Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ideali ellenistici:

1. APONIA = mancanza di sofferenza

2. ATARAXIA = mancanza di turbamento

3. AUTARCHEIA = autosufficienza → (ricavato da Aristotele)

assomiglia x ciò al motore immobile

Persona educata → è persona k assomiglia al motore immobile

nell'ellenismo: persona educata è in grado di annientare qualunque desiderio: desiderio va

cancellato!!!! (cm religione Buddista)

la morte nn è un male; in qnt assenza di dolore → no temere la morte

• l'uomo deve aspirare a cercare una felicità finita terrena, no aspirare ad una vita eterna

• ultraterrena: xk è un'illusione, deve vivere bene cercando di evitare turbamenti e sofferenze

l'uomo è un essere finito in un mondo finito dove deve cercare la felicità.

ROMANITA'

2 passaggi:

EDUCAZIONE ROMANA TRADIZIONALE

• EDUCAZIONE ROMANA GRECIZZATA

Educazione romana tradizionale →

Influenzata dal fatto ke la civiltà romana: è conservatrice – tradizionalista – sensibilità x la

• concretezza rispetto alla civiltà greca: è aperta – curiosa – vi nasce la filosofia in essa

(colonie greche) – sensibilità x il pensiero aperto.

Culto della tradizione – rispetto della legge – centralità della famiglia (figura el Pater-

• familias).

Mentalità contadina, pratica, dedita alla risoluzione dei problemi concreti

• “Mos maiorum” = costume dei grandi = insieme di usi e costumi k si consolidano nel tempo

• = tradizione trasmessa da una generazione all'altra.

TRADIZIONE = x i romani è richiamarsi al modo di vivere degli antenati.

• Educazione tradizionalista → mira a formare un tipo di uomo i cui valori principi sono:

• famiglia, dignità, tradizioni, impegno civile.

Vespasiano → istituzione di una scuola superiore statale

• *Catone il Vecchio

Educazione romana grecizzata → valorizza intelletto e conoscenza, nasce l'idea di “umanitas” =

umanità → Terenzio

1. concetto di “Umanitas”= tti apparteniamo all'umanità e il comportamento dell'uomo

abbraccia tti gli essere umani al di là delle differenze etniche.

*Seneca *CATONE IL VECCHIO

icona dei conservatori

• scrive la sua opera educativa al figlio:

• ideale dell'integrità → definì: agricoltore: uomo onesto capace di coltivare

• paragona kn: oratore: uomo onesto capace di parlare → introduce concetto di ONESTA'

*SENECA

richiamo a concetto di “umanitas” ke abbraccia tutti, anke gli schiavi

• “concetto di umanitas” = visione COSMOPOLITA: ci si riconosce coappartenenti

all'umanità, al di la delle differenze etiniche

In sintesi:

La civiltà classica nn fu manistica xk ha sempre praticato la schiavitù, ciò ke non avviene nel

cristianesimo xk Dio si è fatto uomo; xò ha riconosciuto (entrambe le 3sotto) il concetto di: “essere

umano”.

No concetto di umanità:

1. Platone → Dio è massima figura di tto (e non l'uomo)

2. Aristotele → vi sn altre cose + divine dell'uomo

3. Plotino → uomo nn è il migliore dei viventi

Mondo antico: ha riconosciuto l'originalità dell'essere umano ma nn la sua dignità (schiavismo

ankora presente) → citazione di Aristotele: essere umano km logos/ animale sociale e schiavo km

utensile dotato di parola

CRISTIANESIMO

Ha introdotto idee e concetti dell'educazione k sn andate ad influenzare qll comuni/culturali di oggi:

es. relazione → noi pensiamo a quella interpersonale (grazie all'evangelizzazione),

x Aristotele relazione = pensa ai numeri, relazione tra numeri.

es. divino → x cristianesimo: divino è colui ke ha creato il mondo e vive in rapporto

stretto kn essere umani e il mondo.

