Che materia stai cercando?

Riassunto esame di sociologia politica, prof. Barisone. Libro consigliato Scienza politica Caramani e Democrazia ibrida, Diamanti Appunti scolastici Premium

Riassunto per l'esame di sociologia politica e del prof. Barisone, basato su appunti personali del publisher e studio autonomo del libro consigliato dal docente Scienza politica Caramani e Democrazia ibrida, Diamanti. Scarica il file in PDF!

Argomenti:
* Trasformazioni della democrazia del pubblico
* Partiti, anti-partiti e anti-politica
* Controdemocrazia e populismi... Vedi di più

Esame di Sociologia politica docente Prof. M. Barisone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

- Micro-targeting: individuazione fasce di mercato che interessano alle aziende, usato per mandare messaggi

pubblicitari personalizzati. Può essere usato in politica per cambiare risposta in base a chi ci si rivolge.

- Efficacia della retorica digitale di chi si appella alla rete (M5S, UKIP), ma diffidenza verso gli effetti di internet

sulla politica, secondo lui sopravvalutati. Determinismo tecnologico - McLuhan: la tecnologia determina,

l’importante è lo strumento, non il messaggio.

CULTURA POLITICA - Welzel e Inglehart

Cultura come insieme delle pratiche e delle credenze di una società, tutte le credenze che si pensa siano automatiche.

Cultura politica come distribuzione particolare di modelli di orientamento verso gli oggetti politici tra i membri di una

nazione (Almond-Verba).

Importanza di norme - non le leggi, credenze - ciò che è vero o falso e valori - giusto/sbagliato.

• Interesse per la dimensione nazionale aggregata ma approccio individualista perché le rilevazioni sono su base

• individuale; analisi anche delle sub-culture.

DIFFERENZE CULTURALI NEL MONDO

Dimensioni valoriali alla base delle differenze culturali fra nazioni:

valori religiosi vs secolari;

• valori di sopravvivenza vs auto-espressione

• - Valori secolari misurati sulla base di 12 items nelle aree religione (importanza, frequenza,…), fiducia verso lo stato,

verso la nazione, sulle norme di gruppo (ex.: corruzione). Ogni gruppo è valutato da 0 a 1.0, in genere punteggi

alti indicano maggiore attenzione per i valori secolari.

- Valori auto espressivi 12 items: importanza di certe caratteristiche dei bambini (indipendenza, obbedienza,…),

espressione dell’opinione (libertà di espressione), parità di genere, libertà di scelta (divorzio, aborto). Punteggi più

alti = maggiore attenzione per l’auto-espressione.

Differenze inter-societarie sono più elevate di quelle intra-societarie.

• Le posizioni medie nazionali sono il centro di gravità culturale di ciascun paese.

• Zone culturali coerenti riflettono percorsi di sviluppi simili, ex. Europa occidentale, Orientale…

• TEORIA DELLA MODERNIZZAZIONE

Si parte dal concetto di sicurezza esistenziale (sapere che la propria sopravvivenza è assicurata)

1. Fase industriale

- Standardizzazione, razionalizzazione burocratica.

- Secolarizzazione dei valori, meno importanza per la religione, più importanza della fedeltà verso lo stato.

- Compatibilità con i regimi autoritari.

2. Fase postindustriale

- Pluralità dei percorsi individuali ed emancipazione individuale, si supera l’appartenenza alla classe sociale

(contadini, borghesi, clero).

- Aumento valori auto-espressivi.

- Compatibilità solo con democrazie liberali.

PARADIGMA

Gli orientamenti di una popolazione determinano il sistema politico che è probabile governi quella popolazione. 1 Le

strutture sociali di una certa popolazione (verticali o orizzontali) 2 rendono predominanti certe credenze (obb. verso

l’autorità o importanza per la libertà) 3 le quali favoriscono l’accettazione più ampia di certi tipi di sistemi politici.

COMPETENZA DEI CITTADINI

Competenza civica come presupposto del buon funzionamento di una democrazia. Se la democrazia funziona tramite

• le elezioni, gli elettori devono fare scelte giuste (modello del good citizen), ma è una chimera.

Con i primi sondaggi emerge che i livelli di conoscenza delle istituzioni, delle regole, dei meccanismi, degli attori o dei

• concetti astratti (conservatori/liberali, cosa significano?) erano molto bassi. Inoltre si notava una certa instabilità, le

risposte variavano velocemente: modello minimal (elettori hanno una conoscenza minima e rispondono quasi a caso).

