Che materia stai cercando?

Psicologia dinamica Appunti scolastici Premium

Appunti di Psicologia dinamica. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: I modelli della psicopatologia – capitolo 8 – manuale di psicologia dinamica, Le controversie: fantasie o fallimento ambientale?, Il pluralismo dei modelli, ecc.

Esame di Psicologia dinamica docente Prof. F. Calamoneri

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

- Teoria delle relazioni oggettuali: le pulsioni emergono nel con testo relazionale e non

possono mai essere separate dalla relazione. Il conflitto è considerato come uno scontro tra

coppie contrapposte di unità interne e di relazioni oggettuali

- Psicologia del sé: le relazioni esterne aiutano la persona a mantenere la stima di sé e la

coesione di Sé.

Bateman e Holmes: tre strategie che corrispondono a tre modelli di salute psichica e di

psicopatologia

1. modello conflittuale classico: il soggetto ha rimosso le esperienze problematiche per

mantenere un senso di coerenza interna

2. modello conflittuale kleiniano e delle relazioni oggettuali: impera il conflitto tra amore e

odio, tra bisogno di dipendenza e separazione

3. il modello deficitario delle relazioni interpersonali e dell’oggetto: difficoltà viste come

espressione di un deficit, nel senso di una carenza ambientale

Fonagy: nuova lettura della teoria delle relazioni oggettuali.

1. modello strutturale della psicopatologia: Freud, Hartmann, A. Freud, Mahler, Sandler:

“Il fallimento dell’apparato mentale nel trattare adeguatamente con la pressione proveniente dalle

pressioni, si svolgeva secondo la sequenza del modello di patogenesi:

conflitto -> rimozione -> riattivazione del conflitto -> compromesso nevrotico”

Mondo intrapsichico è in conflitto tra le tre istanze (Io, Es, SuperIo). Il modello di rimozione è il

punto di riferimento cardine in questa ottica. L’origine della psicopatologia può essere colta nel

costo del compromesso a cui inconsciamente l’Io ricorre per adattarsi. Obiettivo del trattamento

consiste nell’operare una ristrutturazione della personalità, ovvero rovesciare i normali rapporti tra i

singoli territori della psiche.

2. modelli delle teorie delle relazioni oggettuali

a. modello kleiniano-bioniano:

(Klein) L’origine della psicopatologia è da ricondurre all’intensa ansia determinata dalle fantasie

sadiche infantili, reputate radici del disagio mentale sia come causa diretta sia come difesa. Aspetto

dell’ansia primitiva è l’uso patologico dell’identificazione proiettiva (processo inconscio mediante

il quale aspetti propri avvertiti come cattivi vengono disconosciuti e attribuiti a qualcun altro in

modo tale da averne un controllo).

(Bion) Introduce il concetto di rèverie. Negli stadi nevrotici, il passaggio tra posizione

schizoparanoide e depressiva è concepita come parziale, il superio contiene sia aspetti paranoici che

depressivi causando un ansia persecutoria. Se la posizione depressiva non viene superata l’ansia

riguarderà il sentimento di frammentazione e il senso di realtà sarà fortemente distorto dalla

proiezioni. L’obiettivo del cambiamento è il superamento delle angosce depressive e la

rielaborazione del lutto primitivo.

b. modello del gruppo indipendente, Fairbairn, Winnicott, Balint

Le teorie delle relazioni oggettuali implicano la comprensione di come le relazioni interpersonali

vengano interiorizzate e trasformate in rappresentazioni interne. Il conflitto viene visto come lo

scontro tra coppie contrapposte di unità interne di relazioni oggettuali (non come lotte tra impulsi e

difesa, modello classico).

(Fairbairn) Si da molta importanza all’ambiente in cui si sviluppa il bambino. L’origine della

patologia è da ricondurre ai primi tre anni di vita. Tutti gli stati patologici hanno radici nei conflitti

legati alla dipendenza infantile.

(Winnicott) “Madre sufficientemente buona”: requisito perché il bambino possa sviluppare in Sé (in

caso contrario si sviluppa il falso sè).

(Balint) “Difetto fondamentale”: incapacità della madre di rispondere ai bisogni del figlio. Devono

essere accettate le parti del sé che sono state “negate”.


PAGINE

3

PESO

15.35 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in teorie della comunicazione e dei linguaggi
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dinamica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Calamoneri Filippo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dinamica

Psicologia dinamica – pensiero freudiano
Appunto
Psicologia dinamica – Psicologia dei gruppi
Appunto
Psicologia dinamica – Bion
Appunto
Psicologia dinamica – HEINZ HARTMANN
Appunto