Che materia stai cercando?

Riassunto esame filosofia della cultura, prof. De Simone Antonio, libro consigliato Il ponte sul grande abisso, De Simone, D'Alessandro Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di Filosofia della cultura e del prof. De Simone, basato su appunti personali del publisher e studio autonomo del libro consigliato dal docente Il ponte sul grande abisso, De Simone, D'Alessandro, Università degli Studi Carlo Bo - Uniurb. Scarica il file in PDF!

Esame di Filosofia della cultura docente Prof. A. De Simone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

UN’ATTIVITA’ DELL’ANIMA !

!

!

Simmel in questi suoi saggi ha interpretato e ci ha spiegato molto bene in primo

luogo il nesso tra esperienza dello spazio e alcune dimensioni importanti del mondo

moderno e in secondo luogo sia la filosofia che la sociologia di Simmel sono rivolte

verso la comprensione delle forme dell’azione reciproca degli individui .!

Simmel identifica la spazio come a priori logico e percettivo dunque non come

qualcosa di cui si fa esperienza ma come un modo di fare esperienza.!

Lo spazio quindi non è mai unicamente un aspetto oggettivo,deve essere

considerato anche in relazione a determinate funzioni specificamente psichiche e a

è un’attività dell’anima,

peculiari sue configurazioni storiche . Esso ovvero

condizione e simbolo dei rapporti tra gli uomini.!

Quando Simmel parla dello spazio fa anche riferimento all’azione reciproca tra distanza e

prossimità .!

! Il significato estetico del volto

Saggio del 1901 .!

In questo saggio Simmel pone in evidenza la centralità nelle arti figurative del volto come

la più adeguata espressione dell’anima,della vista,dell’occhio,come organo del

procedimento di distruzione\costruzione,scomposizione\riunione.!

Il volto è capace di visualizzare l’unità del molteplice.!

Simmel ritiene che quanto più strettamente le parti di una connessione si rimandano l’un

l’altra ,quanto più una viva interazione traduce la loro estraneità in una reciproca

dipendenza ,tanto più pervaso di spirito appare il tutto.!

Pertanto l’organismo con il rapporto reciproco delle parti e la loro implicazione nell’unità

del processo della vita raggiunge lo stadio più prossimo allo spirito.!

!

Non c’è alcuna struttura che come il corpo umano riesca a convogliare una così grande

varietà di forme e superfici in una così incondizionata unità di senso.!

Nel volto umano si raggiunge la più completa realtà nell’ambito del visibile .!

L’anima individuale però non traspare solo dietro al volto ma è anche il teatro della lotta tra

gli impulsi psicofisici e del modo di condurre e rappresentare tale lotta.!

!

L’uomo di Simmel esprime una notevole spiritualità nella forma dell’individualità dove il

volto è luogo geometrico in quanto essa (individualità) si rende visibile.!

IL VOLTO RISPECCHIA L’ANIMA !

L’occhio è l’organo che meglio esprime il senso estremo del movimento con un movimento

minimo .!

Esso dunque oltre a costituire il vertice della capacità del volto di rispecchiare l’anima

REALIZZATA CONTEMPORANEMENTE ANCHE UN COMPITO Più FORMALE E MENO

VISIBILE; si occupa di interpretare i fenomeni.!

La struttura dei nostri sensi e dei loro oggetti più in generale contribuisce no solo a

sorreggere tutti i rapporti umani ma se fosse differente anche la nostra vita interindividuale

si fonderebbe su basi differenti.!

PRESTAZIONE SOCIOLOGICA ASSOLUTAMENTE UNICA tra le varie attività e funzioni

dei singoli organi di senso è quella dell’occhio.!

!

L’occhio consiste nel guardarsi l’un l’altro.!

Soltanto mediante lo sguardo è data la possibilità all’essere umano di disporre una certe

conoscibilità dell’altro che è preclusa a ogni approccio di tipo esclusivamente concettuale.!

Lo sguardo non solo rende visibile l’altro,ma svela all’altro

anche il proprio sé !

Lo sguardo che io rivolgo all’altro per penetrare le sue intenzioni e i suoi sentimenti è ne

contempo il modo e la relazione in cui più direttamente mi manifesto all’altro esponendomi

senza difese.!

Non si può prendere con l’occhio senza dare contemporaneamente!

L’occhio svela all’altro l’anima che cerca di svelarlo.!

Poiché ciò si attua con l’immediato guardarsi negli occidui si produce la

reciprocità più perfetta in tutto l’ambito delle

relazioni umane.!

!

!

