Che materia stai cercando?

Riassunto esame Relazioni interpersonali, prof. Zamperini, libro consigliato Psicologia dell inerzia e della solidarietà

Riassunto per l'esame di Relazioni interpersonali del professor Zamperini, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente "Psicologia dell’inerzia e della solidarietà: il ruolo degli spettatori nelle atrocità collettive", Adriano Zamperini . Gli argomenti trattati sono i seguenti: psicologia,inerzia,solidarietà,spettatori,atrocità collettive,buon... Vedi di più

Esame di Relazioni interpersonali docente Prof. A. Zamperini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lo spettatore è apatico perché:

- Inibizione da pubblico (imbabazzo, valutazione non positiva)

- Inerzia da influenza sociale (l’inazione veicola il messaggio che non c’è nessuna emergenza)

Per eliminare la responsabilità diffusa:

- Presenza di un leader;

- Attrbuire in anticipo la responsabilità esclusiva ad una specifica persona.

Processo decisionale per comportamento d’aiuto:

- Accorgersi che qualcosa sta accadendo;

- Interpretare la situazione come una situazione nella quale è necessario prestare aiuto;

- Assumersi una responsabilità personale;

- Scegliere una forma di aiuto;

- Compiere l’aiuto.

2.3. Lo spettatore e il potere della situazione

L’altruismo è indluenzato da una serie di aspettative normative:

- Norma della reciprocità;

- Norma della responsabilità sociale;

- Norma di autosufficienza;

- Relazioni intergruppi;

- Giustizia sociale “se lo è cercato”.

- Sfera emotiva: rabbia vs compassione.

2.4. Spettatori nelle organizzazioni

L’osservatore di un reato deve decidere se:

- La gravità dei fatti sia tale da richiedere un intervento;

- Si sente responsabile per intraprendere un’azione;

- Le potenziali operazioni correttive sono disponibili;

- Valutazione costi-benefici di un’eventuale deluncia.

2.5. Spettatore come negazione della responsabilità

La responsabilità verso gli altri può essere indebolita dalle caratteristiche situazionali entro cui si

trova ad agire lo spettatore.

2.6. Carnefici, vittime, spettatori

- Profittatore;

- Testimone;

- Inerte;

- Soccorritore.

3. Prima dell’(in)azione

3.1. La personalità autoritaria

Adorno:per capire in nazismo dipende dall’educazione data in famiglia.

3.2. La personalità altruistica

Nel nazismo le vittime vengono disumanizzate (da persone a corpi) per la logica

dell’autoconservazione.

Il soccorritore:

- Si sente vicino alla sua famiglia;

- È stato educato all’etica della cura;

- Accetta la responsabilità sociale ed empatizza con chi si trova in situazioni difficili;

- Sostieme la pace e i valori democratici;

- Respinge l’intolleranza, l’etnocentrismo, gli estereotipi;

- In infanzia aveva amici e parenti di diversi gruppi sociali e religiosi, con un locus of control

interno;

- Ha integrità personale;

- Non apprezza l’obbedienza all’autorità;

- Ha capito le conseguenze dei suoi comportamenti sbagliati in infanzia, senza essere solo

picchiato;

- Ha coraggio morale (opposto ad apatia e disperazione).

3.3. Differenze individuali

Colui che possiede abilità cognitive sofisticate, tipiche di stadi evolutivi più avanzati, dovrebbe

essere in grado di comprendere meglio i bisogni degli altri. Il vero altruista viene confinato in

un’élite della morale.

3.4. La moralità e le motivazioni del soccorritore

Aspetti della Condizioni per Emozioni Forma di azione

situazione avere questa concomitanti del intrapresa

condotta comportamento

di soccorso

Motivi la diretta Sostegno Coinvolgimento Aiutare una

allocentrici esposizione alla morale da altre personale con persona o un

vista di una persone l’individuo gruppo con cui

persona soccorso si ha avuto

bisognosa contatto diretto

Motivi Presenza di una Sentimenti In soccorritore

normocentrici richiesta impersonali partecipa ad

normativa focalizzati non una rete sociale

appropriata alla sulla persona ma impegnata in

situazione sul principio e pratiche di aiuto

indirizzata allo sulla norma (in gruppo)

spettatore

Motivi assiologici Violazione di un Contatto Sentimenti Azione può

principio etico personale con il impersonali essere rivolta ad

bisognoso focalizzati non un gruppo con

sulla persona ma cui il

sul principio e soccorritore non

sulla norma ha mai avuto

contatto diretto

3.5. Intersoggettività situate

Relazioni importanti nella situazione di aiuto:

- Soccorritore-vittima

- Individuo-comunità

- Individuo-leader.


PAGINE

6

PESO

312.01 KB

AUTORE

m_gly91

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Relazioni interpersonali del professor Zamperini, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente "Psicologia dell’inerzia e della solidarietà: il ruolo degli spettatori nelle atrocità collettive", Adriano Zamperini . Gli argomenti trattati sono i seguenti: psicologia,inerzia,solidarietà,spettatori,atrocità collettive,buon samaritano.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in psicologia sociale, del lavoro e della comunicazione
SSD:
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher m_gly91 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Relazioni interpersonali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Zamperini Adriano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in psicologia sociale, del lavoro e della comunicazione

Riassunto esame Psicologia del Turismo, prof. Maeran
Appunto
Riassunto esame Progettazione professionale e career counselling, testo consigliato Il counselling del futuro, Nota Soresi
Appunto