x i gli antichi: divino è separato dal mondo,

es. dio → x cristianesimo: ATEISMO = un solo Dio

x antichi: POLITEISMO = + divinità

es. concezione del tempo → x cristianesimo: concezione lineare, il tempo nn torna mai indietro,

vivere kn la massima intensità. Il mondo è creato da Dio quindi ha un

inizio

x greci: concezione ciclica

es. corporeità → x cristianesimo: nuova attenzione sul corpo → il corpo vale tanto, grazie alla

fede nella reincarnazione (la resurrezione della carne)

x greci: corpo considerato negativamente, carcere dell'anima

CRISTIANESIMO

Cristianesimo è e continua ad essere RIVOLUZIONE

(prima: romanità → paganesimo e incertezza e angoscia sul futuro)

ricerca significato dell'esistenza

• dal creato al creatore → presenza del creato, deriva dal creatore (k ha modellato gli

• elementi e li governa)

vicinanza creatore - creatura

• fede → x Platone= mondo apparente

x Cristianesimo= è relazione ke genera conoscenza

nuovo senso del tempo e primato della fede cm modalità conoscitiva → cristianesimo è

• conoscenza del mondo. Cristianesimo va oltre il piano dei fatti grazie alla fede vi è una

proiezione al futuro (xk essere umano è libero)

Esiste la risurrezione dei corpi.

Ci porta a porci la domanda:

“In chi o che cosa vogliamo credere ?”

Quando nn si crede in nnt, nn si crede in sé, nn si ha cura di sé.

L'uomo immagine di Dio → nuova concezione dell'essere umano: SINGOLARITA'

• UMANA (citare scoperta genoma umano).

Il Dio esiste e si interessa dell'uomo (concetto ke va contro a quello sostenuto nell'antichità:

Dio si disinteressava), si interessa xk è UNICA CREATURA simile a Dio.

Dio → vicino a ciascun umano, xk lo ha creato a sua immagine e somiglianza → nasce kn

ciò la DIGNITA' UMANA.

→ nel paganesimo: legata al comportamento (bene=degno,

DIGINTA' UMANA male=indegno)

nel cristianesimo: dignità nn + collegata al fare (comportamento)

dell'uomo, ma al fatto k Dio ama incondizionatamente tutti (nel bene e

nel male)

Gregorio → essere umano è un microcosmo, non vi è differenza tra uomo e cosmo; unica

differenza tra uomo e animale è la somiglianza a Dio, e l'avere una DIGNITA' →

indispensabile x conoscere ed educare.

Dignità del corpo → nuovo modo di guardare il corpo, xk la fede cristiana crede nella

• reincarnazione dei corpi; crede nella reincarnazione di Dio in un corpo (Cristo) ke ha

sperimentato tti i bisogni del corpo ke prova l'uomo (ad eccezione del peccato); Dio riesce

quindi a manifestarsi in un ambiente chiuso: il corpo;

vi è concezione positiva del corpo = UNITA' DI ANIMA E CORPO → essere umano è

duplice:

1. ANIMA = essere umano interno

2. CORPO = essere umano esterno

(cosa mai vista nel paganesimo; corpo era considerato carcere, veicolo estraneo).

Vi è x il cristianesimo VALORE DEL CORPO

il concetto di persona (il + impo e influenzante)

• “dalla superficie alla profondità”

PERSONA:

1.nell'antichità = qlcs di superficiale; maschera indossata dall'attore sulla scena

2.nel cristianità = qlcs di profondo; vi è distinzione tra personalità e impersonalità(persona

giuridica: diritti&doveri)

Caratteristiche Dio cristiano rispetto agli altri dei?

• Richiamo al Testamento di San Giovanni Apostolo:

“DIO E' AMORE” → Dio cristiano è una sostanza e 3 persone:

1.Padre = creatore – origie

2.Figlio = persona incarnata – generata

3. Spirito = ciò k permane

stessa entità espressa attraverso 3 relazioni; da ciò deduciamo k:

Nell'essere umano la “persona” indica la nostra IDENTITA' RELAZIONALE

1.con Dio

2.con sé stessi

3.con gli altri

→ socialità (diversa da quella di Aristotele; espressa in: essere umano vive kn gli altri e nn

solo)

Gesù → incarnato, morto, risorto = determinò nuovo rapporto tra Dio e gli uomini → x ciò

• si parla di “Nuovo Testamento” (nuovo patto)

mex rivoluzionario: messaggio di AMORE UNIVERSALE di rispetto x ogni uomo (anke

• il nemico) e tolleranza verso tutti (xk nessuno è senza peccato), di umiltà e povertà.