!

E’ noto inoltre che Simmel abbia analizzato soprattutto lo stile di vita moderno in relazione

a 2 variabili: spazio e tempo chiedendosi quale fosse la loro influenza.!

metafore

Egli,non tratta lo spazio e il tempo come variabili ma come ovvero come

costruzioni sociali .!

In particolare la costruzione sociale dello spazio aiuta gli individui a rappresentare la loro

relazione con il mondo sociale .!

Simmel definisce dunque lo spazio come una dimensione per noi che viene riempita

dall’azione sociale.!

Lo spazio assume un ruolo importante nel costituirsi delle forme sociali.!

Pertando il linguaggio dello spazio e quello della società in molti

momenti si sovrappongono.!

Lo spazio è un elemento importante attraverso il quale si possono comprendere quei

processi di addensamento del fluire incessante della vita in forme sociali.!

è la capacità di influenzare le forme

Caratteristica saliente dello spazio

della vita sociale.!

La spazio non è di per sé una forma ma produce forme

nello strutturare i rapporti di interazione !

Le forme spaziali sono quindi quelle configurazioni di relazioni sociali che trovano nello

spazio la loro configurazione.!

!

Simmel si ricollega alla definizione Kantiana di spazio secondo cui spazio e tempo sono

forme dell’intuizione ovvero modi a priori mediante i quali noi abbiamo accesso al mondo

sensibile.!

Scrive Simeml: !

! “Kant definisce una volta lo spazio come la possibilità dell’essere insieme ed esso

corrisponde anche sociologicamente a questa definizione in quanto l’azione reciproca fa sì

che lo spazio diventa qualcosa per noi e riempie lo spazio in quanto lo spazio la rende

possibile “!

! Filosofia dello Spirito

Nella sua originale Simmel dichiara la l’immagine dello spazio

come una delle condizioni strutturali dell’azione reciproca attraverso cui si svolge il

la spazialità

processo di socializzazione tra individuo e collettività : diventa parte

integrantedella capacità si socializzazione dell’individuo,del soggetto

dell’individualità ,dell’individuo come attore sociale.!

La spazialità è un modo essenziale della vita sociale.!

!

!

!

SOGGETTIVITà ,METROPOLI E INTELLETTO !

Habermas Hegel

E’ stato ad affermare che non solo è stato il primo filosofo che abbia

sviluppato un chiaro concetto della modernità ma che soprattutto si è preoccupato

dell’intima relazione fra modernità e razionalità .!

Hegel dunque è stato il primo per cui la modernità è divenuto un problema !

Nell’età moderna il nostro tempo è ribattezzato con il nome di nova aetas in cui lo spirito

del tempo caratterizza il presente come un transizione che si consuma nella coscienza

dell’accelerazione e nell’attesa della diversità del futuro.!

Per Hegel il mondo nuovo,moderno si distingue dall’antico perché si apre al futuro e il

presente così gode di un valore posizionale preminente.!

Hegel concepisce il ostro tempo come l’età contemporanea e data dell’inizio del presente

a partire dalla cesura rappresenta dall’illuminismo e dalla Rivoluzione Francese (18-19

secolo).!

Hegel intende spiegare la superiorità del mondo moderno e allo stesso tempo il suo

carattere di epoca percorsa da crisi.!

!

IL MONDO DEL PROGRESSO E AL CONTEMPO DELLO

SPRITO ESTRANIATO dove la soggettività è il principio dell’età moderna.!

Per Hegel la soggettività diventa il vero nodo problematico della modernità .Hegel,nelle

Lezioni sulla storia della filosofia spiega la soggettività con la libertà e riflessione

scrivendo che !

! la grandezza del nostro tempo è che esso riconosce la libertà ,la proprietà dello

!

spirito di essere in sé presso di sé

!

!

Entro questo contesto l’espressione soggettività implica 4 connotazioni: !

!

1 individualismo = nel mondo moderno si fanno valere le proprie pretese!

2 diritto alla critica = il principio del mondo moderno esige ciò che ciascuno deve

riconoscere si mostri a lui come un che di legittimo !

3 autonomia dell’agire = è proprio nel mondo moderno che noi ci consideriamo

responsabili di quello che facciamo !

4 filosofia idealistica !

!

I 3 eventi storici decisivi che hanno contribuito all’attuazione del principio di soggettività

sono :!

- Riforma Protestante !

- Rivoluzione Francese!

- Illuminismo!

Tali eventi traduco dal punto di vista morale ,filosofico e politico il processo di liberazione

degli abusi delle autorità e dalla tradizione ce hanno cercato di impedire il loro sviluppo.!

