Che materia stai cercando?

Malattie dell'apparato locomotore - tumori ossei

Appunti di Malattie apparato locomotore (Ortopedia) del professor Tricarico sui tumori ossei: i fattori di rischio, mezzi diagnostici, classificazione su base istogenetica, condroblastoma, sindrome condro-mixoide, osteocondroma, eccodroma, condrosarcoma, osteoma, osteoblastoma, osteosarcoma, tumori di origine midollare. Vedi di più

Esame di Malattie apparato Locomotore (Ortopedia) docente Prof. A. Tricarico

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lez del 16 – 04 – 2003 prof. Tricarico

I TUMORI OSSEI

Definizione: condizione morbosa legata alla formazione di un tessuto nuovo aberran-

te e patologico che diventa causa di malattia per i tessuti preesistenti.

I fattori di rischio sono molteplici: esposizione a radiazioni, agenti alchilanti, acido

nitrico, amine aromatiche, idrocarburi policiclici, virus che alterano la matrice del

DNA e del RNA.

I tumori da un punto di vista clinico possono estrinsecarsi con un dolore spontaneo o

provocato o durante un movimento. Ci sono tuttavia forme tumorali che decorrono in

maniera silente e solo nello stadio preterminale danno una sintomatologia.

Nei tumori ossei il dolore incomincia a comparire quando la malattia assume un si-

gnificato patologico, addirittura ci si accorge di avere una lesione osteolitica quando

si è determinata una frattura cosiddetta patologica.

In alcuni casi se il tumore è proliferante come per es. un osteoblastoma, si ha una tu-

mefazione, la consistenza del tumore è sempre dura non mobile nei piani sottostanti,

ben aderente ai piani sottostanti, scarsamente dolente.

La cute soprastante di solito è tesa, è presente un reticolo venoso, e nei tumori ossei,

soprattutto nelle forme metastatiche si hanno fratture.

Quali sono i mezzi diagnostici?

Esame radiografico

Tac

RMN

Arteriografia (per evidenziare un’eventuale deviazione del percorso di un vaso)

Una volta individuata la neoformazione si richiede un esame istologico e a seconda

della formazione un’asportazione di essa e un reperto intraoperatorio in estemporanea

e poi a seconda della natura benigna o maligna della lesione si prosegue con una con-

dotta chirurgica diversa.

La scintigrafia si fa attualmente subito dopo l’asportazione di una massa tumorale.

Se il referto scintigrafico è negativo si rimanda il discorso dopo sei mesi o un anno.

Classificazione su base istogenetica

Tumori di origine ossea: benigni (osteoma, osteoma-osteoide, osteobla-

stoma)

a bassa malignità (osteosarcoma iuxtacorticale)

maligni (osteosarcoma)

Tumori di origine cartilaginea: benigni (condromi, fibroma condromixoi-

de, esostosi *)

Tumori di origine fibrosa ed istiocitaria:

- benigni (fibroma istiocitario, istiocitoma benigno fibroso)

- maligni (fibrosarcoma, tumore a cell giganti, istiocitoma

Tumori di origine mesenchimale e midollare: sono quasi tutti maligni,

ricordiamo il sarcoma di Ewing, il reticolosarcoma, il plasmacitoma, il

linfosarcoma, il linfoma di Hodgkin

* Secondo Campanacci le esostosi non devono essere inserite tra i tumori benigni.

Esistono due forme di esostosi: solitaria e malattia esostosa.

CONDROBLASTOMA

E’ un tumore di origine cartilaginea, benigno, cresce e si sviluppa per lo più a ridosso

della cartilagine di accrescimento, predilige l’età giovanile.

Le sedi predilette sono le epifisi per lo più prossimali, l’epifisi della tibia, dell’omero,

del femore. Il quadro radiografico si presenta come un area di rarefazione ovale en-

dostale (questo radiograficamente l’andamento benigno) vi è un orsetto sclerotico che

delimita l’area di tessuto patologico.

Di solito la corticale nel quadro radiografico è integra, ma col passare del tempo, il

condroblastoma comporta la comparsa di aree di osteolisi che appaiono come delle

fini granulazioni.

Il quadro anatomo-patologico si caratterizza per piccole cellule intercalate con picco-

le calcificazioni.

SINDROME CONDRO-MIXOIDE

Di origine dai condrociti, ha un andamento benigno. Si presenta intorno alla seconda

- terza decade di vita.

Mentre il condroblastoma predilige le sedi epifisarie, la sindrome condro-mixoide le

sedi metafisarie sia prossimali che distali della tibia e del perone. Radiologicamente

non si apprezza l’orletto sclerotico che delimita il tessuto sano come già detto per il

condroblastoma, ma l’area di rarefazione si presenta ben delimitata con contorni ben

definiti.

Il quadro anatomo patologico mostra un pattern globulare costituito da cellule per lo

più fusate o a stella immerse in una sostanza intercellulare di aspetto mucoide. Le cel-

lule fusate sono disposte perifericamente, mentre le stellate centralmente. La sede è

sottoperiostea e il più delle volte con l’espansione della massa scava una nicchia nella

corticale. Questo reperto può indurci ad un’erronea valutazione di malignità, mentre

trattasi di un tumore benigno. E’ anche detto fibroma condroide, ma questa è una de-

finizione prettamente anatomo-patologica.

OSTEOCONDROMA

E’ una forma benigna, che può sviluppare in qualsiasi segmento osseo a genesi per lo

più encondrale. Può presentarsi o come singola lesione o con lesioni multiple. E’ co-

stituito da un’escrescenza ossea rivestita da un guscio cartilagineo. L’età di incidenza

è tra i 10 e i 25 anni. Le zone maggiormente interessate sono quelle metafisarie: me-

tafisi sup. del femore, della tibia e terzo superiore dell’ulna. Possono essere interes-


PAGINE

5

PESO

31.80 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Malattie apparato locomotore (Ortopedia) del professor Tricarico sui tumori ossei: i fattori di rischio, mezzi diagnostici, classificazione su base istogenetica, condroblastoma, sindrome condro-mixoide, osteocondroma, eccodroma, condrosarcoma, osteoma, osteoblastoma, osteosarcoma, tumori di origine midollare.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni) (CASERTA, NAPOLI)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Malattie apparato Locomotore (Ortopedia) e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Tricarico Anastasio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Malattie apparato locomotore (ortopedia)

Malattie dell'apparato locomotore - principi e metodi della medicina fisica e riabilitativa
Appunto
Anatomia umana - apparato locomotore
Appunto
Igiene - acqua
Appunto
Ginecologia e ostetricia - ciclo mestruale
Appunto