Che materia stai cercando?

Metodo nella metodologia Appunti scolastici Premium

Appunti di Metodologia sul metodo basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Barrucci dell’università degli Studi di Firenze - Unifi, Facoltà di Scienze politiche Cesare Alfieri, Corso di laurea in scienze politiche. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Metodologia docente Prof. P. Barrucci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Tornare indietro su scelte passate

modificandolo per accrescere e migliorare le

future conoscenze.

RAPPRESENTIVITA’ DEI SOGGETTI Preoccupazione per la generalizzazione dei Non interessano le statistiche ma la

STUDIATI risultati, uso di campioni (più grande è il mio comprensione. La scelta poi ricadere su

campione e più alta è la possibilità di unità di rilevazione diverse connesse alla

estendere le informazioni ottenute all’intera nostra unità di analisi.

popolazione). Si tratta dell’unità di analisi.

STRUMENTO DI RILEVAZIONE Altra strutturazione dello strumento e canto Bassa standardizzazione, Il livello di

livello di standardizzazione delle procedure ristrutturazione può variare e non è mai

di rilevazione delle informazioni. Le precostituito e uniforme. La traccia è rivista

informazioni sono raccolte in modo dopo ogni intervista e può raggiungere alti

uniforme per tutti i soggetti coinvolti della livelli di strutturazione. Vi è la necessità di

rilevazione e sono poste le stesse domande. una maggiore preparazione prima di

In relazione a tutti i casi sono codificate le giungere sul campo. Vi è un mio amico

stesse informazioni sulle medesime variabili. ricercatore. La rilevazione nasce dal tipo di

Separazione tra soggetti coinvolti nella interazione che si costituisce tra il

rilevazione. Lo strumento è strutturato e ricercatore che raccoglie le informazioni e

preconfezionato, si tratta di porre stimoli chi fornisce le informazioni. Influirà anche il

somministrarli nell’ordine nella forma di contesto in cui le informazioni sono state

visti dal questionario. raccolte. Si tratta di una ricerca di breve

periodo.

NATURA DEI DATI Dati numerici e dati standardizzati Informazioni e testi, mai uniformi tra loro.

OBIETTIVO DELL’ANALISI Distribuzione di frequenza di ogni variabile. Pre-asserti (definizione di concerti e

Relazioni fra variabili. processi di classificazione)

USO DI TECNICHE STATISTICHE Si No

RISULTATI

PRESENTAZIONE DEI DATI Tabelle e grafici Narrazione

Implica l’imposizione delle categorie Con le citazioni di brani ciò che viene

concettuali del ricercatore e le categorie trascritto è frutto di scelte delle ricercatore e

mentali dell’intervistato. il brano citato è la risposta del soggetto

studiato.

PORTATA DEI RISULTATI Generalizzazione estensionale: Generalizzazione intenzionale:

Si controlla come la popolazione di L’oggetto di studio è indagato in modo

riferimento cliente in questo particolare intensivo, individuandone semanticamente le

frame selezionato. principali caratteristiche e tentando delle

astrazioni concettuali e teoriche fondate in

modo induttivo. Permettono di intravedere il

senso comune come credenze e azioni

ritualizzate o istituzionalizzate all’interno di

una società e cultura.

Una ricerca deve andare oltre la semplice esposizione di distribuzioni di variabili o la semplice illustrazione di casi.

Il ricercatore deve saper instaurare delle relazioni fra variabili o connessioni tra casi. L’obiettivo di una ricerca non può essere solo di

descrivere la realtà, ma anche fornire delle sintesi. Inoltre è l’unico modo per connettere la ricerca alla teoria.

La realtà delle rilevazioni è molto meno definita e molto più sfumata nei contorni.

• Quando ricorriamo ad approcci di ricerca quantitativa?

­ Livello descrittivo : permette di ricostruire come una certa proprietà si distribuisca in una data popolazione.

­ Livello della giustificazione : permette di controllare che gli è precedentemente formulate attraverso l’analisi sistematica della

letteratura, in cui i soggetti di proprietà vengono trasformati in variabili mediante una definizione operativa ed inseriti in una

matrice dati, permette di giungere a mesi di asserto con un certo grado di plausibilità.