L'uomo deve trovare la fede e scoprire la Grazia dentro di sé.

• Ricerca della VERITA' attraverso percorso spirituale

• allontanamento dal mondo terreno → xk scoraggia alla ricerca; xk incentiva ricerca del

• piacere fisico e la cura del corpo.

Per cristianesimo la relazione + impo è quella kn Dio (ke ci ha messo al mondo e ci ama

• incondizionatamente) ke ci ha messo al centro e ci ha dato una DIGNITA'; mentre x

Aristotele la relazione + impo è quella kn gli altri.

Essere umano ha DIGNITA' → x ciò nn si deve far usare, ne dominare ne usare gli altri.

• La DIGNITA' ci permette di affrontare i problemi della vita e ci da la forza di superarli.

• Cristianesimo non è sottomissione a Dio (km Islam) → in quanto: creatore = colui k ci ha

• creato kn amore (si consegna a noi) e xciò nn vuole sottomissione del servo; ma l'amore del

figlio. (figlio ke ha: dignità-identità-originalità)

la libertà è un mezzo, non un fine

MEDIOEVO

2 momenti:

Patristica / inizio medioevo (S.Agostino) → filosofia dei primi padri della chiesa

– Scolastica / fine medioevo (S.Tommaso d'Aquino) → filosofia ed insegnamento impartito nei

– monasteri, cattedrali, Università (1a nata a Bologna – Padova – Napoli nel XII sec.)

Cultura medioevale → UNITARIETA' e organizzazione gerarchica → al vertice vi è la:

TEOLOGIA; arti e scienze sn funzioni strumentali x raggiungere il vertice (teologia).

MONASTERI = + grandi centri di formazione culturale (es. monasteri benedettini)

→ “ora et labora” (mai oziare)

Cultura del cristianesimo: introdotta da Boezio → “persona è sostanza individuale di natura

razionale” → (ricalca xò ankora aspetti del mondo antico Aristotelico (razionale) → sottolinea la

singolarità dell'e.u (concetto cristiano); ma x A. e B. sostanza ed individualità sono la stessa cosa )

SAN BENEDETTO

nascita dell' Io moderno → l'uomo vale e deve agire secondo la sua dignità (x essa)

• →dice ke l'essere umano è FIGLIO (nn servo)

“Ora et labora” = prega e lavora → ozio = morte dell'anima

• preghiera intesa km miglioramento dell'anima (lavoro su se stessi) e il lavoro km estensione

• dell'atto creativo dell'uomo (lavoro verso il Creatore) sono messe sullo stesso piano

avvaloramento del lavoro dell'uomo

• UGO DI SAN VITTORE

ci dice qual'è il senso della tecnica (testo: “l'avvaloramento della tecnica”)

• la TECNICA rischia di sottrarci dalla nostra umanità; di farci vivere in un mondo

• artificioso

l' OGGETTO (dal greco: meccanicos = ingegnoso) ke noi creiamo si riferisce all'ingegno

• umano (non all'oggetto) → la creazione di oggetti serve x esprimere la singolarità umana.

Gli oggetti creati dall'uomo possono essere: dannosi o aiutarci.

