Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Teoria dell'ambiente attivato

Concetto proposto dallo psicologo sociale Karl Weich (1969) il quale sostiene che i manager

dentro le organizzazioni leggono il proprio ambiente organizzativo con degli schemi,

percepiscono questa loro realtà e cercano di darne un senso (sense making). Attivare un

ambiente significa disegnare uno scenario.

Es. Barilla con la campagna pro olio di palma ha disegnato un ambiente sbagliato rispetto a

quello che volevano vedere i propri clienti -> calo dei consumi

Ambiente attivato significa che i manager vedono una parte dell'ambiente organizzativo

I nostri schemi di consumo possono condizionare le aziende, le multinazionali

-> le azienda più brave ad attivare un ambiente acquisiscono un vantaggio rispetto ad altre

aziende

Le aziende attivano un certo ambiente per incrementare una determinata strategia

CONFRONTO TEORIE MODERNE E SIMBOLICHE

Importante ambiente che detta le regole -> ecologia delle popolazioni e teorie istituzionaliste

[triplice legittimazione]

Ruolo centrale delle organizzazioni -> dipendenza delle risorse [pur essendoci una dipenda c'è

un impresa focale che può gestire, quindi ha un ruolo attivo nel gestire il grado di dipendenza] e

ambiente attivato [sono i manager che attivano o meno l'ambiente in base alla loro lettura della

realtà, può sbagliare a dipingere lo scenario, ad attivare l'ambiente ma c'è comunque un ruolo

attivo dell'organizzazione] 6 ottobre 2016

Ambiente organizzativo per le teorie post-moderne

Tre libri che rappresentano il punto di partenza della prospettiva post moderna circa l'ambiente:

- The coming of Post-Industrial society

- La condition postmoderne

- The condition of postmodernity

Si occupano dell'ambiente generale, ovvero si focalizza come i vari strati siano cambiati nel

tempo, si concentrano sulla società industriale ("fordista") e il passaggio alla società post-

industriale.

Parole chiave società fondista (anni 50-80):

- Fondato su un patto sociale

- Stabilità

- Sicurezza perché io so quel'è il mio livello di sviluppo

- Politiche pubbliche di tipo keynesiano

- Politiche di Welfare State

- Nazionalizzazione (ruolo importante dello stato nazione che gestisce direttamente)

- Prevalenza dell'industria

- Operaio che diventa la categoria professionale predominante

- Taylorismo/Fordismo moderato

- Internazionalizzazione in cui rimane la forte presenza dello stato nazione

Parole chiave società post-indistriale:

- Mercato diventa il luogo in cui domanda-offerta devono incontrarsi e tanto meglio se ci sono

poche regole

- Deregolamentazione del movimento dei capitali e delle persone

- Privatizzazione ovvero lo stato non può essere presente direttamente

- Liberalizzazione dei mercati e dei settori

- L'operaio perde la sua centralità e subentrano i lavoratori della conoscenza

- Globalizzazione in cui lo stato nazione perde il suo ruolo di controllo

- Centrale il concetto di flessibilità, viene meno la stabilità e la sicurezza del posto lavoro

- Sviluppo delle tecnologie informatiche

[filmato sulla chiusura nell'ottobre del 2012 del cotonificio Honegger di Albino www.zalab.org]

Il cambiamento nella società post industriale comporta un cambiamento nel mercato del lavoro

-> al centro troviamo la forza lavoro core che ha una flessibilità funzionale, è un gruppo

polivalente perché ha competenze ma non sono specializzate

-> il primo gruppo periferico è caratterizzato da una flessibilità quantitativa ovvero relativa alle

dimensioni dell'organico. Assumo e licenzio in funzione del ciclo produttivo e alla domanda dei

prodotti che produco (contratti precari). Persone con competenza meno sofisticate

-> stagisti, job sharing, part time ovvero tutti i lavori più precari

Molte attività non vengono più svolte nella sede centrale dell'azienda ma vengono

esternalizzate

-> agenzie per lavoro temporaneo

-> incremento dell'acquisizione all'esterno di prodotti e servizi (outsourcing e delocalizzazione)

Seconda teoria post-moderna/critica -> Teoria degli Stakeholder (portatore d'interesse)