!

!

Nella modernità,tanto la vita religiosa,quanto lo stato e la società ,quanto la scienza ,la

morale e l’arte si tramutano in incarnazioni del principio di soggettività !

Cogito Ergo Sum!

La ragione è stata tradotta in soggettività.!

Baudealire

E’ stato a definire la modernità come il transitorio,il fuggitivo ,il contingente,la

metà dell’arte di cui l’altra metà è l’eterno!

La modernità è dunque l’effimero e sarà questo peculiare elemento da Baudealire in poi a

caratterizzare non solo la produzione artistica ma la metropoli stessa che diviene la chiave

dell’esperienza del moderno.!

Sono proprio le nuove condizioni di vita createsi in una grande città ,nella metropoli a

spiegare l’insorgere della poetica impressionistica basata su frammenti e immagini non

sistematiche ; inoltre la metamorfosi delle sfere soggettive e psicologiche inducono una

profonda trasformazione dello stesso concetto di individuo e di soggettività.!

E’ la metropoli a sovrastare l’individuo .!

La metropoli rappresenta un disagio epocale.!

Il principale fondamento psicologico dell’individualità metropolitana è l’intensificazione

della vita nervosa prodotta dal rapido ed interrotto avvicendarsi di impressioni interiori ed

esteriori.! Die Grobstadte und das

Simmel in uno dei suoi celebri e più affascinanti saggi

Geistesleben del 1903 individua la metropoli come la peculiarità essenziale della

modernità .!

Metropoli è dove tutto ciò che è solido si dissolve!

Simmel è stato il primo sociologo a dislevare esplicitamente il significato sociale dei

contesti spaziali per l’interazione umana !

Nel suo saggio sulla metropoli avanza alcune ipotesi originali sul rapporto tra

individuo ,dimensione spaziale e società metropolitana.!

Simmel analizza la metropoli come un fenomeno sociale culturale ed economico che dà

l’individuo metropolitano !

vita ad un particolare tipo di individualità :

Nella metropoli si impara a non reagire ,a restare indifferenti.!

intellettualizzarsi

Per sopravvivere il soggetto metropolitano deve mettendo a tacere

emozioni e sensazioni .!

Nel contesto dell’esperienza metropolitana lo sviluppo dell’economia monetaria produce e

il denaro

presuppone L’AZZERAMENTO DELLE DIFFERENZE INDIVIDUALI :

riduce tutte le qualità in quantità.!

Il denaro è il medium di comunicazione x eccellenza che comporta l’espulsione del cuore

dai rapporti umani.!

Ugualmente,l’abitante della metropoli è indifferente a tutto ciò che è individuale e si

rapporta agli altri interessandosi solo alle loro prestazioni oggettive.!

L’economia monetaria infatti non può che basarsi su rapporti oggettivi e in-affettivi.!

!

MODERNITà,!

ECONOMIA MONETARIA,!

MERCATO,!

DIFFERENZIAZIONE SOCIALE!

E INTELLETTUALISMO sono fenoli interdipendenti e così tipicamente metropolitani !

!

La modernità nasce nel momento in cui si è sviluppata una coscienza storica.!

Comune è l’atteggiamento di neutralità con cui si trattano uomini e cose.!

calcolabilità

Predomina l’aspetto della ; sono 2 le manifestazione che rappresentano

l’apice della civiltà del denaro che favorisce l’aumento della corruzione :!

- cinismo = atteggiamento cinico che si esprime nella tendenza di svalutare tutti i

valori ; questo atteggiamento trionfa perché trova terreno fertile nel denaro !

- atteggiamento blasé = nega ogni tipo di vivacità del sentire di volere.!

!

Al blasè tutto appare di un colore uniforme ,grigio,opaco ,senza preferenze.!

Gli stimoli non lo toccano .!

L’individuo metropolitano per Simmel è senza carattere.!

Il blasè è l’uomo indifferente,insensibile ,disilluso,disincantato,scettico,stufo ,che ha già

visto tutto colui per il quale è sempre e tutto un dejavoù.!

il compito dell’intelletto

In tale contesto è quello di impedire che stimoli intrusivo

possano arrivare a intaccare gli strati più profondi,più intimi e più vulnerabili della

personalità.!

Pinotti = anestesia \ apatia ,e intellettualismo rappresentano 2 sistemi di difesa per

sopravvivere al bombardamento dei stimoli metropolitani.!

