Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

PATI E ALLORA CI

SARA’ SICURAMENTE UN IMPRESA CHE ASSUMERA’

E CON UN SALARIO

LEGGERMENTE INFERIORE AD OC E QUINDI SI ARRIVA’

A SEMPRE AD OA

LD QUINDI SECONDO I

NEO CLASSICI LA DISOCCUPAZIONE ESISTE PERCHE’ I SALARI SONO

TROPPO ALTI MA SE I SALARI SONO TROPPO BASSI AL

O H B D L CONTRARIO NON

SI PRODUCE PERCHE’ CI SONO TROPPI LAVORATORI

12-10-06 DALLA FUNZIONE DI PRODUZIONE DERIVA

LA DOMANDA DI LAVORO

PMGL LA FUNZIONE DI

PRODUTTIVITA’MARGINALE COINCIDE CON QUELLA

DELLA DOMANDA

PMGL

Ld

L

X=X(L)

Ld=Ld(w/p)

Ls=Ls(W/P)

Ld=Ls

ESERCIZIO

Ld=100-2W/P

Ls= -10+5W/P

Ld=Ls

RISOLUZIONE

100-2W/P=-10+5W/P

110=7W/P

W/P=110/7=15.7

Ld=100-2 ∗110/7

Ls= -10+5∗110/7

LEGGE DI SAY

REDDITO

X=CONSUMO + RISPARMIO

X=C+S

DOMANDA O SPESA

X=C+I CONSUMO+INVESTIMENTO(ACQUISTI DI BENE CAPITALI)

C+S=C+I=S+I SONO COMUNQUE UNA SPESA

SECONDO LA LEGGE DI SAY TUTTO QUELLO CHE NON VI CONSUMA SI

INVESTE IN BENI CAPITALI

-GLI INVESTIMENTI SONO IMPORTANTI

-SONO UNA SPESA

-L’IMPRESA SPENDE PER ACQUISTARE BENI CAPITALI

@ LA VARIABILE CHE METTE IN EQUILIBRIO E’ IL TASSO D’INTERESSE

-@IL TASSO DI INTERESSE INFLUENZA LE SCELTE DEGLI INVESTIMENTI

DELLE IMORESE

-L’INVESTIMENTO E’ UNA FUNZIONE INVERSA DEL TASSO D’INTERESSE

I=I( r ) I=Io -br A

O B

RISPARMIO=REDDITONON CONSIMATO E PROVIENE DALLE FAMIGLIE

MAGGIORE O MINORE DI 0 A SECONDO DEL TASSO D’INTERESSE

SE I=I( r ) FUNZIONE INVERSA E DECRESCENTE ALLA FUNZIONE S=S(

r⊕ ) S

S=So+dr A

O B

ESERCIZI

I=200-10r CALCOLA IL VALORE DI EQUILIBRIO E LA

QUANTITA’ DI INVESTIMENTO

S=10+20r

I=Io-br

S=So+dr r

SOLUZIONE

200-10r=10+20r

200-10=10r+20r

190=30r

r =190/30= 6.33 ( R)6.33 (So) 10 S

17-10-06

LEGGE DI SAY E EQUILIBRIO TRA RISPARMIO E INVESTIMENTO

LA PRODUZIONE SI TRASFORMA IN REDDITO CHE VANNO DIRETTAMENTE

ALLE FAMIGLIE CHE HANNO CEDUTO ALL’IMPRESE FATTORI

PRODUTTIVI;QUESTO REDDITO UNA PARTE VIENE SPESO IN BENI DI

CONSUMO E UN A PARTE VIENE RISPARMIATO.