Non vi è più una distinzione tra organizzazione e ambiente, tutti quanti hanno la stessa priorità

sull'organizzazione e il suo interesse deve essere tutelato

Autore: Freeman

Obiettivo: portare l'etica in primo piano quindi quando vado a capire quale investimento fare

devo bilanciare l'aspetto economico e quelle etico

-> BUSINESS ETHICS

Deve essere sostanziale (Responsabilità sociale d'impresa)

STRUTTURA SOCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI

Due strutture:

- Sociale [analizza la relazione tra le persone]

- Fisica [analizza la relazione spaziale tra gli elementi fisici]

Struttura: relazione tra le parti di un tutto organizzato

STRUTTURA SOCIALE anche detta struttura organizzativa (es. organigramma della struttura

organizzativa del gruppo Telecom Italia)

Autore: Max Weber [sostiene che la burocrazia rappresenta la miglior forma organizzativa ed è

anche la forma più pura di esercizio della razionalità legale]

- Rigida divisione del lavoro

- Ben definita gerarchia degli uffici

- I canditati devono essere reclutati sulla base delle qualifiche tecniche

- Impiegati retribuiti con stipendi fissi pagati in denaro

- L'impiegato è titolare dell'ufficio e la sua gestione ne condiziona la carriera

- Promozione ammessa per anzianità o merito

- Lavoro dei dipendenti deve essere separato dalla proprietà dei mezzi di amministrazione

- Severa disciplina e controllo sulla condotta dell'ufficio

Tre principi:

1. Divisione del lavoro

ripartizione dei compiti tra le diverse persone

• Distribuzione delle responsabilità

• Assegnazione delle mansioni

2. Gerarchia delle autorità [caratteristica della posizione, non della persona]

Distribuzione dell'autorità

• Distinzione tra posizione [a cui si associa una mansione è un ruolo] e persona [che

• occupa la posizione] A

Differenziazione verticale Integrazione e coordinamento

B

C Differenziazione

D1 D2 D3 orizzontale

3. Regole e procedure formalizzate

Esplicite (scritte)

[tabella pag 115 4.1] 10 ottobre 2016

CASO: Le gemelle paradossali: Nero e Rosso Electronics

NERO ROSSO

Ambiente organizzativo anni 50 - 60

Stati uniti

Tecnologia elettronica in cui contano molto i volumi di produzione

Dalla technological Products nascono le industrie Nero e Rosso

Grandezza 550 dipendenti 480 dipendenti

Fatturato 10 milioni di dollari Fatturato 8 milioni di dollari

Componente amministrativa Organigramma Non esiste organigramma

Differenziazione Verticale (1° livello - presidente; Orizzontale, i compiti vengono

2° livello - vice presidenti; 3° divisi dai lavoratori dipendenti (il

livello) + Orizzontale [unità presidente viene da fuori)

organizzativa di staff e una di -> c'è un team di vertice, ovvero

line] un gruppo di lavoro al ventice

che prende le decisioni

Integrazione Il coordinamento si concretizza in Più integrazione attraverso

regole e procedure, non ci sono contatto diretto, team

ruoli di collegamento perché interfunzionale

tutto verte intono al presidente -> maggiore condivisione della

conoscenza

Centralizzazione Centralizzata nelle mani del Decentralizzato

presidente che è collettore di

informazioni ed è lui che decide

Standardizzazione Ognuno svolge determinati Forte autonomia ->

compiti responsabilizzazione individuale

Formalizzazione Definita dall'organigramma

Specializzazione Elevata (tante unità organizzativa) Lavoratori polivalenti

Nero è più efficiente, efficace di rosso ma sul fronte della giustizia organizzativa ci sono i

manager che si lamentano per aver maggior autonomia mentre in Rosso i dipendenti si

lamentano per lo spreco di tempo nelle condivisione di conoscenza.

Seconda parte del caso: Cosa faranno? Chi riuscirà a conquistare l'appalto?

