Che materia stai cercando?

Medicina del lavoro – Allergie Appunti scolastici Premium

Appunti di Medicina del lavoroAllergie. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Malattia Allergica Professionale, allergeni lavorativi, La Malattia Professionale, La b, L’Infortunio sul lavoro, Malattia dell’apparato respiratorio, ecc.

Esame di Medicina del lavoro docente Prof. G. Galtieri

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

FORMALDEIDE

Cos'è ? dove si trova?

Dialdeide formica, antisettico impiega

to in Ambiente Ospedaliero; presente

in oli da taglio, in colle, in resine, in

apprettanti.

Categorie a rischio : Operatori sanitari,

Operatori di altri settori con uso di

prodotti contenenti la sostanza.

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

Ricordiamo ancora:

 l’Asma professionale da legno di cedro rosso occidentale

del falegname;

 l’Asma professionale da enzimi proteolitici industria dei

bio-detersivi;

 l’Asma professionale da Resine epossidiche dei lavora

tori delle materie plastiche e dei plasticizzanti;

 l’Asma professionale da veleno d’imenotteri dei contadini

e apicoltori;

 l’Asma professionale da antibiotici ed altri farmaci

;

 l’Asma professionale dei lavoratori del tabacco, ecc., ecc.

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

DIAGNOSTICA

DELL’ASMA

PROFESSIONALE

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

Diagnosi di asma professionale

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

Individuazione dell’agente etiologico nel

1. ciclo lavorativo (materie prime, intermedi,

prodotti finali, materiali e sostanze d’uso)

In difetto di questo riscontro può essere

2. dimostrata con il “criterio della patogenesi”

(analisi del ciclo ed individuazione della

lavorazione asmogena) vagliato dalle

risultanze dell’analisi statistica-

epidemiologica (numero di casi fra gli

addetti a quella determinata mansione).

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

3. ANAMNESI LAVORATIVA I

 Mansione Anzianità lavorativa attuale e

pregressa,

 Modalità e Tempi di esposizione,

 Sostanze di uso lavorativo ed hobbistico,

 Caratteristiche dell’ambiente lavorativo,

 Lavorazione confinata o promiscua?

 Contemporaneità di rischi diversi

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

3. ANAMNESI LAVORATIVA II

 Analisi dei rischi e sistemi di contenimento

 Dotazione ed uso dei dispositivi di protezione

(individuali e collettivi).

 Rapporto causa-effetto : tra patologia\attività lavorativa,

patologia\variazioni climatiche,

.

patologia\alimentazione

 Test Arresto-Ripresa

 Presenza dei sintomi in familiari e colleghi

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

DIAGNOSTICA

TEST IN VITRO

: PRIST e RAST ( ricerca delle IgE

totali sieriche e\o specifiche).

TEST IN VIVO

:

 Esame Spirometrico,

 Peak Flow Meter: valutazione della variabilità dei

dati spirometrici al variare dell’esposizione in base al

picco di flusso espiratorio (PEF)

 Prick test, intradermo,

 TBP test di provocazione bronchiale aspecifico con

metacolina o specifico con l’allergene sospetto,

 Test di reversibilità con Beta 2

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in

Allergologia

Alla diagnosi, dunque, concorrono

l’anamnestico lavorativo (ma anche

quello allergologico personale e

familiare), il test arresto-ripresa, il

PEF, i TBP tanto aspecifici che

specifici.

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

II TESTS DI PROVOCAZIONE BRONCHIALE

SPECIFICO NELL’ASMA OCCUPAZIONALE.

I TPBS in Medicina del Lavoro si utilizzano:

 Per la diagnosi etiologica di asma occupazionale

per quelle sostanze chimiche per cui non sono

utilizzabili test in vivo – vitro. Il TPBS permette di

dimostrare una relazione causale tra l’esposizione

lavorativa e la malattia;

 Hanno un’indubbio valore medico-legale,

specialmente dopo la Sentenza della Suprema Corte

N. 179 \88 sulla indennizzabilità di affezioni non

tabellate;

 Hanno valore prognostico, considerato che la

risposta al TPBS (immediata, ritardata o duplice) è

in relazione con la gravità dell’asma e con il decorso

della malattia alla cessazione dell’attività

lavorativa . Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

Alla noxa (fisica, chimica o biotica) che

esercita l’azione lesiva l’organismo

reagisce, in genere, con una risposta:

di tipo Irritativo (Dic);

1. di tipo Allergico (Dac);

2. di tipo Degenerativo (Dermatosi).

3. Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

Schema classificativo della

patologia cutanea da cause

professionali

DERMATITI IRRITATIVE DA

CONTATTO

ermatite da contatto irritante (DIC)

a) D

da aggressivi chimici ossidanti (perossido di Hidrogeno, acido cromico e i

suoi sali, nitrati, bromo ecc acidi, detergenti, alcali)

da aggressivi chimici disidratanti (acidi e alcali forti, anidride solforosa, ecc.)

da aggressivi chimici precipitanti ( formaldeide sali di metalli pesanti)

da aggressivi dializzabili ; ag.cheratogeni (idrocarburi) ag. solventi dei grassi

(alcool, etere, ecc.)

da agenti biologici : vegetali (ortica, cactus, fico, ecc.)

da agenti animali (insetti, vespe, meduse,ecc.)

da agenti infettivi e parassitari (carbonchio e miceti, ecc.)

da agenti fisici : traumi meccanici (calli, ginocchio dello scalpellino)

da agenti denaturanti (calore, freddo, elettricità)

da agenti fotici (radiazioni luminose);

da agenti ionizzanti (raggi x radioisotopi)

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

b) Dermatite allergica da contatto (DAC) :

sostanze chimiche semplici( nichel,

bicromato di potassio)

c) Orticaria da contattoOC

sostanze chimiche semplici(Ammonio

persolfato)

sostanze chimiche compless(TDI)

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

DERMATITI DA CONTATTO

DA STIMOLI FISICI

a) dermatiti irritative traumo-iterative da stimoli

meccanici:

(Masso-Kiroterapie: frizioni,pressioni sfregamenti)

b) dermatiti irritative vasomotorie da stimoli termici

(caldo e/o freddo locale o generalizzato)

c) dermatiti foto-tosssiche e /o allergiche da raggi ultravioletti

( UVA, UVB, UVC)

d) radiodermiti acute e/o croniche da radiazioni ionizzanti

e) granulomi da contatto da corpo estraneo

( zirconio, silice, peli ecc.)

f) airborne contact dermatitis da polveri irritanti

( fibra di vetro, polveri di legno)

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

DERMATITI DA CONTATTO

DA STIMOLI BIOLOGICI

a)batterici piogeni, microbatteri, ecc..

b) virali pox, herpes, papova, ecc..

c) Micotici dermatofiti, candida, ecc.

d) parassitari Sarcoptes scabiei ecc.

e) di origine mista pesci, meduse, ecc.

f) protein contact dermatitis sostanze proteiche

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

ACNE ESOGENA

a)Acne

b)Acne clorica Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

DISCROMIE ESOGENE

a) Melanodermie

b) Leucodermie Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

NEOPLASIE CUTANEE

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

PATOLOGIE DEGENERATIVE

AGGRAVATE DAL LAVORO

a) disidrosi stress e/o elevata umidità

b) psoriasi microtraumi e /o bassa umidità

c) rosacea microclima e /o campi

elettromagnetici

d) dermatite atopica agenti fisici o chimici

irritanti

e) dermatite seborroica campi elettromagnetici ed

elettrostatici

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

La Dermatite da contatto viene, secondo le più

recenti classificazioni, suddivisa in alcuni

sottogruppi:

 dermatite da contatto irritativa (D.C.I.)

 dermatite allergica da contatto (D.A.C.)

 dermatosi mista;

 dermatosi complicata.*****

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

REAZIONI FALSAMENTE

NEGATIVE AL PATCH TEST

 IMPERFETTA TENUTA APPARATO TESTANTE (sudorazione eccessiva)

 MANCATA LETTURA ANCHE DOPO 96h.

( PPD - NICHEL – NEOMICINA + a 6 giorni)

 x lenta penetrazione aptene

 x lenta formazione antigene completo

 x lenta risposta immune

 MANCATA FOTOESPOSIZIONE

 MANCATA INCLUSIONE, NELLA SERIE TESTATA, DELLA

SOSTANZA CAUSALE

 USO DI CORTICOSTEROIDI TOPICI O SISTEMICI

“ DI CINNARIZINA

“ DI CROMONI

 ESPOSIZIONE A RADIAZIONI U.V. NEI GIORNI PRECEDENTI IL

TEST (Sjowal 1986)

 IMPIEGO DI MIX

- x modificazione di uno o più dei singoli componenti

- x bassa concentrazione di uno o più di essi

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

REAZIONI FALSAMENTE

POSITIVE AL PATCH TEST

 IMPIEGO DI MIX

( irritazione per alta concentrazione complessiva Aptene)

 SOSTANZE PARTICOLARMENTE IRRITANTI

( anche a bassa concentrazione: Formaldeide, Quaternium, ecc.)

