'infanzia

Riassunto esame Letteratura per l'infanzia, Prof. Giancane, libro consigliato Pedagogia della letteratura giovanile, Nobile
Appunto
Riassunto esame Storia della pedagogia, prof. Volpicella, libro consigliato Storia della pedagogia, Dewey
Appunto
Riassunto per l'esame di filosofia antica, prof. Gargano, libro consigliato Filosofia Antica, A.Gargano
Appunto
Riassunto esame Letteratura per l'infanzia, Prof. Giancane, libro consigliato Pedagogia della letteratura giovanile, Nobile
Appunto