Nero Offerta Nero < offerta Rosso

Azienda

Focale Rosso

Produzione di 100 prototipi

-> importante rapidità 12 ottobre 2016

Terza parte del caso:

Differenze nel gestire il progetto

NERO ROSSO

- -

Memorandum [nota scritta dal presidenti ai Collaborazione

-

differenti soggetti interessati dal progetto; Riunione

-

l'unico che ha in mano il progetto esecutivo è il Cerca una nuova soluzione per arginare il

presidente che frammenta il progetto nelle varie problema

-

unità organizzative] Decide di realizzare un prototipo e scopre

- Frammentazione del processo produttivo l'errore del cavo prima che lo scopra Nero

- Pensa che il progetto definitivo della quindi riesce a gestire meglio la situazione

fotocopiatrice fornito della azienda fosse

corretto

- No controllo della qualità

Fine realizzazione prototipi

Nero:

- ritardo nella consegna

- 10% di unità difettose

- Scarso coordinamento tra le funzioni

- Perdita di vista dell'obiettivo comune

- Emergono dei conflitti

Rosso:

- Consegna in tempo

- Correzione errore durante il processo

- Risolve problema

- Prototipo affidabile frutto di una start up più lenta che permette di definire il progetto

- Coordinamenti veloci ed efficaci

MA l'azienda spartisce il contratto definitivo tra Nero e Rosso aggiungendo due direttive: zero

difetti e riduzione costi. Rosso non riesce a seguire le due direttive quindi l'appalto finale viene

vinto dalla Nero Electronics.

Differenza dal punto di vista della struttura organizzativa:

NERO ROSSO

Differenziazione verticale + -

Integrazione - +

Formalizzazione + -

Centralizzazione + -

Specializzazione + +/-

Standardizzazione + +/-

A1 prima della gara

A2 durante la gara

A3 dopo la gara

A1 e A3 -> ambiente stabili

A2 -> ambiente dinamico in cui emergono problematiche

La struttura organizzativa di nero funziona bene quando l'ambiente è stabile; mentre la struttura

organizzativa di rosso funziona bene quando l'ambiente è dinamico. Non esistono soluzioni

ottime e universali (one best way), le organizzazioni devono cercare di adattarsi alle

caratteristiche/contingenze delle situazioni

-> individuare il FIT tra organizzazione e determinate contingenze proprie dell'ambiente

organizzativo e operativo

Teoria modernista - Teoria delle contingenze ambientali

Autori: Burns e Stalker che nel 1971 si soffermano sul grado di stabilità e instabilità

dell'ambiente organizzativo

Se l'ambiente organizzativo stabile allora sono più efficaci ed efficiente le strutture organizzative

meccanicistiche; mentre se l'ambiente è dinamico sono più efficienti ed efficaci le strutture

organicistiche.

[tab 4.2 pg 121]

La stabilità e l'instabilità è legata al grado di incertezza che si può leggere come rapporto tra

complessità e cambiamento ma non è un dato assoluto, deriva anche dalle percezioni dei

manager quindi la lettura del cambiamento e della complessità diventa soggettiva -> percezioni

e informazioni

Legge della varietà necessaria: l'azienda deve rispecchiare l'ambiente organizzativo di

riferimento, quindi si manifestano fenomeni di isomorfismo ovvero a parità di ambiente

troviamo più aziende con una struttura organizzativa simile

Altri autori: Lawrence e Lorsch (1967 - USA) che si soffermano sulle sottounità delle

organizzazioni e quindi dividere le organizzazioni nelle sue parti che possono avere ambiente

organizzativi differenti. Bisogna fare differenziazione e integrazione, ovvero far convergere le

diverse unità verso un obiettivo comune.

Gli studiosi si soffermano in particolare modo sulla formalizzazione delle procedure, sulla

relazione tra le persone, sull'orientamento temporale (breve o lungo termine), sull'obiettivo

(efficienza o efficacia ecc) delle varie unità.

