Che materia stai cercando?

Riassunto commerciale II parte

Riassunto per preparare in poco tempo l'esame di diritto commerciale II all'Università di Pavia. Appunti basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Cera dell’università degli Studi di Pavia - Unipv. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Diritto commerciale II docente Prof. M. Cera

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LE SOCIETÀ PER AZIONI QUOTATE

Si tratta di analizzare le norme speciali che il TUF detta per questa categoria speciale

di Spa. La disciplina è complessa perché occorre entrare nella ratio del legislatore del

TUF e nella ratio di ogni legislatore. La disciplina del testo unico è molto segnata dalle

direttive dell’UE. La disciplina deve anche essere armonizzata con quella del codice

civile.

Le Spa quotate sono soggette alla vigilanza di un’autorità pubblica che è la CONSOB

(commissione nazionale per le società e la borsa). La Consob ha anche una funzione

regolamentare, emana norme che vanno ad integrare e qualche volta si

sovrappongono alle norme del codice civile e del testo unico.

La Spa quotata raccoglie pubblico risparmio, le sue azioni sono quotate su mercati. Si

tratta di società che hanno azionisti attuali per decine di migliaia di persone che

investono in tali azioni rischiando il proprio patrimonio.

Come funzionano i mercati?

Questi mercati comportano che, quotidianamente, per diverse ore al giorno, le azioni

di una società vengono negoziate. Basta digitare in pochi secondi un ordine di acquisto

presso una banca, per investire. In quel momento un ordine di acquisto si incrocia con

un ordine di vendita. Vi è un mercato continuo di queste azioni. Tutto avviene in modo

digitale.

Il commercio delle azioni di Spa quotate è un commercio facile, snello, veloce. Il

contratto di borsa si caratterizza per la sua immediatezza.

Per le spa quotate non può esistere un documento, quello che attesta la proprietà

delle azioni è semplicemente la registrazione presso la società intermediaria e poi

l’annotazione nel conto del soggetto interessato che si trova solitamente presso una

banca.

La proprietà delle azioni quotate si riduce a mere scritturazioni. Per l’esercizio dei

diritti ci pensa sempre la società intermediaria. La Spa quotata è disciplinata

normalmente secondo norme imperative; non per niente il funzionamento dei mercati

e le stesse società sono soggette a vigilanza pubblica. La Consob autorizza l’istituzione

di un mkt regolamentato. L’interesse generale è rappresentato dal fatto che siccome

l’investimento di azioni di spa quotate è aperto al pubblico il legislatore si preoccupa

del fatto che l’investitore sia tutelato e allo stesso tempo che il mkt funzioni. I mkt

devono funzionare nell’interesse degli investitori e quindi l’autorità di vigilanza deve

assicurarsi che i regolamenti siano chiari e che assicurino trasparenza ed efficienza. Il

legislatore si preoccupa che tale disciplina risponda all’interesse generale:

- Le società devono assicurare un’ampia informazione

- Le società siano gestite secondo norme speciali dettate dal legislatore

Il mercato è l’insieme delle regole che presidiano allo scambio delle azioni di quelle

società che decidono di quotare le loro azioni su quel mercato. In Italia il più

importante è sicuramente quello gestito da Borsa Italiana Spa. Un mercato viene

autorizzato dalla Consob che definisce le regole di funzionamento dello stesso. La

società di gestione emana questo regolamento e lo fa osservare a quei soggetti che

vogliono acquistare azioni quotate in quel mercato.

Tutti i mercati sono gestiti da singole società per azioni che possono essere anche

possedute da altre società che a loro volta gestiscono altri mercati, venendosi così a

creare una rete uniforme.

Tutto ciò porta a far ritenere che la disciplina dei mercati sia essenzialmente

privatistica ma soggetta a vigilanza pubblica. In passato non era così: quando c’erano

le borse valori, le stesse funzionavano secondo regole pubblicistiche. Ad esempio la

Borsa di Milano era regolata dalla Camera di Commercio di Milano.

Nel nostro paese fino agli anni ’90 la borsa valori per eccellenza era quella di Milano,

ma ne esistevano altre (Torino, Roma, Napoli, Palermo, Trieste). Questo perché ogni

stato preunitario si era fatto la sua borsa valori, la quale aveva continuato a 1


PAGINE

4

PESO

167.61 KB

PUBBLICATO

4 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (a ciclo unico)
SSD:
Docente: Cera Mario
Università: Pavia - Unipv
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher camilla.passaniti di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto commerciale II e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pavia - Unipv o del prof Cera Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto commerciale ii

Appunti - Diritto commerciale
Appunto
Giustizia Costituzionale - modulo
Dispensa
Appunti - Diritto amministrativo
Appunto
Appunti di teoria generale del diritto
Appunto