Che materia stai cercando?

Prima parte appunti Diritto pubblico

vecchia versione prima parte, c'è quella nuova con molte piu pagine e che è di molto migliore a quella vecchia. questa tratta in 8 pagine alcuni degli argomenti iniziali di diritto pubblico per le facolta di giurisprudenza ma anche altre riconnesse. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Istituzioni di diritto pubblico docente Prof. F. Marini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Diritto pubblico

Diritto = serie di prescrizioni obbligatorie cui gli appartenenti di una comunità devono attenersi x

mantenere l’ordine e la convivenza pacifica. Una società può qualificarsi giuridicamente

organizzata se si compone di 3 elementi cardini :

 Sistema di norme , ossia l’esistenza di uno specifico complesso di norme volte a disciplinare

l’azione dei soggetti

 Plurisoggettività, ossia la presenza di una plurità di individui

 Organizzazione, cioè una struttura con il compito di porre in essere le norme e di garantirne

l’efficacia

Norme giuridiche = regola con carattere deontologico, a differenza delle norme sociali o naturali

che esprimono l’essere della realtà, con le quali non si tenta di qualificare la realtà cosi com’è ma

tenta di ordinare quest’ultima, imprimerle un dover esser. Inoltre rispetto a quest’ultime la norma

giuridica si caratterizza per il carattere prescrittivo, e non descrittivo: ovvero sussiste una priorità

logica della norma rispetto al fatto che si vuole ordinare. In fine il diritto ha bisogno di effettività,

ovvero un riscontro nella pratica che si configura nella media osservanza delle norme da parte dei

destinatari. Le caratteristiche fondamentali della norma giuridica sono :

 Generalità , ovvero essa si rivolge alla generalità degli individui e non ai singoli

 Astrattezza , ovvero disciplina casi astratti ( fattispecie astratta) a cui dovranno ricondursi

tutti i casi concreti

 Esteriorità , ovvero l’oggetto è solo l’azione del soggetto e non la volontà ( l’intenzione del

soggetto)

 Coercibilità , ovvero la sua osservanza è assicurata dalla presenza di una sanzione per la

violazione

Differenza tra disposizioni e norme : le prime sono le mere formulazioni linguistiche del legislatore;

le seconde invece sono il significato che l’interprete attribuisce al testo del legislatore, ovvero alle

disposizioni

L’ordinamento giuridico = la definizione non è unitaria, ma vi è un dibattito sulla definizione che

vede contrapposte 2 tesi :

 Teoria normativista ( Hans Kelsen) = secondo cui l’ordinamento giuridico sarebbe costituito

da un complesso di norme riconnesse fra loro in un rapporto gerarchico di norme. Esso è

quindi concepito secondo una struttura piramidale, al cui vertice starebbe la “norma

fondamentale” dal quale scaturirebbe le altre norme, tutte poste a un rango di inferiorità

rispetto a questa

 Teoria istituzionalitista (Santi romano) = per la quale un ordinamento non si esaurirebbe in

un complesso di norme, poiché al contrario sarebbero queste a scaturire da una

determinata e preesistente organizzazione social. Quindi l’ordinamento si identifica con il

corpo sociale inteso come istituzione.

Nella realtà non esistono solo ordinamenti statali, ma una molteplicità di ordinamenti pertanto si

può parlare di pluralismo monotipico che può essere di due tipi:

 Pluralismo monotipico , più ordinamenti dello stesso tipo ( esempio gli stati)

 Pluralismo politipico , ovvero più ordinamenti di tipo differente( ad esempio la chiesa)

Il pluralismo implica i concetti di relatività e convenzionalità per i quali ogni ordinamento può

compiere opzioni valutative condivise o meno dagli altri ordinamenti( relatività) e convivere allo

stesso tempo ( convenzionalità). Se però si creano conflitti tra gli ordinamenti, ovvero se la pretesa

regolativa di un ordinamento si scontra con la pretesa regolativa di un altro, pertanto per definirne

i rapporti bisognerà necessariamente collocarsi nella prospettiva di un singolo ordinamento e

valutare il modo in cui tale ordinamento considera i sistemi di norma esterni e interni ad esso. I

possibili atteggiamenti di un ordinamento verso l’altro sono:

 Indifferenza , ovvero può ignorare del tutto l’ordinamento disconoscendo in toto il sistema

di normativo di questo

 Illiceità , ovvero può effettuare una qualificazione negativa riconoscendo il sistema di

norme per combatterlo ed estirparlo

 Liceità , ovvero può effettuare una qualificazione positiva riconoscendolo e proteggendolo

 Diritto nello stato , ovvero può considerare rilevante l’azione dell’ordinamento offrendo

organi e mezzi coercitivi x assicurarne l’osservanza delle regole

 Diritto dello stato , può valorizzare a tal punto l’ordinamento in questione da appropriarsi

del diritto da questo creati e riconoscendolo come proprio

Lo stato = costituisce la forma di organizzazione del potere politico esercitato su una comunitò di

persone all’interno di un dato territorio. Già dalla definizione si evincono quali sono gli elementi

cardini che costituiscono lo stato, i quali devono coesistere tutti per la qualificazione di stato :

elemento personale( Popolo), elemento spaziale (Territorio) e l’elemento organizzativo ( Sovranità)

