Che materia stai cercando?

Psicologia dell'handicap Appunti scolastici Premium

Analisi delle disabilità tramite strumenti quali: VALIAB,

A cosa serve una valutazione della disabilità? (spiegazione)
Test neuropsicologico
valutazione funzionale
Programmazione degli interventi
Valutazione delle funzioni esecutive: controllo esecutivo, pianificazione, ragionamento

Concetto di disabilità. Come si è evoluto rispetto alla... Vedi di più

Esame di Psicologia dell'handicap docente Prof. M. Ferrari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Psicologia dell’handicap – Ferrari - Unipv

CONCETTO DI DISABILITÀ

Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità

Legge 18, art.1, 3 marzo 2009: si definisce cosa vuol dire disabilità

Coloro che presentano DURATURE MENOMAZIONI FISICHE, MENTALI, INTELLETTUALI o

SENSORIALI che, in interazione con barriere di diversa natura, possono ostacolare la loro piena ed

effettiva partecipazione nella società su base di uguaglianza con gli altri.

Focus: INTERAZIONE con l'AMBIENTE (e i suoi ostacoli)

Aspetti importanti:

ASPETTO SOCIALE (la disabilità non è una condizione che emerge nell'individualità, ma è

 tale in relazione con l'ambiente e i suoi ostacoli)

RUOLO DELL'AMBIENTE

 RICONOSCIEMNTO DI DIGNITÀ

(si passa dal focus sul problema della disabilità alla PERSONA)

SVILUPPO CONCETTO DI DISABILITÀ

Si passa dai modelli basati sui DEFICIT:

es. •modelli medici: carenze nelle funzioni mentali •modelli psicologici: carenze intellettive

ai MODELLI ECOLOGICI (risorse, cosa si può fare). es. attualmente con i DSA si fa una

valutazione funzionale del bambino più che concentrarsi esclusivamente sul deficit cognitivo.

A partire dal 1980, il ruolo del CONTESTO è maggiormente riconosciuto.

Nonostante la disabilità sia considerata un problema di funzionamento dell'intera persona, tale

funzionamento si riferisce all'INTERAZIONE della persona con l'AMBIENTE.

L'ambiente può essere più disabilitante dei problemi fisiologici e psicologici.

Il cambiamento di prospettiva comporta:

• PERSONALIZZAZIONE delle ATTIVITÀ, degli INTERVENTI (es bisogni speciali per

l'apprendimento)

• Necessità di APPROCCI GLOBALI (non concentrarsi sul problema, ma sulle abilità della persona

e sulle risorse o ostacoli dell'ambiente)

• Necessità di MODELLI ECOLOGICO-COMPORTAMENTALI (riguardanti il funzionamento e

non il deficit della persona)

• MIGLIORAMENTO della QUALITÀ della VITA

È necessario quindi un ACCORDO (condiviso) sui termini e sulle espressioni

Produzione di sistemi di classificazione:

ICIDH (OMS, 1980): Classificazione Internazionale delle Menomazioni, Disabilità, Handicap

ICIDH-2 (OMS, 1997): Classificazione delle Menomazioni, Attività Personali, Partecipazione

Sociale

ICF(OMS, 2001): Classificazione Internazionale del Funzionamento+ ICD-10 e DSM-V

ANALISI Della Disabilità

VALIAB: scala di valutazione del livello di abilità

È destinata alle disabilità intellettive gravi: down, autismo, demenza.

• Importanza della valutazione delle attività della vita quotidiana (rilevanza ecologica).

Se il paziente non è in grado si usa l'eterovalutazione.

• Obiettivi di programmazione di trattamenti e riabilitazione.

VALIAB: si tratta di una scala di valutazione per l'individuazione di ambiti necessitanti di

attenzione/riabilitazione

• 46 item

• Tarata su 432 soggetti con ritardo mentale

Riferimento a 7 fattori (i punti di forza e debolezza della persona):

1. Abilità scolastiche (11 item)

2. Abilità motorie (9 item)

3. Abilità di tolleranza nei confronti dell'ambiente (4 item)

4. Abilità di comunicazione non verbale (4 item)

5. Abilità lavorative

6. Abilità di orientamento nell'ambiente

7. Abilità di autonomia personale

Valutazione del livello di abilità posseduta su scala a 5 punti:

1. Non in grado

2. Parzialmente in grado

3. È in grado, ma lo fa pochissime volte

4. È in grado, ma lo fa solo qualche volta

5. In grado di eseguire attività richiesta e lo fa sempre


PAGINE

5

PESO

25.17 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Analisi delle disabilità tramite strumenti quali: VALIAB,

A cosa serve una valutazione della disabilità? (spiegazione)
Test neuropsicologico
valutazione funzionale
Programmazione degli interventi
Valutazione delle funzioni esecutive: controllo esecutivo, pianificazione, ragionamento

Concetto di disabilità. Come si è evoluto rispetto alla legge negli anni. Appunti presi a lezione di Psicologia dell'handicap, schematizzati.
Libro di riferimento consigliato: Soresi, S. (2007). Psicologia delle disabilità. Il Mulino Cornoldi, C. (1999)


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in psicologia
SSD:
Università: Pavia - Unipv
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher silvia.psicologia di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dell'handicap e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pavia - Unipv o del prof Ferrari Marcella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dell'handicap

Disabilità: Appunti di Psicologia dell'handicap
Appunto
Strumenti di diagnosi, funzioni esecutive (memoria)
Appunto
Appunti di Psicologia dell'apprendimento e della memoria (Memoria), Docente Paola palladino
Appunto
Approccio teorico: Appunti di Psicoterapia cognitiva
Appunto