Che materia stai cercando?

Motivazione e Personalità Appunti scolastici Premium

Riassunto dell'argomento motivazione e personalità trattato dalla prof Mandolesi nel corso di Psicologia dello Sport basato su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof. Mandolesi dell’università degli Studi Parthenope - Uniparthenope. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Psicologia dello sport docente Prof. L. Mandolesi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

sette tipi di motivazioni che guidano il comportamento degli esseri

umani. Le motivazioni principali sono il bisogno di fare amicizia

(l’affiliazione) , esprimere le proprie abilità sportive (eccellenza)

ed affrontare situazioni particolari per superarle (lo stress). Oltre

queste negli ultimi anni si è diffusa una nuova motivazione, quella

del mantenere la linea. Nello sport per raggiungere degli obiettivi

ci sono due aspetti che influenzano la prestazione e sono la

motivazione alla riuscita e . Il primo modello è una

bilancia in cui vengono messe varie cose come le inclinazioni

personali dell’atleta, le sue aspettative e i valori che da alla riuscita

o al fallimento dell’obiettivo prefissato. A questo si collega il

concetto di autoefficacia, cioè credere ed essere convinto di essere

o meno bravo nel fare qualcosa. Nella motivazione alla riuscita

possiamo distinguere un altro modello quello della teoria

dell’attribuzione (necessità di spiegare le cause dei loro successi o

fallimenti), in psicologia le ragioni e le cause vengono chiamate

attribuzioni. I successi o fallimenti possono essere racchiusi in

alcune casualità: abilità, difficoltà del successo, fortuna ed

impegno. Un terzo modello afferma che quando gli individui

focalizzano un obiettivo, ognuno si concentra su un determinato

aspetto per motivarsi (teoria dell’orientamento motivazionale). Un

bravo allenatore deve tener conto di questi aspetti nella sua

programmazione lavorativa. Un altro fattore è la teoria della

competenza (cioè l’importanza delle proprie abilità nell’aumentare

la motivazione al successo).

Personalità

La personalità è la somma di tutte le caratteristiche che rendono

una persona unica. Due psicologi dello sport hanno voluto dare

una concettualizzazione della personalità, infatti esistono diversi

livelli.

Loro hanno ipotizzato tre livelli, il primo è com’è realmente quella

persona (attitudini,valori ed interessi), il secondo sono le risposte

tipiche (il modo con cui mi relaziono con gi altri), Il terzo sono i

comportamenti correlati al ruolo svolto (come mi comporto in

relazione all’ambiente in cui mi trovo). Quindi per le

caratteristiche che ha , è difficile far emergere la vera personalità

di una persona. Nello sport la personalità è un importante

indicatore per capire se l’atleta può avere successo sportivo. Si

misura con questionari e scale di personalità. Abbiamo diverse

teorie sulla personalità. La prima teoria è quella psicodinamica

(l’individuo è guidato da tre fattori: Es, io e il super io), queste è la

teoria di Freud. Un altro filone della personalità sono i tratti (il

comportamento è guidato dalla mia reale personalità e non viene

influenzato dall’ambiente esterno), ma con l’avvento dei processi

scientifici in particolare l’analisi statistica, ha portato ad avere

maggiori informazioni circa l’analisi fattoriale (statistiche sui

comportamenti umani). Un altro approccio della personalità è il

situazionismo (secondo cui il comportamento viene guidato

esclusivamente dalle situazioni ambientali in cui si trova

l’individuo).

Un ulteriore approccio è quello interazionista (capire il momento

giusto di una persona), approccio fenomenologico (relazione tra

ciò che immaginiamo saper fare e quello che realmente sappiamo

fare). Nello sport ci sono stati vari modelli tra cui il profilo iceberg

(uno psicologo chiamato William Morgan ha analizzato attraverso

un questionario di valutazione dell’umore dell’atleta ed evidenziò

che per vincere una gara fosse necessario possedere determinate

caratteristiche). I tratti della personalità e il talento di un atleta

vengono acquisiti alla nascita , ma anche un atleta che non ha

molto talento può raggiungere certi risultati grazie

all’allenamento. Per valutare la personalità si tengono conto di sei

scale, grazie a questi questionari si è potuto verificare che gli atleti

che hanno un minor livello di ansia,rabbia e fatica riescono a

gestire meglio lo stress e raggiungere alti livelli di prestazione.


PAGINE

6

PESO

67.88 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher yuri.luongo.9 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dello sport e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parthenope - Uniparthenope o del prof Mandolesi Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dello sport

Psicologia dello sport - Appunti
Appunto
Psicologia dello Sport - Appunti sull'apprendimento
Appunto
Psicologia dello sport - la motivazione, la coscienza e l'attenzione
Appunto
Psicologa dell sport - Appunti vari
Appunto