Che materia stai cercando?

Linguistica generale e applicata riassunti modulo B Appunti scolastici Premium

Appunti di Linguistica generale e applicata, modulo b, basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof.ssa Cavagnoli dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Facoltà di Lettere e filosofia, Corso di laurea in lettere. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Linguistica Generale e Applicata docente Prof. S. Cavagnoli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La linguistica generale (sincronica) si occupa di cosa sono e come sono

fatte le lingue, mentre la LINGUISTICA APPLICATA si occupa della

teoria linguistica al fine di risolvere problemi del mondo reale. È stata

dominata tradizionalmente dai campi dell'educazione linguistica e

dell'apprendimento delle lingue straniere. Oggigiorno il settore è un

misto di competenze derivate principalmente dalla linguistica,

dall'antropologia, dalla psicologia e dall'istruzione.

LINGUISTICA FUNZIONALE è un concetto introdotto da Jakobson (6

funzioni) e Halliday, che sosteneva che la funzione in un contesto è

fondamentale per determinare le strutture della lingua ed individuava 3

funzioni della lingua: ideazionale (comprendere l'ambiente),

interpersonale (agire sugli altri), testuale (collega le altre due).

Il registro FORMALE può essere definito alto e curato, il registro

INFORMALE è basso, familiare, colloquiale, deittico.

Ci sono sostanziali differenze tra il PARLATO e lo SCRITTO. Lo scritto è

pianificato, non immediato, curato e frutto di una ricerca, il parlato è più

spontaneo, immediato, con poca cura formale, non pianificato, soggetto

a varietà diatopiche.

Il TRASMESSO è un nuovo canale di trasmissione, in cui lo scambio è

parlato a distanza (telefono, radio, tv) o scritto a distanza (internet,

email, chat). Nel suo uso nel web troviamo sia elementi del parlato che

dello scritto.

Scopo della COMUNICAZIONE è quello di acquisire/condividere

conoscenze e interagire a livello sociale. Nella comunicazione

intervengono diversi agenti: l'emittente ed il ricevente si scambiano un

messaggio (referente) attraverso un canale, utilizzando un codice, con

degli scopi, facendo delle presupposizioni in una determinata situazione.

L’ipotesi da cui in un certo senso parte e su cui in effetti si fonda la

LINGUISTICA TESTUALE è quella secondo cui l’oggetto della linguistica

non debba essere tanto l’enunciato quanto piuttosto il testo: in questo

tipo di approccio, è il testo a dover essere considerato il ‘primitivo’, il

segno base. Il testo, secondo Beaugrande e Dressler, è un’occorrenza

comunicativa che soddisfa sette condizioni di testualità.

LA COESIONE concerne il modo in cui le parole sono collegate tra di

loro; dal momento che le componenti di superficie dipendono l’una

dall’altra in base a forme e convenzioni grammaticali, la coesione si

fonda su dipendenze grammaticali.

COERENZA. Riguarda le funzioni in base a cui le componenti del mondo

testuale, ossia le configurazioni di concetti e relazione soggiacente al

testo di superficie, sono reciprocamente accessibili e rilevanti. Si può

definire un concetto come una configurazione di sapere (contenuto

cognitivo) che può essere richiamato alla mente o attivato con una unità

o consistenza più o meno forte. Le relazioni sono gli anelli di

congiunzione tra i concetti che si presentano assieme nel mondo

testuale; ogni anello dovrebbe apportare una designazione del concetto

con cui stabilisce un collegamento

intenzionalità

accettabilità del ricevente

informatività

situazionalità

intertestualità

Sabatini 1986, 1990 Semplificazione

requisiti di qualità

unità: unico tema di fondo

 completezza: trattazione del tema

 coerenza: congruenza fra le varie parti

 coesione: legamenti di tessitura o di semantica

la PRAGMATICA LINGUISTICA ha come oggetto di studio l'agire

linguistico, cioè la lingua analizzata dal punto di vista delle sue modalità

d'uso e del suo essere mezzo dell'agire umano. D’altro canto, la

sociolinguistica ha operato l’integrazione di un apporto di questo

stampo con prospettive psicologiche, sociologiche, antropologiche.

Principali manifestazioni della pragmatica sono la DEISSI, gli ATTI

LINGUISTICI e le IMPLICATURE.

AUSTIN e SEARLE sono gli autori della teoria degli atti linguistici.

Searle chiama l'atto locutivo “atto espressivo”.

Un'INFERENZA è un'informazione ottenuta ascoltando un enunciato che

non la specifica, non la esplicita, ma la cui verità è suggerita da come è

impostato l'enunciato. es. “Il re di Francia è calvo”


PAGINE

5

PESO

49.23 KB

AUTORE

sensep

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher sensep di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguistica Generale e Applicata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Cavagnoli Stefania.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Linguistica generale e applicata

Linguistica generale e applicata riassunti modulo A
Appunto
Giuramenti di Strasburgo - contesto storico e analisi linguistica
Appunto
Glosse di Reichenau - contesto storico e analisi linguistica
Appunto
Boecis - contesto storico e analisi linguistica
Appunto