I. Popolo = indica la comunità di individui ai quali l’ordinamento statale attribuisce lo status di

cittadino. La cittadinanza è la titolarità di un insieme di situazioni giuridiche attive e passive

nei confronti dello stato. La cittadinanza viene affidata se in possesso di alcuni criteri :

 Ius sanguinis, se il soggetto è figlio di cittadini italiani

 Ius soli , se il soggetto nasce nel territorio italiano a prescindere dalla nazionalità dei

genitori

 Naturalizzazione, a seguito di un provvedimento della pubblica autorità,

subordinatamente alla sussistenza di determinate condizioni (come, per esempio,

potrebbero essere la residenza per un lungo periodo di tempo sul territorio nazionale,

l'assenza di precedenti penali, la rinuncia alla cittadinanza d'origine ecc.) o per meriti

particolari. In molti ordinamenti, come in Italia, a sottolinearne la solennità, il

provvedimento di concessione della cittadinanza è adottato, almeno formalmente, dal

capo dello stato.

 per il fatto di aver contratto matrimonio con un cittadino (in certi ordinamenti la

cittadinanza può essere acquisita dalla moglie di un cittadino ma non dal marito di una

cittadina); vi sono anche ordinamenti in cui il matrimonio non fa acquisire

automaticamente la cittadinanza ma è solo un presupposto per la naturalizzazione;

II. Territorio = costituisce la sede su cui è stabilmente organizzata la comunità statale e

rappresenta l’ambito spaziale entro il quale lo stato esercita la propria sovranità in modo

effettivo e indipendente

III. Sovranità = costituisce sia il potere supremo dello stato all’interno del proprio territorio (

Sovranità interna) sia l’indipendenza dello stato rispetto a qualsiasi altro stato ( Sovranità

esterna). La sovranità è suprema, esclusiva e originaria in quanto non riconosce altri poteri

a se superiori, tant’è che detiene il monopolio esclusivo e legittimo dell’uso della forza.

Inoltre l’originarietà differenzia lo stato dalle altre organizzazioni esistenti al suo interno i

cui poteri sono derivati, mentre quelli dello stato sono originari.

Forme di stato = rapporto che intercorre tra chi detiene il potere e coloro che ne sono assoggettati

 Stato assoluto = prima forma di stato moderno collocata tra il XV e XVI secolo in

concomitanza con la formazione degli stati nazionali. Si tratta di una forma di stato nel

quale il potere si presenta e viene esercitato in termini assoluti dalla corona, che detiene

pertanto sia il potere esecutivo sia potere legislativo in poche parole “ Re legibus solitus”.

Lo stato assoluto vive un evoluzione che consta di 2 fasi:

I. Stato Patrimoniale = non c’è separazione tra i bene del re e quelli dello stato,

pertanto i poteri di quest’ultimo non sono esercitati in vista di un interesse pubblico

ma solo per la difesa interna e esterna del proprio patrimonio

II. Stato di polizia = forma di stato che nasce in età illuministica, essenzialmente in

prussia e austria, in cui il re tenta di occuparsi dell’intera vita dei cittadini e questo

impone al sovrano di dotarsi di un apparato amministrativo più esteso. La creazione

di tale apparato amministrativo lentamente porta alla nascita della burocrazia e

inoltre è in questa fase che iniziano a nascere gli organi democratici-rappresentativi (

bozza di parlamento). Lo stato di polizia, detto anche assolutismo illuminato, si basa

sul ius politae diritto mirato alla soddisfazione degli interessi pubblici dei sudditi e del

loro benessere

 Stato di liberale( o di diritto) = fase successiva allo stato di polizia, del quale è un

evoluzione. Si colloca tra la meta XIX secolo e nasce dalla presenza di 2 elementi cardine :

- Separazione dei poteri, netta separazione tra il potere esecutivo , legislativo e

giudiziario secondo la ripartizione di montesque

- Affermazione principio legalità = per il quale anche l’autorità pubblica inizia ad essere

soggetta alla legge.

Lo stato di diritto si completa quando al cittadino viene data la possibilità di impugnare questi

atti nei confronti di una terza autorità. In poche parole lo stato di diritto si realizza quando al

cittadino viene data la possibilità di ricorrere giurisdizionalmente contro atti amministrativi. In

concomitanza con questo assetto organizzativo a livello statale si sviluppano i cosidetti moti


PAGINE

8

PESO

443.54 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher pasqui_tm93 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istituzioni di diritto pubblico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Marini Francesco Saverio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istituzioni di diritto pubblico

Riassunto esame Istituzioni di Diritto Pubblico, prof. Guzzetta, libro consigliato I Diritti di Libertà ad Uso di Lezioni di Grossi
Appunto
Istituzioni di diritto pubblico - Appunti
Appunto
Diritto pubblico Prima Parte
Appunto
Diritto privato comparato - Domande
Esercitazione