Che materia stai cercando?

Riassunto esame Psicologia del Lavoro, prof. Pietroni, libro consigliato Taylor, Le origini dello Scientific management, Zuffo

Riassunto per l'esame di Psicologia del lavoro, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Taylor, Le origini dello Scientific management e della Psicologia del lavoro, Zuffo. Con analisi dei seguenti argomenti: Frederick Winslow Taylor, contesto di nascita dello Scientific Managment, modello di Taylor,... Vedi di più

Esame di Psicologia del Lavoro docente Prof. D. Pietroni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Nonostante i buoni risultati ottenuti, a causa dei rapporti conflittuali con la dirigenza, egli lascia

anche questa commessa e si ritira dalla consulenza nel 1901, quando inizia la sua attività di

promozione dello Scientific Managment che durerà fino al 1911.

Grazie agli introiti dovuti alle vendite dei brevetti e dell’attività di consulenza, egli può ritirarsi dal

mondo del lavoro, adottare tre bambini ed acquistare una villa in una tenuta Bloxy, dove si occuperà

di giardinaggio e golf, oltre alle attività solite di taglio dei metalli, ma il suo più grande interesse

continua a rimanere la promozione dello Scientific Managment.

In questi anni scrive e promuove Shop Managment , che diviene l’opera di diffusione dello

Scientific Managment.

Si ritrova ad avere circa 20 allievi, tutti ingegneri con esperienza in reparti meccanizzati che portano

avanti le sue idee nelle attività di consulenza aziendali. Egli continua ad insegnare le sue teorie agli

imprenditori desiderosi di conoscerle. Tra l’inizio del secolo e l’anno della sua morte, lo Scientific

Managment sarà introdotto in circa 200 aziende.

Dal 1911, egli si rivolge ad un pubblico sempre più vasto e si fa portavoce di istanze politiche

progressiste. Negli ultimi anni, quando la sua notorietà è maggiore, si ritira per curare la moglie le

cui condizioni di salute peggiorano. E muore solitario nel 1915 per un attacco di polmonite. La

moglie morirà nel 1949.

I suoi allievi, al fine di commemorare il maestro e per difenderne le idee, anche per motivi

opportunistici legati ai loro affari, commissionano la stesura della sua biografia, in modo da

divulgare ulteriormente i principi dello Scientific Managment.

2) Ad influenzare la cultura americana di quel periodo sono due fattori concomitanti: il positivismo

e il darwinismo.

Il positivismo esalta la scienza e il suo metodo, pone un’enorme fiducia nelle forze dell’uomo e

nelle potenzialità della tecnica con l’obiettivo ultimo di migliorare le condizioni dell’umanità. Il

pensiero positivista esprime indiscutibilmente una continuità con la tradizione illuminista. Si parla

di fede nel progresso e la scienza rappresenta una salvezza, vista come apportatrice di salute,

felicità, armonia.

L’influenza della massoneria è tale che a Philadelphia viene inaugurato il primo tempio dedicata

alla ragione. Chi dispone di capitali è sempre più disposto ad investirli nella ricerca applicata e nello

sviluppo.

Il darwinismo con la teoria dell’evoluzione, sostiene che la capacità di apprendere risulta persino

più importante dell’istinto.

Nella seconda metà dell’ottocento il sistema produttivo statunitense subisce importanti sviluppi con

notevoli ripercussioni sul sistema economico. Tale radicale cambiamento è reso possibile dal salto

di qualità del sistema infrastrutturale nei trasporti e nelle comunicazioni, che diventano più veloci e

più a buon mercato. La possibilità di usare il telegrafo e le ferrovie e poi il telefono, determina una

svolta epocale nel mondo produttivo. Nel settore della distribuzione, i mercanti vengono sostituiti

da imprese commerciali che provvedono a loro spese all’acquisto delle merci dall’agricoltore o

dall’industriale per rivenderle al trasformatore o al dettagliante, se non al consumatore finale, si

assiste al nascere delle moderne tecniche di mercato.

Nascono anche le prime banche d’investimento specializzate e la centralizzazione dei mercati

finanziari a Wall Street.

L’utilizzo di fonti di energia quali il vapore e il carbone ha importanti effetti sul mondo industriale.

Infatti esso riduce i costi ed aumenta la produzione. Sono due i settori che ne traggono vantaggi in

maggior misura, quello chimico e quello elettrico. Un altro settore fondamentale per lo sviluppo

industriale americano è quello dell’automobile.

L’espansione del commercio di cotone determina anche la rapida specializzazione del settore

finanziario e bancario.

2/6 2

Un altro elemento favorevole è l’aumento demografico che apporta manodopera a bassi costi perché

l’ondata immigratoria di questo periodo è rappresentata da perseguitati politici e religiosi e

soprattutto da poveri che costituiscono una forma di manodopera fortemente despecializzata.