MA PER FAR SI CHE CI SIA UGUAGLIANZA TRA REDDITO E SPESA

DOBBIAMO CONSIDERARE L’ESEMPIO SECONDO CUI IL RISPARMIO

VIENE SPESO IN ALTRO MODO E CIOE INVESTIMENTO:

PRODUZIONE REDDITO =C+S MA IL REDDITO = ALLA SPESA SE

I=S

PER FAR SI CHE SI VERIFICHI LA LEGGE DI SAY CI DEVE ESSERE UN

UGUAGLIANZA TRA INVESTIMENTO E RISPARMIO E PER I NEO CLASSICI E’

PROPRIO IL TASSO DI INTERESSE CHE CREA L’UGUAGLIANZA

TASSO DI INTERESSE: r = Q1 – Q0

Q0

RELAZIONE FUNZIONALE TRA RISPARMIO E TASSO DI

INETERESSE E CI DICE CHE IL RISPARMIO DIPENDE

S=S( r ) POSITIVAMENTE CON IL TASSO DI ; >E’ IL TASSO >E’ IL

RISPARMIO QUESTO PERCHE IL TASSO DI INT E’ IL PREZZO

I= I (r ) DI ASTINENZA DAL CONSUMO ATTUALE CIOE PREZZO

DELL’ATTESA;SI TENDE A RISPARMIARE DI + QUANDO

L’ATTESA VIENE REMUNERATA MEGLIO

QUESTA RELAZIONE FUNZIONALE RIGUARDA

L’INVESTIMENTOP E IL TASSO DI INTERESSE E VIENE SPIEGATO

DAL FATTO CHE L’IMPRENDITORE FA DEGLI

INVESTIMENTI FINANZIATO ATTRAVERSO PRESTITI r

r S S r

E A

O B S;I

UNENBDO I 2 GRAFICI OTTENIAMO L’EQUILIBRIO TRA LA FDUNZIONE DI

RISPARMIO E QUELLA DI INVESTIMENTO

18-10-06

LE 10 EQUAZIONI DEL MODELLO NEOCLASSICO

Si determina:

X=X(L) S=S( r ) Md=Md(X;D)

Si

(w/p;Ld;Ls;

Ld=Ld(w/P) I=I( r ) Ms=M∗

determina:

X

Ls=Ls(w/p) S=I Md=Ms

(S;I;r)

Ld=Ls

MODELLO KEYNESIANO:

E’ LA DOMANDA CHE GENERA IL PRODOTTO

X=C+I

SECONDO KEYNES IL CONSUMO E’ FUNZIONE DEL REDDITO

C=C(X) = Co+c′X Propensione marginale al

Intercetta consumo;ed e’ la variazione al

:consumo consumo sulla variazione del

autonomoe ci reddito c’=∆C/∆Y ed e’ <1 cioe

dice il valore < del 100%

del consumo Con c=1 tutto il reddio viene

qualora il Consumatoe non c’e’

reddito e’ 0 evoluzion

e

c c’= E’ UGUALE ALL’ ANGOLO(sono uguali e nn

con ta il punto di partenza) C=Co+c’X

A A’ B B’ X

La propensione marginmale al consumo indica l’incremento del consumo per un

incremento uniterio (es 1 euro)e geometricamente e’ misurata dall’inclinazione

della funzione del consumo

C=100+0.8Y 100 E’IL CONSUMO AUTONOMO (intercetta con l’asse

delle ordinate ed esiste qualora il reddito e’ 0)

O.8 E’ LA PMC propensione marginale al

consumo(inclinazione della funzione) ed il suo significato e’ che se il reddito disponibile

aumenta di 1 euro ,0.80 vengono spesi per beni di consumo ed essendo che il reddito puo

essere consumato o risparmiato gli 0.20 rimanenti divengono risparmio

0.2 e’ la propenmsione marginale al risparmio

Risposta esatta c=

Y C

∆Y ∆C ∆C/∆Y

800 ------- 600 ------- -------

1200 (1200-800) 800 0.5

400 200

1600 (1600-1200) 1000 200 0.5

2000 …………………… 1500 500 1.25

-qualora la c’ aumenta la funzione di consumo diventa piu’ inclinata e cio significa che

aumentando il reddito aumenta anche il consumo

-se Co aumenta a causa di una fiducia dei consumatori la funzione si sposta verso l’alto

traslazione della funzione di consumo


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

22

PESO

122.59 KB

AUTORE

maozinha

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
A.A.: 2007-2008

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher maozinha di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Musella Marco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Microeconomia - Appunti
Appunto
Economia politica – Curva di Sweezy
Appunto
Economia Internazionale – Moneta
Appunto
Economia politica – Curva di Sweezy
Appunto