 SOSTANZE IRRITANTI E TENSIOATTIVE

 EFFETTO “BORDO”

( cute grassa, pressione sul disco)

ANGRY BACK” o SINDROME DELLA CUTE ECCITATA

(Una risposta intensamente positiva ad una molecola Aptenica, può determinare

uno stato di iperreattività cutanea distrettuale per cui si positivizzano altri

Apteni vicini)

 “

SENSIBILIZZAZIONE ATTIVA”

l’applicazione di sostanze di per sé allergizzanti o a concentrazione molto alta

(Primula Obconica, Streptomicina, Resine Epossidiche, DNCB, Katon CG,

Azocomposti, ecc.), può indurre la positivizzazione della reazione a distanza di

7-14 giorni dall’applicazione Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

La difficoltà di porre diagnosi di dermopatia

tecnopatica si desume, anche, dall’analisi dei dati

INAIL:in media ogni anno sono circa 1500 le

dermopatie denunciate; di queste il 60% sono

definite in forma non indennizzabile, mentre ad

appena il 15% è riconosciuta una rendita per

inabilità superiore al 16% è certo una percentuale

molto bassa. (tabelle INAIL DPR 336/94) Questa

discrepanza contrasta con l’esperienza quotidiana

dei nostri ambulatori ed è proprio la conseguenza

della difficoltà nello stabilire un inequivocabile

nesso di causalità. Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

Oggi, quindi esistono due diversi tipi di

Malattia Professionale:

a) Quella già tabellata e per cui vige la

“Presunzione Legale d’origine”

b) Quella per cui va dimostrata l’origine

professionale , con onere di prova al

richiedente, con l’applicazione della

criteriologia medico-legale

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

CRITERI DEL NESSO DI CAUSA

 1.Compatibilità (Criterio della Compatibilità scientifica )*

 2.Identificazione della causa (anche probabile)

 3.Cronologia (Criterio cronologico)

 4.Continuità fenomenologia **

 5. Idoneità lesiva***

 6. Esclusione di altre cause****

* L’ipotesi va verificata con i dati scientifici a disposizione

** Per verificare se la patologia causata dall’attività lavorativa si

sia aggravata nel tempo

*** Per valutare se quella determinata causa è idonea a produrre la

lesione (Malattia)

**** Per escludere, appunto, l’intervento, anche decisivo di altri

fattori

capaci di favorire lo sviluppo, l’evoluzione della patologia

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

SENTENZA N. 179 ANNO 1988

REPUBBLICA ITALIANA

In nome del popolo italiano

LA CORTE COSTITUZIONALE

Composta dai Signori Dottor……………………….

Ha pronunciato la seguente

SENTENZA

Nei giudizi di leggittimità costituzionale dell’art.3 del d.P.R. 30

giugno 1965,n.1124(T.U. delle disposizioni per

l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie

professionali……………….

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

SISTEMA TABELLARE

(art.3T.U.-D.P.R.1124/65)

Presunzione legale di origine

UNICITA’ NOZIONE ASSICURATIVA M.P.

SISTEMA MISTO

(art.3 modificato dalla sentenza 179/88)

Onere della prova a carico dell’assicurato

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

RAPPORTO CAUSALE

Teoria della causalità adeguata e preminente,

cioè essenziale

Ammesso concorso di concause exstralavorative

purchè queste non risultino le sole responsabili

dell’evento Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in

Allergologia

RAPPORTO CAUSALE

MALATTIA AD ORIGINE PLURIFATTORIALE

Non è sufficiente che lo specifico rischio lavorativo abbia

in qualche misura influito sul decorso dell’affezzione

morbosa, ma è necessario che le alterazioni siano

peculiarmente rapportabili, con legame di causalità

tutt’altro che ipotetico, alle attività lavorative cui si

vogliano attribuire. Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia

SISTEMA TABELLARE

BLOCCATO

 a) Malattie Professionali nell’Industria

 b) Malattie professionali nell’artigianato

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in

Allergologia

SISTEMA MISTO

Tabelle a-b + Patologia di cui si

 dimostri l’eziologia o la patogenesi e

l’incidenza statistica

Alk-Abellò 2005 Corso interattivo in Allergologia


PAGINE

72

PESO

4.51 MB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (ENNA, MESSINA)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Medicina del lavoro e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Galtieri Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Medicina del lavoro

Medicina del lavoro – Compendio
Appunto
Medicina del lavoro – Rischio chimico
Appunto
Medicina del lavoro – Baropatie
Appunto
Medicina del lavoro – Cancerogenesi
Appunto