Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’eritema fisso è una reazione cutanea e mucosa di III tipo in seguito all’uso di farmaci.

 se un soggetto è allergico all’Aspirina che è responsabile

Provocative Test Dosing : di reazioni

allergiche e pseudoallergiche, si ricorre al dosaggio di una molecola alternativa, come la

nimesulide, partendo con dosi molto basse che poi vengono >. In questo modo si valuta la reattività

del pz immediatamente. Il valore predittivo è limitato, una volta che si trova un farmaco tollerato

dal pz non bisogna cambiare molecola ma si usano farmaci alternativi con un basso potere di

stimolazione della ciclossigenasi. reazioni

pz allergici ai m.d.c. radiografici

Bisogna stare attenti ai con alto rischio di

chemiotossiche nei pz cardiopatici, nefrotossici, con insufficienza renale o epatica, malattie

ematologiche, diabete, disidratazione...

In questi casi prima di usare il m.d.c. è necessaria una premedicazione con cortisonici e

antistaminici (prednisone, cimetidina).

Usando m.d.c. non ionici si hanno meno rischi di avere reazioni pseudoallergiche o chemiotossiche

soprattutto nei pz più a rischio. Reazioni Anafilattiche

Anafilassi reazione immunologica mediata dall’interazione tra Ab specifici di classe IgE e

L’ è una

un Ag equivalente

. latte uova nocciole frutta crostacei

Gli alimenti più incriminanti sono il , , , , .

Esistono reazioni crociate alimenti-polline (graminacee-frumento). bruciore alle labbra e

Le reazioni anafilattiche sono precedute dalla sindrome orale allergica con

alla lingua

. Clinico

Dal punto di vista le reazioni anafilattiche si manifestano con:

prurito orticaria angioedema a livello della cute

 , (eritema, pomfi), .

lacrimazione

 .

congestione nasale

 .

sapore metallico

 .

edema laringeo stridore asfissia dispnea

 con , , .

asma

 .

arresto cardiaco ipotensione shock collasso ipossiemia IMA

 , , , , , .

dolori addominali vomito diarrea

 , , .

vertigini sincope convulsioni

 , , .

L’Anafilassi può essere dovuta anche a sforzo fisico che, a sua volta può manifestarsi nel periodo

post-prandiale, cioè un soggetto mangia, esegue attività fisica e va incontro a shock anafilattico.

Si effettua il test al cicloergometro.

tachicardia prurito orticaria angioedema costrizione alla gola nausea

Sintomi precoci

I sono , , , , , ,

vomito cefalea stridore laringeo disfagia

, , , .

sono l’anafilassi protratta nonostante il trattamento intensivo.

Complicanze

Le si basa sull’

Terapia d’urgenza

La , (0,1-0,3 ml sottocute),

ossigenoterapia adrenalina

, , .

antistaminici intubazione o tracheostomia broncodilatatori

Skin Prick Test diagnosi delle riniti allergiche, asma e allergie da farmaci

Lo è indicato per la ,

ricercare le IgE specifiche

consente di (reazioni immuno-allergiche di tipo I, IgE mediate).

Si mettono in contatto delle goccioline di allergene sulla superficie volare dell’avambraccio, si

lesioni eritemato-pomfoidi

punge con una lancetta: il test è + se compaiono le (reazione immediata).

Cause di falsi +

Le sono:

iperreattività cutanea

− (dermografismo).

presenza di sostanze irritanti negli estratti allergenici

− .

eccessiva concentrazione degli estratti allergenici

− .

eventuale vicinanza a test cutanei

− .

eventuale trasporto accidentale di allergeni + durante l’esercizio dei prick test

− . 3

 controllo positivo: il contatto tra cute e goccia di istamina deve sempre portare alla formazione di

pomfi, altrimenti significa che il pz sta facendo una terapia immunosoppressiva, antiistaminica, ed

ha una iperreattività cutanea.

 controllo negativo: mediante una soluzione fisiologica deve dare un esito -, altrimenti significa

che il pz ha una orticaria idiopatica.

Se non si riesce ad identificare l’allergene, si ricorre a un mix tra gli allergeni più diffusi

(graminacee, composite, olivo, parietaria, betulla, quercia...).

Patch Test diagnosi di allergie cutanee

Il è indicato per la (di IV tipo, ritardate, cellule mediate).

Si mette in contatto l’allergene con la cute per un certo periodo di tempo, usando un cerotto

anallergico su cui ci sono delle cellette tondeggianti che vengono riempite dell’allergene in

questione. I cerotti vengono applicati sulla spalla in assenza di altre lesioni. Dopo 3 gg si esegue la

lettura. In caso di eczema (DAC, dermatiti da contatto irritante) abbiamo 2 fasi.

lesione eritematosa

− I fase: .

vescicolazione

− II fase: .

RAST ricerca di IgE specifiche

Il è usato per la (tecnica radioenzimatica in vitro).

