Che materia stai cercando?

Psicologia dello sviluppo – Jean Piaget

Appunti di Psicologia dello sviluppoJean Piaget. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Jean Piaget è uno svizzero francese. Ha fatto molte teorie interessanti sul modo di pensare del bambino. I bambini sono diversi dagli adulti ma non per questo possono essere considerati stupidi, anzi, hanno un’... Vedi di più

Esame di Psicologia dello sviluppo docente Prof. A. Caratozzolo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Jean Piaget

Jean piaget è uno svizzero francese. Ha fatto molte teorie interessanti sul modo di pensare del bambino. I

bambini sono diversi dagli adulti ma non per questo possono essere considerati stupidi, anzi, hanno un’

intelligenza completa. Nel bambino vengono a crearsi dei SCHEMI MENTALI o concetti… es. concetto di

albero.

Questi concetti sono essenziali e vitali x il bambino, sono utili poiché senza di essi la vita potrebbe essere

inutile. Inoltre questi concetti sono e vengono organizzati e ordinati nella mente del bambino tramite

l’esperienza. Questi CONCETTI sono delle definizioni generali di una categoria di oggetti.

L’ESTENSIONE:è il numero dei casi particolari che rientrano in un concetto.

LA COMPRENSIONE:è il numero delle caratteristiche distintive o informazioni, contenute in un concetto.

L’estensione e la comprensione sono inversamente proporzionali in quanto + và su uno e + và giù l’altro.

DA APPENA NATO IL BAMBINO HA Già 2 SCHEMI MENTALI…LA MAMMA E L’IO.

LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN UN CONCETTO SONO 4:

-IL NOME come si kiama

-LA FORMA

-LA FUNZIONE a cosa serve

-LA CLASSIFICAZIONE dove può rientrare in una categoria.

L’ esperienza si organizza con 2meccanismi:

-L’ASSIMILAZIONE consiste nel far rientrare qualcosa dal mondo esterno in un concetto già esistente. Qui

non c’è alcuna resistenza perché le caratteristiche del’oggetto corrispondono totalmente a quelle del

concetto gia esistente.

-L’ACCOMODAMENTO: consiste nel modificare un concetto già esistente aggiungendo altri oggetti,

informazioni. Qui c’è una leggera resistenza all’assimilazione. In certi casi la resistenza è tanto forte che si

deve organizzare un altro NUOVO concetto.

L’ADATTAMENTO: questo è un adattamento di tipo psicologico-mentale riguarda l’adattarsi in un’ambiente.

Es. se si viene fatto un regalo si dice grazie.

Tutti i bambini hanno passato le fasi indipendentemente dalla loro posizione storico-sociale. Secondo piaget

se un bambino doveva fare una cosa in un periodo e non l ha fatta, potrà recuperare le cose perse in un

secondo periodo. Secondo freud invece non si può recuperare in un secondo periodo.

GLI STADI: il 1°stadio si chiama SENSO MOTORIO và dai 0-24mesi o 2anni e riguarda l’intelligenza del

bambino. Lo scopo di questo stadio è la coordinazione tra xcezione del mondo esterno e il movimento. Esso

si distingue in:

-egocentrismo assoluto 0-6mesi il bambino non riesce a distinguere se stesso dal resto del mondo.

-persistenza dell’oggetto 6-12mesi.. un oggetto continua ad esistere anche fuori dal campo visivo.

-sperimentazione per prove ed errori 12-18mesi… con tutto ciò che ha, il bambino fa delle prove per

vedere l’effetto che produce..o reazioni circolari: consistono nel compiere l’atto,osservare l’effetto e

ricompiere l’azione che ha avuto un effetto positivo. Ci sono 2tipi di reazioni circolari:

-primarie 6-12mesi, l’atto è casuale ed involontario e l’atto viene ripetuto se produce soddisfazione

-secondarie 12-18mesi, l’atto iniziale è volontario.

-previsioni 18-24mesi, il bambino prevede l’effetto di un azione.. prefigura l’effetto

2°stadio si chiama PREOPERATORIO và dai 2-6anni le sue caratteristiche:

-egocentrismo il bambino è incapace nel pensare che ci sono altri PUNTI DI VISTA diversi dal proprio.

PUNTI DI VISTA considerati campo visivo o opinione..

l’adulto sa l’esistenza di opinioni o campi di vista diversi, ma il bambino non immagina la loro esistenza. Per

il bambino esiste solo la sua opinione.

-animismo tutte le cose , anche gli animati sono dotati di una volontà propria, hanno tutti un anima.

-funzionalismo tutto ciò che esiste, esiste perché hanno una funzione o uno scopo. Anche la natura.

-artificialismo tutto ciò che esiste è stato creato dalla potenza dell’uomo in particolare dalla potenza dei

genitori considerati ONNIPOTENTI. Il bambino sbaglia a pensare che esista l’art. anche nella natura.

3°stadio si chiama OPERATORIO CONCRETO và dai 6-12anni le sue caratteristiche:

-fine dell’egocentrismo il bambino non pensa + a se stesso, incomincia a prendere parte nei giochi

collettivi in cui ci sono delle regole da rispettare.


PAGINE

2

PESO

10.31 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Psicologia dello sviluppoJean Piaget. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Jean Piaget è uno svizzero francese. Ha fatto molte teorie interessanti sul modo di pensare del bambino. I bambini sono diversi dagli adulti ma non per questo possono essere considerati stupidi, anzi, hanno un’ intelligenza completa. Nel bambino vengono...ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in teorie della comunicazione e dei linguaggi
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dello sviluppo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Caratozzolo Amalia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dello sviluppo

Psicologia dello sviluppo – Comunicazione e linguaggio bambini
Appunto
Psicologia dello sviluppo – Osservazione
Appunto
Psicologia dello sviluppo – Ricerca dell'identità
Appunto
Psicologia dello sviluppo
Appunto