7

Questi risultati davano spazio a teorie elitiste: partecipazione deve essere limitata a quelli che hanno le competenze

• necessarie, bisogna limitare la partecipazione politica di massa.

Oggi i livelli sono simili ma è cambiato il modo di valutarli: il modello del good citizen non è più valido, sostituito dalla

• teoria delle scorciatoie informative. I cittadini riescono a raccogliere informazioni sufficienti a prender le decisioni non

cercandole ma attraverso i partiti, i sindacati, la chiesa, gli amici e tra questi uno o più opinion leader.

Mobilitazione cognitiva causa l’aumento della competenza politica.

• MODELLO DI LEALTÀ DEL CITTADINO DEMOCRATICO

Idea prevalente nelle democrazie partecipative post-Seconda Guerra Mondiale.

• Ogni polity democratica necessita un supporto di massa, il sostegno diffuso delle istituzioni, ma non il sostegno

• specifico di determinate leggi/iniziative dello stato.

Necessità di un allineamento partito-votante affidabile - non per forza sempre uguale, può cambiare ma deve esserci. I

• partiti devono sempre essere i destinatari della fiducia degli elettori.

Disallineamento partito-elettore

Problema con mancanza di sostegno ai partiti: emergono proteste e movimenti sociali.

• Mobilitazione di massa fuori dai canali istituzioni (proteste di massa).

• Crisi di legittimazione e di governabilità.

• Teoria della deprivazione: chi ha meno è più portato alla protesta. In realtà a protestare sono quelli che possiedono

• più risorse individuali (istruzione, denaro), protesta come esito di maggiori risorse. Lo stesso nelle società: quelle più

ricche hanno più proteste stabili.

Valori auto-espressivi in ascesa

Società post-industriale porta ai valori post-materialisti, ovvero quelli auto-espressivi.

• Quando si deve cercare la propria sussistenza o si teme per la sicurezza c’è enfasi sui valori di sopravvivenza.

• Quando la sopravvivenza è assicurata (casa, cibo, lavoro) alcuni cittadini perseguono altri obiettivi e assumono

• importanza altri valori: quelli di auto-espressione, come l’ambientalismo, la libertà di parola o i diritti dei gay.

Confrontando 1980 e 2005 si vede che i valori auto-espressivi aumentano all’interno dei due sondaggi con le

• generazioni più giovani, e tra i due sondaggi, + 0.15 in media in 25 anni.

Potenziamento contesto socio-economico da maggiori capacità di intervento, che potenzia il contesto socio-culturale

• che fa aumentare i valori auto-espressivi.

CRITICITÀ

Critica verso le autorità istituzionalizzate, declino nella fiducia nei parlamenti e dell’identificazione con i partiti.

• Individui con valori auto-espressivi hanno più fiducia orizzontale che verticale.

• Fiducia verticale = fiducia verso le istituzioni gerarchiche, fiducia orizzontale è quella nelle altre persone.

• - Più aumentano i valori auto-espressivi più diminuisce la fiducia verticale.

- Nelle società fortemente espressive cresce anche la fiducia orizzontale; in quelle meno espressive la fiducia

verticale rimane molto forte quella orizzontale debole.

OPINIONI PUBBLICHE EFFICACI E SFIDA ALLE ÉLITE

Valori auto-espressivi portano a cittadini più attivi e partecipativi politicamente (egualitari, libertari, tolleranti verso

• gli altri): civiv agency - idea del possibilità di migliorare la vita sociale partecipando, contrapposta al fatalismo.

I cittadini sono motivati a partecipare quando c’è un alto senso di efficacia politica.

• I paesi poco espressivi hanno un basso senso di agenzia e bassa tendenza all’azione; paesi con alti punteggi di auto-

• espressione hanno un senso d’agenzia e tendenza all’azione più alta. La relazione più forte è tra valori auto-

espressivi e tendenza all’azione (manifestazioni, boicottaggi), mentre con il senso di agenzia è meno significativa.

Società fortemente espressive hanno una valutazione più critica dello stato della democrazia (molta differenza tra il

• punteggio assegnato da Freedom House a quel paese e la valutazione fatta dal cittadino) e hanno una visione più

liberale; società debolmente espressive hanno una definizione meno liberale (accettano più comportamenti, come i

golpe militari) e una valutazione acritica. 8

Deboli valori auto-espressivi: maggiore solidarietà intra-gruppo ma maggiore discriminazione verso gli out-groups

• (poca fiducia nei gruppi esterni e poco cosmopolitismo). Alti valori auto-espressivi portano a una maggiore fiducia

nel gruppo esterno e più cosmopolitismo, meno importanza dei confini tra il gruppo nazionale e quelli esterni.