Immunoterapia Specifica

Si basa sulla , in grado di

somministrazione di estratti allergenici specifici a dosi scalari, crescenti

.

interferire con i meccanismi immunologici

E’ Indicata in caso di sindromi allergiche respiratorie da inalazione sostenute da reazioni

immunoallergiche IgE mediate, con eziologia documentata mediante Skin Test, RAST..., sindromi

da ipersensibilità a veleno di imenotteri...

E’ Controindicata in caso di:

− sindromi allergiche da intolleranza ad alimenti, farmaci, forme non IgE mediate.

− grave compromissione immunopatologica.

− gravi malattie debilitanti.

− malattie infettive.

− dermatite atopica.

− gravi reazioni anafilattiche.

Effetti Indesiderati

Tra gli abbiamo:

− reazioni locali.

− razioni a carico di vari organi e apparati.

− reazioni sistemiche (shock anafilattico).

Cause

Tra le abbiamo:

 dosi troppo alte in pz sensibili.

 > delle dosi in tempi molto brevi.

 introduzione dell’estratto allergenico in circolo.

 mancato rispetto delle controindicazioni.

 accelerato assorbimento.

Terapia d’Urgenza per reazioni d’organo

La :

 adrenalina.

 glicocorticoidi.

 antistaminici.

 broncodilatatori.

 bombola d’ossigeno.

 pallone ambu.

 .... 4

Rinite Allergica

Rinite Allergica processo infiammatorio a carico della mucosa nasale, congiuntiva e

La è un

faringe noxa patogena allergica starnutazione rinorrea acquosa

, dovuto ad una , caratterizzata da , ,

ostruzione nasale prurito intensa lacrimazione non è stagionale

e , , mentre la rinite non allergica ,

rinorrea acquosa mucosa o muco-purulenta

nelle fasi iniziali si manifesta con che diventa ,

ostruzione nasale lacrimazione scarsa o assente si risolve nel giro di 4-5 giorni al massimo

, , e .

soggetti iper-

Inoltre, non bisogna confonderla con la rinite vasomotoria che si manifesta in

reattivi molto sensibili a stimoli diversi starnuti lacrimazione pz

e , con e , specie quando il

cambia ambiente si alza dal letto variazione improvvisa della T°C ambiente

, ad es. con .

rinite allergica è di tipo stagionale variabile a seconda del tipo di polline

La , (vedi calendario

95% dei casi si deve alle graminacee e ulivo

pollinico): nel .

evitare l’evoluzione verso la forma asmatica

Bisogna .

Diagnosi

La si basa su:

 Anamnesi : storia clinica.

 Test cutanei (skin prick test).

 Rust

: per la ricerca delle IgE specifiche nel siero.

 Test di provocazione : indicato nei pz affetti da più allergie.

 conta eosinofili nel secreto nasale .

 IgE totali nel siero .

Terapia

La della rinite allergica si basa su:

 : agisce contro la causa.

Immunoterapia

Associata a terapia sintomatica:

 (aerosol): beclometasone, budesonide (Rhinocort spray nasale),

corticosteroidi per via inalatoria

dexametasone, flunisolide, fluticasone, mometasone furoato (Nasomex).

 .

antistaminici di 2^ generazione

 : cromoni (nedocromilsodio, sodiocromoglicato).

stabilizzanti di membrana

 : da usare con cautela e per brevissimi periodi di tempo, per evitare la

decongestionanti nasali

rinite medicamentosa (iatrogena) e tachifilassi.

Bisogna ricordare la Terapia della rinite non allergica:

 .

corticosteroidi per uso topico

 (Rinazina) con cautela e brevi periodi di tempo.

decongestionanti nasali

 .

antistaminici + decongestionanti Calendario Pollinico

La raccolta dei pollini presenti nell’aria avviene mediante il campionatore pollinico.

 presente tutto l’anno anche se i sintomi si manifestano in primavera (Aprile,

Parietaria:

Maggio).

 Cupressacee (cipresso): presente verso la fine di Gennaio, Febbraio, Marzo, fino a metà Aprile.

 Graminacee: presente nei mesi di Maggio e Giugno.

 Composite (girasole, margherite, ambrosia): non sono molto diffuse essendo un polline

entomofilo, cioè che resta vicino alla pianta e non si diffonde nell’aria col vento (gli altri pollini

sono anemofili, cioè sono trasportati dal vento).

 Oleacee: diffuse in Puglia per la presenza degli alberi di olivo, specie nei mesi di Maggio e

Giugno. 5


PAGINE

7

PESO

386.13 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Malattie del sistema immunitario e reumatologia sui seguenti argomenti: malattie allergiche e immunitarie, reazione immunologica di tipo I di immunità immediata, di tipo II citotossica o citolitica, di tipo III da immunocomplessi, di tipo IV da immunità ritardata o cellulo-mediata. Reazioni allergiche, allergenti, reazioni anafilattiche, anafilassi, alcune malattie allergiche.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Malattie del Sistema Immunitario e Reumatologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Cantatore Paolo Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Malattie del sistema immunitario e reumatologia

Reumatologia - Corso completo
Appunto
Reumatologia - Atlante
Appunto
Malattie del sistema immunitario e reumatologia - l'artrite idiopatica giovanile
Appunto
Reumatologia - Approfondimenti
Appunto