Che materia stai cercando?

Ortopedia e traumatologia - Patologia del disco intervertebrale Appunti scolastici Premium

Appunti di Ortopedia e traumatologia - patologia del disco intervertebrale. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Sintomatologia clinica, La febbre ed altri segni sistemici di infezione, Il dolore, la rigidità del tratto interessato e la contrattura paravertebrale reattiva,... Vedi di più

Esame di Ortopedia e Traumatologia docente Prof. G. Romeo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il disco intervertebrale è una formazione anatomica normalmente

interposta tra le superfici articolari dei corpi vertebrali.

Esso ha la forma di una lente biconvessa ed è costituito da una

parte periferica, detta anello fibroso ed una centrale, il

nucleo polposo.

L'anello fibroso è costituito da un intreccio di fasci

connettivali concentrici, prevalentemente collagenici, che negli

strati più periferici si addentrano nei corpi delle vertebre

contigue mentre negli strati più centrali si continuano con la

cartilagine ialina delle superfici articolari delle stesse.

Il nucleo polposo è un derivato della notocorda. Dall'età di 10-

15 anni la componente cellulare scompare e l'intero nucleo è

costituito di mucopolisaccaridi atti a trattenere una grande

quantità di acqua tanto che il nucleo stesso ne è composto per

il 95% del suo peso.

Nei movimenti di flesso-estensione e di rotazione dei corpi

vertebrali, il nucleo polposo si deforma ma non modifica il suo

volume, trasmettendo le sollecitazioni pressorie all'anello

fibroso la cui struttura è idonea a sopportarle. Con il

procedere dell'età, il disco va incontro a processi di

invecchiamento tanto che, sforzi anche lievi possono dare

origine alla fuoriuscita di materiale nucleare dalla sua normale

sede.

In relazione al danno subito dal disco ed in base alla

fuoriuscita di materiale nucleare distinguiamo:

- Ernie discali contenute quando l'espulsione è ancora contenuta

dalle fibre del legamento longitudinale posteriore

- Ernie discali protruse quando l'espulsione ha oltrepassato le

fibre del legamento longitudinale posteriore pur rimanendo allo

stesso livello della loro origine

-Ernie discali migrate o espulse quando il materiale nucleare è

stato espulso dallo spazio intervertebrale ed è migrato

inferiormente all'origine

L'erniazione del disco è un evento rarissimo a livello delle

vertebre dorsali, raro nel tratto cervicale e frequente nella

colonna lombare

Gli stretti rapporti anatomici tra disco intervertebrale e

radici nervose fanno si che una protrusione di materiale discale

può comprimere meccanicamente le radici adiacenti originando

così le sindromi radicolari.

Si è soliti dire che ogni radice prende rapporto con il disco

soprastante la vertebra di pari numero, indi una erniazione del

disco L4-L5 comprimerà la radice L5 ed il disco L5-S1 la radice

S1.

Oltre che dalla patologia degenerativa, il disco intervertebrale

può essere colpito da processi infiammatori specifici o

aspecifici.

Tra i processi specifici riveste primaria importanza la TBC

mentre tra quelli aspecifici citiamo le disciti post traumatice,

le disciti come complicanza di un intervento chirurgico di

erniectomia e le disciti ematogene, queste ultime a carico quasi

esclusivamente dei bambini.

Sintomatologia clinica

Possiamo schematizzare la sintomatologia della patologia discale

essenzialmente in tre gruppi:

- generale

- locale o rachidea

- radicolare

La febbre ed altri segni sistemici di infezione si manifestano

qualora il disco sia interessato da processi infettivo-

infiammatori. Bisogna tuttavia ricordare che nel 50% dei casi

questi sintomi possono essere assenti.

Il dolore, la rigidità del tratto interessato e la contrattura

paravertebrale reattiva sono i sintomi locali a cui va spesso

aggiunta una deviazione scoliotica antalgica.

La fuoriuscita del nucleo polposo dalla sua sede anatomica e la

compressione della adiacente radice nervosa da origine

all'insorgenza della sintomatologia radicolare.

Le radici nervose più frequentemente interessate da tale

patologia sono: C6 e C7 a livello cervicale mentre L4, L5 ed S1

nella colonna lombare.

In rapporto all'entità ed alla durata della compressione

radicolare possono essere distinti tre quadri clinici : -

Sindrome irritativa in cui prevalgono il dolore, le parestesie,

e l'iperreflessia.

- Sindrome compressiva caratterizzata da areflessia, ipoestesia

ed ipotrofia muscolare.

- Sindrome paralitica che in genere si manifesta bruscamente ed

è caratterizzata dall'assenza del dolore, dall'areflessia e

dall'anestesia.

Le caratteristiche peculiari di ciascun interessamento

radicolare sono in relazione al dermatomero servito dalla radice

stessa e quindi possiamo schematicamente distinguere:

- C6: Ipoestesia in corrispondenza del deltoide con ipo-

areflessia dei riflessi bicipitale e brachio-radiale.

- C7: Ipoestesia sulla faccia postero-laterale del braccio e

dell'avambraccio sino al 2 e 3 dito; ipo-areflessia del riflesso

tricipitale.

- L4: Ipoestesia sulla faccia laterale della coscia ed

anteromediale della gamba; ipo-areflessia del riflesso rotuleo.

- L5: Ipoestesia sulla faccia laterale della coscia, antero-

laterale della gamba con deficit esauribilità del muscolo

estensore proprio dell'alluce e del muscolo estensore comune

delle dita.

- S1: Ipoestesia sulla faccia posteriore della coscia, della

gamba e porzione laterale del piede con ipo-areflessia dei

riflessi achilleo e medioplantare.


PAGINE

5

PESO

9.02 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Ortopedia e traumatologia - patologia del disco intervertebrale. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Sintomatologia clinica, La febbre ed altri segni sistemici di infezione, Il dolore, la rigidità del tratto interessato e la contrattura paravertebrale reattiva, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Ortopedia e Traumatologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Romeo Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ortopedia e traumatologia

Ortopedia e traumatologia – Malattie apparato locomotore
Appunto
Ortopedia e traumatologia – Anomalie sviluppo arti
Appunto
Ortopedia e traumatologia – Artrosi
Appunto
Ortopedia e traumatologia – Fratture piatto tibiale
Appunto