Intorno al 1870 il mercato degli Stati Uniti e dei paesi europei industrializzati attraversa un periodo

di crisi e di ristagno economico. Mentre in America gli imprenditori ingaggiano una battaglia contro

il big business che li porta ad ottenere una serie di azioni antitrust, per cui riesce a mantenere

un’elevato grado di concorrenza, in Europa gli accordi tra le aziende non vengono sottoposti a

restrizione da parte dei governi.

I segni evidenti e drammatici della fine di un’epoca sono lo scoppio della Prima guerra mondiale, in

cui la tecnica dimostra di non essere più solo fonte di benessere, manifestandosi anche nelle sue

crudeli applicazioni. Negli Stati Uniti arriva la grande depressione e l’ottimismo lascia il posto allo

sgomento per un mondo non controllabile.

3) Per meglio comprendere la costruzione del modello di Taylor è fondamentale comprenderne

anche la concezione economica. Secondo l’economista scozzese Adam Smith, al quale Taylor si

ispirò, le azioni dei singoli individui interagiscono tra loro e la divisione del lavoro è la condizione

per favorire la cooperazione sociale. Se i lavoratori producono di più e il datore di lavoro li

ricompensa, essi consumeranno di più assorbendo cos’ la quota di prodotto risultante in sovrappiù.

L’aumento della produzione riduce i prezzi e questo favorisce un maggiore assorbimento da parte

del mercato. Si innesta così un circolo virtuoso tra produzione e consumi , premessa per la

produzione di massa.

Taylor come Adam Smith mira all’aumento dell’efficienza produttiva, a patto che non vi siano

ingerenze esterne di alcun genere, soprattutto da parte dei sindacati, pertanto il suo pensiero è

lontano da quello di conflitto di classe di Marx. Egli ritiene che più che un problema di

distribuzione della ricchezza, vi sia un problema di potenzialità inespressa della sua generazione.

Inoltre egli è convinto che fondamentalmente gli interessi degli operai e degli imprenditori non

siano antagonistici, ritiene infatti che l’organizzazione Scientifica del lavoro portando entrambe le

parti a produrre di più, consenta più salari per gli uni e più profitti per gli altri, cosicché entrambi

vivano nel benessere e siano soddisfatti. In una logica di economia classica, il perseguimento del

bene individuale, porta al perseguimento del bene collettivo.

Secondo Taylor le associazioni sindacali sono una concausa della cultura del sottolavoro che già

trova le sue radici nei comportamenti spontanei degli operai che adottano, se non stimolati il

sottolavoro naturale, in quanto stabiliscono i tempi e i salari degli operai, senza valutazioni

scientifiche, mentre con lo S.M., è sufficiente che un lavoratore denunci all’interno dell’azienda una

disparità di trattamento o una lamentela perché la sua richiesta possa essere accolta e verificata.

Il sistema di incentivazione e aumento salariale diventa per lui un mezzo, uno strumento tramite il

quale assicurarsi gli uomini, il metodo, i risultati migliori e combattere le ragioni dell’arretratezza

dell’impresa.

Secondo Taylor la quantità di lavoro che può essere effettivamente svolta, lavorando al meglio delle

proprie possibilità, viene individuata in quella sostenuta dagli operai di prim’ordine, quelli più

capaci e abili.

Per Taylor il sistema retributivo non ha valore in sé, ma dipende dal tipo di contesto organizzativo e

di processo nel quale è applicato. Egli individua quattro categorie principali da utilizzarsi in

rapporto alle differenti condizioni: Il cottimo ordinario, il lavoro a giornata, il lavoro a compito con

premio, il cottimo a tariffa differenziale. Egli è noto come inventore del cottimo differenziale. In

questo sistema l’incentivo a raggiungere un dato livello di produzione è dato da due tariffe, uno per

gli operai di prim’ordine e l’altro per gli operai comuni, inoltre, se per qualsiasi motivo, l’operaio

non completa il proprio compito, non solo non percepisce la retribuzione supplementare, ma subisce

3/6 3


ACQUISTATO

12 volte

PAGINE

6

PESO

56.40 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Psicologia del lavoro, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Taylor, Le origini dello Scientific management e della Psicologia del lavoro, Zuffo. Con analisi dei seguenti argomenti: Frederick Winslow Taylor, contesto di nascita dello Scientific Managment, modello di Taylor, fordismo e la nascita del welfare, gli sviluppi successivi e alcune riflessioni critiche, selezione scientifica e la formazione dell’operaio.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e management
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher trick-master di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia del Lavoro e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Pietroni Davide.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!