(oggi: siamo schiavi degli oggetti; ci siamo dimenticati ke gli oggetti esistono grazie a noi,

• ke li abbiamo inventati; dipendenti dagli oggetti: viviamo male) → relazioni virtuali e nn

reali (es.Hikikomori) SANT' AGOSTINO

prende forma l' Io moderno → cioè il protagonismo dell' essere umano

• + impo dei padri della chiesa

• fissa capisaldi ufficiali della religione cristiana

• diverse dottrine prima di convertirsi al cristianesimo

• si ispira a Platone; integrando kn concetti del cristianesimo:

• 1. ritiro dall'esteriorità x rivolgersi all'interiorità (profondità dell'anima)

2. il male = costituisce una privazione, negazione: morale e fisica

DUBBIO → l'uomo trova nel dubbio la certezza

• si ha la certezza di dubitare: si dubita di tto; nn si può xò dubitare di una cos: cioè del

fatto ke si stà dubitando

ricerca della domanda: “Quello k ho trovato è quello k stavo cercando veramente?”

• → possiamo ingannare gli altri, ma non noi stessi!!!

la VERITA' identifica il Divino → Divino ke risplende nel profondo dell'anima di ogni

• uomo; x questo bisogna cercare la verità nel nostro profondo

VERITA ' → Stà nell'interiorità dell'uomo → la scopre solo attraverso una ricerca interiore

• kn un atteggiamento aperto all'AMORE e alla FEDE → dialogo interiore (es. opera: Le

Confessioni) → riflessione radicale

Confessioni = autobiografia;

paragone tra:

• - S.Agostino (confessioni) = autobiografia convulsa, cn incertezza nel futuro, ricerca di rx

- Marco Aurelio (autobiografia) = c'è il FATO ke governa il mondo

dialogo con il maestro: aiuta a scoprire la verità

• principio fondamentale dell'educazione è: l'AMORE

• FEDE = presupposto x ogni ricerca e conoscenza (“credo x conoscere”)

• il Fedele = colui k è stimolato a ricercare e fare del bene

• TEMPO = grande mistero → uomo si interroga sulla realtà del tempo

• 1 Futuro = quello ke deve ankora venire

2 Passato = quello ke non c'è +

3 Presente = istantaneo trascorrere tra i 2

TOMMASO D'AQUINO

studia all'Uni di Napoli (Federico II); uni imperialista attaccata alle tradizioni, poi lavora a

• Uni Parigi

dimensione innovativa dell'insegnamento; xk tempi nuovi stanno emergendo (quelli

• odierni) → si confronta cn il mondo NUOVO – DINAMICO (il nostro)

decide di nn entrare nell'ordine dei Benedettini ma in quello dei Domenicani (no qll B.)

• - Benedettini → monastero = centro, ricchezze, denaro

- Domenicani → si vive di elemosina (rispecchia l'ideale di povertà promosso da Gesù)

Questa scelta la fa xk nel nuovo mondo ke stà emergendo il denaro è al centro; mentre lui

sostiene ke il denaro è problematico (vivere di elemosina rispecchia la povertà di Gesù;

cristianesimo)

si interroga sulla realtà

• essere umano dipende da Dio; ma nn km concetto di schiavo; ma concetto di amore →

• amore nn genere asentimento e rispecchia la concezione cristiana

tenta di far coincidere pensiero Aristotele e pensiero Cristiano:

• cerca di far conciliare: FEDE e RAGIONE → fede e ragione collaborano; xk attraverso

l'uso della ragione, la ricerca e la conoscenza si trova la fede

la religione accomuna tutti gli uomini

è riuscito a unire: protagonismo umano con la dipendenza ke ci lega a Dio; una dipendenza

• d'AMORE (Dio → ci ha creati cn un atto di amore e ci considera figli; non servi o schiavi)

esistenza di un entità superiore: DIO (astratta)

• DIO= creatore del mondo

• ANGELI = intervento tra Dio e uomo → creature spirituali → privi di materia

• UOMO = sinolo di materia e forma → anima immortale

• Intelletto → xmette all'uomo di conoscere e scegliere il bene

• se uomo segue la “legge naturale” (k tende al bene) = conoscerà ciò ke si deve e nn si deve

fare

UMANESIMO E RINASCIMENTO (XIV – XV sec)

autonomia dell'arte → opere d'arte apprezzate x il contenuto di elevata umanità; (arte= fine

• a se stessa)

UMANESIMO:

recupero dei valori terreni (mondani) dell' Humanitas (greca; discipline realizzate

