Che materia stai cercando?

Psicologia dell'io e psicologia del Sé

Appunti di psicologia dinamica su: Hartmann e la psicologia dell’io, Heinz Kohut e la psicologia del sé, Il Sé e l’oggetto-sé, Oggetto-Sé idealizzato, Oggetto-Sé rispecchiante o speculare, Oggetto-Sé gemellare o alteregoico, Empatia e terapia analitica, Complesso edipico, Vergogna e rabbia narcisistica.

Esame di Psicologia dinamica docente Prof. F. Gazzillo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Hartmann e la psicologia dell’io

Il merito principale di Hartmann e della Psicologia dell’Io fu quello di dedicare una maggiore

attenzione al “comportamento normale”: la normalità e la coscienza divengono così oggetti di

indagine. Il tentativo era quello di fornire uno statuto scientifico alla psicoanalisi affrontando

questioni di psicologia generale.

Hartmann definisce “normalità” non il controllo delle pulsioni, ma le capacità di adattamento

dell’Io, che implicano un equilibrio tra le varie sottostrutture della personalità e tra di esse e

l’ambiente. È la selezione naturale che ha dotato gli esseri umani di apparati e capacità utili per

l’adattamento all’ambiente: per svilupparsi, tali apparati e capacità necessitano solo di un ambiente

medio prevedibile. (Idea di madre suff buona di Winnicott)

A differenza di Freud (che ipotizzava lo sviluppo dell’Io a partire dall’Es), per Hartmann sia l’Io

che l’Es si sviluppano parallelamente a partire da un serbatoio comune di energia, una matrice

indifferenziata.

Ognuno di noi possiede una parte dell’Io sana e libera da conflitti (funzioni a autonomia

primaria) questa parte dell’Io non si alimenta di energia pulsionale, ma di energia neutralizzata.

Funzioni possono essere coinvolte nel conflitto anche se non hanno bisogno di conflitto per nascere

e evolvere. Alcune funzioni nascono dal coflitto ma poi se ne rendono autonome => funzioni a

autonomia secondaria.

Neutralizzare l'energia pulsionale => indicatore della forza dell'io (capacità di regolazione degli

impulsi e degli affetti) che dipende da ambiente prevedibile e fattori costituzionali.

Neutralizzione energia pulsionale dipende da investimento libidico del se (io che si stima)

Mentre Freud riteneva che solo l’energia libidica potesse essere usata dall’Io e subire un processo di

sublimazione, per Hartmann sia l’energia sessuale, libidica, che quella aggressiva possano essere

poste al servizio dell’Io e subire un processo di neutralizzazione. Con la neutralizzazione, l’Io

accumula una riserva di energia, che potrà usare in seguito per raggiungere i propri fini e sviluppare

autonomamente le proprie funzioni. Sessualizzazione e aggressivizzazione, infatti, riportano

l’energia ai moti pulsionali (regressione).

Hartmann ridefinisce il concetto di narcisismo: l’opposto dell’investimento dell’oggetto, infatti,

non è l’investimento dell’Io (inteso come struttura psichica), ma l’investimento del Sé (inteso come

persona). Così inteso, il narcisismo diviene conseguenza dell’effetto dell’investimento libidico e

aggressivo delle rappresentazioni di Sé sul comportamento.

Io di Freud => persona intera + funzioni autoconservazione e adattive + come il soggetto

rappresenta se stesso a livello inconscio/preconscio/conscio. => Troppe funzioni tutte insieme

- Sè: persona

- Io: funzioni autoconservazione e adattamento

- sè: rappresentazione relativa a se stesso a livello inconscio/preconscio/conscio

Alleanza terapeutica

Per alleanza alleanza terapeutica si intende il rapporto razionale tra il paziente e l’analista che

permette al paziente di collaborare e lavorare con impegno nella situazione analitica. Essa fornisce

la motivazione quotidiana e la capacità di sottoporsi al lavoro analitico.

Oltre ad essere disponibile a lavorare con l’analista, il paziente deve anche essere in grado di

regredire in forma parziale e temporanea per sviluppare il transfert e produrre le libere associazioni,

ma il suo Io deve essere sufficientemente forte e flessibile per poter tornare a un funzionamento

normale.

