Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ancora una volta notiamo che gli isoquanti di produzione più alti rappresentano produzioni più elevate,

rispetto agli isoquanti inferiori. Ciò perché una quantità maggiore di entrambi i fattori permette di

realizzare sicuramente produzioni più consistenti.

Le funzioni matematiche che descrivono gli isocosti e gli isoprodotti sono le seguenti:

Isocosto: Pk / W

dove Pk è il prezzo delle macchine e W è il salario (prezzo del lavoro)

Isoprodotto:

SMTS = (incremento della quantità di lavoro) / (incremento del numero di macchine)

dove la sigla SMTS sta per saggio marginale tecnico di sostituzione.

Adesso consideriamo la seconda strada per raggiungere il ns. equilibrio. Cioè il caso in cui teniamo

ferma la quantità di prodotto e minimizziamo i costi dei fattori produttivi.

Questo significa che l’impresa vuole produrre una quantità prestabilita, non modificabile, utilizzando

allo scopo qualsiasi quantità dei due fattori sia necessaria.

I termini del problema sono invertiti. In questo caso è la produzione a rimanere costante, mentre il

costo per l’acquisto dei fattori produttivi è variabile.

Graficamente ciò comporta che avremo solo una curva di isoquanto di produzione (quella

corrispondente al livello produttivo che si vuole ottenere) ed una famiglia di isocosti.

Vediamo adesso come si realizza l’equilibrio nell’un caso e nell’altro.

Nel primo caso l’equilibrio si avrà come in figura

La combinazione efficiente dei fattori è L* e m*, perché essa configura l’unico punto in cui, data una

certa somma di denaro da impiegare nell’acquisto dei fattori, è possibile raggiungere la massima

produzione.

Nel secondo caso l’equilibrio si avrà come in figura

La combinazione efficiente è sempre la stessa L* e m*, perché essa configura l’unico punto un cui, dato

un certo livello di produzione, è possibile limitare i costi dei fattori al minimo.

Come si vede, qualsiasi strada intrapresa per trovare l’equilibrio, consistente nell’efficienza produttiva,

porta alla medesima combinazione ottimale dei fattori impiegati nella produzione.

In entrambi i casi, l’equilibrio si avrà nel punto dove le funzioni dell’isocosto e dell’isoprodotto si

uguagliano: SMTS = Pk / W

Questa equazione d’equilibrio, è bene ricordarlo, verifica anche la condizione di massimo profitto

dell’impresa.


PAGINE

5

PESO

38.33 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
Università: Macerata - Unimc
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher trick-master di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Macerata - Unimc o del prof Clementi Fabio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Macroeconomia - moneta e moltiplicatore monetario - Riassunto esame, prof. Bevolo
Appunto
Macroeconomia applicata - Appunti
Appunto