Affinità dei valori auto-espressivi con il regime democratico. Le domande sulla preferenza esplicita di regime non

• sono significative perché in una società auto-espressiva i cittadini rispondono ciò che desiderano; il set di domande

sui valori auto-espressivi - con un legame implicito con la democrazia - invece è più utile a individuare gli

orientamenti democratici. FIDUCIA E CAPITALE SOCIALE

La fiducia interpersonale è necessaria alla capacità di azione politica, più fiducia con valori più alti.

• Ma una bassa fiducia politica è favorevole a una democrazia di qualità: cittadini più critici comportano una

• maggiore responsiveness delle élites politiche, devono rispondere alle critiche.

Modernizzazione favorisce la democratizzazione

- Approccio economia politica. Redistribuzione economica più accettabile per le élites in una società moderna con

meno disuguaglianze; critica: le élites si trovano costrette ad accettare i cambiamenti democratici, raramente

possono scegliere; quello che varia è il consenso di queste verso il nuovo regime.

- Approccio cultura politica. La democrazia è imposta da opinioni rese più consapevoli ed esigenti dall’aumento

dell’educazione e della ricchezza causati dalla modernizzazione.

Conclusione

- Articolo: perché i più educati sono più liberal (intesi come più auto-espressivi)? La nuova classe post-Seconda Guerra

Mondiale poggia sulla logica, sulla scienza e il discorso critico, non più sul rispetto dell’autorità, e i loro figli sono stati

educati con questi valori.

- Donne sempre più istruite tendono ad essere più radicali.

- Il partito repubblicano ha virato a destra e gli intellettuali di conseguenza verso il partito democratico perché li

rispecchia meglio. PUBLIC OPINION AND THE MEDIA

PUBBLICO

Differenze principali tra:

Folla/crowd: entità con comportamento unitario basato su emozioni condivise; è irrazionale, iperemotiva, i singoli

• perdono la propria identità e si sciolgono nella massa. È un meccanismo psicologico ma può avvenire anche online.

Massa: si afferma con la modernizzazione e l’urbanizzazione, milioni di persone che passano dai contesti rurali alle

• città, dove sono atomi isolati dal resto delle persone. Sono il target della propaganda e della manipolazione del

consenso (Prima Guerra Mondiale), che sono molto efficaci perché il bersaglio non ha le difese che derivano dalle

proprie reti sociali (non avendo qualcuno con cui discutere il messaggio, questo viene preso come assolutamente vero).

Messaggio potente, diretto, unidirezionale.

Pubblico: insieme di individui con centro di attenzione comune, un issue politico di interesse pubblico, sul quale si

• discute con argomentazioni e contro-argomentazioni, c’è un dialogo.

OPINIONI

Opinioni: giudizi espressi, manifestazione. Posizione su una questione politica specifica, quasi sempre dipende

• dall’atteggiamento, se questo è prevalente. La comunicazione persuasiva è efficace quando l’opinione non è ancora

formata.

Atteggiamento: predisposizione latente, implicita e non del tutto consapevole, di lunga durata. Orientamento sul tema

• generale di quella questione.

- Lippmann: la gente si forma un’opinione pubblica sulla base di immagini mentali della realtà. La realtà è plasmata in

una certa misura dai mass media che diffondono certe immagini, soprattutto per i temi lontani dall’esperienza

quotidiana. 9

- Effetti dei media: certi messaggi di certi media hanno certi effetti su certi pubblici certe volte, la scienza sociale deve

trovare le condizioni che favoriscono gli effetti.

AGENDA SETTING

Potere dei news media di strutturare l’importanza dei temi politici nelle menti del pubblico, i media definiscono la

• gerarchia di priorità dei temi. Tre curve fondamentali: tempo dedicato a un certo tema - percezione dell’importanza

per il pubblico - dati effettivi sul tema; le prime due coincidono - più tempo=più importanza - la terza può essere in

contrasto. PRIMING

Modo in cui i media definiscono i criteri attraverso i quali il pubblico giudica i propri leader, dando più attenzione a

• certi aspetti di un tema, invece che altri. Effetto priming: il giudizio su un certo tema varia a causa dei sentimenti

provocati dal tema affrontato in precedenza, pre-attivare un criterio di giudizio su un tema, strategico, si applica alla

comunicazione politica. FRAMING

Incorniciare, inquadrare - Selezionare alcuni aspetti di una realtà percepita e renderli più rilevanti in una

• comunicazione, in modo da promuovere una definizione particolare di un problema, un’interpretazione causale,

valutazioni morali o approcci raccomandati. Una notizia complessa permette un framing più consistente perché non si

può affrontare in modo completo, ma obbliga a concentrare l’attenzione su certe scelte; anche se il giornalista prova

ad essere imparziale le sue scelte determineranno un certo focus implicito.

