Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

INFIAMMAZIONE

La reazione locale ad un danno è chiamata infiammazione.

Segni caratteristici dell’infiammazione sono:

• rossore (rubor)

• rigonfiamento (tumor)

• calore (calor)

• dolore (dolor)

• perdita della funzione (functio lesa)

L’ infiammazione può essere:

• ACUTA esordio rapido durata breve (ore o giorni)

• CRONICA durata maggiore (settimane o mesi)

 reazione

La risposta infiammatoria consiste di due componenti principali, una

vascolare reazione cellulare. proteine

e una Sono coinvolti in queste reazioni

del plasma, monociti, eosinofili, linfociti, basofili

cellule circolanti (neutrofili,

e piastrine), fibroblasti e

cellule del tessuto connettivo (mastociti,

macrofagi), componenti della matrice extracellulare del connettivo (collagene,

elastina, fibronectina, proteoglicani).

INFIAMMAZIONE ACUTA

L'infiammazione acuta è una risposta immediata e precoce a uno stimolo

lesivo. È una reazione vascolare e cellulare al danno tissutale, che porta,

nella sede della lesione, sia mediatori della difesa dell’ospite che la

formazione di un essudato con la finalità di contrastare l’agente lesivo.

CAUSE

Infezioni (batteriche o virali) e tossine microbiche

 Traumi (superficiali e profondi)

 Agenti fisici e chimici (ustioni, irradiazione, ecc.)

 Necrosi tissutale

 Corpi estranei (schegge, fili di sutura, ecc.)

 Reazioni immunitarie (reazioni di ipersensibilità)

ESSUDATO

Liquido infiammatorio extravascolare, costituito da proteine, detriti cellulari

e da un peso specifico superiore a 1,020. La presenza implica un’ alterazione

della permeabilità dei piccoli vasi sanguigni nella zona di lesione.

TRASUDATO

Liquido a basso contenuto proteico e peso specifico inferiore a 1,012. Deriva

da uno squilibrio osmotico o idrostatico a livello della parete vascolare,

senza aumento della permeabilità vascolare.

EDEMA

Eccesso di liquido nelle cavità sierose o interstiziali, può essere sia un

trasudato che un essudato.

PUS

Essudato infiammatorio ricco di leucociti, detriti di cellule morte e microbi.

FASI DELL’INFIAMMAZIONE ACUTA

Fase di RICONOSCIMENTO

 Le cellule del tessuto (cellule epiteliali, endoteliali, fibroblasti, macrofagi

tissutali ecc.) riconoscono molecole di diversa natura derivate dall’agente

patogeno biologico o dal tessuto necrotico

Reazione VASCOLARE

 Fase di Vasodilatazione o Iperemia Attiva

Aumento della Permeabilità Vasale

Essudazione Liquida

Rallentamento del flusso (Iperemia passiva e Stasi)

Reazione CELLULARE

 Reclutamento di cellule infiammatorie

Attivazione cellulare e rimozione della causa di danno

Reazione VASCOLARE

Fase di Vasodilatazione o Iperemia Attiva

Rilassamento della muscolatura liscia a livello degli sfinteri periarteriolari

del microcircolo

- vasodilatazione arteriolare

- apertura di nuovi canali preferenziali

Aumento della quantità di sangue nella zona (IPEREMIA) con

conseguente calore e arrossamento.

Reazione VASCOLARE

Aumento della permeabilità vasale

L’aumento della permeabilità vascolare porta all’accumulo extracellulare di un

fluido ricco di proteine, detto essudato.

La perdita di proteine dal plasma riduce la pressione osmotica intravascolare e

aumenta quella del liquido interstiziale. Questo determina la fuoriuscita di

liquidi e il loro accumulo nei tessuti interstiziali e la formazione dell’edema.

In che modo l’epitelio diventa permeabile nell’infiammazione?

1. Risposta immediata transitoria

• Meccanismo più frequente

• Rapida e di breve durata

RECETTORI H

1. Risposta immediata transitoria

2. Risposta immediata sostenuta

• Rapido, talora di lunga durata

3.

4. Reazione VASCOLARE

Essudazione liquida

ESSUDATO Materiale liquido cellulare che si raccoglie localmente in sede di

infiammazione.

Ha una composizione idro-salina simile a quella dei fluidi extracellulare ma maggior

contenuto in:

A) Proteine (2,5-4,5%)

B) Acidi organici

C) Cellule infiammatorie

In base alla composizione dell’essudato si possono distinguere diversi tipi di

infiammazione acuta:

- sierosa

- fibrinosa

- suppurativa o purulenta (PUS)

- emorragica

Funzioni dell’essudato:

- diluizione barriera meccanica

- formazione di fibrina

- pH acido (5.3) facilitazione fagocitosi

ESSUDATI

Essudato sieroso, è un fluido chiaro a scarso contenuto proteico che deriva

dal plasma o dalle secrezioni di cellule mesotemiali che rivestono la cavità

versamento

peritoneale, pleurica e pericardica ( ); fuoriesce dai vasi nelle

prime fasi dell’infiammazione

Essudato fibrinoso, in presenza di lesioni gravi molecole grandi come il

fibrinogeno possono attraversare la barriera vascolare formando fibrina che si

deposita nello spazio extracellulare. Tale essudato è tipico dell’infiammazione

dei rivestimenti delle cavità corporee, come le meningi, il pericardio e la

pleura. Può essere rimosso per fibrinolisi, se non si rimuove oblitera le cavità

e produce aderenze tra organi che prima erano scorrevoli, limitandone la

funzione

Essudato purulento, contiene grandi quantità di pus, cioè un insieme di

fagociti, neutrofili, microrganismi e detriti cellulari. Può essere indotto da

piogeni

batteri particolari detti che si disseminano all’interno dei tessuti

ascessi

circostanti portando alla formazione di . Gli ascessi presentano una

regione centrale che appare come una massa necrotica di leucociti e cellule

del tessuto, circondata da una zona ricca di neutrofili vitali. Col tempo,

l’ascesso può essere isolato dai tessuti circostanti e sostituito da tessuto

connettivo.


PAGINE

31

PESO

2.69 MB

AUTORE

Moses

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in chimica e tecnologia farmaceutiche
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Moses di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Patologia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof La Camera Erminia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Patologia generale

Patologia generale - patologie da agenti ambientali
Appunto
Patologia generale - infiammazione cronica
Appunto
Patologia generale - molecole di adesione
Appunto
Patologia generale - molecole di adesione
Appunto