L'ambiente non rappresenta l'unica contingenza, ci sono altre situazione che rappresentano una

variabile da monitorare:

- dimensioni [grandezza dell'organizzazione, numero di dipendenti ecc]

- Burocrazia [si può avere decentralizzazione, il potere decisionale può essere distribuito

perché ci sono regole da seguire]

- Struttura meccanicistica

- Struttura organicistica [forte centralizzazione]

- Tipo di tecnologia di produzione o tecnologia

- Strategia [modello strategia-struttura ovvero data una data strategia esiste una struttura

organizzativa migliore per implementare la strategia stessa (A. Chamber)]

Autore: Mintzberg (1983) che individua 5 configurazione organizzative riprendendo i concetti di

Weber

[no cambiamento delle strutture organizzative]

Prospettiva simbolica - la struttura organizzativa esiste nell'interazione delle persone, utilizzo di

pratiche concrete 13 ottobre 2016

Caso: Samsung e Note 7 con il problema legato alla batteria

Struttura organizzativa = funzione di/determinata da (ambiente, tecnologia, strategia,

dimensioni) [prospettiva modernista]

[prospettiva simbolista] SO emerge con l'interazione sociale degli individui, le determinano

attraverso la loro azione quotidiana attribuendo significati che vengono condivisi (es. capo non

perché ai vertici dell'organigramma ma perchè seguito da più persone)

-> si occupano dei processi organizzativi

Autore: Weick ("non esistono organizzazioni ma solo processi organizzativi")

PO guidati da tre aspetti:

- Routine [procedure comportamentali di tipo meccanico e ripetitivo, non è detto che sia scritta

ma si osserva attraverso i comportamenti delle persone e viene data per scontata, fa parte di

ciò che c'è da fare] -> le persone legittimano la routine, si può innovare attraverso una mimesi

istituzionale l'innovazione diventa una nuova routine

- Improvvisazione organizzativa [deviazione che un individuo deve fare dalla routine perché

accade qualcosa di inaspettato, può diventare la fonte di cambiamento della routine. Si può

avere anche quando un'azienda non prevede qualcosa che viene chiesto dal cliente]

- Bricolage organizzativo [fare/agire con le risorse che si hanno a disposizione in quel

determinato momento, si concretizza in tre modi diversi:

- Role shifting (una persona può assumere un ruolo differente rispetto al ruolo

formalmente definito per rispondere ad un'esigenza del momento)

- Re-organising routines (adottare nuove routine per rispondere a un cambiamento

improvviso)

- Re-ordering the work (modifico la sequenza temporale delle attività)]

È necessaria una costruzione collettiva del significato, mai individuale perché deve esserci

l'interazione quindi più partire da un individuo inserito in un contesto sociale.

La costruzione collettiva di significato si basa su:

- Giochi linguistici (Wittgenstein): ogni organizzazioni ci sono delle regole del significato delle

parole che si usano

- Discorso (Foucault): dimensione retorica

[prospettiva post-moderna]

SO di scarsa rilevanza; lo stesso concetto di organizzazione e di ordine è un modo per

nascondere le relazioni di potere tr a una classe dominante e la classe subalterna.

Contrappongono un concetto di disorganizzazione e disordine in modo da fare emergere un

modello che sottolinei le relazioni di potere tra chi comanda e chi è comandato. Contestano il

concetto di differenziazione e parlano di de-differenziazione ossia si deve fare in modo che ci sia

meno differenziazione e creare all'interno una struttura democratica in cui tutti siano allo stesso

livello. Non separazione tra chi progetta e chi esegue.

Simulacri (realtà immaginate e inventate - Baudrillard 1783):

- obiettivi

- Merito

- Razionale

- Competenze

Obiettivo dei teorici critici è smascherare ciò che sta dietro gli interessi di incamminarsi verso

determinati percorsi

TECNOLOGIA

"Insieme dei metodi e delle conoscenze attraverso le quali si producono oggetti e si erogano

servizi includendo in questi anche gli strumenti e le attrezzature utilizzate a tal fine."

Input Output

Tecnologia

Tecnologia o nucleo tecnologico

Prospettiva modernista

Autori:

- J. Woodward 1958

Si focalizza sul concetto di complessità tecnica determinata dal grado di meccanizzazione del

processo produttivo principale. Meccanizzazione o automazione

Produzioni in piccoli lotti/ produzione di massa/in Processo continuo in cui i lavoratori

singole unità in cui il grandi quantità con forte sorvegliano macchine che

lavoratore segue tutte le fasi divisione del lavoro effettuano autonomamente il lavoro

Basso Alto

- Thompson 1967

Si focalizza anche i servizi, ovvero le tecnologie che consentono l'erogazione di servizi. Si

concentra su input, output e processo di trasformazione e di questi capire quanto siano

standardizzati o non standardizzati.