CULTIVATION

I media effects sono massivi, a lungo termine e cumulativi, influenzano un pubblico eterogeneo esponendolo a pattern

• ripetitivi di storie, immagini e messaggi. I tabloid e certi telegiornali veicolano certi messaggi (violenza e omicidi

sempre più diffusi) e cambiano nel tempo l’opinione del pubblico.

KNOWLEDGE GAP

Quando aumenta il flusso di informazioni, i gruppi che hanno uno status socio-economico più elevato acquisiscono le

• informazioni più velocemente rispetto ai gruppi inferiori, aumentando il gap di conoscenza/consapevolezza tra di

loro. I più ricchi sono più istruiti e hanno la motivazione e le risorse per comprendere le nuove informazioni; aumenta

il divario perché i meno istruiti acquisiscono meno informazioni.

MEDIA DEPENDENCY

Maggiore è l’incertezza nella società, meno chiari saranno i quadri di riferimento (frames of reference) della gente e di

• conseguenza maggiore la loro dipendenza dai media. Quando i riferimenti delle persone scompaiono - crisi politiche,

transizioni democratiche - i media sono più importanti nel definire i nuovi riferimenti. Sono quei certi momenti in cui

il messaggio trova terreno fertile. MEDIA AND PERCEPTIONS

Le persone giudicano gli altri continuamente sulla base delle loro percezioni. La realtà è sempre mediata dai media.

• THIRD PERSON EFFECT

La gente pensa che i media abbiano più effetto sugli altri che su di sé, sottostima su di sé, sovrastima sugli altri. Ex.

• divieto di pubblicare i sondaggi e di trasmettere spot elettorali perché si pensa che siano molti condizionanti.

THE SPIRAL OF SILENCE

Gli individui che notano che le loro opinioni stanno perdendo terreno, adotteranno un atteggiamento di basso profilo

• e rimarranno in silenzio. L’effetto è che le percezioni delle realtà diventano la realtà stessa - profezie che si auto-

avverano. Le opinioni che hanno il vento in poppa - di moda - sono quelle che avranno successo. Il meccanismo

psicologico è basato sulla paura dell’uomo dell’isolamento; per non essere giudicati negativamente ed emarginati gli

10

uomini sono restii nell’esprimere le opinioni minoritarie rendendo così le opinioni minoritarie sempre meno diffuse,

fino a scomparire. Conformarsi alle op. prevalente rafforza l’integrazione della società. Il bandwagoning è basato su

questo effetto - winner effect: il candidato con più probabilità di vincere attira più voti (quelli che vogliono

conformarsi) e alla fine avvera la previsione.

CONCLUSIONI

Quali di questi effetti sono rafforzati/indeboliti dall’invenzione dei social media?

- Effetto di polarizzazione: seguire solo i simili e allontanarsi dagli altri.

- Moderazione: si è esposti a messaggi diversi, si conoscono le posizioni degli altri e le distanze diminuiscono.

- Quale prevale?

AppendiceFigura 1: valori secolari vs valori di auto-espressione Figura 2: importanza valori auto-espressivi

Figura 3: fiducia orizzontale vs fiducia verticale

11


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

12

PESO

1.02 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di sociologia politica e del prof. Barisone, basato su appunti personali del publisher e studio autonomo del libro consigliato dal docente Scienza politica Caramani e Democrazia ibrida, Diamanti. Scarica il file in PDF!

Argomenti:
* Trasformazioni della democrazia del pubblico
* Partiti, anti-partiti e anti-politica
* Controdemocrazia e populismi
* Modelli e retorica della democrazia diretta
* Misure della partecipazione politica
* Cultura politica come “cultura civica”
* Valori auto-espressivi e postmaterialisti
* Fiducia, efficacia politica e capitale sociale
* Effetti dei media sull’opinione pubblica


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze internazionali e istituzioni europee
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher GrandeGallo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Barisone Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia politica

Riassunto esame di sociologia politica, libro consigliato "tra politica e società" di Ceccarini
Appunto
Democrazia - Dahl
Dispensa
Esempi di giochi ed equilibrio di Nash
Dispensa
Sistema elettorale italiano
Dispensa