Che materia stai cercando?

Pedagogia generale Appunti scolastici Premium

Appunti di Pedagogia generale. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: La scala Stamford-Binet, I requisiti fondamentali dei test di intelligenza, Proprietà metrologiche dei test,  Coefficiente di correlazione, buona sensibilità, ecc.

Esame di Pedagogia generale docente Prof. R. Romano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

3. La scala Stamford-Binet.

È una versione modificata della scala originale di Binet, introdotta da Terman, e consistente nella

standardizzazione della scala mentale di Binet rispetto alla popolazione a cui È applicata (che varia nel

tempo e tra regione e regione)

La standardizzazione fornisce i punteggi medi - le cosiddette norme di riferimento - in base ai quali

confrontare le prestazioni di un individuo e verificare di quanto variano (in più o in meno) rispetto ai valori

medi della popolazione.

Si hanno così due forme di variabilità:

a. variabilità intraindividuale: si possono osservare le prestazioni del medesimo individuo in diversi test

che misurano varie abilità mentali. Si ottiene così un profilo psicologico del soggetto;

b. variabilità interindividuale: si possono osservare le prestazioni di diversi individui nel medesimo

test. Si ottiene così un ordine per ranghi, o graduatoria, del gruppo.

In tutti i casi, per ottenere le norme, è indispensabile applicare inizialmente il test a un

campione di standardizzazione, che dovrebbe essere rappresentativo della popolazione

di riferimento.

q I requisiti fondamentali dei test di intelligenza

Test (o reattivo mentale): strumento di misura per valutare obiettivamente uno o più attributi psicologici dei

soggetti, come l'intelligenza, gli interessi e le inclinazioni, l'ansia o altri tratti della personalità.

Proprietà metrologiche dei test

Affinchè un test venga accettato in ambito psicologico, deve possedere alcuni requisiti di base. Tali requisiti

detti proprietà metrologiche sono:

1) elevata attendibilità: un test è tanto più attendibile quanto più le misure con esso ottenute sono

accurate, cioè esenti da errori.

In caso di attendibilità:

- applicando due volte il medesimo test agli stessi soggetti entro un certo periodo di tempo

(metodo test-retest) si dovrebbero ottenere gli stessi risultati (stabilità dei punteggi);

- applicando due forme simili del medesimo test (metodo delle forme parallele) si dovrebbero ottenere

forme simili di punteggio (equivalenza dei risultati).

2) elevata validità: avere l'effettiva capacità di misurare l'attributo (o gli attributi) che ci si propone di

rilevare.

Dalla validità del test dipende il suo valore di diagnosi e di prognosi.

La validità è si esplica a vari livelli:

- validità concorrente: in caso di contemporaneità fra l'applicazione del test e la capacità dei

soggetti

- validità predittiva: nel caso in cui il test prevede la futura abilità dei soggetti.

- validità di contenuto per i reattivi di profitto: verificare se i contenuti delle prove valutano

realmente un certo ambito di conoscenze

- validità di costrutto: verificare se un test corrisponde esattamente a una determinata ipotesi o

modello teorico attraverso precise analisi statistiche, come l'analisi fattoriale.

3) buona sensibilità: possedere una efficace finezza discriminativa per porre in evidenza le differenze

esistenti fra i soggetti esaminati.

Coefficiente di correlazione:

Per valutare tutte le proprietà metrologiche in psicologia si fa frequentemente ricorso al coefficiente di

correlazione che esprime il grado di relazione (o di corrispondenza) fra i punteggi di due variabili. Il valore

positivo massimo (teorico) di questo coefficiente è di +1, quando al crescere dei punteggi della variabile A

crescono in modo eguale i punteggi della variabile B (per esempio, altezza e peso). Il valore negativo

massimo (teorico) è di - 1, quando al crescere della variabile A, decresce in modo proporzionale la variabile B

(per esempio, più cresce l'ansia, più diminuiscono le prestazioni intellettive). Quando fra le due variabili non

vi è relazione nè legame, il coefficiente assume il valore di 0.


PAGINE

2

PESO

13.74 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in teorie della comunicazione e dei linguaggi
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Pedagogia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Romano Rosa Grazia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Pedagogia generale

Pedagogia generale – Elementi
Appunto
Pedagogia generale – L'educazione non è finita
Appunto
Pedagogia generale – Bullismo
Appunto
Pedagogia generale – Carattere schizofrenico
Appunto