Tre tipologie di tecnologie:

- Collegamento lineare (attività disposte in sequenza una rispetto all'altro, l'output diventa

input)

- Mediazione (condivisione di una risorsa; due utenti che utilizzano la stessa risorsa es uber)

- Tecnologie intensive (interazione tra tutti gli attori, coordinamento di conoscenze

specialistiche es. sala operatoria)

- Perrow 1967

A differenza degli altri sposta l'attenzione sul compito che descrive attraverso due dimensioni:

- Grado di variabilità (in funzione del numero di eccezioni)

- Grado di analizzabilità (quanto si è in grado di spiegare e codificare le eccezioni)

4 tipologie di tecnologie:

1. Di routine (bassa variabilità, elevata analizzabilità)

2. Artigianali (bassa v e a)

3. Ingegneristiche (alta v e a)

4. Non di routine (alta v e bassa a)

6 domande per tirare la somme tra i tre autori

Qual'è il grado di complessità tecnica?

Qual'è il grado di standardizzazione degli input e degli output?

Qual è il grado di standardizzazione del processo di trasformazione?

Quanti compiti sono analizzabili?

Qual è il grado di variabilità dei compiti?

Qual è il grado di riutilizzazione del lavoro? (W e P)

Prospettiva simbolica

Come le persone interagiscono con la tecnologia e come le persone danno senso alla

tecnologia. Si soffermano sulla tecnologia informatica (ITC)

Autore: Weick che si concentra sugli schemi cognitivi

Le persone non vedono direttamente il processo ma interagiscono con il computer tramite cui

vedono una rappresentazione di ciò che sta accadendo (es dighe)

3 caratteristiche delle tecnologie informatiche:

- Stocastiche

- Continue

- Astratte 17 ottobre 2016

Le tecnologie informatiche svolgono un ruolo di mediazione tra gli individui e i processi, quindi

l'individuo non vede il processo in se per se ma vede una rappresentazione di una realtà.

Weick mette in evidenza le caratteristiche della tecnologia:

- Stocastiche ovvero vittima di interruzioni inaspettate di cui non si riesce a capire il motivo

dell'interruzione quindi l'uomo non capisce

- Continue ovvero gestiscono processi che devono essere svolti continuamente, 7 giorni su 7

24 ore su 24 -> gestione critica

- Astratte quindi le persone non vedono direttamente il processo, ma la rappresentazione è

l'unica interfaccia tra l'individuo e il processo

CASO: Il caso del volo Air France 447

Come le tecnologie informatiche stanno cambiando il luogo di lavoro -> implemento del

controllo manageriale e sempre più pervasive

Le tecnologie informatiche sono dinamiche, sono cambiate nel corso del tempo

Gli impatti delle tecnologie sul lavoro sono di due tipi:

- Quantità di lavoro offerto [downsizing ovvero diminuzione dell'offerta di lavoro perche sono

automatizzati quindi non necessitano delle persone, sia nel mondo delle fabbriche che dei

servizi es bancario; non è ancora chiaro il bilanciamento con i lavori creati. In più non si sa

quanto tempo impiegherà la conversione della società]

- Qualità del lavoro [deskilling ovvero lavoro sempre più banale, dove l'uomo diviene

appendice della macchina e sempre più sostituibili; al tempo stesso si ha l'upskilling ovvero

persone con alte competenze. Le persone con medie capacità stanno sparendo]

Sempre più importante il lavoro in team -> teamwork quindi divengo importante le competenze

relazionali non solo verso l'esterno con i clienti ma anche verso l'interno

Si perde di vista il processo concreto, si deve saper leggere e interagire con le rappresentazioni

VIDEO: Presa diritta Rai 3

L'introduzione della robotica è legata all'efficienza

L'introduzione di PowerPoint

Sono le persone che usano la tecnologia o la tecnologia che usa le persone?