L’intellettualismo non è soltanto il carattere dominante della vita della metropoli moderna

ma è anche una difesa della vita soggettiva contro la violenza intrinseca della stessa

metropoli.! dominio dell’intelletto la

Attraverso il e attraverso

neutralizzazione dei sentimenti la coscienza sembra in grado di

controllare l’iper-stimolazione metropolitana.!

Uno stile di vita quello della metropoli che è basato sull’impersonalità delle relazioni sociali

ed economiche.!

Simmel parla di un processo di reciprocità della metropolizzazione della vita sociale che

pervade la dimensione sensibile dell’uomo urbano e che comporta nuovi regimi di

comunicazione .!

Per Simmel l’uomo metropolitano è indifferente a tutto ciò che è propriamente individuale

perché esattamente come nel principio del denaro,l’individualità dei fenomeni non entra.!

Tutte le relazioni interiori fra persone si basano sulla loro individualità mentre quelle

intellettuali contano gli uomini come con i numeri,come se fossero elementi per sè

indifferenti ,che hanno un interesse soltanto per la loro prestazione oggettivamente

considerabile.!

Intellettualizzazione e Monetarizzazione dei rapporti determinano l’oggettività dello

stile di via moderna l’unico modo accessibile per l’uomo di ottenere un rapporto con le

alcuna

cose e rendono possibile un’uguaglianza sociale in quanto non riconoscono

differenza tra gli individui .!

!

!

!

!

!

IMMAGINI DIALETTICHE DELL GROBSTADT !

Simmel ha analizzato il rapporto tra denaro e stile di vita moderno in stretto legame con le

variabili spazio -tempo e con il processo di individualizzazione che segna il passaggio d

alla

società industriali moderne caratterizzate dal

società tradizionale alle

predominio razionale ed oggettivo dell’economia monetaria e

denaro.!

dall’accelerazione del tempo della vita dovuta al ruolo svolto dal

!

denaro !

spazio !

temo!

intellettualizzazione!

svolgono un ruolo sostanziale e si condizionano tra loro !

! Filosofia del denaro

Nel capitolo 6 della Simmel mette in luce come il tratto più

caratteristico dello stile di vita moderno è dato dal predominio della intellettualità in ogni

sfera vitale.!

Il parallelismo tra intelletto e denaro è scaturito dalla conoscenza che sono entrambi

mezzi.!

Entrambi si fondano sul significato dell’elemento quantitativo piuttosto che su quello

qualitativo.!

Da ciò ne deriva una netta separazione tra la sfera emotiva del sentimento e quella

dell’intelletto.!

Risulta quindi evidente uno stile di vita caratterizzato dall’indifferenza e dalla imparzialità;!

da uno stile di vita che manca di colore.!

Simmel definisce l’uomo moderno come colui che non ha personalità poiché se per

carattere intendiamo qualcosa di unico e originale ,l’uomo intellettuale ne è

l’intelletto è lo specchio dell’indifferenza

completamente privo in quanto

in cui tutti gli elementi sono indifferentemente uguali perché la loro legittimità consiste solo

nel loro essere reali.!

Intellettualizzazione e monetizzazione dei rapporti contribuiscono a definire e produrre

quell’oggettività dello stile di vita che caratterizza la modernità.!

L’oggettività è l’unico modo accessibile all’uomo di conquistare un rapporto con le cose .!

L’uguaglianza universale però non garantisce alcuna differenza tra

gli individui .!

!

!

!

!

———————————————————————————————————————-!

FILOSOFIA DEL DENARO !

! avanzamento della cultura delle cose e arretratezza della cultura delle persone !

* oggettivazione dello spirito !

* divisione del lavoro come discrepanza tra cultura soggettiva e oggettiva!

*

————————————————————————————————————————!

!


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

14

PESO

142.16 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione e della formazione
SSD:
Università: Carlo Bo - Uniurb
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher martinajagothor di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia della cultura e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Carlo Bo - Uniurb o del prof De Simone Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia della cultura

Riassunto esame filosofia della cultura, prof. De Simone Antonio, libro consigliato La via dell'anima, Antonio De Simone
Appunto
Riassunto esame filosofia della cultura, prof. De Simone Antonio, libro consigliato Intervista a Machiavelli, Antonio De Simone, Davide D'Alessandro
Appunto
Appunto Niccolò Machiavelli,esame Filosofia della Cultura,Prof,Antonio de Simone
Appunto
Riassunto esame filosofia della cultura, prof. De Simone Antonio, libro consigliato Intervista a Machiavelli, Antonio De Simone, Davide D'Alessandro
Appunto