Che materia stai cercando?

Responsabilità contrattuale Appunti scolastici Premium

Appunti delle lezioni relativi all'argomento "responsabilità contrattuale": valutazione della prestazione del debitore, impossibilità di prestazione, causa non imputabile, responsabilità per colpa o oggettiva, onere, danno, dolo, clausola penale, esonero e limitazione.

Esame di Diritto privato docente Prof. F. Della Casa

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

martedì 18 novembre 2014

Se la prestazione ha per oggetto cose generiche e fungibili, il debitore non è esente da

responsabilità se subisce la perdita del bene.

Genus numquam perit : il genere non va mai distrutto.

Quindi se mi obbligo a consegnare la farina e il Ticino straripa ed allaga il mio magazzino, non

sono liberato , sono obbligato a consegnare la farina, perchè non si è verificata una

impossibilità della prestazione.

Quando il debitore deve consegnare cose generiche è libero di decidere come adempiere la

obbligazione e può trarre da essa un vantaggio economico.

Esempio: se scopro che il prezzo della farina è diminuito di molto la sera prima di consegnarla,

posso comprare sul mercato la farina anziché vendere la mia e così ottengo un guadagno. Al

guadagno corrisponde un rischio: la prestazione non può divenire impossibile e il debitore ha l'

obbligo di approvvigionamento anteriore.

Esempio: se il ticino allaga la farina devo andare al mercato, comprarla e consegnarla

COSE GENERICHE

DENARO( per eccellenza) se devo darti 100 e mi rubano il portafoglio , sono obbligato a pagare

denaro. I debiti di denaro comportano sempre una responsabilità.

Causa non imputabile

L'inadempimento è imputabile al debitore, quando esiste una ragione che, in relazione a

quell'inadempimento, giustifica l'attribuzione della responsabilità a suo carico. A seconda di

come s'individua questa ragione, varia il criterio dell'imputabilità, e il regime della responsabilità

ne risulta più( colpa) o meno( oggettiva) rigoroso verso il debitore. Distinguiamo:

Responsabilità per colpa

• Responsabilità oggettiva

Se il debitore è assoggettato a responsabilità per colpa non deve risarcire il danno se riesce

a dimostrare di aver operato diligentemente e di conseguenza la prestazione diventa

impossibile.

Se il debitore è assoggettato a responsabilità oggettiva( responsabilità senza colpa) al

debitore non basta dimostrare di aver operato diligentemente, deve dimostrare che

l'impossibilità della prestazione deriva da una circostanza estranea alla sua sfera di

amministrazione e controllo ed estranea al rischio tipico connesso con l'attività esercitata.

Esempio: il debitore è vettore assoggettato a responsabilità oggettiva. Deve trasportare beni da

A a B. Mentre il camion su cui sono carichi i beni, viaggia nella corsia mezzi pesanti a 80 km/h

con l'autista prudente, una vettura tampona il camion che lo fa ribaltare e si distrugge. Non c'è

3 martedì 18 novembre 2014

nessun tipo di negligenza, nessuna colpa, ma vettore risponde del danno perché la sua è una

responsabilità oggettiva che comprende tutti gli eventi interni alla sua sfera di attività.

Il vettore non risponde se riesce a dimostrare che l'evento è estraneo alla sua sfera di controllo

esempio: un elicottero gli cade sopra

Come si può quindi sapere se debitore incorre in responsabilità per colpa o oggettiva?

Dalle norme che disciplinano la responsabilità del debitore nei singoli contratti.

Se fanno riferimento alla colpa, resp. di colpa, lo stesso se si riferiscono alla diligenza. Mentre

quando le norme indicano come causa esimente della responsabilità il caso fortuito questo

denota in genere una resp. oggettiva.

(Infatti il termine "fortuito" indica un evento estraneo all' attività esercitata)

La responsabilità è per colpa nel caso si tratti di:

Professionisti intellettuali

• Servizi di custodia prestati non professionalmente

• Vizi del bene venduto

La responsabilità è oggettiva per :

Obbligazioni che hanno per oggetto il denaro

• Servizi custodia prestati su base imprenditoriale o professionale

• Cassette di sicurezza della banca

• Albergatore per perdita beni portati in albergo

Il rapporto tra le due responsabilità non è conflittuale ma dipende dal tipo di prestazione che

deve esser eseguita : se è eseguita da un soggetto imprenditoriale tende ad essere oggettiva.

Ragione: faccio affidamento sulla diligenza ed efficienza dell'apparato imprenditoriale.

Onere della prova

L'onere della prova di impossibilità della prestazione grava sul debitore perché dispone di

informazioni di prima mano. Il presupposto della responsabilità, l'inadempimento, non è

espresso nell' art 1218 .

Tocca al creditore dimostrare che il debitore non ha eseguito la prestazione o al debitore?

A questo proposito va ricordata la sentenza delle sezioni unite ( si ha quando sezioni semplici

della cassazione si trovano in contrasto. O per contrasto di giurisprudenza, si rimette alle

4 martedì 18 novembre 2014

sezioni unite) cassazione del 2001: il creditore può limitarsi ad allegare l'inadempimento. È

onere del debitore provare di aver eseguito la prestazione

La responsabilità per il fatto degli ausiliari

Un'importante ipotesi di respinsabilità oggettiva del debitore, è quella derivante dal fatto degli

ausiliari di cui egli si avvale per l'adempimento. La regola è che il debitore che

nell'adempimento dell'obbligazione si vale dell'opera di terzi, risponde anche dei fatti dolosi o

colposi di costoro (art. 1228)

Danno

Il danno è la diminuzione di valore che il patrimonio del danneggiato subisce per effetto

dell'inadempimento.

In seguito al danno, il debitore inadempiente incorre in una responsabilità che ha per oggetto il

risarcimento, quantificato in base a norme che valgono in ambito contrattuale e extra-

contrattuale( tranne una)

In base all'Art.1223: il risarcimento del danno per l'inadempimento o per il ritardo deve

comprendere così la perdita subita dal creditore come il mancato guadagno, in quanto ne siano

conseguenza immediata e diretta.

La norma individua due componenti del danno:

Danno emergente cioè la perdita, l'impoverimento patrimoniale subito dal creditore.

• Esempio: il valore intrinseco delle merci andate distrutte per responsabilità del vettore

impegnato a trasportarle.

Lucrocessante cioè il mancato guadagno.

• Esempio: i profitti che il creditore avrebbe potuto ottenere se arrivate le merci a destinazione

avesse potuto rivenderle.

Esempio: un debitore deve effettuare un servizio di manutenzione su certi macchinari

industriali di proprietà del creditore, la prestazione viene effettuata negligentemente, il

macchinario si incendia e l' incendio si estende al complesso industriale.

Il creditore deve sostenere costi per un nuovo macchinario e parte del complesso danneggiato

(danno emergente) . Il creditore ha dovuto sospendere la propria attività in quel periodo ( dànno

lucrocessante). Entrambi i danni devono essere risarciti purché siano uno la conseguenza

dell'altro.

Dolo

Art.1225: se l'inadempimento o il ritardo non dipende da dolo del debitore, il risarcimento é

limitato al danno che poteva prevedersi nel tempo in cui è sorta l'obbligazione.

5


PAGINE

7

PESO

82.52 KB

PUBBLICATO

7 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in management
SSD:
Università: Pavia - Unipv
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher doc.ale.b di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pavia - Unipv o del prof Della Casa Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

regolamento contrattuale
Appunto
Responsabilità patrimoniale
Appunto
Responsabilità patrimoniale
Appunto