Identità fisica + identità digitale

Libro: Obfuscation, a user's guide for privacy and protection 24 ottobre 2016

Caso affrontati la scorsa lezione:

Ristorante 2.0 – robot negli ospedali – automazione attività giornalistica – unica torre di controllo

– magazzini amazon

Pensiero delle diverse prospettive riguardo ai casi analizzati sopra.

Prospettiva modernista: si focalizza su come i robot incidono sull’attività organizzativa. L’impatto

di queste tecnologia porta ad un miglioramento, maggior efficienza. Automatizzando si cerca di

liberare il lavoratore da tutte quelle attività molto ripetitive, vengono richieste delle competenze

maggiori ai lavoratori (upskilling). Si diffonde sempre di più il teamwork.

Prospettiva Simbolista: si focalizza sulle relazioni tra lavoratori e robot, su come sono utilizzati i

robot nei luoghi di lavoro. Si focalizza sulla tecnologia in pratica.

Prospettiva Critica: Concentrazione su : downsizing, deskilling, controllo manageriale (è il robot

che detta i tempi).

VEDI PPT

“identità digitale”-> l’utente non è totalmente inerme attraverso “TakeMeNot”

“Il controllo digitale: verso un modello panottico?”: concetto che risale alla fine dell’800 di

Frederick Taylor. Egli elabora un carcere ideale. Al centro vi era una torre di controllo che

osservava tutte le celle dei carcerati che vi si trovavano intorno. Il singolo carcerato però non sa

se in quel determinato momento c’è una guardia che controlla, questa possibilità di controllo

genera degli effetti sul carcerato e sui suoi comportamenti.

Estensione del sistema tayloristic, definito anche “digital taylorism”.

Esempi: (presenti nel ppt)

- Badge socio-metrico: il lavoratore viene monitorato su dove si muove nell’org e chi e come

incontra. Analizza i movimenti corporei nell’incontro degli altri, durante le riunioni, movimenti

del corpo, tono di voce ecc oltre che i movimenti anche le informazioni riguardanti l’utilizzo dei

social.

Effetti: più info per gestire e dall’altra parte grossa forma di controllo dei lavoratori.

Ciò influenza anche il comportamento del lavoratore, rischiando di distorcere il comportamento

del singolo.

- Il Capo è un algoritmo: automatizzazione dei direttori, l’algoritmo svolge il lavoro meglio.

Automatizzazione concentrata soprattutto sulla creazione dei turni di lavoro:

Informazione di base = disponibilità dei dipendenti nei diversi gg della settimana e le fasce

orarie (raccolta info);

Programmazione e comprensione del fabbisogno dell’azienda = tracciamento dei clienti che

entrano nel punto vendita, attraverso l’utilizzo di sensori, avviene subito una discriminazione dei

clienti, tra chi è interessato all’acquisto e chi no.;

Analisi anche del traffico online, monitoraggio POS, considerazione del calendario, condizioni

atmosferiche -> fabbisogno di personale a seconda del momento e dei dati forniti.

Abbinamento = le persone vengono divise nei vari turni anche a seconda dell’orario e delle

persone con cui si lavora. È il sistema che organizza in modo neutrali i turni.

Visione parte film “Matrix”: uomo al servizio delle macchine, uomo come batteria della

macchina.

VEDI PPT

L’imperativo tecnologico (modernisti)

Tecnologia -> Assetto Organizzativo

Vedi Modello di WoodWard pag 173: in funzione delle diverse tecnologie bisogna adottare

diversi modelli, modello meccanico ed organico, in funzione del tipo di tecnologia che

caratterizza si potrà utilizzare un diverso tipo di modello.

Modello di Thompson: tecnologie diverse generano interdipendenze differenti, a seconda delle

interdipendenze io adotto assetti organizzativi differenti.

- Tecnologia di mediazione -> interdipendenza generica : basso bisogno di coordinamento,

con regole o procedure.

- Tecnologie a collegamento lineare -> interdipendenza sequenziale : non bastano semplici

regole, ma necessaria una programmazione e delle pianificazioni.

