Che materia stai cercando?

Metodologia della ricerca psicosociale

Appunti sulle metodologie della ricerca psicosociale in riferimento al libro consigliato dal docente "Psicologia sociale" di Smith e Mackie. Appunti basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Vezzali dell’università degli Studi di Modena e Reggio Emilia - Unimore. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Psicologia sociale e dei gruppi docente Prof. L. Vezzali

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’IMPORTANZA DELLA METODOLOGIA

È importante esaminare con metodologie specifiche i processi psico sociali che

avvengono in diverse situazioni. A volte come si pensa che le persone si

comporteranno non è cosi immediato, infatti a volte ciò che succede davvero

potrebbe sorprende e quindi serve un approccio focalizzato che utilizzi una

metodologia precisa. Il non affidarsi ad una metodologia precisa implicherebbe che

i risultati possano essere falsati anche dal ricercatore.

L’ETICA NELLA RICERCA

La psicologia sociale si basa sulla verifica di ipotesi che poi concorrono a formare le

teorie. È importante però non superare certe limiti etici. L’obiettivo fondamentale

di tanti studi è non andare contro il benessere dei partecipanti. Una osa importante

prima di qualunque studio è fornire un consenso informato, ovvero spiegare alle

persone che partecipano allo studio a cosa vanno incontro e qual’è l’obbiettivo dello

studio. Se parliamo di minori naturalmente il consenso deve essere dato sia dal

minore che dal tutore del minore. Inoltre ogni studio dovrebbe essere approvato da

un comitato etico.

Un’altro aspetto etico importante è che i partecipanti devono sapere a cosa serve

veramente lo studio, poiché nel consenso informato non si specificano gli obbiettivi

specifici per non influenzare le risposte dello studio. Alla fine dello studio deve

essere presente il debrifing nel quale il partecipante viene informato di tutti gli

obbiettivi specifici.

Inoltre i partecipanti in qualsiasi momento possono decidere di abbandonare la

ricerca senza nessun tipo di conseguenza. Questi sono alcuni principi etici

fondamentali che vanno considerati quando si va a fare un esperimento. Qualsiasi

ricerca, soprattuto le più recenti tengono conto di questi aspetti etici mentre altri

esperimenti di molti anni fa hanno fatto capire che l’obbiettivo principale deve

essere quello di rispettare il benessere dei partecipanti.

DOMANDE DELLA RICERCA

Sebbene a volte non si pensa all’importanza della domanda iniziale in realtà è

fondamentale che ogni ricerca parta da una domanda di base che motiva la ricerca.

Questa domanda nasce dalla curiosità. Essa può dipendere da tantissimi aspetti.

Ricerche non motivate ad una domanda specifica saranno di carattere esplorativo e

non porteranno a sviluppo di teorie. Questa domanda dovrà essere concretizzata in

una serie di ipotesi che cercano di individuare i principi generali alla base di

determinati fenomeni.

Si possono distinguere duo tipi di interrogativi:

1. Interrogativo derivante dalla teoria che ricade nella ricerca di base, si vuole

sottoporre a verifica una teoria e il contesto in cui lo si fa è semplicemente un

pretesto. La ricerca di base è fine a se stessa;

2. Interrogativo derivante dalla necessità di prendere decisioni ragionevoli in

situazioni specifiche che in questo caso ricade nella ricerca applicata. La ricerca

applicata mira a risolvere problemi, applicando principi generali a situazioni

particolari.

CRITERI DI VALIDITÀ DELLE TEORIE SCIENTIFICHE

Una teoria scientifica è una formulazione sistemata relativa ai rapporti causali tra

costrutti astratti. Quindi un aspetto importante è che una teoria è definita in modo

sistematico ed esplicito, a differenza delle teorie ingenue. L’ipotesi consiste nel

mettere in relazione due variabili.

Una teoria scientifica deve soddisfare 3 requisiti:

1. Deve riguardare i costrutti, ovvero concetti astratti. (esempio autostima,

aggressività) Astratti perché non sono direttamente osservabili ma la possiamo

inferire a seconda del tipo di misura che abbiamo;

2. Deve descrivere i rapporti causali, quindi si devono individuare cause ed essere

certi che queste cause portino a certi effetti;

3. Deve avere portata generale, quindi deve essere generalizzatile al maggior

numero di persone e contesti.

Questi 3 requisiti devono essere verificabili e per essere verificabile deve soddisfare

3 validità:

1. Validità esterna, ovvero non deve riguardare solo gli specifici partecipanti della

ricerca;

2. Validità interna deve individuare le cause alla base di un effetto escludendo

ulteriori fattori esplicativi;

3. Validità di costrutto, le osservazioni devo rifarsi esattamente ai costrutti

oggetto di indagine.

VARIABILI DIPENDENTI E INDIPENDENTI

Le variabili indipendenti sono i fattori causali, le cause alla base degli effetti che

stiamo cercando. Le variabili indipendenti sono l’effetto. È fondamentale

comprendere se le variabili sono analizzate in maniera corretta, bisogna essere

sicuri che le variabili corrispondono a ciò che vogliamo misurare (validità di

costrutto). Un aspetto importante riguarda come possono essere categorizzata le

variabili dipendenti.

Ci sono 3 dimensioni su cui possiamo categorizzare una variabile dipendente:

1. La fonte dell’osservazione (possono essere i partecipanti a fornire la misura

oppure il ricercatore o altri);

2. Consapevolezza dei partecipanti di essere oggetto di indagine;

3. Livello di misura.

Ogni misura della variabile dipendente può variare a seconda di queste 3

dimensioni.

Per quanto riguarda al livello di misura ci sono 4 tipi di scale:

1. Nominale;

2. Ordinale;

3. A intervalli;

4. A rapporti.

VALIDITÀ DI COSTRUTTO

Le variabili dipendenti e indipendenti quando si va nel concreto di una teoria

devono essere operazionalizzate, quindi bisogna decidere come si vuole misurare


PAGINE

7

PESO

59.34 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher toto_giada_g di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia sociale e dei gruppi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Modena e Reggio Emilia - Unimore o del prof Vezzali Loris.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia sociale e dei gruppi

Atteggiamenti misurazioni e scale
Appunto
La percezione degli altri
Appunto
Persuasione
Appunto
Storia dell'educazione: riassunto di tutto il materiale richiesto all'esame (2015-2016)
Appunto