Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Un precursore della psicologia sociale: la

psicologia delle folle (Le Bon, 1895)

• La folla

– è scarsamente capace di azioni razionali

– ragiona per immagini

– è sensibile all’impressione

• Tali caratteristiche derivano dagli stessi

meccanismi che presiedono al formarsi di una

folla:

– senso di potenza

– contagio mentale

– suggestionabilità 7

Un precursore della psicologia sociale: la

psicologia delle folle (Le Bon, 1895)

• Sulle folle dominano le personalità di capi, uomini

d’azione nevrotici ed esagitati ma dotati di forte

volontà, capaci d’imporsi come guide, maestri

nell’uso di tre strumenti: l’affermazione breve, la

ripetizione e il contagio

• Il prestigio è la molla più forte di ogni potere, che

esercita un vero fascino magnetico e si impone

sulla massa 8

La nascita “ufficiale” della psicologia sociale

Nel 1908 vengono pubblicati i primi due manuali di Psicologia

sociale. Fin dall’inizio si delineano due modi di intendere la

disciplina diversi ed in parte opposti.

McDougall: Introduction to social psychology (1908). Fondatore

della “psicologia sociale psicologica”

Ross: Social psychology (1908). Fondatore della “psicologia

sociale sociologica” 9

La psicologia sociale psicologica

William McDougall era un medico inglese che si trasferì ad insegnare negli USA.

Egli fonda la sua psicologia sociale sul concetto di istinto, gli istinti sono

propensioni innate all’azione.

“costituiscono le forze mentali che mantengono e plasmano l’intera vita degli

individui e della società”

L’oggetto di studio è l’individuo e per studiare la società bisogna studiare la base

originaria della mente.

Successivamente gli psicologi sociali hanno sostituito una motivazione innata

(istinto) con delle spinte apprese, gli atteggiamenti. 10

La psicologia sociale psicologica

Semplificando, questo orientamento:

considera l’individuo come preesistente al mondo sociale;

studia i processi psicologici individuali e come questi sono modificati dalle

situazioni sociali;

predilige uno studio sperimentale

È una psicologia sociale tendenzialmente individualista e sperimentalista.

“La P.S. è il tentativo di spiegare come il pensiero, i sentimenti e i comportamenti

delle persone sono influenzati dalla presenza reale, immaginata o implicata di altre

persone” Allport (1968) 11

La psicologia sociale sociologica

Edward Ross era un sociologo statunitense.

Per lui bisogna focalizzare l’interesse di studio sui fenomeni sociali.

Gli individui sono trasportati da correnti sociali capaci di agire sul mondo

individuale determinando opinioni, interessi e sentimenti, quindi sul versante più

propriamente psicologico 12


PAGINE

15

PESO

30.82 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Materiale didattico per il corso di Psicologia sociale della prof.ssa Silvia Poti, all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: la psicologia sociale in prospettiva storica; gli approcci teorici, la psicologia sociale nord - americana, la psicologia sociale dinamica, i contributi per una prospettiva sociocostruttivista, la psicologia sociale europea.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in sociologia
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia sociale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Potì Silvia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia sociale

Dialogicità e conoscenza
Dispensa
Psicologia sociale - Evoluzione
Dispensa
Aixen - Provence, approccio strutturale
Dispensa
Appunti Storia
Appunto