- Tecnologie intensive -> interdipendenza reciproca: es. Pronti soccorso, sala operatoria

Conoscenze sofisticate che devono essere integrate in lavori di squadra, necessario grande

coordinamento,

Simbolisti:

Possono essere le persone a plasmare la tecnologia; Mutua influenza tecnologia e assetto

organizzativo. 27 ottobre 2016

SIMULAZIONE ESAME

1. La metafora della burocrazia come gabbia di ferro è stata proposta da:

Weber [introduce il concetto di burocrazia e individua i limiti e le problematiche]

2. Il caso Air France rappresenta una buona esemplificazione:

Del grado di stocasticità e astrazione delle tecnologie [che fa riferimento al modello di Weick]

3. Burns e Stalker hanno proposto che:

Per un ambiente stabile è più coerente una struttura meccanicistica [la struttura organistica è

coerente per l’ambiente instabile -> caso Rosso e Nero]

4. Secondo Weber, l’autorità è una questione:

Della posizione [perchè Weber cerca di spersonalizzare: mentre la persona cambia la posizione

resta]

5. La flessibilità quantitativa riguarda:

La programmazione della forza lavoro di un impresa [la flessibilità qualitativa riguarda ciò che un

lavoratore dovrebbe fare]

6. Le parole chiave del contesto fordista erano:

Welfare State - stabilità - politiche keynesiane

7. I dati dell’indagine monitor sulla società italiana mettono in evidenza che:

La cultura nazionale dipende dalle generazioni

8. La burocrazia per Weber è:

Un modello ideal-tipico per un sistema basato sulla razionalità [3 fonti delle autorità]

9. Il Network InterOrganizzativo è un sottoinsieme:

Ambiente organizzativo [a sua volta la supply-chain è un sottoinsieme del NIO]

10. Il caso del settore delle automobili all’inizio del XX secolo ha messo in evidenza che le

imprese hanno bisogno della legittimazione del proprio ambiente istituzionale per operare

con successo. Questo significa che:

L’ambiente istituzionale premia le imprese che rispettano le convenzioni sociali

]

[foto schemi

11. Quale differenza c’è tra potere e dominio per Weber?

Il dominio è l’esito finale della lotta per il potere [dominio legittimo o illegittimo]

12. La battaglia dei bastardi de Il trono di spade mette in evidenza:

Nessuna delle precedenti [perché l’elemento discriminante sono le risorse. corretto:

eterogeneità delle risorse]

13. Effetto Hawthorne consiste:

Nell’incremento della produttività a seguito dell’aumento del senso di gratificazione dei

lavoratori

14. Il caso Mobili Design e Forniture of America ci insegna che:

Nessuna delle precedenti [perché mette in evidenza il tema dell’ambiente esterno]

15. Offuscamento è un esempio di:

Uso deviante della tecnologia a fini di emancipazione

16. Uber e Airbnb si basano su una tecnologia del tipo:

Mediazione

17. La teoria dell’ecologia della popolazione:

È una teoria modernista di ispirazione darwiniana

18. Quali dei seguenti casi sono un esempio di conflitto tra legittimazione cognitiva e

legittimazione regolativa:

Uber e Airbnb

19. Il concetto di de-differenziazione è:

Un ribaltamento della differenziazione di stampo modernista

20. Per i post-modernisti i concetti di obiettività, razionalità e merito sono:

Tutte le precedenti sono corrette [dei simulacri della società, casi di realtà totalmente

immaginata, strumenti di controllo della classe dominante]

Domande aperte

In classe è stato mostrato il video realizzato da Greenpeace contro la Lego. Discutete il senso

e il significato di tale video e contestualizzatelo da un punto di vista teorico.

tema: legittimazione (tipologie)

Greenpeace è un attore attivo che esercita una pressione su Lego perché rompa il suo accordo

con Shell

-> 3 tipologie di pressione

Discutete il senso teorico ed empirico delle seguenti affermazioni: faremo la fine dei cavalli?

saremo batterie al servizio delle macchine?

tema della diffusione delle tecnologie che sostituiranno i lavoratori (citare casi: Amazon,

ospedali, ristorante 2.0)

Downsizing / deskilling

-> punto di vista modernista sulle competenze richieste

-> uso in mano al lavoratore (deviante o emancipato)

Indicate e descrivete il ruolo di Smith, Taylor e Ford nel campo degli studi organizzativi

mettendo in evidenza somiglianze e differenze.

