Che materia stai cercando?

Ortopedia – Scoliosi Appunti scolastici Premium

Appunti di Ortopedia Scoliosi. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Cenni storici ed introduzione, la rotazione dei corpi vertebrali, paramorfismo, atteggiamento scoliotico, alterazioni mesenchimali, artrite reumatoide,contratture extraspinali, ecc.

Esame di Ortopedia docente Prof. M. Benvenuti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LA SCOLIOSI</CENTER<>

CENNI STORICI ED INTRODUZIONE

La scoliosi è una deformità riconosciuta e studiata fin dall'antichità. Una trattazione delle

alterazioni strutturali tipiche della scoliosi viene prodotta già nel "De Articulationes" del

"Corpus Hippocraticum". Da allora molti si succedettero nel tentativo di inquadrare

questa patologia sotto il profilo eziopatogenetico, sviluppando varie teorie,mentre le

metodiche di trattamento erano limitate alle trazioni del rachide. Si deve ad Ambroise Parè

(1410-1590) l'introduzione di un rudimentale corsetto di acciaio, poi sviluppato da Andrè

che, nel 1741, fu il primo ad utilizzare la parola "Ortopedia". Con l'introduzione delle

tecniche radiografiche ad opera di Roentgen nel 1895, si ebbe un fortissimo impulso verso

le attuali conoscenze. Nel 1946 Blount e Schmidt studiarono un corsetto che univa la

trazione assiale della colonna all'azione di pressori laterali. Questo corsetto noto poi con il

nome di "Milwaukee" ottenne risultati incoraggianti e fu in seguito affiancato da numerosi

altri dispositivi.

Il trattamento chirurgico moderno della scoliosi vede la luce nel 1962 ad opera di

Harrington, a cui sono state affiancate nuove e diverse metodiche, da Luque a Cotrel-

Doubusset.

DEFINIZIONE

Con il termine scoliosi viene definita una curvatura laterale della colonna vertebrale. Per

classificare correttamente tale deformità è necessario porre l'attenzione su alcuni concetti

fondamentali:

a) la rotazione dei corpi vertebrali è un segnale di "strutturazione" della curva con

deformità ossee vertebrali e costali, deformazione dei dischi intervertebrali e retrazioni

muscolo-legamentose. La presenza di questi segni fa rientrare tale situazione nelle scoliosi

strutturate o scoliosi vere. La manifestazione clinica subito riscontrabile è il "gibbo",

ovvero l'evidenziazione delle alterazioni a carico della gabbia toracica con paziente in piedi

a tronco flesso in avanti.

b) con il termine "paramorfismo" o "atteggiamento scoliotico" viene invece indicata una

curvatura laterale della colonna che, al contrario della situazione precedente, non presenta

una rotazione dei corpi vertebrali. Tale condizione, benigna, tende alla risoluzione

spontanea durante l'accrescimento e non necessita di trattamenti particolari eccetto terapie

fisiche adeguate o sport.

CLASSIFICAZIONE

In accordo con la Scoliosis Research Society, al fine di omogeneizzare il linguaggio

sull'argomento in questione, viene utilizzata la seguente classificazione:

SCOLIOSI STRUTTURATE

I) IDIOPATICHE

a) infantile (0-3 anni)

b) giovanile (3-10 anni)

c) adilescenza (> 10 anni)

II) NEUROMUSCOLARI

a) neuropatiche

b) miopatiche

III) CONGENITE a) difetti di formazione

b) difetti di segmantazione

c) miste

IV) NEUROFIBROMATOSI

V) ALTERAZIONI MESENCHIMALI

a) sindr. di Marfan

b) sindr. di Ehlers-Danlos

c) altre

VI) ARTRITE REUMATOIDE

VII) TRAUMI

a) fratture

b) post-chirurgiche

c) post-irradiazione

VIII) CONTRATTURE EXTRASPINALI

a) esiti di empiema

b) esiti di ustioni

IX) OSTEOCONDRODISPLASIE

a) nanismo diastrofico

b) mucopolisaccaridosi

c) displasia spondilo-epifisaria

d) displasia epifisaria multipla

e) altre

X) INFEZIONI OSSEE

a) acute

b) croniche

XI) DISORDINI METABOLICI

a) osteogenesi imperfetta

b) omocistinuria

c) altre

XII) CORRELATE A PAT. DEL PASSAGGIO LOMBO-SACRALE

a) spondilolisi e spondilolistesi

b) anomalie congenite della regione lombo-sacrale

XIII) TUMORI

a) colonna vertebrale

1) osteoma osteoide

2) istiocitosi X

3) altre

b) midollo spinale (vd. neuromuscolare)

SCOLIOSI NON STRUTTURATE

I) POSTURALI

II) ISTERICHE

III) DA IRRITAZIONE RADICOLARE

a) ernia

b) tumori


PAGINE

7

PESO

24.68 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Ortopedia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni)
SSD:
Università: Genova - Unige
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Ortopedia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Genova - Unige o del prof Benvenuti Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ortopedia

Ortopedia – Fratture vertebrali
Appunto
Ortopedia – Patologie disco invertebrale
Appunto
Ortopedia – Osteocondrosi
Appunto
Ortopedia – Lesioni tendinee
Appunto