Nell’analisi terapeutica, quindi, l’Io del paziente va incontro a un processo di scissione: da un lato la

parte irrazionale (“sperimentante”) che sperimenta il transfert e manifesta le difese, dall’altro

quella razionale (o “libera da conflitti”) che insieme al terapeuta osserva e “tratta come oggetto” la

parte nevrotica. Nel corso delle libere associazioni, quando il paziente si lascia trasportare da un

ricordo o una fantasia penosi, l’Io sperimentante del paziente è in primo piano, e il paziente non ha

coscienza del significato delle sue emozioni. In quel momento, se l’analista interviene, l’Io

razionale del paziente può riemergere, facendogli riconoscere che le emozioni in questione derivano

da eventi del passato.

Heinz Kohut e la psicologia del sé

Heinz Kohut studia i disturbi narcisistici di personalità: in particolare, non considera più il

narcisismo come un modo di funzionare primitivo, bensì come un ambito di funzionamento normale

che segue una linea di sviluppo indipendente da quella delle relazioni oggettuali. La normalità non

è caratterizzata da assenza di fenomeni narcisistici ma da fenomeni narcisistici sani.

Differenzia due linee di sviluppo della libido, sulla base dell’oggetto di attenzione libidica:

- La Libido oggettuale porta all’amore maturo per gli oggetti (amore oggettuale), poiché investe su

oggetti veri, sperimentati come oggetti separati dal soggetto

- La Libido narcisistica porta all’amore maturo per il Sé (narcisismo sano), perché investe su

oggetti sperimentati come un’estensione del Sé

Lo sviluppo è inteso come il passaggio da una condizione di narcisismo primitivo a una di

narcisismo maturo, come pure da una condizione di amore oggettuale arcaico a una di amore

oggettuale maturo.

Il Sé e l’oggetto-sé

Metodo di osservazione psiconalitica: ogni ambito di fenomeni è definito dal metodo di raccolta dei

dati e osservazione. Il metodo che caratterizza la psicoanalisi e quindi definisce l'ambito dei

fenomeni psicoanalitici è l' introspezione e empatia (sua forma vicaria).

Kohut definisce il Sé come una struttura ipotetica associata alla sensazione di essere un “soggetto

che agisce attivamente”, di avere un “senso di coesione nello spazio e di continuità nel tempo”.

La struttura centrale che permette di spiegare il funzionamento della persona è il concetto di Se

sovraordinato, concetto che permette di rendere conto di quattro fenomeni di cui essere

consapevoli tramite introspezione e empatia.

In condizioni normali noi ci percepiamo coesi nello spazio + ci percepiamo continui nel tempo +

percepiamo le e mozioni che proviamo come qualcosa che ci appartiene + ci percepiamo come

centri di azione indipendenti (senso di agency)

Il Sé nucleare è costituito dalle ambizioni della persona, dalle sue mete idealizzate: si forma sin

dalle prime esperienze di vita e costituisce l’elemento centrale dello sviluppo individuale, che lo

indirizza verso le mete e le ambizioni desiderate. Entro il Sé nucleare emergono quindi 2 poli:

- Polo delle ambizioni : un polo delle mete, dei propositi e dei desideri

- Polo degli ideali: un polo dei valori, degli ideali (capacità regolazione impulsi)

Fra questi due poli emerge un “arco di tensione”, che include le capacità e i talenti dell’individuo.

In condizioni sufficientemente buone, sussiste un’armonia tra le proprie ambizioni, le proprie doti e

i propri ideali: questa armonia spinge l’individuo a tentare di realizzarsi, provando gioia per ogni

sua conquista. In condizioni normali l’individuo non è in preda a pulsioni e desideri primitivi e

inconsci, ma cerca unicamente di realizzare le proprie mete, i propri desideri.


PAGINE

5

PESO

100.19 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in psicologia e processi sociali
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher AliceDP97 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dinamica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Gazzillo Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dinamica

Riassunto esame Psicologia Dinamica, prof. Gazzillo, libro consigliato "Psicologia dinamica: Modelli teorici a confronto", De Coro, Ortu
Appunto
Riassunto esame Psicologia Dinamica, prof. Gazzillo, libro consigliato "Freud: la costruzione di un sapere", Gazzillo, Ortu
Appunto
Riassunto esame Psicologia Dinamica, prof. Gazzillo, libro consigliato "Una base sicura", John Bowlby
Appunto
Control Mastery Theory (CMT)
Appunto