Che materia stai cercando?

Primo soccorso - Anestesiologia Appunti scolastici Premium

Appunti di Primo soccorso per l'esame del professor Fiume sui seguenti argomenti: l'anestesia generale è una condizione temporanea indotta e reversibile caratterizzata da:
· Abolizione della coscienza (ipnosi): un’anestesia superficiale può portare
all’awareness (risveglio intraoperatorio) che può avere conseguenze
molto... Vedi di più

Esame di Primo soccorso docente Prof. G. Fiume

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ANESTESIOLOGIA

1 – ANESTESIA GENERALE

È una condizione temporanea indotta e reversibile caratterizzata da:

Abolizione della coscienza (ipnosi): un’anestesia superficiale può portare

• all’awareness (risveglio intraoperatorio) che può avere conseguenze

molto gravi.

Perdita della memoria (amnesia)

• Perdita del tono muscolare (mio risoluzione): si valuta la ripresa del tono

• muscolare attraverso la corrugazione del sopracciglio, singhiozzo,

movimenti delle dita, ecc.

Controllo dei riflessi e delle risposte motorie allo stress chirurgico

• (analgesia)

Le fasi dell’anestesia sono:

Visita anestesiologica: comprende esame obiettivo, esami di laboratorio e

• indagini strumentali

Pre anestesia: preparazione con premedicazioni per alleviare ansia e

• dolore

Induzione: con anestetici inalatori o endovenosi e si effettua l’intubazione

• oro tracheale

Mantenimento: si continua la somministrazione di anestetici

• Risveglio: si sospende la somministrazione di anestetici, si somministrano

• farmaci decurarizzanti e si estuba il paziente

Sorveglianza post operatoria: si controllano le condizioni generali del

• paziente

Esistono 3 tipi di anestesia:

Bilanciata: vengono somministrati farmaci sia per via endovenosa che

• per via inalatoria

Endovenosa (TIVA): in bolo o in infusione continua.

• L’induzione dell’anestesia dipende dal raggiungimento di concentrazioni

efficaci del farmaco a livello del SNC.

I fattori che influenzano la loro distribuzione sono il flusso ematico, la

pressione parziale, la liposolubilità, la ionizzazione, ecc.

Alcuni tipi di farmaci sono: ketamina, propofol, barbiturici (tiopentone) e i

BDZ (midazolam, diazepam).

Inalatoria: farmaci sottoforma di gas.

• Lo stato di anestesia è correlato alla tensione dell’anestetico nel cervello

e la velocità con cui la tensione varia è influenzata dalla ventilazione,

dalla gittata cardiaca, ecc.

Alcuni esempi di farmaci sono gli ossidi (protossido d’azoto), gli

idrocarburi semplici (ciclopropano), gli idrocarburi alogenati (cloroformio

1

o cloruro di etilene), gli eteri semplici (etere etilico) e gli eteri alogenati

(isofluorano o metossifluorano).

Invece per indurre la mio risoluzione vengono usati dei farmaci che

interagiscono con la trasmissione neuromuscolare e si dividono in:

Depolarizzanti: mimano l’azione dell’acetilcolina a livello della placca

• (succinilcolina)

Non depolarizzanti: antagonizzano l’azione dell’acetilcolina a livello della

• placca (pancuronio, atracurio, ecc.)

Le diverse associazioni farmacologiche devono rispondere a dei requisiti

specifici come assicurare l’assenza di tossicità, offrire la possibilità di variare

velocemente il livello di anestesia, ridurre al minimo l’interferenza con le

funzioni biologiche e produrre un risveglio rapido.

2 – AVVELENAMENTI ED INTOSSICAZIONI

Qualsiasi sostanza in grado di danneggiare l’organismo alterando la struttura

delle cellule o le loro funzioni può essere definita tossica.

Le vie di penetrazione nell’organismo sono:

Inalazione

• Contatto cutaneo

• Ingestione

• Inoculazione

Gli avvelenamenti possono essere:

Intenzionali quindi volontari o a scopo omicida

• Non intenzionali quindi professionali, domestici, da farmaci o casuali

In caso di avvelenamento bisogna controllare lo stato di coscienza del

soggetto, se respira e se è presente il polso, se non c’è polso bisogna effettuare

la rianimazione cardio polmonare e chiamare il 118.

Alcuni notizie utili da fornire al 118 sono il tipo di veleno, la quantità, le

modalità, la sintomatologia, ecc.

In caso di avvelenamento per inalazione bisogna:

Areare l’ambiente

• Allontanare l’infortunato dall’ambiente

• Assicurare la pervietà delle vie aeree

• Non girare interruttori, accendere candele o suonare campanelli

• 2

Un esempio di avvelenamento per inalazione è ‘intossicazione da ossido di

carbonio che può essere causata da gas industriali, scarichi di motori a scoppio

o cattivo funzionamento di stufe a gas, l’azione tossica è dovuta all’elevata

affinità dell’ossido con l’emoglobina.

La sintomatologia comprende nausea, vomito, cefalea, agitazione, confusione,

aritmie, coma, edema polmonare, mentre la terapia si basa sulla correzione

dell’acidosi e dell’equilibrio elettrolitico con ossigenoterapia iperbarica.