• dall'uomo: arte, letteratura..)

ripresa concetti Grecia antica : bellezza, ordine, armonia, serenità d'animo,... → riproposti xk

• solo kn qsti l'uomo può raggiungere la SERENITA'

nasce la Filologia (studio della parola)

• vita nelle Corti (Medici, Gonzaga, Estensi) → ideale dell'eleganza e del raffinato

• da + attenzione alla vita dell'uomo nella società (cosa ke il Medioevo svalutava; xk vita

• terrena = passaggio x arrivare a Dio)

Italia si trova ad essere modello di: vita – stile – arte – cultura x tta Europa

RINASCIMENTO:

rinascita della vita e della cultura

• nascita: astrologia, astronomia, scienze

• scienze → (attraverso) si cerca di conoscere la natura x dominarla e sottometterla agli

• scopi dell'uomo

ricerca corrispondenza: MICROCOSMO – MACROCOSMO

• ripresa del passato x essere adattato alle nuove esigenze del presente

• PASSATO = modello di perfezione; da imitare

In entrambe abbiamo:

1. valorizzazione del sapere matematico → matematica = linguaggio ke spiega la pratica

sperimentale

2. riforma del sapere → aspirazione a raggiungere un SAPERE PERFETTO (attraverso la

matematica → metodo scientifico: a) osservazione b) ipotesi c) esperimento )

3. fiducia nel progresso = nel potere dell'uomo → situazione storica dv la società stà

avanzando MACCHIAVELLI

TEMA DELLA FORTUNA

• pessimismo antropologico = concezione della vita che tende a sottolinearne gli aspetti

• negativi e a vedere la vita stessa dominata dall'infelicità e dal dolore → si traduce in un

giudizio di prevalenza del male sul bene.

es. visione del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto: il primo per l'ottimista il secondo per il

pessimista.

visione pessimistica

• GUICCIARDINI

TEMA DEL DISAGIO

• “gli uomini sono al buio delle cose” → non si conosce nnt in realtà, non vi è certezza

• Gli uomini sono inclinati naturalmente al bene ma fanno il male per viltà

• “credere poco, fidarsi poco”

• visione pessimistica

• fatica ad affrontare la vita →(paragone crisi demografica (mettere al mondo figli) e

• antropologica) LEONARDO DA VINCI

(e John Locke)

visto come la: vera realizzazione dell'uomo completo

• matematizzazione è la chiave della conoscenza !!!

• vi è certezza solo dove c'è la matematica (dove si applica)

• certezza di dar vita agli AUTOMI

• L'AUTOMA DI LEONARDO = (robot) risultato della duplicazione in forma meccanica

• dell'uomo.

- progettato x previsione di animare le feste alla corte sforzesca di Milano

- fiducia nel dar vita agli automi → culmina nell'opera “l'uomo macchina”

- in realtà xò nn si riesce a produrre l'essere umano; in quanto l'automa nn ha dialogo

uomo → parola → associa un significato, un sentimento

automa → parola → significato sintattico → no associa significato

la conoscenza umana nn è solo descrittiva-oggettiva ma anke SIMBOLICA (= ha a k fare

• kn le esperienze umane).

Es. POESIA → esperienza simbolica del poeta; quando la leggiamo ci trasmette qlks anke a

noi

L'educatore nn può mai esercitare secondo una pratica “descrittiva”; ma secondo una

• pratica “simbolica”

MODERNITA'

MODERNO → “modo”= ora/adesso + “hodiernus” = oggi/odierno

concetto: alloggiamento/comportamento ke valorizza il presente → si focalizza sul presente

afferma il presente in polemica al passato (richiama alle teorie di Guicciardini e Macchiavelli)

Figure dipinti De Chirico e Luciano Laurana

Laurana ('400)→ “La città perfetta” dipinto → città proporzionata → visione ideale → concetto di

essere umano ke mira alla perfezione

De Chirico ('800)→ dipinto → città sproporzionata; immagine alterata della realtà (imperfezione),

si può cogliere solitudine (anke se sembra abitata xk vi sn ombre)

Kn questo dipinto De Chirico ci lancia una sfida: “cogliere la FATICA della realtà”;

FATICA = sfida; x divenire qll k siamo; e aiutare gli altri a diventare qll k sn.