­ Il frame concettuale ed alla critico di partenza è costituito da una serie di proprietà e relazioni tra proprietà scelte dal gruppo di

ricerca. Si controlla l’estensione di tale quadro concettuale cercando di individuare l’ampiezza dei suoi referenti. Una proprietà non

inserita nella rilevazione fin dall’inizio non potrà entrare a far parte delle riflessioni concettuali successive.

Fallacia assertiva: tipica della ricerca quantitativa. È la convinzione che nelle scienze sociali sia possibile arrivare a nessi di asserto

(spiegazioni di causa-effetto) validi nel tempo e nello spazio, che possono essere controllate e confermate il modo empirico.

Il realismo gnoseologico porta ad affermare l’indiscutibile verità delle fattispecie empiriche correttamente osservate, registrate e

sperimentate.

Le proprietà si possono dividere in:

­ Proprietà sperimentale : si trova nella posizione della proprietà dipendente. Si osservano le variazioni degli stati degli oggetti in un

intervallo.

­ Proprietà operative : si trova nella posizione della variabile indipendente. I loro stati si fanno variare nell’intervallo in modo più o

meno controllato.

­ Proprietà che possano influenzare gli stati e per quel particolare esperimento si tengono costanti.

­ Categoria residuale : proprietà che si ritengono i rilevanti e si lasciano variare senza intervenire.

Nelle scienze naturali, grazie a ciò è possibile produrre nessi fra gli asserti che registrano la presenza e la forma dell’influenza causale che

una variabile esercita su un'altra. Una volta perfezionato il modello sperimentale si ritiene che i nessi causali riscontrati fra proprietà

possono essere asseriti senza alcun intervento della conoscenza personale del ricercatore.

Nelle scienze sociali non è possibile isolare una copia di proprietà di esseri umani manipolandone una per vedere i suoi effetti sull’altra.

Inoltre non si può distinguere in modo netto le variabili rilevanti e quelle irrilevanti.

Per mancanza di ciò è impossibile produrre nessi fra assetti che registrano la presenza e la forma dell’influenza causale esercitata da una

variabile su un’altra senza alcun intervento delle conoscenze del ricercatore. Il nesso che collega due proprietà non è direttamente

osservabile, ciò elimina l’unica strada per controllare una relazione di causa-effetto.

Si può registrare informazioni sulle proprietà trasformate in variabili in una matrice dati e rilevare, con tecniche statistiche, la presenza di

certi valori della variabile A che tendono a corrispondere a certi valori della variabile B.

Una covariazione non può tradurre in modo certo in una relazione causale. Sarà il ricercatore a dare un’interpretazione causale, giungendo

alla conclusione di quale variabile è influenzata e quale è influenza, ma tale interpretazione varia dalle conoscenze personali del ricercatore.

Quindi le spiegazioni non sono pensabili come vere o false, ma solo in termini di plausibilità. Un osservatore imputa un certo evento a una o

più cause alla luce delle proprie conoscenze ed esperienze, i suoi interlocutori giudicheranno la spiegazione e il grado di plausibilità

dell’interpretazione. Le interpretazioni possono essere plurime più o meno possibili.

Nelle scienze sociali è impossibile generalizzare una legge, mentre nelle scienze naturali della possibilità di stabilire leggi si basa sulla

fungibilità dell’unità di analisi. Differenze tra specifici oggetti e le stesse tipo sono i rilevanti agli effetti che interessano.

Assunta di fungibilità degli oggetti permette di estendere i risultati a tutti gli altri esemplari dello stesso genere di oggetto.

Nelle scienze naturali è possibile generalizzare. Nelle scienze sociali via non fungibilità e l’unità di analisi quindi è impossibile

generalizzare, in quanto ogni individuo è unico.

In scienze naturali su manipolazione di proprietà possa stabilire relazioni di causa-effetto e posso generalizzare tale relazione fino a giungere

a leggi (fungibilità per unità di analisi).


PAGINE

6

PESO

96.59 KB

AUTORE

Ornela.N

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Metodologia
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ornela.N di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Metodologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Barrucci Paolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Metodologia

Metodologia
Appunto
Risposte Metodologia
Appunto
Formulazione del problema di ricerca
Appunto
Lezioni, Scienza politica
Appunto