3 autori classici antecedenti ai 3 filoni; aprono la porta alla prospettiva modernista

Smith - divisione del lavoro e differenziazione

Taylor - organizzazione scientifica del lavoro per delineare standard

Ford - applica i principi di Taylor attraverso la catena di montaggio

(cita video: Tempi moderni e La classe operaio va in paradiso)

Discutete il senso organizzativo e teorico della seguente affermazione: i musicisti jazz si

rifiutano di suonare secondo uno spartito rigido e sperimentano, addentrandosi

deliberatamente in un territorio musicale inesplorato.

tema del bricolage organizzativo

-> struttura sociale in prospettiva simbolista 3 novembre 2016

Cultura come:

- Nazionale [consideriamo l'ambiente generale e ci focalizziamo sull'aspetto culturale; la

cultura può essere vista come lo stile di vita di un popolo o una nazione -> il problema si

presenta perché popolo e nazione spesso non coincidono, bisogna definire i confini]

- Organizzativa [dentro ogni singola organizzazione la quale è inserita dentro una determinata

cultura nazionale]

[prospettiva modernista]

Hofstede conduce una serie di studi presso le sedi estere di IBM e in base ai dati mette in

evidenza la presenza di 6 dimensioni che possono influenzare come possono essere costruire le

strutture sociali nell'organizzazioni

-> cultura come determinante della struttura sociale dell'organizzazione

In funzione delle caratteristiche culturali non tutte le organizzazione sono efficaci ed efficienti;

bisogna disegnare delle strutture organizzative ad hoc

6 dimensione che descrivono la cultura nazionale in funzione a quella organizzativa

1. Grado di accettazione della distanza di potere

Quanto i membri di una cultura sono disposti ad accettare una distribuzione diseguale del

potere, della ricchezza e del prestigio

-> ci sono paesi caratterizzata da un alta, da una media e da una bassa accettazione della

distanza di potere

Bassa accettazione:

- gerarchia come convenzione

- Dipendenti che si aspettano di essere consultati dai superiori

- Superiori democratici

Alta accettazione:

- l'autorità distribuita in modo diseguale (gerarchia presente e differenze sostanziali)

- Distinzione netta tra capo e subordinati

- Supremazia del capo, i suoi ordini devono essere eseguiti

- I subordinati si aspettano che sia il capo a decidere (non deve essere democratico)

2. Grado di individualismo

Quanto ci si aspetta che gli individui agiscano indipendentemente dagli altri membri della

società

Alto grado: l'individuo prevale sulla società

- diritti dell'individuo sono prioritari (forte centralità dell'individuo)

- Relazioni tra gli individui deboli

Basso grado:

- gruppi coesi conferiscono agli individui identità e senso di appartenenza -> l'individuo riceve

sicurezza in cambio di alta fedeltà

3. Grado di separazione dei ruoli in base al genere

Quanto in un determinato contesto vi è distinzione tra i ruoli di genere

Basso grado:

- differenze di genere meno pronunciate

- Migliore equilibrio tra vita privata e quella lavorativa

Alto grado:

- elevata segregazione in base al genere (professioni tipicamente maschili e professioni

tipicamente femminili)

- Uomini più assertivi e le donne più protettive

- Centralizzazione di carriera e competizione


ACQUISTATO

10 volte

PAGINE

37

PESO

311.51 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia aziendale
SSD:
Università: Bergamo - Unibg
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher vale.masseretti di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia dell'organizzazione aziendale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bergamo - Unibg o del prof Basaglia Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in economia aziendale

Riassunto esame Economia e tecnica degli scambi internazionali, prof. Ceraolo, libro consigliato Manuale del commercio internazionale, Di Meo
Appunto
Riassunto esame economia e gestione delle imprese, prof. Danovi, Libro consigliato "Economia e gestione delle imprese, Pivato, Misani, Ordanini"
Appunto
Riassunto esame Microeconomia, Prof. Vaglio, libro consigliato Istituzioni di economia politica, Ed.McGraw-Hill, 2018 + esercizi svolti
Appunto
Esercizi (testo e risoluzione) esame Matematica finanziaria
Esercitazione