La modernità, uomo = capace di dominare la natura (oggetti), illude verso la perfezione; ma la

condizione umana nn sarà mai perfetta! (xk siamo incompiuti), gli oggetti invece sono perfetti (xk

sn compiuti) → la REALTA'

Modernità:

1. avvaloramento della matematica

2. avvaloramento della scienza

3. METODO (cartesio) → procedimento k da sempre la certezza di un risultato

→ Metodo Sperimentale: tratta tto km un oggetto

(osservazione – descrizione – esperimento)

paragone rete-pesci → realtà immateriale (pesci piccoli) nn viene

considerata

2 facce:

affermazione del max protagonismo dell'essere umano

– max annientamento di questo protagonismo

2 paradossi:

noi guardare l'indipendenza km qlcs k assicura la LIBERTA', spinti ad affermare noi stessi

– annientando i legami kn gli altri

siamo connessi tti i giorni; nonostante ciò xò facciamo fatica a COMUNICARE →

– solitudine si esprime in una civiltà k vive connessa, xk la connessione nn assicura la

CONDIVISIONE CARTESIO

riforma del sapere → ricerca della certezza x formare il sapere (da incerto a certo)

• si può ottenere conoscenza certa della vita umana (e della realtà) attraverso metodo:

• (METODO CARTESIANO):

1. evidenza della conoscenza

2. analisi

3. sintesi

4. enumerazione → richiamo del concetto matematico (quello ke abbiamo imparato)

Partire da ciò k è evidente x iniziare l'esplorazione e ottenere sapere certo e dell'essere

umano

riforma del sapere di Cartesio critica xò il sapere umanistico, xk umanesimo era visto km

• civiltà di pure parole (no conoscenze solide)

atteggiamento polemico verso il passato e fiducioso verso il futuro

• nasce idea delle scienze umane → (psicologia,..) → scienze ke si interrogano su “chi è

• l'uomo?” → studiano il comportamento umano

Si diramano 2 concetti di scienze umane:

1. intese km scienze dv l'uomo è oggetto di studio (xò l'uomo nn è un oggetto xk è libero)

2. intese km scienze xk sn conoscenze, saperi, k l'essere umano usa x esprimersi

(manifestando la sua ORIGINALITA')

scienza → x P. e A. è paragonata a “volo della civetta” (animale ke vede di notte)

• x S.T.Acquino è paragonata a “conoscenza vesperina” (luci e ombre) anke la

conoscenza dell'uomo quindi viene paragonata così

tema del corpo → non è solo pura macchina; non è oggetto; no concezione utilitaristica del

• corpo (se uso il corpo mi limito a consumarlo senza considerare me stesso)

es. sport = non lo pratico solo x la sua dimensione meccanica; ma anke in forma emotiva

(passione)

è possibile descrivere la REALTA'

• ricerca dell'affermazione della certezza della verità → ricerca di identificare un metodo

• di studio e conoscenza k affermi k qll ke ho conosciuto (fin'ora) sia vero: certezza della

verità.

“io esisto xk penso” → io sono una cosa pensante (RES COGITAS) in qnto libera

• RES EXTENSA = tto il resto è una cosa estesa; indica il corpo

l'uomo è composto da entrambe.

Cartesio riconosce k l'uomo è il suo pensiero, il corpo (visto – km Socrate) è un oggetto

“il pensiero è sempre incarnato in un corpo”

Nel pensiero umano nulla è prevedibile (è in continuo cambiamento)

corpo incarna il pensiero → fisicità/corporeità

• Bisogna ricordarsi ke siamo anke “fisicità”; e ke dobbiamo ascoltarci (es. stanchezza, corpo

mi sta chiedendo di fermarmi)

affermazione dell'uomo in quanto soggetto: “ non v'è dubbio ke io esisto..”

