Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

modalità di porsi nei confronti delle persone che vivono in una società. Si deve coniugare il sapere

teorico al sapere pratico. La scuola di oggi privilegia un sapere teorico contro la società, contro il

mondo del lavoro che richiede saperi pratici, inoltre la scuola da una particolare attenzione alle

prestazioni individuali mentre l’attività esterna è fondata su rapporti con gli altri , sul lavoro di

squadra. Un metodo che potrebbe essere usato in questo caso è il Cooperative Learning cioè

l’apprendimento cooperativo. La scuola di oggi inoltre coltiva il pensiero simbolico, la vita esterna

privilegia il pensiero pratico. I metodi di insegnamento quindi vanno scelti a seconda degli obiettivi

che si vogliono raggiungere. Il docente deve avere quindi diverse competenze che si raggiungono

attraverso la teoria unificata del metodo di Dario Antiseni. La competenza è un processo che parte

dalla teoria, ha un passaggio intermedio nella prassi ed arriva ad una prestazione pratica.

C’è differenza tra la capacità e la competenza , in quanto la capacità è il potenziale mentre la

competenza mette in gioco l’gire, il luogo pratico di dimostrazione di possesso, è l’esito di una

elaborazione concettuale che si trasforma in una forma operativa. Le competenze che deve

possedere il docente professionista sono: competenze disciplinari, competenze relazionali -

comunicative, competenze organizzative, competenze metodologiche didattiche, competenze

decimo logiche e competenze psicologiche.

Nel “il metodo nella didattica per problemi” viene posta una domanda: “chi insegna agli insegnanti

ad insegnare?”. Nella logica della politica scolastica attuale, che vede l’insegnamento come

un’attività impiegatizia, tutti potremmo insegnare, come sosteneva G. Gentile “chi sa, sa anche

insegnare”. Ma in realtà il docente deve essere un buon allenatore nei processi di apprendimento.

Deve essere un esperto di metodologia, del come e non del cosa insegnare, deve avere competenze

didattiche, deve conoscere le discipline, deve avere competenze comunicative, competenze

relazionale cioè deve saper entrare in empatia, deve avere quella finezza d’animo che gli permette

di conoscere se stesso e l’altro, ciò non significa che debba essere uno psicologo; deve infatti

conoscere i limiti del proprio mestiere. Il docente inoltre deve essere capace di interazione

pedagogica, deve essere tattici cioè capace di rimodulare il suo percorso, essere flessibile e non

strategico cioè deve saper preparare una lezione e esporle senza tener conto della situazione che può

cambiare. Un buon docente è colui che si appropria del metodo. Il metodo della didattica per

problemi, cioè quella in cui il docente insieme con i ragazzi elabora un problema, cerca ipotesi ed

attua anche una falsificazione delle ipotesi. Scoprire e falsificare infatti porta a progredire, ed il

docente aiuta i ragazzi a ricercare e riflettere.

M. MONTESSORI: COME EDUCARE IL POTENZIALE

UMANO

L’opera “Come educare il potenziale umano” è stata pubblicata tra il 1946/48;quest’opera è nata a

seguito di alcune conferenze tenute in India proprio in quegl’anni. In questo libro Maria Montessori

si propone di aiutare gli educatori a capire le esigenze del bambino dopo i 6 anni.

I primi quattro capitoli trattano soprattutto di psicologia e descrivono la personalità in continuo

cambiamento del bambino a cui l’educatore deve adeguarsi. In particolare mentre il periodo

precedente ai 6 anni è caratterizzato dall’ASSIMILAZIONE dell’ambiente, il periodo che va dai 6

anni ai 12 è caratterizzato dall’AQUISIZIONE della cultura dovuta allo sviluppo della coscienza.

L’intelligenza è sempre più rivolta verso l’esterno e il bambino comincia a chiedere il perché delle


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

3

PESO

29.10 KB

AUTORE

Moses

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Scienze dell'educazione
SSD:
A.A.: 2006-2007

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Moses di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Pedagogia generale dell'infanzia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salento - Unisalento o del prof Binanti Luigino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze dell'educazione

Dispensa di Geografia
Dispensa
Riassunto esame Organizzazione e Politiche scolastiche, prof. Binanti, libro consigliato Istituzioni di pedagogia e didattica. Manuale dell'attualità educativa e sociale, Pearson
Appunto
Riassunto esame Pedagogia sperimentale, prof. Colazzo, libro consigliato Che cos'è la pedagogia sperimentale, Gatti
Appunto
Riassunto esame Organizzazione e politiche scolastiche, prof. Binanti, libro consigliato La formazione del docente nella scuola europea del III millennio, Binanti
Appunto