In caso di avvelenamento per contatto:

Cutaneo: bisogna spogliare l’infortunato e lavarlo con acqua corrente e

• sapone

Oculare: lavare gli occhi a palpebre aperte con acqua corrente per 10

• minuti e proteggere con benda pulita.

L’avvelenamento da ingestione può essere da:

Farmaci: come barbiturici, oppiacei o benzodiazepine.

• I sintomi sono incoscienza, ipotono muscolare, depressione respiratoria e

ipotensione, mentre la terapia si basa sul sostenere le funzioni vitali ed

effettuare una lavanda gastrica, una dialisi o si usano farmaci antagonisti

Funghi: i più tossici sono l’amanita phalloides e l’amanita muscaria.

• I sintomi sono malessere, vertigini, sudorazione, dolore addominale,

vomito, disidratazione, convulsioni, coma, mentre la terapia si basa sulla

somministrazione di glucosate ipertoniche, somministrazione degli

antidoti, penicillina, emodialisi, ecc.

Botulismo: intossicazione che si verifica per ingestione di cibi contenenti

• Clostridium Botulinum.

I sintomi sono stanchezza, diplopia, disfagia, paraplegia e paralisi dei

muscoli respiratori, la terapia si basa sul lavaggio gastrico,

somministrazione dell’antitossina, ecc.

Nel caso di ingestione non bisogna provocare il vomito in caso di acidi,

detersivi, candeggina, ammoniaca, ecc e non bisogna mai provocarlo in

pazienti incoscienti oppure fare bere acqua in chi ha ingerito sostanze

schiumogene.

Il morso di vipera invece è riconoscibile da due forellini distanti circa 1 cm e i

sintomi sono dolore edema, necrosi, vomito, dolori muscolari, aumento della

temperatura e collasso cardiocircolatorio, mentre la terapia si basa sul lavare e

disinfettare la ferita con acqua e sapone, eseguire fasciatura compressiva,

immobilizzare l’arto con una stecca, mantenere calmo il paziente ed effettuare

il siero.

Le punture di insetti invece possono provocare pomfi, prurito, dolore, orticaria,

vomito, dispnea, grave reazione allergica fino allo shock anafilattico, in questi

3

casi bisogna estrarre il pungiglione con cautela e applicare una borsa di

ghiaccio e pomata antistaminica e cortisone.

3 – IL BLS

È un insieme di procedure standardizzate (protocollo) di rianimazione

cardiopolmonare atte a sostenere le funzioni vitali qualora queste siano

compromesse.

I segni dell’arresto cardiorespiratorio sono incoscienza, apnea e boccheggia

mento (gasping), aspetto cadaverico e assenza di polso.

Nell’arresto cardiorespiratorio primariamente respiratorio si ha:

Anossia cerebrale con perdita di coscienza

• Arresto dell’attività meccanica del cuore

• Arresto della circolazione

Nell’arresto cardiorespiratorio primariamente cardiaco si ha invece:

Arresto dell’attività meccanica del cuore

• Arresto della circolazione

• anossia cerebrale con perdita di coscienza

• arresto dell’attività respiratoria

Il danno anossico cerebrale inizia circa dopo 4-5 minuti di assenza di attività

cardiopolmonare e dopo 10 minuti le lesioni diventano irreversibili.

Nel BLS la prima azione che deve essere eseguita dal soccorritore è di valutare

la sicurezza della scena, infatti non devono esserci pericoli come gas, fiamme,

cavi elettrici, auto in corsa, ecc.

Successivamente si effettua la manovra di supinazione, ossi si mette il paziente

supino tenendo testa, collo e torace in asse, infine dopo che il paziente è stato

messo supino deve essere allineato.

Una volta supinato il paziente si procede alla valutazione dello stato di

coscienza (chiama e scuoti), se la vittima è cosciente bisogna lasciare il

paziente nella posizione trovata e chiamare il 118, inoltre non bisogna mai farlo

alzare, bere e non bisogna mettere cuscini sotto la testa.

In un soggetto incosciente invece bisogna chiamare aiuto (118), rendere pervie

le vie aeree e valutare l’attività respiratoria con la manovra di GAS (guardo,

ascolto, sento).

Se la vittima respira bisogna metterlo in posizione di sicurezza, chiamare i

soccorsi e rivalutare la vittima ad intervalli.

4


PAGINE

10

PESO

31.36 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Primo soccorso per l'esame del professor Fiume sui seguenti argomenti: l'anestesia generale è una condizione temporanea indotta e reversibile caratterizzata da:
· Abolizione della coscienza (ipnosi): un’anestesia superficiale può portare
all’awareness (risveglio intraoperatorio) che può avere conseguenze
molto gravi;
· Perdita della memoria (amnesia);
· Perdita del tono muscolare (mio risoluzione): si valuta la ripresa del tono
muscolare attraverso la corrugazione del sopracciglio, singhiozzo,
movimenti delle dita;
· Controllo dei riflessi e delle risposte motorie allo stress chirurgico
(analgesia).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher wallacekr di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Primo soccorso e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Magna Graecia - Unicz o del prof Fiume Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Primo soccorso

Primo soccorso - Appunti
Appunto
Diagnostica per immagini e radioterapia - Appunti
Appunto
Esame di tirocinio
Appunto
Malattie dell'apparato locomotore - Medicina fisica e riabilitativa
Appunto