• ghiandola PINEALE → racchiude anima e corpo → punto d'incontro, ponte. Attraverso

• essa la VOLONTA' agisce sul corpo, e i movimenti corporei agiscono sull'anima.

Uomo è unione (sinolo) di anima e corpo → doppia natura di sostanze in rapporto reciproco:

• 1. natura macchina-corpo

2. natura spirituale-razionale

la VOLONTA' (di natura spirituale) può mettere il corpo in movimento:

• AZIONI = atti di volontà e dipendono dall'anima

PASSIONI = percezioni k l'anima riceve dai sensi (fame, dolore..)

l' AMORE va oltre l'utilità; crea relazione, comunicazione, riconoscimento di DIGNITA'

• umana

l' AFFETTIVITA' = banco di prova della maturità e dignità e.u (se la pratico in forma di uso

e consumo; nn è maturità ne amore)

La relazione → è viva e ci fa cogliere sempre qualkosa di nuovo

• relazione kn Dio: non banale-utilitaristico ma vivo !!!

• rappresentazione cartesiana = rende la realtà descrivibile secondo punti (qlli del piano

• cartesiano) k corrispondono alle coordinate, le stazioni nella realtà.

Si focalizza sul pensiero dell'uomo

• GIOVANNI DALLA CROCE

Dio nn possiamo ridurlo ad un concetto e racchiuderlo in un pensiero(xk è Dio k lo ha

• creato) → (visione opposta a Cartesio xk si focalizzava sul pensiero)

liberarsi dalle certezze x far posto a relazione crescente kn Dio

• SENTIMENTO = canale conoscitivo

• PENSIERO = canale dell'intelligenza

insieme qusti concetti danno la RAZIONALITA', che è conoscenza!

Uomo ha:

• 1. BISOGNI → (subito)

2. DESIDERI → (irrazionale); ciò x cui proviamo attrattiva

maturare autostima a custodirci xk abbiamo una DIGNITA'

• PASCAL

cresciuto all'interno della riforma del sapere (16 anni → inventa la calcolatrice)

• ha vissuto la modernità da protagonista

• scienziato → “lo spirito geometrico non basta, occorre anke lo spirito di finezza”

• significa: la matematizzazione (kiave descrittiva) nn basta x avere incontro kn Dio

propone una nuova rappresentazione dell'uomo (completamente diversa da qll

• naturalistica e autonomistica dei tempi moderni)

-Restituisce l'incontro kn Dio (attraverso un testo poetico)

• -Restituisce l'incontro della relazione kn Dio → (esprit de finesse) → finesse = GUSTO

→ ognuno ha singolarità (piacciono le cose a modo suo) → singolarità permette di

esprimere la nostra ORIGINALITA' all'interno di una relazione

es. singolarità dell'artista → k esprime attraverso una sua opera la sua singolarità e ci

comunica qualkosa

All'essere umano nn basta ciò k è utile (esprit de geometrie); serve anke il gusto (esprit de

finesse)

UMANITA' si riconosce dentro la relazione → xciò siamo esseri: strutturalmente

• dipendenti

(attenzione: non indipendenti! Xk questo porta a isolarci dalle relazioni)


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

20

PESO

47.42 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Pedagogia
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie e dello sport (Facoltà di Medicina e Chirurgia di Roma e di Scienze della Formazione di Milano) (MILANO)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher micheladelucca di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Pedagogia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Milano Unicatt o del prof Mari Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Pedagogia

Riassunto esame Pedagogia, prof. Mari, libro consigliato Razionalità Metafisica e Pensare Pedagogico
Appunto
Riassunto esame pedagogia, prof. Mari, libro consigliato Pedagogia alla prova della virtù, autore Giuseppe Mari
Appunto
Riassunto esame "pedagogia", prof. Mari Giuseppe, libro consigliato: "Pedagogia cristiana come pedagogia dell'essere", autore: Giuseppe Mari
Appunto
Riassunto esame "pedagogia", prof. Mari Giuseppe, libro consigliato: Pedagogia del movimento e della corporeità, autore: Giuseppe Mari
Appunto